arbusti sempreverdi Olearia
Olearia

Olearia, genere di 100 specie di arbusti fioriferi, sempreverdi, semirustici o delicati, appartenenti alla famiglia delle Compositae, adatti specialmente per i giardini posti in zone riparate a clima invernale non particolarmente rigido.
Si pianta in maggio, marzo o ottobre, in terreno ben drenato e in posizioni soleggiate e riparate. Generalmente tutte le specie sopportano abbastanza bene i venti marini.

Potatura:
in aprile si tagliano i rami secchi.

Olearia gunniana:
pianta originaria dell’Isola di Tasmania (Australia), alta 1,5-3 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta semirustica, con foglie obovato-oblunghe, grigio-verdi, bianche sulla pagina inferiore. I capolini, simili a quelli delle margherite, bianchi, con disco giallo, larghi 2-3 cm, riuniti in pannocchie terminali, compatte, lunghe fino a 30 cm, sbocciano da maggio a luglio.
Olearia haastii: pianta originaria della Nuova Zelanda, alta 1-2,5 m e del diametro di 2,5-3 m. Si tratta di una pianta rustica, con foglie ovate, coriacee, lucide, bianco-grigiastre sulla pagina inferiore. I capolini, simili a quelli delle margherite, bianchi, con disco giallo, larghi 1-2 cm, sbocciano numerosi in luglio-agosto.
Olearia ilicifolia: pianta originaria della Nuova Zelanda, alta 2,5-3 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta rustica dalle foglie coriacee, simili a quelle dell’Agrifoglio, con denti spinosi ma a lamina più stretta, lucide, bianco-grigiastre sulla pagina inferiore. I capolini, piccoli, simili a quelli delle margherite, bianchi con disco giallo, profumati, riuniti in corimbi larghi 5-10 cm sbocciano in giugno.
Olearia macrodonta: pianta originaria della Nuova Zelanda, alta 2,5-4 m e del diametro di 2-3 m. Si tratta di un arbusto rustico, resistente ai venti marini, con foglie ovato-lanceolate, profondamente dentate ai margini, biancastre sulla pagina inferiore. I capolini, piccoli, simili a quelli delle margherite, bianchi con disco giallo, riuniti in corimbi larghi fino a 15 cm, sbocciano in giugno-luglio.
Olearia x scilloniensis: pianta di origine orticola, alta 1,5-2,5 m e di pari diametro. Si tratta di un ibrido dalle foglie chiare e dai capolini simili a quelli delle margherite, bianchi con disco giallo, riuniti in pannocchie molto dense, che sbocciano da maggio a luglio.
Olearia semidentata: pianta originaria delle isole Chatham (Nuova Zelanda), alta 2-3 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto delicato, adatto per le zone a clima mite, con foglie lanceolate, grigio-verdi, bianche e lanose sulla pagina inferiore. I capolini, solitari, simili a quelli delle margherite, larghi fino a 5 cm, con fiori del raggio lilla e disco porpora, sbocciano in giugno-luglio.


riproduzione: in luglio-agosto si prelevano dai rami talee di legno semimaturo, lunghe 10 cm, e si mettono a radicare in un terriccio sabbioso, in cassone freddo. Le talee radicate si invasano singolarmente in contenitori da 8 cm, riempiti con una composta da vasi, e si coltivano in cassone. In maggio si trapiantano in vivaio e si mettono poi a dimora in ottobre o nella primavera successiva.
Si possono moltiplicare anche per seme, seminando in letto caldo, in primavera. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in vivaio e si mettono poi a dimora dopo un anno.
esposizione:
fioritura: tra maggio e luglio a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Felicia
La Felicia, originaria del Sud Africa, comprende 60 specie ed è una erbacea perenne o annuale, sempreverde, semirustica e forma dei bassi cespi alti una quarantina di cm. ha foglie piccole, verdi e fiori simili a ........

Actaea

Actaea, genere di circa 10 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, adatte per il giardino roccioso, le bordure e il sottobosco.
Queste piante crescono bene nei terreni ricchi di sostanza organica, in posizioni ombreggiate. ........

Miscanthus

Miscanthus, genere di 20 specie di graminacee perenni, rustiche, molto ornamentali, appartenenti alla famiglia delle Gramineae. Sono adatte alla formazione di barriere frangivento, ma possono essere coltivate anche ........

Nerine

Nerine, genere di 30 specie di piante bulbose, generalmente delicate. Queste piante hanno dato origine a numerosi ibridi. Le specie descritte hanno foglie lineari, nastriformi, che spuntano generalmente dopo i fiori. Questi ........

Arenaria

Arenaria, genere di 25 specie di piante sempreverdi, annuali, suffruticose, rustiche e semirustiche, appartenenti alla famiglia delle Caryophyllaceae. Le specie descritte sono nane e formano dei cuscini compatti di vegetazione. ........

 

Ricetta del giorno
Arance ripiene alla siciliana
Prendete quattro arance e, con l'aiuto di un coltellino dalla lama aguzza e tagliente, tagliate la calotta di ciascun frutto in modo da ricavare tanti ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Liàtride (Liatris)
La Liàtride (Liatris), originaria dell'America del Nord, comprende circa 15 specie ed è una erbacea perenne a radice rizomatosa.
Le foglie color verde vivo sono sottili, lanceolate, simili ........

Ononis

Ononis, genere di 75 specie di piante erbacee  e suffruticose, perenni e annuali, sempreverdi e decidue, adatte per le scarpate soleggiate e per il giardino roccioso. Hanno foglie trifogliate e fiori con corolla papilionacea.
Si ........

Alchechengio (Physalis)

Alchechengio (Phisalis), genere che raggruppa diverse specie di piante erbacee o arbustive, appartenenti alla famiglia delle Solonacee, originarie sia dell’Asia che del Mediterraneo, sia del Sudamerica. Hanno la caratteristica ........

Crinum

Crinum, genere di più di 100 specie di piante bulbose, delicate. Le specie descritte possono essere coltivate all'aperto solo nelle zone a clima mite. Nell'Italia settentrionale si coltivano in vaso, portando le piante al ........

Nerine

Nerine, genere di 30 specie di piante bulbose, generalmente delicate. Queste piante hanno dato origine a numerosi ibridi. Le specie descritte hanno foglie lineari, nastriformi, che spuntano generalmente dopo i fiori. Questi ........


arbusti sempreverdi Olearia
Olearia

Olearia, genere di 100 specie di arbusti fioriferi, sempreverdi, semirustici o delicati, appartenenti alla famiglia delle Compositae, adatti specialmente per i giardini posti in zone riparate a clima invernale non particolarmente rigido.
Si pianta in maggio, marzo o ottobre, in terreno ben drenato e in posizioni soleggiate e riparate. Generalmente tutte le specie sopportano abbastanza bene i venti marini.

Potatura:
in aprile si tagliano i rami secchi.

Olearia gunniana:
pianta originaria dell’Isola di Tasmania (Australia), alta 1,5-3 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta semirustica, con foglie obovato-oblunghe, grigio-verdi, bianche sulla pagina inferiore. I capolini, simili a quelli delle margherite, bianchi, con disco giallo, larghi 2-3 cm, riuniti in pannocchie terminali, compatte, lunghe fino a 30 cm, sbocciano da maggio a luglio.
Olearia haastii: pianta originaria della Nuova Zelanda, alta 1-2,5 m e del diametro di 2,5-3 m. Si tratta di una pianta rustica, con foglie ovate, coriacee, lucide, bianco-grigiastre sulla pagina inferiore. I capolini, simili a quelli delle margherite, bianchi, con disco giallo, larghi 1-2 cm, sbocciano numerosi in luglio-agosto.
Olearia ilicifolia: pianta originaria della Nuova Zelanda, alta 2,5-3 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta rustica dalle foglie coriacee, simili a quelle dell’Agrifoglio, con denti spinosi ma a lamina più stretta, lucide, bianco-grigiastre sulla pagina inferiore. I capolini, piccoli, simili a quelli delle margherite, bianchi con disco giallo, profumati, riuniti in corimbi larghi 5-10 cm sbocciano in giugno.
Olearia macrodonta: pianta originaria della Nuova Zelanda, alta 2,5-4 m e del diametro di 2-3 m. Si tratta di un arbusto rustico, resistente ai venti marini, con foglie ovato-lanceolate, profondamente dentate ai margini, biancastre sulla pagina inferiore. I capolini, piccoli, simili a quelli delle margherite, bianchi con disco giallo, riuniti in corimbi larghi fino a 15 cm, sbocciano in giugno-luglio.
Olearia x scilloniensis: pianta di origine orticola, alta 1,5-2,5 m e di pari diametro. Si tratta di un ibrido dalle foglie chiare e dai capolini simili a quelli delle margherite, bianchi con disco giallo, riuniti in pannocchie molto dense, che sbocciano da maggio a luglio.
Olearia semidentata: pianta originaria delle isole Chatham (Nuova Zelanda), alta 2-3 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto delicato, adatto per le zone a clima mite, con foglie lanceolate, grigio-verdi, bianche e lanose sulla pagina inferiore. I capolini, solitari, simili a quelli delle margherite, larghi fino a 5 cm, con fiori del raggio lilla e disco porpora, sbocciano in giugno-luglio.


riproduzione: in luglio-agosto si prelevano dai rami talee di legno semimaturo, lunghe 10 cm, e si mettono a radicare in un terriccio sabbioso, in cassone freddo. Le talee radicate si invasano singolarmente in contenitori da 8 cm, riempiti con una composta da vasi, e si coltivano in cassone. In maggio si trapiantano in vivaio e si mettono poi a dimora in ottobre o nella primavera successiva.
Si possono moltiplicare anche per seme, seminando in letto caldo, in primavera. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in vivaio e si mettono poi a dimora dopo un anno.

esposizione:
fioritura: tra maggio e luglio a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su