articolo Cucina
Un classico della cucina cinese: il gelato fritto. Ricetta e curiosità. freccedomenica 13 ottobre 2013 


Forse come me siete amanti della cucina cinese. Io ne vado matta e quando non la mangio per settimane mi viene una voglia incredibile di involtini, ravioli, spaghetti di riso o pollo alle mandorle... ma la cucina cinese non è solo questo: c'è anche il dessert. Oggi vi parlerò di uno dei dolci più amati di questa tradizione gastronomica: il gelato fritto. Al ristorante spesso si arriva talmente sazi al dolce che si rischia di perdersi il delicato piacere di questa leccornia. D'altronde la cucina cinese di solito non si ricorda per i suoi dolci.

Questo perché ne ha molto pochi e perché in molti preferiscono l'agrodolce e i fantastici accostamenti salati. Il gelato fritto, però, non ha eguali ed è da ricordare. Allora, se a ristorante non riusciamo proprio a farci stare più nulla in pancia… perché non prepararlo a casa? Come tutti i dolci, può essere servito dopo un pasto ma anche come spuntino. Spesso in Occidente ci si è chiesti se fosse veramente cinese: forse perché si è convinti che il gelato sia un' invenzione nostrana o forse proprio per la scarsità di dolci di cui parlavamo poco fa. Dubbi a parte, non si può non esser certi del senso di straniamento che si prova quando lo si assaggia per la prima volta.

Sembra di essere avvolti da un'atmosfera magica e a chiunque viene da chiedersi: come può il gelato non sciogliersi all'interno di una pastella fritta rovente? Il contrasto caldo-freddo, duro-morbido è una delle stranezze più eclatanti della cucina orientale. Vediamo di svelare la magia allora. Quella che vi propongo non è la ricetta tradizionale ( che richiederebbe diverse ore di riposo delle palline in frigo ma anche della pastella in cui le palline di gelato andranno ad immergersi). Vi presento una modalità un po’ più veloce e per la quale servono ingredienti che tutti noi possiamo trovare già in casa. Ci serviranno:
  • gelato ( del gusto che preferiamo, quello classico è alla crema);
  • un uovo,
  • 180 grammi di farina,
  • acqua frizzante ( quanto basta),
  • vaniglia,
  • olio per friggere,
  • pane bianco morbido e basso da tramezzini.
Prendiamo il gelato, della consistenza giusta perché possa essere modellato senza che si sciolga. Modelliamolo finché non avremo delle palline di circa 5 cm di diametro ( o meno, dipende da quanto vogliamo farle grosse). Poi, una volta preparate, le mettiamo in freezer. Il risultato che vogliamo ottenere è quello di una consistenza molto dura. Prepariamo del pane da tramezzini molto morbido e lo stendiamo con il matterello. Prepariamo un quadrato di pane. Avvolgiamo il gelato nel pane e lo schiacciamo bene lavorandolo intorno alla pallina di gelato. Avvolgiamo il nostro gelato avvolto nel pane, nella pellicola. Riponiamo ancora una volta questa pallina nel freezer un’altra volta.

Prepariamo la pastella con farina e acqua gasata. Giriamo bene il composto. Nel frattempo avremo scaldato l’olio per friggere in una pentola. Riprendiamo le palline di gelato e pane fredde, togliamo la pellicola, le passiamo in pastella e le passiamo nell'olio. Possiamo usare anche una friggitrice, l'importante è che il livello dell'olio sia abbastanza alto da ricoprire tutte le palline. Girarle finché non avranno raggiunto un colorito dorato. Et voilà, il dolce è servito.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Irene  De Luca - vedi tutti gli articoli di Irene  De Luca


   
Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Vedi anche

L'ananas: non solo un frutto anticellulite e brucia grassi - mercoledì 6 novembre 2013
L'ananas è una pianta appartenente alla famiglia delle bromelacee, originaria del sud America, in seguito venne portata anche in Europa e poi nelle isole del pacifico,america latina, Florida e a Cuba. I suoi frutti non sono soltanto buoni da mangiare, ........

Conoscere l'olio - mercoledì 25 settembre 2013
L'ulivo è originario del Mediterraneo, le tracce più antiche sono state trovate in Israele e risalgono al V millennio a.C.. La coltivazione e la produzione vennero messe a punto dai Greci e poi dai Romani. La raccolta delle olive mediante "brucatura" ........

Marmellate dicembrine: ogni mese ci preserva una conserva - domenica 1 dicembre 2013
Non tutti sanno che ogni mese dell’anno ha la sua conserva di frutta e di verdura. Bene, il mese di Dicembre si prospetta come il mese ideale per preparare delle deliziose conserve di carciofi e confetture di banane, ma prima vediamo insieme qualche ........

Frutta e verdura per una pancia piatta in poco tempo - sabato 9 marzo 2013

Avere un bel fisico asciutto, una pancia piatta da poter  esibire  orgogliosamente in costume è l’obiettivo che in tanti cercano di raggiungere in tutti i modi, costi quello che costi, e con l’avvicinarsi dell’estate, anche se mancano ........

Come cucinare le olive con le arance - lunedì 23 settembre 2013
Avere una pianta di ulivo nel vostro giardino è senza dubbio una cosa utilissima, in quanto se trattata con cura in autunno porterà frutto, e questo frutto è rappresentato da splendide olive che possono essere utilizzate sia per fare l'olio che ........

 

Ricetta del giorno
Caprese mozzarella e anguria
Fare bollire l'aceto balsamico e lo zucchero in un pentolino a fuoco medio fin quando non avrà assunto l'aspetto di uno sciroppo denso, simile al miele, ....


Articoli correlati

Bavarese di zucca e cioccolato - lunedì 7 ottobre 2013
La Bavarese di zucca è un dolce squisito, a base di zucca, una sorta di dolce"quasi dietetico", perfetto per le feste di Halloween, per il dopo pasto autunnale nelle prime cene tra amici, intorno al camino. E si, perché ormai l'estate è finita ........

Come preparare i deliziosi panini hawaiani - giovedì 12 settembre 2013
Vi siete mai chiesti che tipo di panini vengono preparati sulle spiagge hawaiane? Sicuramente si, e se quindi amate panini particolari, provenienti da mete esotiche, non perdete l’occasione di assaporarne uno veramente stravagante, ........

Come cucinare degli antipasti freschi al baccalà - mercoledì 3 settembre 2014

Se si desidera realizzare un aperitivo leggero, fresco, ma allo stesso modo ricco di vitamine, la soluzione potrebbe essere rappresentata dal merluzzo affumicato, prelibatezza dei nostri mari e facile da cucinare non ché molto veloce. Se si ........

Un classico della cucina cinese: il gelato fritto. Ricetta e curiosità. - domenica 13 ottobre 2013
Forse come me siete amanti della cucina cinese. Io ne vado matta e quando non la mangio per settimane mi viene una voglia incredibile di involtini, ravioli, spaghetti di riso o pollo alle mandorle... ma la cucina cinese non è solo questo: c'è ........

Il tartufo, delizia del palato e dannazione per la tasca - martedì 1 ottobre 2013
Il tartufo, nonostante sia stato accertato che non possegga alcun valore nutritivo, viene ampiamente apprezzato per il proprio aroma tanto da essere unanimemente definito uno degli ingredienti principe dell’arte culinaria. Babilonesi, greci e ........

Ricetta del giorno
Caprese mozzarella e anguria
Fare bollire l'aceto balsamico e lo zucchero in un pentolino a fuoco medio fin quando non avrà assunto l'aspetto di uno sciroppo denso, simile al miele, ....
Articoli redazionali

La Contessa di “Camaldoli” - giovedì 13 marzo 2014

C’è un luogo magico in cui il tempo sembra fermarsi, in cui le papille gustative sembrano essere spinte  a degustare con maggior consapevolezza qualche specialità partenopea o a inebriarsi con vini pregiati, per via della posizione surreale ........


 articolo Cucina
Un classico della cucina cinese: il gelato fritto. Ricetta e curiosità. freccedomenica 13 ottobre 2013 

Forse come me siete amanti della cucina cinese. Io ne vado matta e quando non la mangio per settimane mi viene una voglia incredibile di involtini, ravioli, spaghetti di riso o pollo alle mandorle... ma la cucina cinese non è solo questo: c'è anche il dessert. Oggi vi parlerò di uno dei dolci più amati di questa tradizione gastronomica: il gelato fritto. Al ristorante spesso si arriva talmente sazi al dolce che si rischia di perdersi il delicato piacere di questa leccornia. D'altronde la cucina cinese di solito non si ricorda per i suoi dolci.

Questo perché ne ha molto pochi e perché in molti preferiscono l'agrodolce e i fantastici accostamenti salati. Il gelato fritto, però, non ha eguali ed è da ricordare. Allora, se a ristorante non riusciamo proprio a farci stare più nulla in pancia… perché non prepararlo a casa? Come tutti i dolci, può essere servito dopo un pasto ma anche come spuntino. Spesso in Occidente ci si è chiesti se fosse veramente cinese: forse perché si è convinti che il gelato sia un' invenzione nostrana o forse proprio per la scarsità di dolci di cui parlavamo poco fa. Dubbi a parte, non si può non esser certi del senso di straniamento che si prova quando lo si assaggia per la prima volta.

Sembra di essere avvolti da un'atmosfera magica e a chiunque viene da chiedersi: come può il gelato non sciogliersi all'interno di una pastella fritta rovente? Il contrasto caldo-freddo, duro-morbido è una delle stranezze più eclatanti della cucina orientale. Vediamo di svelare la magia allora. Quella che vi propongo non è la ricetta tradizionale ( che richiederebbe diverse ore di riposo delle palline in frigo ma anche della pastella in cui le palline di gelato andranno ad immergersi). Vi presento una modalità un po’ più veloce e per la quale servono ingredienti che tutti noi possiamo trovare già in casa. Ci serviranno:
  • gelato ( del gusto che preferiamo, quello classico è alla crema);
  • un uovo,
  • 180 grammi di farina,
  • acqua frizzante ( quanto basta),
  • vaniglia,
  • olio per friggere,
  • pane bianco morbido e basso da tramezzini.
Prendiamo il gelato, della consistenza giusta perché possa essere modellato senza che si sciolga. Modelliamolo finché non avremo delle palline di circa 5 cm di diametro ( o meno, dipende da quanto vogliamo farle grosse). Poi, una volta preparate, le mettiamo in freezer. Il risultato che vogliamo ottenere è quello di una consistenza molto dura. Prepariamo del pane da tramezzini molto morbido e lo stendiamo con il matterello. Prepariamo un quadrato di pane. Avvolgiamo il gelato nel pane e lo schiacciamo bene lavorandolo intorno alla pallina di gelato. Avvolgiamo il nostro gelato avvolto nel pane, nella pellicola. Riponiamo ancora una volta questa pallina nel freezer un’altra volta.

Prepariamo la pastella con farina e acqua gasata. Giriamo bene il composto. Nel frattempo avremo scaldato l’olio per friggere in una pentola. Riprendiamo le palline di gelato e pane fredde, togliamo la pellicola, le passiamo in pastella e le passiamo nell'olio. Possiamo usare anche una friggitrice, l'importante è che il livello dell'olio sia abbastanza alto da ricoprire tutte le palline. Girarle finché non avranno raggiunto un colorito dorato. Et voilà, il dolce è servito.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Irene  De Luca - vedi tutti gli articoli di Irene  De Luca





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: