articolo Cucina
La cucina delle mamme e delle nonne freccemercoledì 11 settembre 2013 


La cucina delle mamme, è da sempre un elemento fondamentale della vita di tutti noi, tanto da far pensare che mamme che non passerebbero la prima selezione di Master Chef, siano delle ottime cuoche super organizzate. A fare che tutto ciò sia possibile, ci pensano i dolci ricordi dell’infanzia, quelli che richiamano alla mente un semplicissimo panino con burro e zucchero e lo rammentano come una splendida leccornia indimenticabile.

D’altra parte, le mamme si occupano di nutrire i propri pargoli dai primi istanti di vita, dapprima offrendosi loro ad ogni ora della giornata, con l’allattamento al seno, poi con la pazienza innata e usata durante il lungo e faticoso periodo dello svezzamento ed infine con una serie di ricette, spesso ripetute all’infinito, quando il bimbo dimostra il gradimento, con un pensiero costante che le accompagna: “ basta che mangi e cresca sano e forte”. Diventando mamme, spesso ci si confronta con la propria e si ricordano le semplici polpette, intinte in un profumatissimo sugo col quale si condiva la pasta, la pizza, che ogni bimbo sogna di guarnire a proprio piacimento o il gelato fatto con una gelatiera dell’anteguerra, ma che tutti aspettavano che s’indurisse nel freezer con una frenesia inaudita.

Le mamme a loro volta diventano nonne ed acquistano punteggio nella scala di valori: i nipotini adorano le loro torte, i figli, cresciuti l’apprezzano ancora di più e continuano a pensare che la loro cucina sia la migliore del mondo. Allora, ci si ritrova a notare che i propri figli mangiano di gusto le pietanze, preparate con cura ed esperienza dalle nonne e si rifiutano d’ingurgitarle se sono le mamme a proporle; questa riflessione porta le giovani donne a ricordare con prepotenza, i passaggi delle ricette materne, contribuendo a far sì che questa bellissima storia si ripeta all’infinito. Ecco che tornano alla memoria le giornate d’inverno e la propria mamma che preparava la pizza, allora non c’erano macchinari infernali e rumorosi, s’impastava a mano, si lasciava lievitare il tempo necessario e si stendeva la pasta nella teglia oleata.

Una volta allargata la pasta e cosparsa di pomodoro arrivava il momento in cui anche i bambini potevano intervenire a condirla e felici le posavano sopra quadretti di mozzarella, olive, rondelle di wurstel, carciofini, prosciutto, capperi e l’immancabile origano. Le mamme la infornavano per il tempo necessario ed al momento dell’uscita dal forno ci si sedeva a tavola, allegri ed orgogliosi per aver contribuito alla realizzazione della pizza, fatto che era immediatamente raccontato al papà giunto a casa dal lavoro. Avete mai provato a fare la pizza con i vostri figli? Verrà sicuramente buona, perché oltre alla bontà degli ingredienti ci sarà anche la passione e l’amore per le cose fatte insieme.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Donatella  Frongia - vedi tutti gli articoli di Donatella  Frongia


   
Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Vedi anche

Come fare i ghiaccioli con la nutella - mercoledì 25 settembre 2013
Un dolce gelato gustosissimo e semplice da creare sono i ghiaccioli con la nutella, ideali per le calde giornate estive e con tutto il sapore della nutella, crema gustosissima a cui nessuno può rinunciare. Se vogliamo quindi passare un bel pomeriggio ........

Il caglio vegetale nei formaggi - venerdì 20 dicembre 2013
Per caglio s'intende quella sostanza che serve per coagulare il latte nella produzione dei formaggi, però non tutti sono a conoscienza che esistono ben tre diversi tipi di caglio: animale, microbico e vegetale; il caglio animale è sicuramente ........

Cibi di stagione - giovedì 19 settembre 2013
Potrebbe sembrare scontato parlare di quanto sia importante mangiare cibi di stagione, ma tutte le cose scontate vengono troppo spesso ignorate, perchè sono così tanto presenti nell’aria da sfiorarci senza però toccarci realmente. Il punto ........

Gli alimenti ricchi di sali minerali - sabato 7 giugno 2014
La dieta, quando equilibrata, consente di assumere il giusto quantitativo di sali minerali, che sono essenziali per tutelare la nostra salute. Cibi ed alimenti ne contengono, infatti, una buona percentuale, basta solo ricordare che nella cottura ........

Carne di tacchino: proprietà e ricetta - martedì 17 settembre 2013
Le proprietà della carne di tacchino sono molteplici e, soprattutto, non hanno rovesci della medaglia. Com’è risaputo il tacchino appartiene al gruppo delle carni bianche, di cui le linee guida del Ministero della Salute promuovono un consumo ........

 

Ricetta del giorno
Frullato di mirtilli
Mettere in un frullatore i mirtilli, il latte di riso(va bene anche quello di mandorle), la mezza banana e frullare per qualche minuto, fin quando si ....


Articoli correlati

Come risparmiare in cucina riutilizzando il pane secco - mercoledì 11 settembre 2013
Risparmiare partendo proprio dalla cucina? Ebbene sì, è possibile! Quante volte ci si ritrova col carrello pieno e il portafoglio vuoto? Per evitare che la spesa ci vuoti le tasche possiamo farci furbi. Pensiamo al pane! Quante volte ci si ........

Ricette alla rosa - lunedì 16 dicembre 2013
Ecco due ricette alla rosa deliziose e semplici. Marmellata di rose Ingredienti per sei vasetti da grammi 250: grammi 500 di petali di rosa del colore preferito, mezzo litro di acqua, grammi 500 di zucchero, due limoni, tre cucchiai di acqua ........

Come preparare un dietetica mousse all'arancia - venerdì 13 settembre 2013
Quando si è a dieta ma non si vuole rinunciare a qualcosa di dolce, a patto naturalmente che non vanifichi tutti gli sforzi fatti per perdere i chili superflui, la soluzione migliore è senza dubbio la mousse all'arancia. Si tratta di un dolce ........

Un classico della cucina cinese: il gelato fritto. Ricetta e curiosità. - domenica 13 ottobre 2013
Forse come me siete amanti della cucina cinese. Io ne vado matta e quando non la mangio per settimane mi viene una voglia incredibile di involtini, ravioli, spaghetti di riso o pollo alle mandorle... ma la cucina cinese non è solo questo: c'è ........

Come cucinare un ragù di salsiccia - mercoledì 3 settembre 2014
Il ragù di salsiccia, conosciuto anche come ragù alla bolognese è la salsa di pomodoro più indicata per condire le pappardelle, le fettuccine o la pasta al forno. Il suo segreto, cioè ciò che ........

Ricetta del giorno
Mezze maniche al forno gratinate con mozzarella di bufala e zucchine
In una pentola ponete due cucchiai di olio extravergine d'oliva e e una cipolla rossa tagliata a fettine sottili, poi aggiungete i pomodori pelati e ....
Articoli redazionali

La Contessa di “Camaldoli” - giovedì 13 marzo 2014

C’è un luogo magico in cui il tempo sembra fermarsi, in cui le papille gustative sembrano essere spinte  a degustare con maggior consapevolezza qualche specialità partenopea o a inebriarsi con vini pregiati, per via della posizione surreale ........


 articolo Cucina
La cucina delle mamme e delle nonne freccemercoledì 11 settembre 2013 

La cucina delle mamme, è da sempre un elemento fondamentale della vita di tutti noi, tanto da far pensare che mamme che non passerebbero la prima selezione di Master Chef, siano delle ottime cuoche super organizzate. A fare che tutto ciò sia possibile, ci pensano i dolci ricordi dell’infanzia, quelli che richiamano alla mente un semplicissimo panino con burro e zucchero e lo rammentano come una splendida leccornia indimenticabile.

D’altra parte, le mamme si occupano di nutrire i propri pargoli dai primi istanti di vita, dapprima offrendosi loro ad ogni ora della giornata, con l’allattamento al seno, poi con la pazienza innata e usata durante il lungo e faticoso periodo dello svezzamento ed infine con una serie di ricette, spesso ripetute all’infinito, quando il bimbo dimostra il gradimento, con un pensiero costante che le accompagna: “ basta che mangi e cresca sano e forte”. Diventando mamme, spesso ci si confronta con la propria e si ricordano le semplici polpette, intinte in un profumatissimo sugo col quale si condiva la pasta, la pizza, che ogni bimbo sogna di guarnire a proprio piacimento o il gelato fatto con una gelatiera dell’anteguerra, ma che tutti aspettavano che s’indurisse nel freezer con una frenesia inaudita.

Le mamme a loro volta diventano nonne ed acquistano punteggio nella scala di valori: i nipotini adorano le loro torte, i figli, cresciuti l’apprezzano ancora di più e continuano a pensare che la loro cucina sia la migliore del mondo. Allora, ci si ritrova a notare che i propri figli mangiano di gusto le pietanze, preparate con cura ed esperienza dalle nonne e si rifiutano d’ingurgitarle se sono le mamme a proporle; questa riflessione porta le giovani donne a ricordare con prepotenza, i passaggi delle ricette materne, contribuendo a far sì che questa bellissima storia si ripeta all’infinito. Ecco che tornano alla memoria le giornate d’inverno e la propria mamma che preparava la pizza, allora non c’erano macchinari infernali e rumorosi, s’impastava a mano, si lasciava lievitare il tempo necessario e si stendeva la pasta nella teglia oleata.

Una volta allargata la pasta e cosparsa di pomodoro arrivava il momento in cui anche i bambini potevano intervenire a condirla e felici le posavano sopra quadretti di mozzarella, olive, rondelle di wurstel, carciofini, prosciutto, capperi e l’immancabile origano. Le mamme la infornavano per il tempo necessario ed al momento dell’uscita dal forno ci si sedeva a tavola, allegri ed orgogliosi per aver contribuito alla realizzazione della pizza, fatto che era immediatamente raccontato al papà giunto a casa dal lavoro. Avete mai provato a fare la pizza con i vostri figli? Verrà sicuramente buona, perché oltre alla bontà degli ingredienti ci sarà anche la passione e l’amore per le cose fatte insieme.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Donatella  Frongia - vedi tutti gli articoli di Donatella  Frongia





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: