ricetta Dolci freccetteItalia
Rotolone alla crema





Difficoltà   Difficoltà: media
Persone   N° persone: 8
Costo   Costo: medio
Tempo   Tempo: Preparazione 30'. Riposo 90', cottura 30'

Ingredienti per 8 persone

 

 

punto verde   Burro
  - 100 gr
punto verde   Zucchero
  - 110 gr
punto verde   Latte
  - 125 ml
punto verde   Lievito
  - 1 panetto
punto verde   Farina 00
  - 450 gr
punto verde   Uovo
  - 2 + 1 tuorlo
punto verde   Arancia
  - mezza
punto verde   Mirtillo nero
  - 50 gr secchi
punto verde   Cocco
  - 20 gr secco
punto verde   Zucchero a velo
  - 160 gr
punto verde   Mandorle
  - 20 gr
punto verde   Crema pasticcera
  - 250 ml pronta
Attrezzatura
Un pentolino basso, una ciotola

Preparazione

Versare in un pentolino basso, latte, burro e zucchero, sciogliere a fuoco lento e una volta che il composto sarà omogeneo, togliere dal fuoco e lasciare intiepidire. Aggiungere il lievito sbriciolato, la buccia dell’arancia e le uova, queste ultime ovviamente una alla volta, avendo cura di mescolare senza interrompersi.
Versare la farina in una ciotola, formare un incavo al centro e versarvi dentro, un poco alla volta, il composto preparato in precedenza, amalgamando il tutto man mano. Quindi, impastare per circa 7-8 minuti, e una volta che l’impasto sarà pronto, metterlo in una ciotola, coprirlo con un panno e lasciarlo lievitare per 1 ora.
Prendere nuovamente l’impasto, aggiungervi i mirtilli amalgamando con attenzione e stenderlo in un rettangolo di circa 25x35 cm, versare al centro la crema pasticciera, e formare una striscia di 12 cm di larghezza per tutta la lunghezza.
Ripiegare i due lati della pasta sulla crema, coprire il tutto con un telo e lasciare lievitare per altri 30 minuti.
Accendere il forno a 200°, pennellare la superficie del rotolone con il tuorlo rimasto e infornare per 25-30 minuti.
Nel frattempo, mescolare in una ciotola lo zucchero a velo con 2 cucchiai di acqua fino a renderlo cremoso e, infine, amalgamatevi il cocco. Stendere il composto sulla superficie del rotolone e cospargerlo con le mandorle triturate. Lasciare asciugare bene prima di servire.


Note
Al posto delle mandorle è possibile utilizzare i pistacchi, per un sapore sostanzialmente diverso.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Se ti è piaciuta Diventa fan. Clicca su
 

 

 



 

Vedi anche

I datteri - sabato 14 dicembre 2013
I datteri sono i frutti della palma da dattero e sono originari del nord africa, dell'Arabia,del golfo Persico e del medio oriente in generale; i datteri rappresentano presso le popolazioni locali di queste zone una delle principali fonti di sostentamento, ........

Slow Food o Fast Food? - giovedì 19 settembre 2013
Salve a tutti!!! Si sa che è sempre un piacere, consumare i pasti quotidiani in qualche locale. Da sempre ci piace stare insieme a qualche amico, la nostra famiglia o la nostra metà davanti ad un tavolo pieno di prelibatezze. Ma a questo scopo, ........

Conoscere la cucina etnica - giovedì 26 settembre 2013
I cultori della buona cucina amano degustare piatti tradizionali provenienti da terre lontane, dove gli ingredienti hanno odori e sapori diversi dai nostri e dove, la cucina internazionale diventa motivo di grande attenzione. La cucina è una componente ........

L'olio di cocco: pregi e difetti - mercoledì 4 dicembre 2013
L'olio di cocco è un olio vegetale che viene estratto dalla polpa essicata della noce di cocco, detta anche copra, l'olio di cocco per anni è stato sottovalutato per il suo elevato tenore di grassi saturi, esattamente come il burro, infatti l'olio ........

Il miele: anche un ottimo antibiotico naturale - venerdì 8 novembre 2013
Il miele è un alimento prodotto dal lavoro intenso delle api. La base di partenza per la produzione del miele è il nettare che le api estraggono dai fiori e il miele è un alimento prezioso e noto sin dall'antichità per le sue proprietà benefiche, ........

 



Vedi anche

Pesce povero... ma bello - venerdì 25 ottobre 2013
Il pesce povero. Potassolo, Palamita, Boga, Musdea, Zerro, Soace… Alzi la mano chi è in grado di dire di prim’acchito di cosa stiamo parlando Di vini??!, azzarderà qualcuno… No, di pesce! Nei nostri mari si pescano ........

Come e perché utilizzare la zucca gialla - martedì 29 ottobre 2013
Esistono diverse tipologie di zucche, e non tutte sono commestibili, infatti alcune tipologie vengono utilizzate per l'alimentazione del bestiame, altre si prestano ad essere intagliate per fare belle decorazioni. Tale ortaggio particolarmente ........

Come risparmiare in cucina riutilizzando il pane secco - mercoledì 11 settembre 2013
Risparmiare partendo proprio dalla cucina? Ebbene sì, è possibile! Quante volte ci si ritrova col carrello pieno e il portafoglio vuoto? Per evitare che la spesa ci vuoti le tasche possiamo farci furbi. Pensiamo al pane! Quante volte ci si ........

Menù Etnico – i cibi di Atlantide – parte 3 - lunedì 2 settembre 2013
Tsike mi disse che la parte successiva era per lui la più piacevole; il primo vero e proprio cibo di Atlantide. Quando me lo comunicò mi era già venuto un certo languorino, quindi veder preparare questi tortini di mais, carne e verdure, fu una ........

Il lievito madre - venerdì 27 settembre 2013
Il lievito madre è il lievito naturale per eccellenza. Sicuramente ne avrete sentito parlare data la sua recente riscoperta in ambito culinario. Riuscire a prepararlo in casa vi permetterà di realizzare prodotti da forno dolci o salati di ogni ........

Articoli redazionali

La Contessa di “Camaldoli” - giovedì 13 marzo 2014

C’è un luogo magico in cui il tempo sembra fermarsi, in cui le papille gustative sembrano essere spinte  a degustare con maggior consapevolezza qualche specialità partenopea o a inebriarsi con vini pregiati, per via della posizione surreale ........

Il cioccolato diventa arte da Antica Cioccolateria napoletana - lunedì 11 novembre 2013

« Alla fine, Charlie Bucket aveva ottenuto una fabbrica di cioccolato. Ma Willy Wonka aveva ottenuto una cosa anche migliore: una famiglia. E una cosa era assolutamente certa: la vita non era mai stata più dolce. » : questa ........


  ricetta Dolci freccetteItalia
Rotolone alla crema





Difficoltà   Difficoltà: media
Persone   N° persone: 8
Costo   Costo: medio
Tempo   Tempo: Preparazione 30'. Riposo 90', cottura 30'

Ingredienti per 8 persone
punto verde   Burro
  - 100 gr
punto verde   Zucchero
  - 110 gr
punto verde   Latte
  - 125 ml
punto verde   Lievito
  - 1 panetto
punto verde   Farina 00
  - 450 gr
punto verde   Uovo
  - 2 + 1 tuorlo
punto verde   Arancia
  - mezza
punto verde   Mirtillo nero
  - 50 gr secchi
punto verde   Cocco
  - 20 gr secco
punto verde   Zucchero a velo
  - 160 gr
punto verde   Mandorle
  - 20 gr
punto verde   Crema pasticcera
  - 250 ml pronta
Attrezzatura
Un pentolino basso, una ciotola

Preparazione

Versare in un pentolino basso, latte, burro e zucchero, sciogliere a fuoco lento e una volta che il composto sarà omogeneo, togliere dal fuoco e lasciare intiepidire. Aggiungere il lievito sbriciolato, la buccia dell’arancia e le uova, queste ultime ovviamente una alla volta, avendo cura di mescolare senza interrompersi.
Versare la farina in una ciotola, formare un incavo al centro e versarvi dentro, un poco alla volta, il composto preparato in precedenza, amalgamando il tutto man mano. Quindi, impastare per circa 7-8 minuti, e una volta che l’impasto sarà pronto, metterlo in una ciotola, coprirlo con un panno e lasciarlo lievitare per 1 ora.
Prendere nuovamente l’impasto, aggiungervi i mirtilli amalgamando con attenzione e stenderlo in un rettangolo di circa 25x35 cm, versare al centro la crema pasticciera, e formare una striscia di 12 cm di larghezza per tutta la lunghezza.
Ripiegare i due lati della pasta sulla crema, coprire il tutto con un telo e lasciare lievitare per altri 30 minuti.
Accendere il forno a 200°, pennellare la superficie del rotolone con il tuorlo rimasto e infornare per 25-30 minuti.
Nel frattempo, mescolare in una ciotola lo zucchero a velo con 2 cucchiai di acqua fino a renderlo cremoso e, infine, amalgamatevi il cocco. Stendere il composto sulla superficie del rotolone e cospargerlo con le mandorle triturate. Lasciare asciugare bene prima di servire.


Note
Al posto delle mandorle è possibile utilizzare i pistacchi, per un sapore sostanzialmente diverso.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Se ti è piaciuta Diventa fan. Clicca su
 

Ricette per categorie
punto arancioBevande e drink punto arancioContorni punto arancioDolci punto arancioPrimi piatti
punto arancioSecondi piatti punto arancioVerdure