Articolo Cucina Alimentazione
Il gelato come alimento che si rivoluziona in modo positivo. freccemartedì 3 settembre 2013      


Per gli amanti del gelato, non c’è di cui preoccuparsi, non sarà la fine dell'estate e l’inizio del lavoro, atteso con amore, a frenare la voglia di mangiare un bel cono gelato; ma non solo.. Oramai, anche per coloro che vogliono continuare a mantenere la linea, oltre alla classica coppetta, esiste la possibilità di gustare i ghiaccioli, e non mi riferisco a quelli del supermercato, al Liuk (buonissimo per il bastoncino alla liquirizia), o ai Polaretti, la cui canzone ha fatto saltare di gioia tanti bambini.

Anche se il ghiacciolo venne scoperto casualmente agli inizi del 1900 da un bambino di undici anni il quale, durante una notte davvero gelata aveva lasciato sul davanzale della finestra un bicchiere di acqua e un'altra bibita con un legnetto usato per mescolare la miscela, in Italia solo recentemente sono nati veri gelatai di ghiaccioli. A Roma, sei amici di infanzia hanno aperto Steccolecco, un posto dove poter davvero trovare i ghiaccioli di tutti i tipi prodotti con ingredienti naturali e nessun colorante, conservante, grasso idrogenato e additivo chimico. Per il momento, i gusti alla frutta (fresca e di stagione) più gettonati sono il kiwi, fragola, limone, mela verde, pera, melograno, mango, papaya, banana e acaj, un frutto brasiliano.

Chi invece volesse osare ma non ingrassare, ci sono altri gusti ugualmente buoni e leggeri: vaniglia, crema della nonna, cioccolato fondente, nocciola, crema al limone, pistacchio, mandorla, cioccolato bianco, e caffè. Ma le novità non mancano, per completare l’opera con la classica “cìliegina sulla torta”, vi è la possibilità di ricoprire il gelato con granelle di nocciola, cioccolato, e altro ancora. Probabilmente avrete l’acquolina in bocca o vi sarà aumentata la fame, ma le sorprese non finiscono qui. Come il cellulare, anche il gelato non smette di stupirci. Nel centro storico di Roma infatti, precisamente a Campo dei Fiori, ha aperto Sweety, un gelataio dove in sole quattro mosse puoi scegliere tu il tuo gelato.

Sembra quindi, che anche questo alimento si stia rivoluzionando. In contemporanea con l’uscita del nuovo Iphone 5s (dovrebbe avvenire il giorno 10 mese di settembre), si è riaperto il dibattito su quanto e come la tecnologia e la scienza influenzino il nostro modo di vivere. Stando ai fatti, si può affermare quasi al 99% che ormai siano parte integrante della nostra vita quotidiana, ed è impossibile evitare che ciò accada. Si provocherebbe una reazione peggiore di quella suscitata in molti telespettatori quando hanno saputo che, dal primo settembre dell’anno 2012, il canale Sky E! avrebbe cessato le trasmissioni in Italia.

Sarebbe come levare il cibo e l’acqua alle persone, dato che ormai sono diventate l’essenza per la quale vivono. Da una parte hanno contribuito sicuramente allo sviluppo e all’accrescimento del Paese; un esempio, è la nuova tecnica adottata da alcuni ristoranti di utilizzare l’Ipad per ordinare i piatti scelti e chiamare il cameriere. Rappresenta certamente un’innovazione nel campo culinario, ma dall’altra parte stanno creando una dipendenza senza precedenti. Evidentemente Cartesio, filosofo e matematico francese del ‘600, non si sbagliava: l’uomo controlla le passioni attraverso la ragione ma queste sono una risorsa della natura umana e, per tale motivo, non si possono eliminare.

La tecnologia è diventata, a questo punto, una passione irrefrenabile per gli uomini e ciò non è tanto causa loro quanto del mercato che continua a mettere in vendita nuovi prodotti. Come il nuovo hamburger, il cosiddetto “Frakenburger” realizzato con le cellule staminali di una mucca e proposto per la prima volta a Londra. I vegetariani forse avranno apprezzato questa nuova scoperta, ma io, per il momento, mi accontento di scoprire altri nuovi gelatai in giro per il mondo. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Beatrice  Casella - vedi tutti gli articoli di Beatrice  Casella



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Arance ripiene alla siciliana
Prendete quattro arance e, con l'aiuto di un coltellino dalla lama aguzza e tagliente, tagliate la calotta di ciascun frutto in modo da ricavare tanti ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Cucina etnica: Tavce na Gravce....la Macedonia in tavola - venerdì 13 settembre 2013
Se avete voglia di cucinare qualcosa di diverso e portare in tavola un piatto tipico macedone, gustoso e prelibato, vi consiglio la ricetta dei "Gravce na Tavce" ovvero fagioli con salsiccia e paprika .....somiglia molto ad un piatto nostrano ........

I burger vegetali: un'alternativa alla carne - lunedì 11 novembre 2013
I burger vegetali sono un' ottima alternativa al consumo di carne, infatti nell'ambito della dieta vegetariana e vegana, rappresentano uno degli alimenti più innovativi e gustosi. I burger vegetali oltre ad essere molto buoni, sono anche molto ........

Biscotti della nonna: ricetta delle ciambelle all'anice - mercoledì 11 settembre 2013
Quando mia nonna cucinava le ciambelle all'anice, la casa si inondava di un profumo buonissimo, anche ad occhi chiusi si poteva indovinare cosa cuoceva nel forno. I profumi restano nella memoria come le immagini, le sensazioni, gli eventi vissuti, ........

Cosa si deve mangiare per bruciare i grassi - giovedì 25 aprile 2013

Bruciare i grassi, per molti una necessità più che un desiderio, solo che il più delle volte si sceglie la strada sbagliata, perché ci si affida a diete estreme che, pur dando di risultati in molti casi, possono tuttavia rappresentare un pericolo ........

Aperitivo low cost - domenica 8 settembre 2013
E’ sabato hai invitato gente a cena, hai poco tempo e vorresti preparare un aperitivo sfizioso e a basso costo ma sei a corto di idee? Non farti prendere dal panico e segui i nostri consigli per realizzare un perfetto aperitivo low cost. Per ........



Ricetta del giorno
Mezze maniche al forno gratinate con mozzarella di bufala e zucchine
In una pentola ponete due cucchiai di olio extravergine d'oliva e e una cipolla rossa tagliata a fettine sottili, poi aggiungete i pomodori pelati e ....



 articolo Cucina Alimentazione
Il gelato come alimento che si rivoluziona in modo positivo. freccemartedì 3 settembre 2013      

Per gli amanti del gelato, non c’è di cui preoccuparsi, non sarà la fine dell'estate e l’inizio del lavoro, atteso con amore, a frenare la voglia di mangiare un bel cono gelato; ma non solo.. Oramai, anche per coloro che vogliono continuare a mantenere la linea, oltre alla classica coppetta, esiste la possibilità di gustare i ghiaccioli, e non mi riferisco a quelli del supermercato, al Liuk (buonissimo per il bastoncino alla liquirizia), o ai Polaretti, la cui canzone ha fatto saltare di gioia tanti bambini.

Anche se il ghiacciolo venne scoperto casualmente agli inizi del 1900 da un bambino di undici anni il quale, durante una notte davvero gelata aveva lasciato sul davanzale della finestra un bicchiere di acqua e un'altra bibita con un legnetto usato per mescolare la miscela, in Italia solo recentemente sono nati veri gelatai di ghiaccioli. A Roma, sei amici di infanzia hanno aperto Steccolecco, un posto dove poter davvero trovare i ghiaccioli di tutti i tipi prodotti con ingredienti naturali e nessun colorante, conservante, grasso idrogenato e additivo chimico. Per il momento, i gusti alla frutta (fresca e di stagione) più gettonati sono il kiwi, fragola, limone, mela verde, pera, melograno, mango, papaya, banana e acaj, un frutto brasiliano.

Chi invece volesse osare ma non ingrassare, ci sono altri gusti ugualmente buoni e leggeri: vaniglia, crema della nonna, cioccolato fondente, nocciola, crema al limone, pistacchio, mandorla, cioccolato bianco, e caffè. Ma le novità non mancano, per completare l’opera con la classica “cìliegina sulla torta”, vi è la possibilità di ricoprire il gelato con granelle di nocciola, cioccolato, e altro ancora. Probabilmente avrete l’acquolina in bocca o vi sarà aumentata la fame, ma le sorprese non finiscono qui. Come il cellulare, anche il gelato non smette di stupirci. Nel centro storico di Roma infatti, precisamente a Campo dei Fiori, ha aperto Sweety, un gelataio dove in sole quattro mosse puoi scegliere tu il tuo gelato.

Sembra quindi, che anche questo alimento si stia rivoluzionando. In contemporanea con l’uscita del nuovo Iphone 5s (dovrebbe avvenire il giorno 10 mese di settembre), si è riaperto il dibattito su quanto e come la tecnologia e la scienza influenzino il nostro modo di vivere. Stando ai fatti, si può affermare quasi al 99% che ormai siano parte integrante della nostra vita quotidiana, ed è impossibile evitare che ciò accada. Si provocherebbe una reazione peggiore di quella suscitata in molti telespettatori quando hanno saputo che, dal primo settembre dell’anno 2012, il canale Sky E! avrebbe cessato le trasmissioni in Italia.

Sarebbe come levare il cibo e l’acqua alle persone, dato che ormai sono diventate l’essenza per la quale vivono. Da una parte hanno contribuito sicuramente allo sviluppo e all’accrescimento del Paese; un esempio, è la nuova tecnica adottata da alcuni ristoranti di utilizzare l’Ipad per ordinare i piatti scelti e chiamare il cameriere. Rappresenta certamente un’innovazione nel campo culinario, ma dall’altra parte stanno creando una dipendenza senza precedenti. Evidentemente Cartesio, filosofo e matematico francese del ‘600, non si sbagliava: l’uomo controlla le passioni attraverso la ragione ma queste sono una risorsa della natura umana e, per tale motivo, non si possono eliminare.

La tecnologia è diventata, a questo punto, una passione irrefrenabile per gli uomini e ciò non è tanto causa loro quanto del mercato che continua a mettere in vendita nuovi prodotti. Come il nuovo hamburger, il cosiddetto “Frakenburger” realizzato con le cellule staminali di una mucca e proposto per la prima volta a Londra. I vegetariani forse avranno apprezzato questa nuova scoperta, ma io, per il momento, mi accontento di scoprire altri nuovi gelatai in giro per il mondo. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Beatrice  Casella - vedi tutti gli articoli di Beatrice  Casella





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: