Articolo Riciclo Il mondo del riciclo
Come fare pupazzi di neve con vecchie scatole freccemartedì 30 dicembre 2014      


I pupazzi di neve sono un po l'emblema del periodo invernale e sono senza dubbio graziosi e di compagnia per i più piccoli e per chi non vuole crescere. Finite le feste natalizie caspita sempre di avere innumerevoli scatole, nastri e confezioni variopinte e simpatiche che ospitavano i vari doni. Normalmente tutte queste scatole finiscono nella pattumiera ma oggi spiegheremo come fare dei pupazzi di neve con vecchie scatole, in modo da sviluppare la nostra creatività e non incrementare i già numerosi rifiuti che invadono le strade della nostra bella Italia.

La prima cosa da fare è reperire tre recipienti di cartone o di latta a forma rotonda e di diverse dimensioni (ognuna per ogni parte del corpo che si realizzerà). Questi tre grandi recipienti devono infatti essere messi l'uno sopra l'altro e poi colorati, con vernice acrilica, di bianco. Questa è senza dubbio la parte più impegnative, e divertente, in quanto il pitturare è una cosa rilassante che ci aiuta a raggiungere un buon grado di relax essenziale per affrontare il lungo periodo invernale. Se si hanno figli o nipoti è il caso di farsi aiutare, in modo da sviluppare spirito di coesione e creatività anche nei più piccoli. Fare la testa è forse la cosa più complicata, in quanto occorre scegliere per bene la scatola che deve essere di dimensioni più ridotte rispetto ai tre contenitori usati per il corpo.

Anche la testa deve essere dipinta di bianco, occorre quindi conservare un po di colore. Una volta che il tutto si sia asciugato si può passare ai dettagli del nostro pupazzo che ha, per ora, la sagoma già definita. Il naso si può fare tranquillamente con un panno arancione che dovrà essere ritagliato a cono. In alternativa si può fare con del cartone arancione incollato a forma di cono. Personalmente consiglio la vecchia corata, che come naso è sempre un classico ed è sicuramente molto simpatica da vedere. Per bocca e occhi si possono invece utilizzare dei vecchi bottoni, possibilmente neri perché si notano di più, ma qualsiasi colore può andare bene, basta che risalti sul bianco.

L'utilizzo dei bottoni è un altro modo per riciclare vecchie cose che altrimenti andrebbero buttate. Per quanto riguarda il cappello è la sciarpa ci sono varie opzioni. La prima è quella di prendere un vecchio cappello o una vecchia sciarpa e riutilizzarli per la creazione del pupazzo. In alternativa si possono prendere dei vecchi maglioni e ritagliarli a forma di sciarpa o cappello (in questo caso però occorre essere un po pratici con la sartoria). Per le braccia, non potendo utilizzare i consueti rami, si può scegliere di utilizzare del cartone. In questo caso occorrerà disegnare le due braccia con i guanti inclusi e ritagliare della grandezza proporzionata al nostro pupazzo. Basterà poi incollarle con la colla da carta al nostro pupazzo di neve per vedere terminata la nostra creatura. In poco tempo si può quindi realizzare facilmente e in maniera divertente, un pupazzo di neve interamente fatto con scatole e cartone riciclato. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Christian  Vannozzi - vedi tutti gli articoli di Christian  Vannozzi



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Spaghetti aglio, olio, curcuma e pistacchi
Sgusciare i pistacchi, metterli sul tagliere e sminuzzarli con il coltello.
Intanto mettere a bollire l’acqua per la cottura della pasta. Una volta ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Come riadoperare i vasetti per gli omogeneizzati - lunedì 29 settembre 2014
Per svezzare i bambini e far abituare il sistema digerente ai cibi più consistenti, si utilizzano per i bimbi i così chiamati omogeneizzati, pappine facili da digerire ideali per chi non ha ancora id enti per masticare. ........

Fare il detersivo in casa - sabato 19 ottobre 2013
Ci sono tre buoni motivi per iniziare a fare il detersivo in casa. Il primo è che i detersivi acquistati sono i principali agenti inquinanti dell’ambiente e delle falde acquifere, a causa delle quantità enormi di prodotti chimici con cui sono ........

Come fare un tappeto con i tappi di sughero - giovedì 7 novembre 2013
Chi ama il riciclo deve subito pensare che ci sono innumerevoli oggettini che una volta terminato il loro uso solito vengono gettati, senza rifletterci troppo, nella pattumiera. Oggigiorno è però consigliabile buttare le ........

Riciclaggio. L’altra faccia dell’amico del pianeta - venerdì 27 settembre 2013
Tutti conosciamo gli enormi benefici del riciclaggio, quello che è meno noto però è che anche questo processo amico del nostro pianeta, nasconde dei lati negativi. Uno degli aspetti più importanti del riutilizzo dei materiali rimane la preservazione ........

Come impiegare nuovamente le lampadine usate - mercoledì 3 settembre 2014
Perchè gettare via le lampadine usate? Forse perché ormai non ci sono più di alcuna utilità? Niente di più sbagliato, poiché anche l'oggetto più inutile può trasformarsi in qualcosa di utile arricchendo la nostra mente e non facendoci spendere ........



Ricetta del giorno
Rotolone alla crema
Versare in un pentolino basso, latte, burro e zucchero, sciogliere a fuoco lento e una volta che il composto sarà omogeneo, togliere dal fuoco e lasciare ....



 articolo Riciclo Il mondo del riciclo
Come fare pupazzi di neve con vecchie scatole freccemartedì 30 dicembre 2014      

I pupazzi di neve sono un po l'emblema del periodo invernale e sono senza dubbio graziosi e di compagnia per i più piccoli e per chi non vuole crescere. Finite le feste natalizie caspita sempre di avere innumerevoli scatole, nastri e confezioni variopinte e simpatiche che ospitavano i vari doni. Normalmente tutte queste scatole finiscono nella pattumiera ma oggi spiegheremo come fare dei pupazzi di neve con vecchie scatole, in modo da sviluppare la nostra creatività e non incrementare i già numerosi rifiuti che invadono le strade della nostra bella Italia.

La prima cosa da fare è reperire tre recipienti di cartone o di latta a forma rotonda e di diverse dimensioni (ognuna per ogni parte del corpo che si realizzerà). Questi tre grandi recipienti devono infatti essere messi l'uno sopra l'altro e poi colorati, con vernice acrilica, di bianco. Questa è senza dubbio la parte più impegnative, e divertente, in quanto il pitturare è una cosa rilassante che ci aiuta a raggiungere un buon grado di relax essenziale per affrontare il lungo periodo invernale. Se si hanno figli o nipoti è il caso di farsi aiutare, in modo da sviluppare spirito di coesione e creatività anche nei più piccoli. Fare la testa è forse la cosa più complicata, in quanto occorre scegliere per bene la scatola che deve essere di dimensioni più ridotte rispetto ai tre contenitori usati per il corpo.

Anche la testa deve essere dipinta di bianco, occorre quindi conservare un po di colore. Una volta che il tutto si sia asciugato si può passare ai dettagli del nostro pupazzo che ha, per ora, la sagoma già definita. Il naso si può fare tranquillamente con un panno arancione che dovrà essere ritagliato a cono. In alternativa si può fare con del cartone arancione incollato a forma di cono. Personalmente consiglio la vecchia corata, che come naso è sempre un classico ed è sicuramente molto simpatica da vedere. Per bocca e occhi si possono invece utilizzare dei vecchi bottoni, possibilmente neri perché si notano di più, ma qualsiasi colore può andare bene, basta che risalti sul bianco.

L'utilizzo dei bottoni è un altro modo per riciclare vecchie cose che altrimenti andrebbero buttate. Per quanto riguarda il cappello è la sciarpa ci sono varie opzioni. La prima è quella di prendere un vecchio cappello o una vecchia sciarpa e riutilizzarli per la creazione del pupazzo. In alternativa si possono prendere dei vecchi maglioni e ritagliarli a forma di sciarpa o cappello (in questo caso però occorre essere un po pratici con la sartoria). Per le braccia, non potendo utilizzare i consueti rami, si può scegliere di utilizzare del cartone. In questo caso occorrerà disegnare le due braccia con i guanti inclusi e ritagliare della grandezza proporzionata al nostro pupazzo. Basterà poi incollarle con la colla da carta al nostro pupazzo di neve per vedere terminata la nostra creatura. In poco tempo si può quindi realizzare facilmente e in maniera divertente, un pupazzo di neve interamente fatto con scatole e cartone riciclato. ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Christian  Vannozzi - vedi tutti gli articoli di Christian  Vannozzi





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: