Gennaio
Febbraio
Marzo
Aprile
Maggio
Giugno
Luglio
Agosto
Settembre
Ottobre
Novembre
Dicembre
 

Lavori del mese di Luglio
Le prode di fiori misti
Molte piante, quali il Delphinium, i Lupini, le Peonie e le altre piante da aiuola in generale, trarranno vantaggio se verranno loro eliminati regolarmente i fiori appassiti dal momento che ciò contribuirà a favorire una successiva fioritura. I Gladioli richiedono una certa umidità purchè il terreno abbia un buon drenaggio; nel caso di siccità si renderanno necessarie alcune innaffiature. I garofani possono essere riporodotti per talea utilizzando i giovani germogli non fioriferi.
I gigli a fioritura precoce possono essere stimolati nella formazione di bulbilli, per la propagazione, estraendoli dal terreno, asportando il rivestimento esterno dei bulbi e mettendo questi singolarmente in un vaso riempito con un composto sabbioso. Ogni vaso sarà avvolto con foglio di plastica e tenuto così per tutta la durata dell'inverno in un luogo ben riparato dal gelo.

 

Alberi, arbusti e rampicanti
A luglio è necessario innaffiare abbondantemente e pacciamare gli arbusti che sono stati piantati in primavera o che sono stati trapiantati di recente togliendoli dai contenitori. Gli arbusti che avranno terminato la fioritura in giugno dovranno essere potati per stimolare l'emissione di nuovi getti, atti a fiorire nella prossima stagione.
La potatura degli arbusti che fioriscono sui rami di un anno, deve essere limitata alla rimozione dei getti non desiderati o non ben conformati.

 

I bulbi
Terminata l'estrazione dei bulbi a fioritura tardiva, non bisogna dimenticare quelli che furono sistemati in un solco per farli crescere e maturare. Sarà necessario ripulirli per poi sistemarli in un luogo buio, fresco e asciutto affinchè possano affrontare nelle migliori condizioni possibili il loro periodo di riposo.
Nel mese di luglio bisogna anche preparare l'elenco delle bulbose a fioritura primaverile e procedere all'acquisto dei bulbi presso le ditte specializzate onde poterli piantare in autunno.

 

Tappeto erboso

Il tappeto erboso dovrà essere sempre tosato regolarmente due volte alla settimana, regolando il taglio a 1,5-3 cm da terra, in modo che le foglioline, non troppo corte, possano proteggere parzialmente il terreno dall'irragiamento solare e, quindi, contenere al massimo l'evaporazione dell'acqua delle innaffiature.
Il caldo ipedisce in tutto il Paese l'uso dei diserbanti selettivi che, a causa del caldo, potrebbero provocare delle bruciature al tappeto erboso.

 

La frutta e gli ortaggi
In luglio si seminano in piena terra l'Indivia, il Finocchio, la Lattuga a sviluppo rapido, le Carote e il Ravanello, quest'ultimo solo nelle regioni più fresche.
Ogni 2-3 giorni si raccolgono i lamponi. Dopo aver raccolto i frutti, si potano le piante legando i giovani rami ai tutori. La vangatura e la pacciamatura della zona prospicente le radici deve essere fatta ad inizio luglio. In questo mese bisogna diradare anche i frutti che stanno maturando sui peschi, se sono troppo folti, mentre i meli dovranno essere irrorati con un insetticida adatto anche se non si notano infestazioni. I luglio si conclude anche la potatura estiva dei meli e dei peri.
Si estraggono i bulbi di Scalogno, ponendoli stesi sul terreno a maturare. Per il consumo in cucina si inizia da quelli più molli, distruggendo quelli colpiti da parassiti o malattie fungine.

 

 

 

Ricetta del giorno
Vellutata di barbabietole fredda
Lessare le barbabietole, dopo di che sbucciarle e metterle da parte. Lavare accuratamente il cetriolo, sbucciarlo e tagliarlo a dadino. Scottare i pomodori ....
sono presenti 531 piante
sono presenti 230 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine





gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 

Lavori del mese di Luglio
Le prode di fiori misti
Molte piante, quali il Delphinium, i Lupini, le Peonie e le altre piante da aiuola in generale, trarranno vantaggio se verranno loro eliminati regolarmente i fiori appassiti dal momento che ciò contribuirà a favorire una successiva fioritura. I Gladioli richiedono una certa umidità purchè il terreno abbia un buon drenaggio; nel caso di siccità si renderanno necessarie alcune innaffiature. I garofani possono essere riporodotti per talea utilizzando i giovani germogli non fioriferi.
I gigli a fioritura precoce possono essere stimolati nella formazione di bulbilli, per la propagazione, estraendoli dal terreno, asportando il rivestimento esterno dei bulbi e mettendo questi singolarmente in un vaso riempito con un composto sabbioso. Ogni vaso sarà avvolto con foglio di plastica e tenuto così per tutta la durata dell'inverno in un luogo ben riparato dal gelo.

 

Alberi, arbusti e rampicanti
A luglio è necessario innaffiare abbondantemente e pacciamare gli arbusti che sono stati piantati in primavera o che sono stati trapiantati di recente togliendoli dai contenitori. Gli arbusti che avranno terminato la fioritura in giugno dovranno essere potati per stimolare l'emissione di nuovi getti, atti a fiorire nella prossima stagione.
La potatura degli arbusti che fioriscono sui rami di un anno, deve essere limitata alla rimozione dei getti non desiderati o non ben conformati.

 

I bulbi
Terminata l'estrazione dei bulbi a fioritura tardiva, non bisogna dimenticare quelli che furono sistemati in un solco per farli crescere e maturare. Sarà necessario ripulirli per poi sistemarli in un luogo buio, fresco e asciutto affinchè possano affrontare nelle migliori condizioni possibili il loro periodo di riposo.
Nel mese di luglio bisogna anche preparare l'elenco delle bulbose a fioritura primaverile e procedere all'acquisto dei bulbi presso le ditte specializzate onde poterli piantare in autunno.

 

Tappeto erboso

Il tappeto erboso dovrà essere sempre tosato regolarmente due volte alla settimana, regolando il taglio a 1,5-3 cm da terra, in modo che le foglioline, non troppo corte, possano proteggere parzialmente il terreno dall'irragiamento solare e, quindi, contenere al massimo l'evaporazione dell'acqua delle innaffiature.
Il caldo ipedisce in tutto il Paese l'uso dei diserbanti selettivi che, a causa del caldo, potrebbero provocare delle bruciature al tappeto erboso.

 

La frutta e gli ortaggi
In luglio si seminano in piena terra l'Indivia, il Finocchio, la Lattuga a sviluppo rapido, le Carote e il Ravanello, quest'ultimo solo nelle regioni più fresche.
Ogni 2-3 giorni si raccolgono i lamponi. Dopo aver raccolto i frutti, si potano le piante legando i giovani rami ai tutori. La vangatura e la pacciamatura della zona prospicente le radici deve essere fatta ad inizio luglio. In questo mese bisogna diradare anche i frutti che stanno maturando sui peschi, se sono troppo folti, mentre i meli dovranno essere irrorati con un insetticida adatto anche se non si notano infestazioni. I luglio si conclude anche la potatura estiva dei meli e dei peri.
Si estraggono i bulbi di Scalogno, ponendoli stesi sul terreno a maturare. Per il consumo in cucina si inizia da quelli più molli, distruggendo quelli colpiti da parassiti o malattie fungine.