erbacee perenni Nepeta (Erba gattaia)
Nepeta (Erba gattaia)

Nepeta (Erba gattaia), genere di 250 specie di piante erbacee, perenni ed annuali. Le specie perenni descritte sono rustiche e adatte per il giardino roccioso e per le bordure. Hanno fiori piccoli, tubulosi. Bisogna considerare che la Nepeta hederacea può diventare invadente.
Si piantano da ottobre a marzo, in tutti i terreni da giardino, al sole o in posizioni parzialmente ombreggiate e in autunno è necessario tagliare tutti i fusti.
Nepeta cataria: pianta originaria dell'Europa e Italia, alta 70-80 cm, distanza tra le piante 35 cm. Si tratta di una specia dalle foglie cuoriformi, crenate, verde chiaro, tomentose inferiormente. I fiori, azzurri o lilla, riuniti in spicastri, sbocciano da maggio ad agosto. Come pianta ornamentale è scarsamente coltivata. Attira fortemnte i gatti.
Nepeta x faassenii: pianta di origine orticola, alta 50-60 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di un ibrido, spesso chiamato N.mussinii che è adatto per le bordure, con foglie ovate, grigio verdi. I fiori, azzurro-lavanda, riuniti in spicastri verticali lunghi 15 cm, sbocciano da maggio a settembre.
Nepeta hederacea: pianta originaria dell'Europa e Italia, alta 20 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta perenne, vigorosa, adatta per coprire il terreno sotto gli alberi e gli arbusti. Le foglie sono reniformi, con denti arrotondati, opposte, verde chiaro. I fiori, azzurro-lilla, linghi 1-1,5 cm, riuniti in verticillastri, sbocciano all'ascella delle foglie superiori da marzo a giugno, talvolta anche più tardi. S coltiva generalmente la varietà N.hederacea variegata, con foglie macchate di bianco, adatta per essere coltivata in panieri appesi e sui davanzali delle finestre in cassette.
Nepeta nervosa: pianta originaria del kashmir, alta 30-60 cm, distanza tra le oiante 30 cm. Si tratta di una specie folta, adatta per le bordure o per il giardino roccioso, dalle foglie lanceolate. I fiori, azzurro chiaro, riuniti in spicastri cilindrici compatti, lunghi 15-25 cm, sbocciano da giugno a settembre.


riproduzione: in marzo aprile si dividono i cespi di tutte le specie e si ripiantano immediatamente. Le Nepeta nervosa e Nepeta x faassenii possono anche essere moltiplicate, prelevando in luglio, dai germogli basali, talee lunghe 5-8 cm che vanno messe a radicare in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali, in cassone freddo. Le talee radicate si invasano successivamente in contenitori di 8-9 cm, riempiti con una composta per vasi e si interrano all'aperto per poi metterle a dimora nella primavera successiva. La Nepeta nervosa si semina in marzo-aprile in cassone freddo o in serra, alla temperatura di 16° C. Quando le piantine saranno abbastanza grandi da essere maneggiate tranquillamente, si ripicchettano in vivaio o in vasi da 10 cm per poi essere messe a dimora nella primavera successiva.
esposizione:
fioritura: da maggio a settembre a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Euonymus (Evonymus – Evonimo)

Euonymus (Evonymus – Evonimo), genere di 176 specie di arbusti o alberi sempreverdi o decidui, appartenenti alla famiglia delle Celastraceae, con fiori insignificanti. Le specie decidue sono coltivate soprattutto ........

Agave
Agave: Genere di 300 specie di piante perenni, succulente, con foglie molto spesso spinose, riunite in rosette basali portate da un fusto breve. Le infiorescenze, a spiga o a pannocchia, si formano al centro della ........

Acorus

Acorus, genere di 2 specie di piante erbacee, perenni, rizomatose, rustiche. Si coltivano nei terreni umidi, sulle rive dei riuscelli e degli stagni e nelle vasche poco profonde.
Crescono bene nei terreni molto umidi. ........

Maranta

Maranta, genere di 25 specie di piante perenni, sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Marantaceae, coltivata per le foglie, molto ornamentali. È diffusa una sola specie, coltivata in serra  ma è adatta anche ........

Eschscholzia (Escolzia)

Eschscholzia (Escolzia), genere di 10 specie di piante annuali e perenni, con fiori molto appariscenti, simili a quelli del Papavero, che tendono a chiudersi quando la temperatura si abbassa e quando il cielo è coperto. ........

 

Ricetta del giorno
Torta di pere caramellate
Sbucciare le pere, tagliarle a metà e togliere il torsolo, quindi tagliarle a fette piuttosto spesse e bagnarle con il limone. Nel frattempo accendere ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Arctostaphylos

Arctortaphylos, genere di 70 piante a foglie decidue e sempreverdi, legnose, appartenenti alla famiglia delle Ericaceae. Si tratta di piccoli alberi o arbusti a fusti prostrati.
Si piantano ........

Arenaria

Arenaria, genere di 25 specie di piante sempreverdi, annuali, suffruticose, rustiche e semirustiche, appartenenti alla famiglia delle Caryophyllaceae. Le specie descritte sono nane e formano dei cuscini compatti di vegetazione. ........

Browallia

Browallia, genere di 6 specie di piante annuali, semirustiche, appartenenti alla famiglia delle Solanacee, originarie dell’America Meridionale. Hanno fiori numerosi simili a quelli delle viole e foglie spesso molto decorative ........

Epilobium

Epilobium, genere di 215 specie di piante erbacee, perenni e suffruticose, rustiche. Le specie descritte, erbacee e nane, sono adatte per al giardino roccioso.
Si piantano in autunno o in febbraio-marzo, in qualsiasi ........



erbacee perenni Nepeta (Erba gattaia)
Nepeta (Erba gattaia)

Nepeta (Erba gattaia), genere di 250 specie di piante erbacee, perenni ed annuali. Le specie perenni descritte sono rustiche e adatte per il giardino roccioso e per le bordure. Hanno fiori piccoli, tubulosi. Bisogna considerare che la Nepeta hederacea può diventare invadente.
Si piantano da ottobre a marzo, in tutti i terreni da giardino, al sole o in posizioni parzialmente ombreggiate e in autunno è necessario tagliare tutti i fusti.
Nepeta cataria: pianta originaria dell'Europa e Italia, alta 70-80 cm, distanza tra le piante 35 cm. Si tratta di una specia dalle foglie cuoriformi, crenate, verde chiaro, tomentose inferiormente. I fiori, azzurri o lilla, riuniti in spicastri, sbocciano da maggio ad agosto. Come pianta ornamentale è scarsamente coltivata. Attira fortemnte i gatti.
Nepeta x faassenii: pianta di origine orticola, alta 50-60 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di un ibrido, spesso chiamato N.mussinii che è adatto per le bordure, con foglie ovate, grigio verdi. I fiori, azzurro-lavanda, riuniti in spicastri verticali lunghi 15 cm, sbocciano da maggio a settembre.
Nepeta hederacea: pianta originaria dell'Europa e Italia, alta 20 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una pianta perenne, vigorosa, adatta per coprire il terreno sotto gli alberi e gli arbusti. Le foglie sono reniformi, con denti arrotondati, opposte, verde chiaro. I fiori, azzurro-lilla, linghi 1-1,5 cm, riuniti in verticillastri, sbocciano all'ascella delle foglie superiori da marzo a giugno, talvolta anche più tardi. S coltiva generalmente la varietà N.hederacea variegata, con foglie macchate di bianco, adatta per essere coltivata in panieri appesi e sui davanzali delle finestre in cassette.
Nepeta nervosa: pianta originaria del kashmir, alta 30-60 cm, distanza tra le oiante 30 cm. Si tratta di una specie folta, adatta per le bordure o per il giardino roccioso, dalle foglie lanceolate. I fiori, azzurro chiaro, riuniti in spicastri cilindrici compatti, lunghi 15-25 cm, sbocciano da giugno a settembre.


riproduzione: in marzo aprile si dividono i cespi di tutte le specie e si ripiantano immediatamente. Le Nepeta nervosa e Nepeta x faassenii possono anche essere moltiplicate, prelevando in luglio, dai germogli basali, talee lunghe 5-8 cm che vanno messe a radicare in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali, in cassone freddo. Le talee radicate si invasano successivamente in contenitori di 8-9 cm, riempiti con una composta per vasi e si interrano all'aperto per poi metterle a dimora nella primavera successiva. La Nepeta nervosa si semina in marzo-aprile in cassone freddo o in serra, alla temperatura di 16° C. Quando le piantine saranno abbastanza grandi da essere maneggiate tranquillamente, si ripicchettano in vivaio o in vasi da 10 cm per poi essere messe a dimora nella primavera successiva.
esposizione:
fioritura: da maggio a settembre a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su