erbacee perenni Pennisetum (Penniseto)
Pennisetum (Penniseto)

Pennisetum (Penniseto): genere di 130 specie di graminacee perenni, semirustiche. Le specie descritte sono adatte per le bordure miste e possono essere utilizzate anche in composizioni di fiori secchi.
Si piantano in aprile, in tutti i terreni da giardino ben drenati, in posizioni soleggiate e riparate. Le infiorescenze da utilizzare per le composizioni di fiori secchi si tagliano e si fanno seccare tenendole capovolte, in un ambiente aerato, asciutto e poco illuminato. Si tratta di piante delicate che superano l'inverno solo nelle regioni con clima più favorevole dove, talvolta, possono riprodursi spontaneamente e inselvatichirsi.

Pennisetum alopecuroides: pianta originaria dell'Argentina, alta 1 m, distanza tra le piante 60 cm. Si tratta di una pianta longeva, con foglie strette grigio-verdi, lunghe fino a 50 cm, che formano un cespo folto, con delle infiorescenze piumose, giallo scuro, lunghe 5-20 cm che si formano in agosto-settembre. Molto ornamentale se coltivata in gruppi isolati.
Pennisetum orientale: pianta originaria dell'Abissinia, alta 30 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una specie perenne, da coltivare come annuale, con foglie strette, leggermente tomentose, glauche. Le spighe, setolose, verde-marrone, lunghe 5-15 cm, compaiono in luglio; si tingono di bronzo in autunno.
Pennisetum setaceum: pianta originaria delle zone tropicali dell'Africa, Arabia e Asia sud-occidentale, alta 0,5-1 m, distanza tra le piante 50 cm. Si tratta di una graminacea perenne, semirustica, con ciuffi di foglie ruvide, lineari. I fusti, rigidi e sottili, portano infiorescenze piumose, compatte, lunghe fino a 30 cm, formate da numerose spighette sericee, giallo-verdi, spesso soffuse di porpora, che compaiono da luglio a settembre.
Pennisetum villosus: pianta originaria dell'Abissinia, alta 50-60 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una specie perenne, coltivata come annuale, con foglie strette, arcuate. Le spighe, bianche o porpora, lunghe fino a 12 cm, compaiono in giugno-luglio.


riproduzione: in aprile si dividono i cespi delle perenni e si ripiantano immediatamente. Le specie coltivate come annuali si possono seminare in marzo-aprile, in vasi o terrine riempite con una composta per semi, sotto vetro, alla temperatura di 15-17°C. Le piantine si ripicchettano in cassatte e si mettono a dimora in maggio.
esposizione:
fioritura: da giugno a settembre a seconta della specie




Se ti č piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Ficus

Ficus, genere di 800 specie di alberi e arbusti sempreverdi e a foglie decidue, delicati e rustici, e di piante rampicanti e striscianti, appartenenti alla famiglia delle Moraceae. Le specie sempreverdi descritte vengono ........

Fragola (Fragaria)

Fragola (Fragaria), pianta orticola molto diffusa,  della famiglia delle Rosaceae, coltivata in molte zone per ottenere i frutti. In realtā, quelli comunemente ritenuti i frutti delle fragole sono falsi frutti, nei ........

Bergenia
La Bergenia , originaria della Siberia, Himalaya, comprende 6 specie ed è una pianta erbacea perenne rustica, sempreverde.
Le foglie sono coriacee,  ovate, lunghe anche 20 cm e più, color verde ........

Mertensia

Mertensia, genere di 50 specie di piante erbacee perenni, rustiche, di cui si coltivano solo 4-5 specie, con fiori campanulati e tubulosi, facili da coltivare, adatte per le bordura e per il giardino roccioso.
Si piantano ........

Lysichiton

Lysichiton, genere spesso denominato Lysichitum, comprende 2 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Araceae, che si coltivano nei terreni umidi, ai margini degli stagni e dei ........

 

Ricetta del giorno
Polpettine di fagioli
Lessare le patate, sbucciarle, schiacciarle con lo schiacciapatate e metterle da parte. Lessare nel frattempo i fagioli, tritare il porro, sgocciolare ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Alchechengio (Physalis)

Alchechengio (Phisalis), genere che raggruppa diverse specie di piante erbacee o arbustive, appartenenti alla famiglia delle Solonacee, originarie sia dell’Asia che del Mediterraneo, sia del Sudamerica. Hanno la caratteristica ........

Gerbera
La Gerbera è una pianta erbacea, perenne, semirustica o delicata della quale si contano 70 specie. Ha foglie lanceolate, tomentose, lobate, disposte in rosette, e capolini di vari colori, fra cui giallo, arancio, ........

Clemātide (Clematis)

Le Clematidi (Clematis) sono originarie di tutte le zone temperate dell'emisfero nord; molte le specie asiatiche, cinesi e giapponesi, e quelle nordamericane e comprendono dalle 300 alle 400 specie alle quali si ........

Malope

Malope, genere di 4 specie di piante erbacee annuali. La specie descritta č adatta per le bordure annuali e produce molti fiori che durano a lungo in acqua, dopo essere stati recisi.
Questa specie cresce particolarmente ........

Onosma

Onosma, genere di 150 specie di piante suffruticose, sempreverdi, perenni, delicate e rustiche, con fiori tubulosi. Le due specie descritte sono rustiche e adatte pr il giardino roccioso.
Si piantano in aprile, in terreno ........


erbacee perenni Pennisetum (Penniseto)
Pennisetum (Penniseto)

Pennisetum (Penniseto): genere di 130 specie di graminacee perenni, semirustiche. Le specie descritte sono adatte per le bordure miste e possono essere utilizzate anche in composizioni di fiori secchi.
Si piantano in aprile, in tutti i terreni da giardino ben drenati, in posizioni soleggiate e riparate. Le infiorescenze da utilizzare per le composizioni di fiori secchi si tagliano e si fanno seccare tenendole capovolte, in un ambiente aerato, asciutto e poco illuminato. Si tratta di piante delicate che superano l'inverno solo nelle regioni con clima più favorevole dove, talvolta, possono riprodursi spontaneamente e inselvatichirsi.

Pennisetum alopecuroides: pianta originaria dell'Argentina, alta 1 m, distanza tra le piante 60 cm. Si tratta di una pianta longeva, con foglie strette grigio-verdi, lunghe fino a 50 cm, che formano un cespo folto, con delle infiorescenze piumose, giallo scuro, lunghe 5-20 cm che si formano in agosto-settembre. Molto ornamentale se coltivata in gruppi isolati.
Pennisetum orientale: pianta originaria dell'Abissinia, alta 30 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una specie perenne, da coltivare come annuale, con foglie strette, leggermente tomentose, glauche. Le spighe, setolose, verde-marrone, lunghe 5-15 cm, compaiono in luglio; si tingono di bronzo in autunno.
Pennisetum setaceum: pianta originaria delle zone tropicali dell'Africa, Arabia e Asia sud-occidentale, alta 0,5-1 m, distanza tra le piante 50 cm. Si tratta di una graminacea perenne, semirustica, con ciuffi di foglie ruvide, lineari. I fusti, rigidi e sottili, portano infiorescenze piumose, compatte, lunghe fino a 30 cm, formate da numerose spighette sericee, giallo-verdi, spesso soffuse di porpora, che compaiono da luglio a settembre.
Pennisetum villosus: pianta originaria dell'Abissinia, alta 50-60 cm, distanza tra le piante 30 cm. Si tratta di una specie perenne, coltivata come annuale, con foglie strette, arcuate. Le spighe, bianche o porpora, lunghe fino a 12 cm, compaiono in giugno-luglio.


riproduzione: in aprile si dividono i cespi delle perenni e si ripiantano immediatamente. Le specie coltivate come annuali si possono seminare in marzo-aprile, in vasi o terrine riempite con una composta per semi, sotto vetro, alla temperatura di 15-17°C. Le piantine si ripicchettano in cassatte e si mettono a dimora in maggio.
esposizione:
fioritura: da giugno a settembre a seconta della specie



Se ti č piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su