Gennaio
Febbraio
Marzo
Aprile
Maggio
Giugno
Luglio
Agosto
Settembre
Ottobre
Novembre
Dicembre
 

Lavori del mese di Marzo
Piante bulbose e primaverili

Osservare attentamente durante questo periodo le piante bulbose e prendere nota delle eventuali zone vuote in modo da poterle colmare, durante l'autunno, per la primavera successiva.
Si ricorda, infatti, che i bulbi a fioritura primaverile, vanno interrati nel periodo compreso tra metà settembre fino a tutto novembre, sempre che il terreno non sia troppo indurito per qualche gelata precoce.
I crochi che nel frattempo saranno quasi alla fine della fioritura che, in genere, comincia già a febbraio, dovranno essere lasciati tranquilli senza danneggiare assolutamente le foglie prima che siano completamente seccate, pena la mancata fioritura dell'anno successivo.
I bucaneve devono essere spostati durante il periodo vegetativo che è tra febbraio e marzo. Eliminare i fiori man mano che appassiscono

 

Aiuole e fioriture miste
Distribuire un concime di fondo interrandolo con la zappa ed eliminare le erbe infestanti. Provvedere, a metà-fine mese, alla potatura delle rose e tagliare i rami vecchi o danneggiati da alberi, arbusti e siepi che non fioriscono sul legno vecchio. Procurarsi le sementi della piante da fiore, scegliendole per tempo dai cataloghi o presso i negozi specializzati. Acquistare e trapiantare nuove piante di rose e cespugli ed arbusti a foglia caduca.
Zappettare leggermente e concimare queste piante con un fertilizzante complesso e con torba neutra sempre che il terreno non sia eccessivamente calcareo. Se il tempo è asciutto e mite, preparare le buche per le nuove piante, come Dalie e Crisantemi, e incorporare al terreno un fertilizzante organico.

 

Alberi, arbusti e rampicanti
Tagliare tutti i rami morti, malati o spezzati. Quando si tratta di grossi rami, la superficie del taglio verrà ricoperta con un apposito strato di mastice specifico per piante o catrame tiepido, per evitare che i tagli possano diventare una porta d'ingresso per qualche agente patogeno.
Quando si saranno asportati rami affetti da cocciniglie o da altri parassiti, è necessario effettuare gli opportuni trattamenti subito dopo la potatura. Olii bianchi o catramina, contro l'infestazione del ragnetto rosso, vanno dati al mattino di una giornata nuvolosa, evitando di dare qusti prodotti, o comunque facendo attenzione a non irrorare per sbaglio, le Conifere a fogliame aureo ed argenteo, che sono particolarmente sensibili.
Acquistare le nuove piante legnose e arbusti, e se il tempo è mite e il suolo asciutto, preparare le buche per l'impianto. Preparare le buche per le eventuali nuove siepi e provvedere a potare il Glicine, il Caprifoglio e le Clematidi a fiore grande.

 

Tappeto erboso
Nel caso il giardino sia infestato dalle talpe, provvedere a fermarle con l'aiuto dei giusti mezzi. Si possono usare i talpicidi, ma si consiglia vivamente di usare i nuovi sistemi dissuasivi (come quello della foto allegata) che sono particolarmente efficaci contro le talpe e anche contro i topolini di campagna che altrimenti banchetterebbero tranquillamente con i vari bulbi.
Questi apparecchi si trovano facilmente nei negozi specializzati ed emettono degli ultrasuoni, assolutamente non avvertiti da altri animali, e ve ne sono modelli sia a batteria che ad energia solare.
Spargere l'apposito diserbante che abbia anche azione antimuschio. Rastrellare l'erba e aggiustare i bordi e le superfici rovinati verso la fine di queste prime quattro settimane di marzo. Tagliare l'erba quando è alta tra i 5 e gli 8 cm, avendo cura di non tagliare i ciuffetti dei Crochi, se sono interrati sotto il prato, per non pregiudiucare la fioritura successiva.
Controllare la superficie del tappeto erboso per individuare eventuali ristagni d'acqua. Usare il forcone per mifliorare il drenaggio e la penetrazione dell'acqua stessa.

 

Frutti, ortaggi e verdure
Finire di trapiantare alberi e arbusti da frutto, avendo cura di fornirli di appropriati tutori che ne garantiscano la resistenza al vento e ad altri abenti atmosferici.
Completare i trattamenti invernali delle piante da frutto già esistenti, distribuire un concime di fondo sulla parte del terreno che sovrasta le radici e quindi interrarlo con la zappa.
Se il terreno è asciutto e il tempo mite, seminare le Fave grandi, i Piselli (cultivar raccomandate: Precoce del Nord, Precocissima d'Annonoy, Grandus 36, e tra le rampicanti Principe alberto e Telefono), i Cavoli (cultivar raccomandate: Quintale d'Amburgo, Cappuccio verde, Amarant) e le Carote. Piantare le piante precoci e le Cipolle.
Preparare il terreno per le semine successive in modo da prolungare la durata della produzione. Seminare i Pomodori in serra riscaldata. Seminare in serra  Cetrioli e Meloni. Con suolo asciutto e clima mite, seminare gli ultimi ortaggi annuali

 

Cure generali
Spianare, livellare ogni rilievo del terreno causato dal gelo. Togliere le erbacce e il muschio dalle superfici lastricate e  dalle stradine. Controllare i graticciati e le pergole per assicurarsi che il legno sia ben fissato e non marcio. Provvedere agli eventuali aggiusti in caso di legno danneggiato.

 

 

 

Ricetta del giorno
Bavarese alla frutta
Fate ammorbidire in acqua fredda per circa 20 minuti i fogli di gelatina, metteteli senza strizzarli in un tegame nel quale aggiungete un bicchiere di ....
sono presenti 507 piante
sono presenti 226 articoli

tutte le piante
annuali bulbose perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento
tecnica
frutteto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine





gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 

Lavori del mese di Marzo
Piante bulbose e primaverili

Osservare attentamente durante questo periodo le piante bulbose e prendere nota delle eventuali zone vuote in modo da poterle colmare, durante l'autunno, per la primavera successiva.
Si ricorda, infatti, che i bulbi a fioritura primaverile, vanno interrati nel periodo compreso tra metà settembre fino a tutto novembre, sempre che il terreno non sia troppo indurito per qualche gelata precoce.
I crochi che nel frattempo saranno quasi alla fine della fioritura che, in genere, comincia già a febbraio, dovranno essere lasciati tranquilli senza danneggiare assolutamente le foglie prima che siano completamente seccate, pena la mancata fioritura dell'anno successivo.
I bucaneve devono essere spostati durante il periodo vegetativo che è tra febbraio e marzo. Eliminare i fiori man mano che appassiscono

 

Aiuole e fioriture miste
Distribuire un concime di fondo interrandolo con la zappa ed eliminare le erbe infestanti. Provvedere, a metà-fine mese, alla potatura delle rose e tagliare i rami vecchi o danneggiati da alberi, arbusti e siepi che non fioriscono sul legno vecchio. Procurarsi le sementi della piante da fiore, scegliendole per tempo dai cataloghi o presso i negozi specializzati. Acquistare e trapiantare nuove piante di rose e cespugli ed arbusti a foglia caduca.
Zappettare leggermente e concimare queste piante con un fertilizzante complesso e con torba neutra sempre che il terreno non sia eccessivamente calcareo. Se il tempo è asciutto e mite, preparare le buche per le nuove piante, come Dalie e Crisantemi, e incorporare al terreno un fertilizzante organico.

 

Alberi, arbusti e rampicanti
Tagliare tutti i rami morti, malati o spezzati. Quando si tratta di grossi rami, la superficie del taglio verrà ricoperta con un apposito strato di mastice specifico per piante o catrame tiepido, per evitare che i tagli possano diventare una porta d'ingresso per qualche agente patogeno.
Quando si saranno asportati rami affetti da cocciniglie o da altri parassiti, è necessario effettuare gli opportuni trattamenti subito dopo la potatura. Olii bianchi o catramina, contro l'infestazione del ragnetto rosso, vanno dati al mattino di una giornata nuvolosa, evitando di dare qusti prodotti, o comunque facendo attenzione a non irrorare per sbaglio, le Conifere a fogliame aureo ed argenteo, che sono particolarmente sensibili.
Acquistare le nuove piante legnose e arbusti, e se il tempo è mite e il suolo asciutto, preparare le buche per l'impianto. Preparare le buche per le eventuali nuove siepi e provvedere a potare il Glicine, il Caprifoglio e le Clematidi a fiore grande.

 

Tappeto erboso
Nel caso il giardino sia infestato dalle talpe, provvedere a fermarle con l'aiuto dei giusti mezzi. Si possono usare i talpicidi, ma si consiglia vivamente di usare i nuovi sistemi dissuasivi (come quello della foto allegata) che sono particolarmente efficaci contro le talpe e anche contro i topolini di campagna che altrimenti banchetterebbero tranquillamente con i vari bulbi.
Questi apparecchi si trovano facilmente nei negozi specializzati ed emettono degli ultrasuoni, assolutamente non avvertiti da altri animali, e ve ne sono modelli sia a batteria che ad energia solare.
Spargere l'apposito diserbante che abbia anche azione antimuschio. Rastrellare l'erba e aggiustare i bordi e le superfici rovinati verso la fine di queste prime quattro settimane di marzo. Tagliare l'erba quando è alta tra i 5 e gli 8 cm, avendo cura di non tagliare i ciuffetti dei Crochi, se sono interrati sotto il prato, per non pregiudiucare la fioritura successiva.
Controllare la superficie del tappeto erboso per individuare eventuali ristagni d'acqua. Usare il forcone per mifliorare il drenaggio e la penetrazione dell'acqua stessa.

 

Frutti, ortaggi e verdure
Finire di trapiantare alberi e arbusti da frutto, avendo cura di fornirli di appropriati tutori che ne garantiscano la resistenza al vento e ad altri abenti atmosferici.
Completare i trattamenti invernali delle piante da frutto già esistenti, distribuire un concime di fondo sulla parte del terreno che sovrasta le radici e quindi interrarlo con la zappa.
Se il terreno è asciutto e il tempo mite, seminare le Fave grandi, i Piselli (cultivar raccomandate: Precoce del Nord, Precocissima d'Annonoy, Grandus 36, e tra le rampicanti Principe alberto e Telefono), i Cavoli (cultivar raccomandate: Quintale d'Amburgo, Cappuccio verde, Amarant) e le Carote. Piantare le piante precoci e le Cipolle.
Preparare il terreno per le semine successive in modo da prolungare la durata della produzione. Seminare i Pomodori in serra riscaldata. Seminare in serra  Cetrioli e Meloni. Con suolo asciutto e clima mite, seminare gli ultimi ortaggi annuali

 

Cure generali
Spianare, livellare ogni rilievo del terreno causato dal gelo. Togliere le erbacce e il muschio dalle superfici lastricate e  dalle stradine. Controllare i graticciati e le pergole per assicurarsi che il legno sia ben fissato e non marcio. Provvedere agli eventuali aggiusti in caso di legno danneggiato.