alberi sempreverdi Ligustrum (Ligustro)
Ligustrum (Ligustro)

Ligustrum (Ligustro), genere di 45 specie di piccoli alberi o arbusti, sempreverdi e a foglie decidue, adatti per formare siepi e molto utilizzati nelle alberature stradali cittadine.
Si piantano in tutti i terreni fertili sia al  sole che in posizioni ombreggiate. Per formare siepi, si mettono a dimora piante alte 30-90 cm, distanziandole di 30-45 cm l'una dall'altra. I terreni poveri vanno arricchiti con composta o letame. Si piantano tra ottobre e marzo. A fine marzo si tagliano tutti i rami a metà o ad un terzo della loro lunghezza. Per stimolare la ramificazione alla base, ogni anno in settembre, si tagliano tutti i rami nuovi a metà della loro lungheza, fino a quando le piante hanno raggiunto l'altezza desiderata.

Potatura: non è necessario potare, tuttavia almeno 2 volte l'anno, in maggio e in settembre, si pareggiano le siepi adulte.

Parassiti animali: i Minatori che scavano gallerie nella lamina fogliare che si ricopre di macchie brunastre. I Tripidi che si insediano sulle foglie provocando delle decolorazioni.
Parassiti vegetali: il Marciume radicale che è dovuto a ristagni d'acqua.

Ligustrum japonicum: pianta originaria del Giappone e della Corea, alta 2-2,5 m e del diametro di 1,5-2 m. Si tratta di un arbusto sempreverde, folto, con foglie ovate, lucide, verde scuro e fiori tubulosi, bianchi, riuniti in pannocchie, lunghe 10-15 cm, che sbocciano in giugno.
Ligustrum lucidum: pianta originaria della Cina, Corea e Giappone, alta 3-6 m e con una chioma del diametro di 2-3 m. Si tratta di un albero sempreverde, con foglie ovate, lucide, verde scuro e dai fiori tubulosi, bianco crema, riuniti in pannocchie profumate lunghe 15-20 cm, che sbocciano in agosto-settembre. Si coltiva in posizioni riparate.
Ligustrum ovalifolium: pianta originaria del Giappone, alta 1-2 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto sempreverde nelle zone a clima mite, semisempreverde nelle zone fredde, con foglie ovate, lucide. I fiori color crema, tubulosi, con 4 petali disposti a croce, riuniti in pannocchie lunghe 4-8 cm, sbocciano in giugno ed emanano un odore intenso; successivamente si formano delle bacche nere. Tra le varietà, la Aureo-marginatum ha foglie ovate, lucide, con margini irregolari gialli e portamento più compatto rispetto alla specie tipica; Variegatum ha foglie con margini giallo chiaro o bianco-crema.


riproduzione: in settembre-ottobre si prelevano da L.Japonicum e L.Lucidum talee di legno maturo, lunghe 10-15 cm e si mettono a radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone freddo. In aprile-maggio dell'anno seguente le talee radicate si trasferiscono in vivaio, al riparo dai venti e si metteranno poi a dimora da ottobre in poi. Mettendole a dimora un anno dopo, si otterranno esemplari più robusti. In ottobre si prelevano dalla specie L.ovalifolium talee di legno maturo, lunghe 30 cm, e si piantano in terreno fertile in posizione riparata. Le talee radicate si metteranno poi a dimora tra ottobre e marzo dell'anno successivo.
esposizione:
fioritura: tra giugno e settembre a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Cestrum
Cestrum: genere di 150 specie di arbusti a foglie sempreverdi o decidue, distribuiti dal Messico alle zone tropicali dell'America meridionale. Si coltivano all'aperto nelle zone a clima mite. Nell'Italia settentrionale ........

Adenocarpus

Adenocarpus, genere comprendente alcuni arbusti originari del bacino del Mediterraneo, appartenenti alla famiglia delle Papilionacee, il cui aspetto generale fa vagamente pensare a una ginestra. Queste piante sono caratterizzate ........

Crinum

Crinum, genere di più di 100 specie di piante bulbose, delicate. Le specie descritte possono essere coltivate all'aperto solo nelle zone a clima mite. Nell'Italia settentrionale si coltivano in vaso, portando le piante al ........

Achimenes

Achimenes, genere di 50 specie di piante originarie dell’America Centrale, coltivate nei nostri climi come piante da appartamento o da serra. Sono molto ornamentali grazie ai loro fiori a forma di calice, vivacemente colorati, ........

Hunnemannia

Hunnemannia, genere comprendente una sola specie erbacea, perenne, semirustica, adatta alla coltivazione nelle aiuole e nelle fioriere; viene tuttavia trattata generalmente come annuale.
Cresce bene in terreno fertile, ........

 

Ricetta del giorno
Mezze maniche al forno gratinate con mozzarella di bufala e zucchine
In una pentola ponete due cucchiai di olio extravergine d'oliva e e una cipolla rossa tagliata a fettine sottili, poi aggiungete i pomodori pelati e ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Chelone

Chelone, genere di 4 specie di piante erbacee, rustiche, perenni. I fiori, portati da fusti eretti, sono simili a quelli della Bocca di Leone. Le specie descritte sono adatte per le bordure erbacee e per le bordure miste.
Si ........

Sanvitalia

Sanvitalia, genere di 7 pecie di piante erbacee, annuali e perenni, dall'abbondante fioritura. La specie annuale decritta si coltiva nelle bordure, nel giardino roccioso e anche in vaso esposto al sole.
Si pianta in terreno ........

Sagina

Sagina, genere di 20-30 specie di piante erbacee, prevalentemente perenni, diffuse allo stato spontaneo nelle regioni temperate e temperato-fredde dell'emisfero settentrionale. La specie descritta è adatta a formare tappeti ........

Iris (Iris)

L'Iris, originaria dell'Europa, Asia, Africa e America comprende circa 200 specie ed infinite varietà; sono piante erbacee, rizomatose o bulbose, ha foglie che possono essere lunghe e sottili oppure corte e a forma ........

Zauschneria

Zauschneria, genere di 4 specie di piante suffruticose, perenni, semirustiche che producono fiori tubulosi riuniti in racemi. La specie descritta è molto longeva ed è adatta per le bordure erbacee.
Si pianta in settembre ........


alberi sempreverdi Ligustrum (Ligustro)
Ligustrum (Ligustro)

Ligustrum (Ligustro), genere di 45 specie di piccoli alberi o arbusti, sempreverdi e a foglie decidue, adatti per formare siepi e molto utilizzati nelle alberature stradali cittadine.
Si piantano in tutti i terreni fertili sia al  sole che in posizioni ombreggiate. Per formare siepi, si mettono a dimora piante alte 30-90 cm, distanziandole di 30-45 cm l'una dall'altra. I terreni poveri vanno arricchiti con composta o letame. Si piantano tra ottobre e marzo. A fine marzo si tagliano tutti i rami a metà o ad un terzo della loro lunghezza. Per stimolare la ramificazione alla base, ogni anno in settembre, si tagliano tutti i rami nuovi a metà della loro lungheza, fino a quando le piante hanno raggiunto l'altezza desiderata.

Potatura: non è necessario potare, tuttavia almeno 2 volte l'anno, in maggio e in settembre, si pareggiano le siepi adulte.

Parassiti animali: i Minatori che scavano gallerie nella lamina fogliare che si ricopre di macchie brunastre. I Tripidi che si insediano sulle foglie provocando delle decolorazioni.
Parassiti vegetali: il Marciume radicale che è dovuto a ristagni d'acqua.

Ligustrum japonicum: pianta originaria del Giappone e della Corea, alta 2-2,5 m e del diametro di 1,5-2 m. Si tratta di un arbusto sempreverde, folto, con foglie ovate, lucide, verde scuro e fiori tubulosi, bianchi, riuniti in pannocchie, lunghe 10-15 cm, che sbocciano in giugno.
Ligustrum lucidum: pianta originaria della Cina, Corea e Giappone, alta 3-6 m e con una chioma del diametro di 2-3 m. Si tratta di un albero sempreverde, con foglie ovate, lucide, verde scuro e dai fiori tubulosi, bianco crema, riuniti in pannocchie profumate lunghe 15-20 cm, che sbocciano in agosto-settembre. Si coltiva in posizioni riparate.
Ligustrum ovalifolium: pianta originaria del Giappone, alta 1-2 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto sempreverde nelle zone a clima mite, semisempreverde nelle zone fredde, con foglie ovate, lucide. I fiori color crema, tubulosi, con 4 petali disposti a croce, riuniti in pannocchie lunghe 4-8 cm, sbocciano in giugno ed emanano un odore intenso; successivamente si formano delle bacche nere. Tra le varietà, la Aureo-marginatum ha foglie ovate, lucide, con margini irregolari gialli e portamento più compatto rispetto alla specie tipica; Variegatum ha foglie con margini giallo chiaro o bianco-crema.


riproduzione: in settembre-ottobre si prelevano da L.Japonicum e L.Lucidum talee di legno maturo, lunghe 10-15 cm e si mettono a radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone freddo. In aprile-maggio dell'anno seguente le talee radicate si trasferiscono in vivaio, al riparo dai venti e si metteranno poi a dimora da ottobre in poi. Mettendole a dimora un anno dopo, si otterranno esemplari più robusti. In ottobre si prelevano dalla specie L.ovalifolium talee di legno maturo, lunghe 30 cm, e si piantano in terreno fertile in posizione riparata. Le talee radicate si metteranno poi a dimora tra ottobre e marzo dell'anno successivo.
esposizione:
fioritura: tra giugno e settembre a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su