Articolo Salute Sana alimentazione
Sale rosa dell’Himalaya, i tanti benefici freccemartedì 15 aprile 2014      


Il sale rosa dell’Himalaya, un sale ben diverso da quello che tradizionalmente viene utilizzato in cucina che, come ormai tutti sanno, tanto amico della salute non è. Il sale rosa, invece, è decisamente diverso, è molto antico ed è privo di quelle tossine e inquinanti che contaminano i mari e gli oceani, fonte principale del sale marino tradizionale. Il sale rosa Himalayano, come del resto è facile intuire dal suo nome, proviene da giacimenti incontaminati, è purissimo e ricco di Sali minerali, ne contiene più di 80, tra i quali si trova in particolar modo il ferro che oltre tutto conferisce il classico colore rosa, Sali minerali che sono del tutto assenti nel sale tradizionale. Inoltre il sale dell’Himalaya non è soggetto a procedure sbiancanti, come avviene invece per il sale marino, non è raffinato e non subisce alcun trattamento particolare.

Proprio per queste sue caratteristiche, viene assorbito in quantità decisamente minore dall’intestino, e questo è un vantaggio di non poco conto, se si pensa che il sale è uno dei principali responsabili dell’ipertensione e quindi di tutte le patologie cardiovascolari che ne possono derivare. Inoltre, il consumo di sale rosa riduce significativamente il rischio di ritenzione idrica, questo grazie al suo limitato contenuto di cloruro di sodio. Per questi motivi, utilizzare il sale rosa dell’Himalaya in cucina è fonte di numerosi benefici per la salute ma, ahimè, non per il portafoglio, essendo il suo costo sensibilmente più elevato.
Ma vediamo quali sono questi vantaggi:

  • Innanzi tutto, come detto in precedenza, regola i livelli dell’acqua nell’organismo e quindi limita il rischio di ritenzione idrica;
  • regola e mantiene stabile l’equilibrio del pH a livello delle cellule, livello che è molto importante per la salute generale;
  • riduce i normali segni di invecchiamento;
  • aiuta a far sì che gli elementi nutritivi vengano assorbiti meglio durante il loro tragitto nell’intestino;
  • migliora respirazione e circolazione;
  • riduce il rischio di crampi; 
  • migliora la forza delle ossa prevenendo quindi anche problemi di osteoporosi;
  • migliora la salute dei reni;
  • è amico del sonno, visto che aiuta a dormire meglio e in modo regolare.

Il salo rosa dell’Himalaya lo si può utilizzare regolarmente per condire i piatti in cucina, tuttavia vi sono anche altri utilizzi interessanti in campo cosmetico, visto che può essere utilizzato per la preparazione di uno scrub per la pelle, può essere aggiunto nell’acqua per un bel bagno caldo rivitalizzante e rilassante, per ridurre i dolori articolari e anche per realizzare una soluzione salina da utilizzare come disinfettante orale.

Insomma, il sale rosa dell’Himalaya, detto anche oro bianco, proprio per il suo elevato valore, non tanto economico, ma per le sue tante ottime proprietà, si trova ormai regolarmente nei banchi dei supermercati, tuttavia ha un solo grave difetto, quello di costare decisamente più del sale tradizionale, per cui il suo utilizzo, in un periodo poi di crisi come l’attuale, non è proprio alla portata di tutti.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Banane flambées
Fare tostare per dieci minuti le mandorle in forno caldo e quindi tritarle minutamente. Dopo aver sbucciato le banane, tagliarle a metà nel senso della ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Colesterolo, gli alimenti che aiutano a tenerlo sotto controllo - mercoledì 11 giugno 2014

Il colesterolo, il principale nemico delle arterie e, quindi, del cuore. Per tenerlo sotto controllo si è spesso costretti a fare dei sacrifici alimentari e, inoltre, ad assumere un farmaco specifico, le statine,  che tuttavia hanno come ........

Gli alimenti per combattere l’invecchiamento cerebrale - giovedì 5 maggio 2016

Gli alimenti che combattono l’invecchiamento cerebrale non dovrebbero mai mancare in tavola, e non necessariamente dovrebbero essere assunti solo da persone avanti negli anni, ma sarebbe opportuno cominciare a farli entrare nella dieta di tutti ........

Le mandorle, 30 grammi al giorno, un pieno di energia buona - lunedì 23 maggio 2016

Le mandorle, 30 grammi al giorno, un pieno di energia buona che allunga la vita. E sì, perché le mandorle, come del resto la maggior parte  della frutta secca, sono ricche di vitamine e Sali minerali fondamentali per la salute dell’organismo, ........

Come abbassare la glicemia in modo naturale - giovedì 1 giugno 2017

Come abbassare la glicemia in modo naturale, senza utilizzare farmaci, sempre che la glicemia non sia patologica, perché in questo caso non esistono rimedi che possano in qualche modo sostituire i farmaci. La glicemia indica il livello degli ........

Additivi alimentari, quali sono quelli cui fare molta attenzione - lunedì 7 aprile 2014

Additivi alimentari, ve ne sono alcuni, anzi una buona fetta, che qualche perplessità la suscitano, perché possono essere anche molto pericolosi per la salute. Quelli ammessi dalla legislazione europea sono più di 300, e per legge devono essere ........



Ricetta del giorno
Crostata di ananas
Impastate il burro con 60 gr di zucchero, l'uovo, un pizzico di sale e la farina; formate una palla di pasta che lascerete riposare, in una terrina ricoperta ....



 articolo Salute Sana alimentazione
Sale rosa dell’Himalaya, i tanti benefici freccemartedì 15 aprile 2014      

Il sale rosa dell’Himalaya, un sale ben diverso da quello che tradizionalmente viene utilizzato in cucina che, come ormai tutti sanno, tanto amico della salute non è. Il sale rosa, invece, è decisamente diverso, è molto antico ed è privo di quelle tossine e inquinanti che contaminano i mari e gli oceani, fonte principale del sale marino tradizionale. Il sale rosa Himalayano, come del resto è facile intuire dal suo nome, proviene da giacimenti incontaminati, è purissimo e ricco di Sali minerali, ne contiene più di 80, tra i quali si trova in particolar modo il ferro che oltre tutto conferisce il classico colore rosa, Sali minerali che sono del tutto assenti nel sale tradizionale. Inoltre il sale dell’Himalaya non è soggetto a procedure sbiancanti, come avviene invece per il sale marino, non è raffinato e non subisce alcun trattamento particolare.

Proprio per queste sue caratteristiche, viene assorbito in quantità decisamente minore dall’intestino, e questo è un vantaggio di non poco conto, se si pensa che il sale è uno dei principali responsabili dell’ipertensione e quindi di tutte le patologie cardiovascolari che ne possono derivare. Inoltre, il consumo di sale rosa riduce significativamente il rischio di ritenzione idrica, questo grazie al suo limitato contenuto di cloruro di sodio. Per questi motivi, utilizzare il sale rosa dell’Himalaya in cucina è fonte di numerosi benefici per la salute ma, ahimè, non per il portafoglio, essendo il suo costo sensibilmente più elevato.
Ma vediamo quali sono questi vantaggi:

  • Innanzi tutto, come detto in precedenza, regola i livelli dell’acqua nell’organismo e quindi limita il rischio di ritenzione idrica;
  • regola e mantiene stabile l’equilibrio del pH a livello delle cellule, livello che è molto importante per la salute generale;
  • riduce i normali segni di invecchiamento;
  • aiuta a far sì che gli elementi nutritivi vengano assorbiti meglio durante il loro tragitto nell’intestino;
  • migliora respirazione e circolazione;
  • riduce il rischio di crampi; 
  • migliora la forza delle ossa prevenendo quindi anche problemi di osteoporosi;
  • migliora la salute dei reni;
  • è amico del sonno, visto che aiuta a dormire meglio e in modo regolare.

Il salo rosa dell’Himalaya lo si può utilizzare regolarmente per condire i piatti in cucina, tuttavia vi sono anche altri utilizzi interessanti in campo cosmetico, visto che può essere utilizzato per la preparazione di uno scrub per la pelle, può essere aggiunto nell’acqua per un bel bagno caldo rivitalizzante e rilassante, per ridurre i dolori articolari e anche per realizzare una soluzione salina da utilizzare come disinfettante orale.

Insomma, il sale rosa dell’Himalaya, detto anche oro bianco, proprio per il suo elevato valore, non tanto economico, ma per le sue tante ottime proprietà, si trova ormai regolarmente nei banchi dei supermercati, tuttavia ha un solo grave difetto, quello di costare decisamente più del sale tradizionale, per cui il suo utilizzo, in un periodo poi di crisi come l’attuale, non è proprio alla portata di tutti.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: