Articolo Tempo libero Lettura
InAndalucia: la Spagna islamica nel suo splendore freccegiovedì 19 febbraio 2015      


Uscita veramente innovativa quella che riguarda l'Andalucia, del periodico InStoria - Quaderni, giunto alla sua ventunesima uscita con uno dei luoghi europei più affascinanti e accattivanti d'Europa, dove agli incantevoli luoghi marittimi si possono unire visite a monumenti architettonici che testimoniano l'epopea araba in Europa e che danno oggi ancora lustro alla Spagna che fu islamica. Il termine Andalucia può essere fatto risalire al XIII secolo e prende spunto dall'arabo Al-Andalus, che veniva usato dai saraceni per identificare tutti i territori occidentali dell'Islam.

I Califfi regnarono in Andalucia dal 711 al 1492, rendendo la Regione una delle più avanzate, sia dal pnto di vista culturale che da quello agricolo ed economico, dell'intera Europa. Alcuni storici sostengono che il termine Andalucia non sia di derivazione araba, bensì di derivazione Vandala. I Vandali erano infatti una delle popolazioni barbariche, assieme ai Visigoti, che occuparono l'Ispania dopo la caduta dell'impero Romano d'Occidente nel 476 d.C.. Questa tesi è però fortemente confutata dai massimi esponenti della storigorafia contemporanea in quanto i Vandali, come le altre popolazioni barbariche che succedettero all'Impero, non crearono una vera e propria civiltà, che fu invece instaurata proprio dai Califfi arabi, che regnarono a Siviglia, Granata e Cordoba, edificando città splendide e lasciando monumenti unici nel loro genere, tanto che oggigiorno migliaia di visitatori vanno ad ammirare i capolavori dell'arte islamica che possiamo vantare di avere in questa parte d'Europa.

Tra i luoghi dove trascorrere una splendida vacanza estiva, ma anche una bella vacanza primaverile, l'Andalucia è certamente uno dei più indicati, poiché può mettere d'accordo sia gli amanti del mare e delle spiagge, che quelli della cultura. Innumerevoli sono infatti i luoghi artistici da visitare, e ognuno con la sua propria caratteristica, e incantevoli sono le spiagge che si ergono nel Mediterraneo, lunghe, chiare e veramente da sogno con un acqua cristallina che attirerebbe anche il bagnante più restio. Storia, architettura, arte, sport tipici, cibi e curiosità possono essere tutti trovati nella rivista in Andalucia, finalmente in vendita in libreria o direttamente sul sito web del periodico InStoria. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Christian  Vannozzi - vedi tutti gli articoli di Christian  Vannozzi



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Asparagi alla milanese
Raschiare i gambi degli asparagi della pellicola esterna, pareggiare le estremità, in modo che risultino tutti della stessa lunghezza, lavarli, legarli ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Tuttalpiù muoio: “Un inno alla vita. Un grido alla società” - mercoledì 2 ottobre 2013
Un inno alla vita, un grido alla società”, cosi mi sento di identificare uno degli ultimi libri che ho letto: “Tuttalpiù muoio” di Filippo Timi e Edoardo Albinati, edito da Fandango nel 2009. Ci sono attori che scelgono di lasciare nell'ombra ........

InStoria - Settembre: all'insegna del separatismo scozzese - lunedì 22 settembre 2014
Online il numero di Settembre del mensile InStoria che apre con largo margine sull’evento che ha catalizzato l’attenzione di tutti i media d’Europa, il referendum sulla scissione, poi non avvenuta, tra Scozia e Inghilterra. ........

Il genio di Alessandro Magno nelle pagine di Antonio Montesanti - venerdì 27 settembre 2013
Alessandro Magno è considerato da tutti gli storici che si sono occupati di strategie militari dell'antichità, come il miglior stratega fino all'avvento delle armi da fuoco. La sua intelligenza tattica fu apprezzata e riconosciuta ........

Generali degli Abissi: Lemuri - venerdì 4 luglio 2014
Lemuri (リュムナデスのカーサ Lymnades no Caça in giapponese),è un personaggio dell'anime e manga I Cavalieri dello Zodiaco di Kurumada e disegnato (l'anime) da ........

Il tulipano nero: la rivoluzione nei cartoni - lunedì 11 novembre 2013
Il Tulipano Nero: il tema della rivoluzione francese è da tempo molto sentito nel mondo dei cartoni, tanto che non manca occasione per riproporla attivamente in modo che anche i più giovani sappiano della portata dell'evento ........



Ricetta del giorno
Biscotti al limone
Lavorate il burro (tenendone da parte un cucchiaio che occorrerà in seguito) ammorbidito con lo zucchero e la buccia di limone grattuggiata; quando saranno ....



 articolo Tempo libero Lettura
InAndalucia: la Spagna islamica nel suo splendore freccegiovedì 19 febbraio 2015      

Uscita veramente innovativa quella che riguarda l'Andalucia, del periodico InStoria - Quaderni, giunto alla sua ventunesima uscita con uno dei luoghi europei più affascinanti e accattivanti d'Europa, dove agli incantevoli luoghi marittimi si possono unire visite a monumenti architettonici che testimoniano l'epopea araba in Europa e che danno oggi ancora lustro alla Spagna che fu islamica. Il termine Andalucia può essere fatto risalire al XIII secolo e prende spunto dall'arabo Al-Andalus, che veniva usato dai saraceni per identificare tutti i territori occidentali dell'Islam.

I Califfi regnarono in Andalucia dal 711 al 1492, rendendo la Regione una delle più avanzate, sia dal pnto di vista culturale che da quello agricolo ed economico, dell'intera Europa. Alcuni storici sostengono che il termine Andalucia non sia di derivazione araba, bensì di derivazione Vandala. I Vandali erano infatti una delle popolazioni barbariche, assieme ai Visigoti, che occuparono l'Ispania dopo la caduta dell'impero Romano d'Occidente nel 476 d.C.. Questa tesi è però fortemente confutata dai massimi esponenti della storigorafia contemporanea in quanto i Vandali, come le altre popolazioni barbariche che succedettero all'Impero, non crearono una vera e propria civiltà, che fu invece instaurata proprio dai Califfi arabi, che regnarono a Siviglia, Granata e Cordoba, edificando città splendide e lasciando monumenti unici nel loro genere, tanto che oggigiorno migliaia di visitatori vanno ad ammirare i capolavori dell'arte islamica che possiamo vantare di avere in questa parte d'Europa.

Tra i luoghi dove trascorrere una splendida vacanza estiva, ma anche una bella vacanza primaverile, l'Andalucia è certamente uno dei più indicati, poiché può mettere d'accordo sia gli amanti del mare e delle spiagge, che quelli della cultura. Innumerevoli sono infatti i luoghi artistici da visitare, e ognuno con la sua propria caratteristica, e incantevoli sono le spiagge che si ergono nel Mediterraneo, lunghe, chiare e veramente da sogno con un acqua cristallina che attirerebbe anche il bagnante più restio. Storia, architettura, arte, sport tipici, cibi e curiosità possono essere tutti trovati nella rivista in Andalucia, finalmente in vendita in libreria o direttamente sul sito web del periodico InStoria. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Christian  Vannozzi - vedi tutti gli articoli di Christian  Vannozzi





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: