Gennaio
Febbraio
Marzo
Aprile
Maggio
Giugno
Luglio
Agosto
Settembre
Ottobre
Novembre
Dicembre
 

Lavori del mese di Dicembre
Manutenzione generale

Questo è il mese che precede l'inverno, anche se nelle regioni più fredde del Paese, la stagione potrebbe essere già in fase avanzata. Quindi, è necessario fare gli ultimi lavori di pulizia, prima che le condizioni atmosferihe comincino ad essere particolamente avverse.
Innanzi tutto ripulire ogni parte del giardino, rastrellando e scopando via tutte le foglie cadute. Quelle che presentano segni di malattie devono essere bruciate senza esitazione, per evitare un possibile contagio, mentre le altre verranno utilizzate per la composta.
Spianare bene ogni sollevamento del terreno eventualmente provocato dal gelo.

 

Aiuole e fiori misti

Dicembre è il mese più adatto per la preparazione del terreno per le nuove aiuole. Se fosse posibile sarebbe ottima cosa vangare due volte il terreno ed incorporare una quantità abbondante di letame molto stagionato e di concime, aspettando a sminuzzare e livellare il terreno fino a che il gelo abbia porvveduto, con la sua naturale azione, a renderlo più friabile.
Alla base dei Delphinium e dei Lupini, è necessario spargere un preparato contro le lumache, poichè queste attaccano spesso e volentieri queste due piante erbacee. A tale scopo può essere d'aiuto ricoprire l'area di terreno attorno alle radici con un piccolo mucchietto di sabbia grezza.
Per proteggere le foglie e gli steli dei fiori di Helleborus niger dai rigori della stagione e per favorirne una precoce fioritura, è bene ricoprire la superficie attorno alle radici con paglia o torba secca e l'intera pianta con una copertura adatta.
Nel terreno che circonda le radici dei Crisantemi che si voglio lasciare durante l'inverno, bisogna inserire un po' di torba asciutta per impedire ristagni d'acqua.

 

I bulbi

I Giacinti e i Narcisi che si vogliono far fiorire forzatamente per il periodo natalizio, iniziano in questo mese a produrre i loro fiori. Bagnare regolarmente i vasi contenenti questi bulbi, in modo che il terreno si mantenga sufficientemente umido e sorvegliare anche gli altri vasi con bulbi che si coltivano forzatamente in ambiente buio per trasportarli immediatamente alla luce non appena i germogli raggiungono qualche centimetro di lunghezza.
I bulbi di Giglio, conservati o acquistati, dovrebbero essere in questo periodo molto compatti e turgidi. Se il tempo è sereno, non fa molto freddo e il terreno è utilizzabile, è possibile già collocarli in piena terra dove fioriranno.
I bulbi avvizziti si lasciano per 10-14 giorni in torba umida prima di essere piantati in piena terra. Se invece le condizioni del tempo non sono favorevoli, lasciare i bulbi nei loro vasi con l'apice in superficie, conservandoli in un luogo fresco, pronti per essere piantati appena il tempo lo consentirà.

 

Alberi, cespugli e rampicanti

Finire di zappare e di scalzare le erbacce che infestano la superficie del terreno tra i cespugli e introdurre nel terreno la paglia sparsa in precedenza per proteggere le radici al gelo. Controllare attentamente tutti i sostegni e i legacci delle piante, dei cespugli e dei rampicanti per assicurarsi che siano ancora tutti in buono stato. Quelli eventualmente rotti o danneggiati vanno rinnovati per evitare che le piante possano subire grossi danni durante il periodo invernale.
Se si è dovuto rimandare fino ad ora la piantagione degli alberi a foglia caduca, cespugli e rampicanti a causa delle cattive condizioni atmosferiche, conviene a questo punto aspettare a sistemare le piante fino a quando le condizioni del tempo saranno stabilmente buone.

 

Tappeto erboso

Se i bordi dei prati e i sentieri erbosi sono indeboliti o rovinati, tagliarli in sezioni longitudinali, usando allo scopo una vanga affilata o una pala ricurva. Scalzare le zolle dalla loro sede, ad una profondità di almeno 5 cm, e rivoltarle in modo da portare in superficie la parte che prima era sottostante.
Provvedere quindi a chiudere ogni fenditura che possa essersi prodotta con del terreno da riporto. Questo lavoro va evitato in tutte quelle condizioni di terreno molto inzuppato o gelato.

 

Frutti, legumi ed erbe aromatiche

E' arrivato il momento adatto per seminare in piena terra le migliori cultivar di Fave e Piselli. Sarà però necessario proteggerli ricoprendoli con dei tunnel di plastica per difenderli dal freddo, se in posizioni troppo esposte.
In serra è il momento di seminare i Cavolfiori, in modo da ottenere una produzione precoce per l'anno successivo. I semi vanno disposti uno per vaso, in un terriccio costituito principalmnte di torba.
Si può anche procedere alla consueta semina di Senape e Crescione negli appositi contenitori: cassette o ripiani, ovviamente sempre in serra. Tutti i legumi e le piante da frutto seminati o piantati devono essere regolarmente controllati. Se si trova qualche piantina colpita da malattie, eliminarla immediatamente per evitare la propagazione dell'infezione.
Sarà inoltre necessario potare tutte le altre piante e cespugli da frutto, nuovi o già adulti, così come i Peri e i Meli e eliminare le radici in eccesso se necessario.
Spruzzare una sostanza a base di olio di catrame che, come già detto, è un utile medicamento nei mesi invernali, per prevenire gli attacchi di insetti e parassiti. Sarà inoltre bene ammucchiare alla base degli alberi e dei cespugli da frutto appena piantati, una quantità notevole di letame ben stagionato o di concime chimico, come pacciamatura.

 

 

 

Ricetta del giorno
Insalata greca
Lavare accuratamente e poi tagliare il cetriolo e i pomodori maturi a pezzi grossi, che è poi il segreto di una buona insalata greca. Tagliare le due ....
sono presenti 513 piante
sono presenti 226 articoli

tutte le piante
annuali bulbose perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento
tecnica
frutteto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine





gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 

Lavori del mese di Dicembre
Manutenzione generale

Questo è il mese che precede l'inverno, anche se nelle regioni più fredde del Paese, la stagione potrebbe essere già in fase avanzata. Quindi, è necessario fare gli ultimi lavori di pulizia, prima che le condizioni atmosferihe comincino ad essere particolamente avverse.
Innanzi tutto ripulire ogni parte del giardino, rastrellando e scopando via tutte le foglie cadute. Quelle che presentano segni di malattie devono essere bruciate senza esitazione, per evitare un possibile contagio, mentre le altre verranno utilizzate per la composta.
Spianare bene ogni sollevamento del terreno eventualmente provocato dal gelo.

 

Aiuole e fiori misti

Dicembre è il mese più adatto per la preparazione del terreno per le nuove aiuole. Se fosse posibile sarebbe ottima cosa vangare due volte il terreno ed incorporare una quantità abbondante di letame molto stagionato e di concime, aspettando a sminuzzare e livellare il terreno fino a che il gelo abbia porvveduto, con la sua naturale azione, a renderlo più friabile.
Alla base dei Delphinium e dei Lupini, è necessario spargere un preparato contro le lumache, poichè queste attaccano spesso e volentieri queste due piante erbacee. A tale scopo può essere d'aiuto ricoprire l'area di terreno attorno alle radici con un piccolo mucchietto di sabbia grezza.
Per proteggere le foglie e gli steli dei fiori di Helleborus niger dai rigori della stagione e per favorirne una precoce fioritura, è bene ricoprire la superficie attorno alle radici con paglia o torba secca e l'intera pianta con una copertura adatta.
Nel terreno che circonda le radici dei Crisantemi che si voglio lasciare durante l'inverno, bisogna inserire un po' di torba asciutta per impedire ristagni d'acqua.

 

I bulbi

I Giacinti e i Narcisi che si vogliono far fiorire forzatamente per il periodo natalizio, iniziano in questo mese a produrre i loro fiori. Bagnare regolarmente i vasi contenenti questi bulbi, in modo che il terreno si mantenga sufficientemente umido e sorvegliare anche gli altri vasi con bulbi che si coltivano forzatamente in ambiente buio per trasportarli immediatamente alla luce non appena i germogli raggiungono qualche centimetro di lunghezza.
I bulbi di Giglio, conservati o acquistati, dovrebbero essere in questo periodo molto compatti e turgidi. Se il tempo è sereno, non fa molto freddo e il terreno è utilizzabile, è possibile già collocarli in piena terra dove fioriranno.
I bulbi avvizziti si lasciano per 10-14 giorni in torba umida prima di essere piantati in piena terra. Se invece le condizioni del tempo non sono favorevoli, lasciare i bulbi nei loro vasi con l'apice in superficie, conservandoli in un luogo fresco, pronti per essere piantati appena il tempo lo consentirà.

 

Alberi, cespugli e rampicanti

Finire di zappare e di scalzare le erbacce che infestano la superficie del terreno tra i cespugli e introdurre nel terreno la paglia sparsa in precedenza per proteggere le radici al gelo. Controllare attentamente tutti i sostegni e i legacci delle piante, dei cespugli e dei rampicanti per assicurarsi che siano ancora tutti in buono stato. Quelli eventualmente rotti o danneggiati vanno rinnovati per evitare che le piante possano subire grossi danni durante il periodo invernale.
Se si è dovuto rimandare fino ad ora la piantagione degli alberi a foglia caduca, cespugli e rampicanti a causa delle cattive condizioni atmosferiche, conviene a questo punto aspettare a sistemare le piante fino a quando le condizioni del tempo saranno stabilmente buone.

 

Tappeto erboso

Se i bordi dei prati e i sentieri erbosi sono indeboliti o rovinati, tagliarli in sezioni longitudinali, usando allo scopo una vanga affilata o una pala ricurva. Scalzare le zolle dalla loro sede, ad una profondità di almeno 5 cm, e rivoltarle in modo da portare in superficie la parte che prima era sottostante.
Provvedere quindi a chiudere ogni fenditura che possa essersi prodotta con del terreno da riporto. Questo lavoro va evitato in tutte quelle condizioni di terreno molto inzuppato o gelato.

 

Frutti, legumi ed erbe aromatiche

E' arrivato il momento adatto per seminare in piena terra le migliori cultivar di Fave e Piselli. Sarà però necessario proteggerli ricoprendoli con dei tunnel di plastica per difenderli dal freddo, se in posizioni troppo esposte.
In serra è il momento di seminare i Cavolfiori, in modo da ottenere una produzione precoce per l'anno successivo. I semi vanno disposti uno per vaso, in un terriccio costituito principalmnte di torba.
Si può anche procedere alla consueta semina di Senape e Crescione negli appositi contenitori: cassette o ripiani, ovviamente sempre in serra. Tutti i legumi e le piante da frutto seminati o piantati devono essere regolarmente controllati. Se si trova qualche piantina colpita da malattie, eliminarla immediatamente per evitare la propagazione dell'infezione.
Sarà inoltre necessario potare tutte le altre piante e cespugli da frutto, nuovi o già adulti, così come i Peri e i Meli e eliminare le radici in eccesso se necessario.
Spruzzare una sostanza a base di olio di catrame che, come già detto, è un utile medicamento nei mesi invernali, per prevenire gli attacchi di insetti e parassiti. Sarà inoltre bene ammucchiare alla base degli alberi e dei cespugli da frutto appena piantati, una quantità notevole di letame ben stagionato o di concime chimico, come pacciamatura.