erbacee bulbose Ixia
Ixia

Ixia, genere di circa 40 specie di piante bulbose, delicate, appartenenti alla famiglia delle Iridaceae, originarie del Sud-Africa. Si coltivano all’aperto nelle regioni a clima particolarmente mite, e si utilizzano anche come fiore da taglio e come pianta da appartamento.
I bulbi si piantano a gruppi in ottobre-novembre, nelle zone temperate, alla profondità di 5-8 cm, al sole, in qualsiasi tipo di terreno da giardino ben drenato. Se si coltivano per ottenere fiori da taglio si piantano a file distanziate 35-45 cm, e durante l’inverno si proteggono dal freddo con paglia, sabbia, cenere o torba. Per ottenere fioriture in casa, i autunno si piantano i bulbi a gruppi di 10-12 in casi da 20 cm, riempiti con una composta da vasi. Si coprono con uno strato di 2-5 cm di composta e si annaffiano abbondantemente.  Poi non si annaffia più fin quando inizia la crescita. Si tengono alla temperatura di 5-7° C e, quando germogliano, si portano in ambiente riscaldato. Dopo la fioritura, quando le foglie sono secche, si tolgono i bulbi dai vasi e si conservano all’asciutto.

Ixia viridiflora:
pianta originaria del Sud-Africa, alta 30 cm, distanza tra le piante 8-10 cm. Si tratta di una pianta dalle foglie sottili, ensiformi e dai fiori larghi 3-4 cm, verde-azzurri, con centro più scuro, che sbocciano in maggio-giugno. Ha dato origine a numerosi ibridi, generalmente più vigorosi della specie tipica, alti 40-50 cm, distanza tra le piante 10 cm, che producono fiori larghi 3-4 cm, gialli, rossi, porpora o azzurri, generalmente con centro più scuro o anche più chiaro. Tra i tanti si ricordano Afterglow, a fiori arancio-bruni, scuri al centro; Bridesmaid, a fiori bianchi soffusi di rosso;  Conqueror, a fiori gialli all’interno, rosso-arancio all’esterno; Hogarth, a fiori gialli con centro più scuro; Vulcan, a fiori scarlatti soffusi di arancio.


riproduzione: si moltiplicano per mezzo dei bulbilli che si piantano in autunno.
Si può anche seminare, in marzo, in vassoi o terrine riempiti con una composra da semi, in letto caldo, alla temperatura di 15° C. Le piantine ottenute da seme fioriscono dopo 2-3 anni. Se i semi raccolti provengono da ibridi, i fiori avranno coloro variabili, differenti da quelli da cui derivano.
esposizione:
fioritura: maggio-giugno




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Alchechengio (Physalis)

Alchechengio (Phisalis), genere che raggruppa diverse specie di piante erbacee o arbustive, appartenenti alla famiglia delle Solonacee, originarie sia dell’Asia che del Mediterraneo, sia del Sudamerica. Hanno la caratteristica ........

Molucella

Molucella, genere di 4 specie di piante annuali e perenni. La specie descritta è poco comune ed è adatta per essere coltivata nelle bordure e per la produzione di fiori da recidere. I fiori, molto ornamentali, sono particolarmente ........

Elsholtzia

Elsholtzia, genere di 35 specie di piante erbacee e suffruticose, appartenenti alla famiglia delle Labiateae, originarie dell’Asia, dell’Europa orientale e dell’Abissinia. Le specie descritte fioriscono nella tarda estate ........


Crinodendron

Crinodendron, genere di 2 specie di alberi o arbusti sempreverdi, originari dell'America meridionale. La specie descritta può essere coltivata all'aperto nelle regioni a clima mite.
Questo arbusto o piccolo albero cresce ........

 

Ricetta del giorno
Crostata di ananas
Impastate il burro con 60 gr di zucchero, l'uovo, un pizzico di sale e la farina; formate una palla di pasta che lascerete riposare, in una terrina ricoperta ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Scalogno – Allium ascalonicum

Scalogno, allim ascalonicum, pianta bulbosa rustica appartenente alla famiglia delle Gigliacee, assai simile alla cipolla e all’aglio: i suoi bulbi sono più dolci e profumati di quelli dell’aglio ma hanno sapore più accentuato ........


Tamaryx (Tamerice)
Il Tamaryx (Tamerice), genere di 90 specie di arbusti rustici, a foglie decidue, adatti per formare barriere frangivento e siepi, soprattutto nelle zone costiere. Si tratta di una pianta che non tollera i terreni ........

Erinus

Erinus, genere comprendente una sola specie variabile, nana, rustica, sempreverde, perenne, adatta per il giardino roccioso. Cresce bene sui muri a secco e nonostante non sia una pianta longeva, produce una gran quantità ........

Cassia

Cassia, genere di oltre 500 specie di piante erbacee,annuali e perenni, rustiche, di arbusti e alberi sempreverdi, rustici e semirustici.
Le specie C.australis e C.corymbosa si coltivano in vasi di 20-30 cm, riempiti ........


erbacee bulbose Ixia
Ixia

Ixia, genere di circa 40 specie di piante bulbose, delicate, appartenenti alla famiglia delle Iridaceae, originarie del Sud-Africa. Si coltivano all’aperto nelle regioni a clima particolarmente mite, e si utilizzano anche come fiore da taglio e come pianta da appartamento.
I bulbi si piantano a gruppi in ottobre-novembre, nelle zone temperate, alla profondità di 5-8 cm, al sole, in qualsiasi tipo di terreno da giardino ben drenato. Se si coltivano per ottenere fiori da taglio si piantano a file distanziate 35-45 cm, e durante l’inverno si proteggono dal freddo con paglia, sabbia, cenere o torba. Per ottenere fioriture in casa, i autunno si piantano i bulbi a gruppi di 10-12 in casi da 20 cm, riempiti con una composta da vasi. Si coprono con uno strato di 2-5 cm di composta e si annaffiano abbondantemente.  Poi non si annaffia più fin quando inizia la crescita. Si tengono alla temperatura di 5-7° C e, quando germogliano, si portano in ambiente riscaldato. Dopo la fioritura, quando le foglie sono secche, si tolgono i bulbi dai vasi e si conservano all’asciutto.

Ixia viridiflora:
pianta originaria del Sud-Africa, alta 30 cm, distanza tra le piante 8-10 cm. Si tratta di una pianta dalle foglie sottili, ensiformi e dai fiori larghi 3-4 cm, verde-azzurri, con centro più scuro, che sbocciano in maggio-giugno. Ha dato origine a numerosi ibridi, generalmente più vigorosi della specie tipica, alti 40-50 cm, distanza tra le piante 10 cm, che producono fiori larghi 3-4 cm, gialli, rossi, porpora o azzurri, generalmente con centro più scuro o anche più chiaro. Tra i tanti si ricordano Afterglow, a fiori arancio-bruni, scuri al centro; Bridesmaid, a fiori bianchi soffusi di rosso;  Conqueror, a fiori gialli all’interno, rosso-arancio all’esterno; Hogarth, a fiori gialli con centro più scuro; Vulcan, a fiori scarlatti soffusi di arancio.


riproduzione: si moltiplicano per mezzo dei bulbilli che si piantano in autunno.
Si può anche seminare, in marzo, in vassoi o terrine riempiti con una composra da semi, in letto caldo, alla temperatura di 15° C. Le piantine ottenute da seme fioriscono dopo 2-3 anni. Se i semi raccolti provengono da ibridi, i fiori avranno coloro variabili, differenti da quelli da cui derivano.

esposizione:
fioritura: maggio-giugno



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su