piante da interni appartamento Chlorophytum
Chlorophytum

Chlorophytum, genere di 215 specie di piante erbacee sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Liliaceae. La specie descritta è abbastanza facile da coltivare sia in serra che in appartamento e anche all’aperto nelle regioni a clima mite.
Si coltiva con una composta da vasi o in un miscuglio a base di torba.. Si annaffia abbondantemente in primavera e in estate e, da ottobre a marzo, si diradano le annaffiature senza tuttavia lasciar mai seccare completamente la composta.  In inverno si mantiene una temperatura minima di 7° C, sebbene le piante siano in grado di sopravvivere per brevi tratti anche a temperature più basse. Da giugno a settembre si somministra settimanalmente del concime liquido e si rinvasano le piante annualmente, in marzo-aprile, in vasi di dimensioni progressivamente crescenti fino ad un massimo di 20-25 cm d diametro. Se non si rinvasano e non si concimano regolarmente, le foglie possono imbrunirsi all’apice. Negli appartamenti le piante vanno tenute in posizioni ben illuminate e al riparo dalle correnti d’aria.

Chlorophytum elatum:
pianta originaria del Sud-Africa, alta 25 cm. Le foglie, lineari-acuminate, lunghe fino a 30 cm, sono verde chiaro con bande longitudinali bianche, e in certi casi i margini sono bianchi e la zona centrale verde, mentre in altri casi i margini sono verdi e la zona centrale bianca. Questa pianta produce fusti fioriferi prostrati, lunghi fino a 60 cm, ramificati verso l’estremità, che portano fiori bianchi, stellati, larghi 2-3 cm, riuniti in pannocchie. All’estremità dei fusti si formano anche ciuffi di piccole foglie.


riproduzione: si fissano i ciuffi di foglie che si formano all’estremità dei fusti in piccoli vasi, riempiti con una composta da vasi, senza staccarli dalla pianta madre e coprendo con la composta la base delle foglie. Quando è avvenuta la radicazione, si separano le giovani piantine tagliando semplicemente i fusti.
Le piante di grandi dimensioni possono essere divise e ripiantate immediatamente in marzo-aprile.
esposizione:
fioritura: primavera-estate




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Juncus (Giunco)

Juncus (Giunco), genere di 300 specie di piante acquatiche e da palude, appartenenti alla famiglia delle Juncaceae, al maggior parte delle quali priva di valore, ma le due specie descritte sono adatte per la coltivazione ........

Artemisia
Artemisia: genere di 400 specie di piante erbacee e suffruticose, perenni e di arbusti. Queste piante, rustiche e semirustiche, sempreverdi e semisempreverdi, sono adatte per formare siepi, per bordure arbustive e ........

Coleus

Coleus, genere comprendente 150 specie di piante annuali o perenni, sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Labiate. Le piante sono alte 30-50 cm, hanno foglie cuoriformi, a margine dentato, con colori variegati, e ........

Hedychium

Hedychium, genere di 50 specie di piante erbacee, perenni, rizomatose, con fusti robusti, che portano foglie guainanti, disposte parallelamente su 2 linee. I fiori, simili a qulli delle Orchidee, spesso profumati, sono riuniti ........

Lavatera
Lavatera, genere di 25 specie di piante erbacee e suffruticose, annuali, biennali e perenni, con fiori imbutiformi, simili a qualli dell'Ibisco. La specie annuale descritta è adatta per le bordure, ........

 

Ricetta del giorno
Crostata di ananas
Impastate il burro con 60 gr di zucchero, l'uovo, un pizzico di sale e la farina; formate una palla di pasta che lascerete riposare, in una terrina ricoperta ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Scalogno – Allium ascalonicum

Scalogno, allim ascalonicum, pianta bulbosa rustica appartenente alla famiglia delle Gigliacee, assai simile alla cipolla e all’aglio: i suoi bulbi sono più dolci e profumati di quelli dell’aglio ma hanno sapore più accentuato ........

Tritonia

Tritonia, genere di 55 piante bulbose, originarie dell'Africa tropicale e meridionale, affini a quelle dei generi Freesia e Crocosmia, con cui spesso sono confuse. Hanno foglie simili a quelle delle specie appartenenti ai ........

Anèmone (Anemone)

L'Anemone, orignairia dell'Europa, Caucaso, Siberia, Asia minore, bacino del Mediterraneo, Cina, America del Nord e Giappone ha circa un centinaio di specie ed è una pianticella erbacea, dotata di un piccolo ........

Melograno

Melograno, o Punica granata, pianta arbustiva appartenente alla famiglia delle Punicacee, coltivata per i frutti e anche per il suo valore ornamentale. Originaria dell’Asia occidentale, cresce allo stato spontaneo nelle ........

Hunnemannia

Hunnemannia, genere comprendente una sola specie erbacea, perenne, semirustica, adatta alla coltivazione nelle aiuole e nelle fioriere; viene tuttavia trattata generalmente come annuale.
Cresce bene in terreno fertile, ........


piante da interni appartamento Chlorophytum
Chlorophytum

Chlorophytum, genere di 215 specie di piante erbacee sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Liliaceae. La specie descritta è abbastanza facile da coltivare sia in serra che in appartamento e anche all’aperto nelle regioni a clima mite.
Si coltiva con una composta da vasi o in un miscuglio a base di torba.. Si annaffia abbondantemente in primavera e in estate e, da ottobre a marzo, si diradano le annaffiature senza tuttavia lasciar mai seccare completamente la composta.  In inverno si mantiene una temperatura minima di 7° C, sebbene le piante siano in grado di sopravvivere per brevi tratti anche a temperature più basse. Da giugno a settembre si somministra settimanalmente del concime liquido e si rinvasano le piante annualmente, in marzo-aprile, in vasi di dimensioni progressivamente crescenti fino ad un massimo di 20-25 cm d diametro. Se non si rinvasano e non si concimano regolarmente, le foglie possono imbrunirsi all’apice. Negli appartamenti le piante vanno tenute in posizioni ben illuminate e al riparo dalle correnti d’aria.

Chlorophytum elatum:
pianta originaria del Sud-Africa, alta 25 cm. Le foglie, lineari-acuminate, lunghe fino a 30 cm, sono verde chiaro con bande longitudinali bianche, e in certi casi i margini sono bianchi e la zona centrale verde, mentre in altri casi i margini sono verdi e la zona centrale bianca. Questa pianta produce fusti fioriferi prostrati, lunghi fino a 60 cm, ramificati verso l’estremità, che portano fiori bianchi, stellati, larghi 2-3 cm, riuniti in pannocchie. All’estremità dei fusti si formano anche ciuffi di piccole foglie.


riproduzione: si fissano i ciuffi di foglie che si formano all’estremità dei fusti in piccoli vasi, riempiti con una composta da vasi, senza staccarli dalla pianta madre e coprendo con la composta la base delle foglie. Quando è avvenuta la radicazione, si separano le giovani piantine tagliando semplicemente i fusti.
Le piante di grandi dimensioni possono essere divise e ripiantate immediatamente in marzo-aprile.

esposizione:
fioritura: primavera-estate



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su