arbusti sempreverdi Garrya
Garrya

Garrya, genere di 18 specie di piante arbustive sempreverdi, rustiche o delicate. La specie descritta, dioica, si coltiva per le infiorescenze ad amento, pendule, molto ornamentali. Le piante maschili sono più decorative di quelle femminili.
Le Garrya si coltivano in tutti i terreni da giardino ben drenati. Crescono bene sia al sole che all'ombra, sebbene fioriscano più abbondantemente in pieno sole. Non sopportano il trapianto, specie  se grandi, per cui i vivaisti le allevano, preferibilmente in cassette. Le piante giovani si mettono a dimora in aprile. Nelle regioni settentrionali, durante il periodo invernale, si proteggono con uno strato di paglia o con materiale plastico.

Potatura: non è necessaria una potatura regolare, tuttavia dopo la fioritura si accorciano i rami disordinati.

Garrya elliptica: pianta originaria della California e dell'Oregon, alta 2,5-3 m e con la chioma del diametro di 2-2,5 m. Si tratta di un arbusto folto, a crescita rapida, generalmente rustico, con foglie ellittiche, spesse e cuoiose, opposte, grigio-verdi. I fiori maschili, molto ornamentali, pendenti, riuniti in amenti grigio-verdi lunghi 5-30 cm, sbocciano in marzo-aprile. Gli amenti femminili sono più piccoli, meno appariscenti, grigio-argentei e sono seguiti da frutti pelosi, verde-porpora, riuniti in gruppi tondeggianti, che contengono un sugo color porpora. Nelle zone a clima rigido, queta specie deve essere piantata in posizione riparata.


riproduzione: in agosto-settembre si prelevano talee di legno semimaturo, lunghe 8-10 cm, con una porzione di ramo portante, e si piantano in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone freddo. Nella primavera successiva, le talee radicate si invasano in contenitori da 10 cm riempiti con una composta da vasi e si interrano all'aperto dove resteranno fino alla successiva primavera quando potranno essere sistemate definitivamente a dimora. In settembre, con i rami lunghi, si possono fare propaggini che potranno essere separate dalla pianta madre dopo 2-3 anni.
esposizione:
fioritura: marzo-aprile




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Amelanchier
Amelanchier: genere di 35 specie di alberi e arbusti a foglie decidue, distribuiti nell'emisfero boreale, rustici, facili da coltivare, molto ornamentali per i fiori bianchi, che compaiono in abbondanza in primavera ........

Albuca

Albuca, genere di circa 30 specie di piante bulbose appartenenti alla famiglia delle Gigliacee, originarie dell’Africa dove crescono spontanee. Sono piante da serra, che possono essere eccezionalmente coltivate all’aperto ........

Aubrèzia (Aubrietia)
L' Aubrèzia (Aubrietia) , originaria dell'Asia Minore, Grcia, Persia e Italia comprende una decina di specie ed è una erbacea perenne rustica, a crescita lenta, molto cespugliosa, che tende a formare ........

Erysimum

Erysimum, genere di 100 specie di piante erbacee perenni, annuali e biennali, appartenenti alla famiglia delle Cruciferae, rustiche, simili alle violacciocche e, nonostante siano poco longeve, sono adatte alla coltivazione ........

Liàtride (Liatris)
La Liàtride (Liatris), originaria dell'America del Nord, comprende circa 15 specie ed è una erbacea perenne a radice rizomatosa.
Le foglie color verde vivo sono sottili, lanceolate, simili ........

 

Ricetta del giorno
Scorze di limone caramellate
Lavare accuratamente i limoni in modo da liberarli da eventuali tracce di pesticidi o altre sostanze chimiche. Pelare i limoni in modo che la scorza sia ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Chimonanthus (calicanto)

Chimonanthus (calicanto), genere di 4 specie di arbusti a foglie decidue o sempreverdi, originari della Cina. Soltanto una specie viene solitamente coltivata per la sua fioritura invernale, dolcemente profumata.
Si piantano ........

Schizostylis

Schizostylis, genere di 21 specie di piante rizomatose, perenni, appartenenti alla famiglia delle Iridaceae. La specie descritta è adatta per le bordure erbacee e miste, per la coltivazione in vaso, sotto vetro e anche per ........

Dentaria

Dentaria, genere di 20 specie di piante erbacee, perenni, rizomatose, diffuse allo stato spontaneo nelle regioni temperate dell'Europa, dell'Asia e dell'America settentrionale. La specie descritta è facile da coltivare ed ........

Ananas

Ananas, genere di 5 specie di piante sempreverdi di origine tropicale, appartenenti alla famiglia delle Bromeliacee. Sono terrestri, con foglie nastriformi, rigide, dai margini spinosi, e una di queste specie è il ben noto ........

Pyracantha (Piracanta)

Pyracantha (Piracanta), genere di 10 specie di arbusti sempreverdi, rustici, con rami spinosi e bacche di colori vivi, larghe circa 1 cm, che durano sulla pianta da settembre a marzo. Sono piante adatte anche a formare siepi, ........


arbusti sempreverdi Garrya
Garrya

Garrya, genere di 18 specie di piante arbustive sempreverdi, rustiche o delicate. La specie descritta, dioica, si coltiva per le infiorescenze ad amento, pendule, molto ornamentali. Le piante maschili sono più decorative di quelle femminili.
Le Garrya si coltivano in tutti i terreni da giardino ben drenati. Crescono bene sia al sole che all'ombra, sebbene fioriscano più abbondantemente in pieno sole. Non sopportano il trapianto, specie  se grandi, per cui i vivaisti le allevano, preferibilmente in cassette. Le piante giovani si mettono a dimora in aprile. Nelle regioni settentrionali, durante il periodo invernale, si proteggono con uno strato di paglia o con materiale plastico.

Potatura: non è necessaria una potatura regolare, tuttavia dopo la fioritura si accorciano i rami disordinati.

Garrya elliptica: pianta originaria della California e dell'Oregon, alta 2,5-3 m e con la chioma del diametro di 2-2,5 m. Si tratta di un arbusto folto, a crescita rapida, generalmente rustico, con foglie ellittiche, spesse e cuoiose, opposte, grigio-verdi. I fiori maschili, molto ornamentali, pendenti, riuniti in amenti grigio-verdi lunghi 5-30 cm, sbocciano in marzo-aprile. Gli amenti femminili sono più piccoli, meno appariscenti, grigio-argentei e sono seguiti da frutti pelosi, verde-porpora, riuniti in gruppi tondeggianti, che contengono un sugo color porpora. Nelle zone a clima rigido, queta specie deve essere piantata in posizione riparata.


riproduzione: in agosto-settembre si prelevano talee di legno semimaturo, lunghe 8-10 cm, con una porzione di ramo portante, e si piantano in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone freddo. Nella primavera successiva, le talee radicate si invasano in contenitori da 10 cm riempiti con una composta da vasi e si interrano all'aperto dove resteranno fino alla successiva primavera quando potranno essere sistemate definitivamente a dimora. In settembre, con i rami lunghi, si possono fare propaggini che potranno essere separate dalla pianta madre dopo 2-3 anni.
esposizione:
fioritura: marzo-aprile



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su