erbacee perenni Nepeta (Erba gattaia)
 
Nepeta (Erba gattaia), genere di 250 specie di piante erbacee, perenni ed annuali. Le specie perenni descritte sono rustiche e adatte per il giardino roccioso e per le bordure. Hanno fiori piccoli, tubulosi. Bisogna considerare che la Nepeta hederacea può diventare invadente.
Si piantano da ottobre a marzo, in tutti i terreni da giardino, al sole o in posizioni parzialmente ombreggiate e in autunno è necessario tagliare tutti i fusti.
Nepeta cataria: pianta originaria dell'Europa e Italia, alta 70-80 cm, distanza tra le piante 35 cm. Si tratta di una specia dalle foglie cuoriformi, crenate, verde chiaro, tomentose inferiormente. I fiori, azzurri o lilla, riuniti in spicastri, sbocciano da maggio ad agosto. Come pianta ornamentale è scarsamente coltivata. Attira fortemnte i gatti.
Nepeta x faassenii: pianta di origine orticola, alta 50-60 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di un ibrido, spesso chiamato N.mussinii che è adatto per le bordure, con foglie ovate, grigio verdi. I fiori, azzurro-lavanda, riuniti in spicastri verticali lunghi 15 cm, sbocciano da maggio a settembre.
Nepeta hederacea: pianta originaria dell'Europa e Italia, alta 20 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta perenne, vigorosa, adatta per coprire il terreno sotto gli alberi e gli arbusti. Le foglie sono reniformi, con denti arrotondati, opposte, verde chiaro. I fiori, azzurro-lilla, linghi 1-1,5 cm, riuniti in verticillastri, sbocciano all'ascella delle foglie superiori da marzo a giugno, talvolta anche più tardi. S coltiva generalmente la varietà N.hederacea variegata, con foglie macchate di bianco, adatta per essere coltivata in panieri appesi e sui davanzali delle finestre in cassette.
Nepeta nervosa: pianta originaria del kashmir, alta 30-60 cm, distanza tra le oiante 30 cm. Si tratta di una specie folta, adatta per le bordure o per il giardino roccioso, dalle foglie lanceolate. I fiori, azzurro chiaro, riuniti in spicastri cilindrici compatti, lunghi 15-25 cm, sbocciano da giugno a settembre.

Riproduzione:
in marzo aprile si dividono i cespi di tutte le specie e si ripiantano immediatamente. Le Nepeta nervosa e Nepeta x faassenii possono anche essere moltiplicate, prelevando in luglio, dai germogli basali, talee lunghe 5-8 cm che vanno messe a radicare in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali, in cassone freddo. Le talee radicate si invasano successivamente in contenitori di 8-9 cm, riempiti con una composta per vasi e si interrano all'aperto per poi metterle a dimora nella primavera successiva. La Nepeta nervosa si semina in marzo-aprile in cassone freddo o in serra, alla temperatura di 16 C. Quando le piantine saranno abbastanza grandi da essere maneggiate tranquillamente, si ripicchettano in vivaio o in vasi da 10 cm per poi essere messe a dimora nella primavera successiva.
Esposizione:
Fioritura:
da maggio a settembre a seconda della specie