articolo Cucina
Un classico della cucina cinese: il gelato fritto. Ricetta e curiosità. freccedomenica 13 ottobre 2013 


Forse come me siete amanti della cucina cinese. Io ne vado matta e quando non la mangio per settimane mi viene una voglia incredibile di involtini, ravioli, spaghetti di riso o pollo alle mandorle... ma la cucina cinese non è solo questo: c'è anche il dessert. Oggi vi parlerò di uno dei dolci più amati di questa tradizione gastronomica: il gelato fritto. Al ristorante spesso si arriva talmente sazi al dolce che si rischia di perdersi il delicato piacere di questa leccornia. D'altronde la cucina cinese di solito non si ricorda per i suoi dolci.

Questo perché ne ha molto pochi e perché in molti preferiscono l'agrodolce e i fantastici accostamenti salati. Il gelato fritto, però, non ha eguali ed è da ricordare. Allora, se a ristorante non riusciamo proprio a farci stare più nulla in pancia… perché non prepararlo a casa? Come tutti i dolci, può essere servito dopo un pasto ma anche come spuntino. Spesso in Occidente ci si è chiesti se fosse veramente cinese: forse perché si è convinti che il gelato sia un' invenzione nostrana o forse proprio per la scarsità di dolci di cui parlavamo poco fa. Dubbi a parte, non si può non esser certi del senso di straniamento che si prova quando lo si assaggia per la prima volta.

Sembra di essere avvolti da un'atmosfera magica e a chiunque viene da chiedersi: come può il gelato non sciogliersi all'interno di una pastella fritta rovente? Il contrasto caldo-freddo, duro-morbido è una delle stranezze più eclatanti della cucina orientale. Vediamo di svelare la magia allora. Quella che vi propongo non è la ricetta tradizionale ( che richiederebbe diverse ore di riposo delle palline in frigo ma anche della pastella in cui le palline di gelato andranno ad immergersi). Vi presento una modalità un po’ più veloce e per la quale servono ingredienti che tutti noi possiamo trovare già in casa. Ci serviranno:
  • gelato ( del gusto che preferiamo, quello classico è alla crema);
  • un uovo,
  • 180 grammi di farina,
  • acqua frizzante ( quanto basta),
  • vaniglia,
  • olio per friggere,
  • pane bianco morbido e basso da tramezzini.
Prendiamo il gelato, della consistenza giusta perché possa essere modellato senza che si sciolga. Modelliamolo finché non avremo delle palline di circa 5 cm di diametro ( o meno, dipende da quanto vogliamo farle grosse). Poi, una volta preparate, le mettiamo in freezer. Il risultato che vogliamo ottenere è quello di una consistenza molto dura. Prepariamo del pane da tramezzini molto morbido e lo stendiamo con il matterello. Prepariamo un quadrato di pane. Avvolgiamo il gelato nel pane e lo schiacciamo bene lavorandolo intorno alla pallina di gelato. Avvolgiamo il nostro gelato avvolto nel pane, nella pellicola. Riponiamo ancora una volta questa pallina nel freezer un’altra volta.

Prepariamo la pastella con farina e acqua gasata. Giriamo bene il composto. Nel frattempo avremo scaldato l’olio per friggere in una pentola. Riprendiamo le palline di gelato e pane fredde, togliamo la pellicola, le passiamo in pastella e le passiamo nell'olio. Possiamo usare anche una friggitrice, l'importante è che il livello dell'olio sia abbastanza alto da ricoprire tutte le palline. Girarle finché non avranno raggiunto un colorito dorato. Et voilà, il dolce è servito.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Irene  De Luca - vedi tutti gli articoli di Irene  De Luca


   
Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Vedi anche

Conoscere l'olio - mercoledì 25 settembre 2013
L'ulivo è originario del Mediterraneo, le tracce più antiche sono state trovate in Israele e risalgono al V millennio a.C.. La coltivazione e la produzione vennero messe a punto dai Greci e poi dai Romani. La raccolta delle olive mediante "brucatura" ........

Cozze gratinate alla siciliana - venerdì 18 ottobre 2013
Le cozze, il mollusco per eccellenza, quello maggiormente conosciuto e consumato, tanto che in alcune regioni d'Italia è considerato un piatto prelibato. Vi sono diversi modi di preparare le cozze, tuttavia la prima cosa da fare è quella di valutare ........

Il caglio vegetale nei formaggi - venerdì 20 dicembre 2013
Per caglio s'intende quella sostanza che serve per coagulare il latte nella produzione dei formaggi, però non tutti sono a conoscienza che esistono ben tre diversi tipi di caglio: animale, microbico e vegetale; il caglio animale è sicuramente ........

Il gelato come alimento che si rivoluziona in modo positivo. - martedì 3 settembre 2013
Per gli amanti del gelato, non c’è di cui preoccuparsi, non sarà la fine dell'estate e l’inizio del lavoro, atteso con amore, a frenare la voglia di mangiare un bel cono gelato; ma non solo.. Oramai, anche per coloro che vogliono continuare a ........

Alimentazione. Dimagrire mangiando bene - lunedì 14 gennaio 2013

L’alimentazione è una delle cose con cui bisogna fare i conti praticamente tutti i giorni, perché è una di quelle cose di cui non è possibile fare a meno. L’alimentazione, il mangiare tanto per intenderci, non è solo una questione di sopravvivenza, ........

 

Ricetta del giorno
Frullato di mirtilli
Mettere in un frullatore i mirtilli, il latte di riso(va bene anche quello di mandorle), la mezza banana e frullare per qualche minuto, fin quando si ....


Articoli correlati

Croccante di mandorle - giovedì 17 ottobre 2013
Fare il croccante di mandorle è molto semplice, basta prestare un poco di attenzione, e la casa si riempirà del meraviglioso profumo del caramello e dell’essenza dell’arancia, che insieme creano un connubio perfetto e che ricorda il delizioso ........

Come preparare un dietetica mousse all'arancia - venerdì 13 settembre 2013
Quando si è a dieta ma non si vuole rinunciare a qualcosa di dolce, a patto naturalmente che non vanifichi tutti gli sforzi fatti per perdere i chili superflui, la soluzione migliore è senza dubbio la mousse all'arancia. Si tratta di un dolce ........

Il vino in cucina - martedì 26 novembre 2013

Il vino in cucina, una idea di cui non è possibile stabilire le origini sia temporali che locali, tuttavia è certo che si trattò di un’idea geniale e, comunque sia nata, per caso, per spirito di innovazione o per esigenze di conservazione degli ........

Bavarese di zucca e cioccolato - lunedì 7 ottobre 2013
La Bavarese di zucca è un dolce squisito, a base di zucca, una sorta di dolce"quasi dietetico", perfetto per le feste di Halloween, per il dopo pasto autunnale nelle prime cene tra amici, intorno al camino. E si, perché ormai l'estate è finita ........

Passata di pomodoro fatta in casa - martedì 3 settembre 2013
Passata di pomodoro fatta in casa, la passata di pomodoro di una volta: pochi semplici passi per gustare il sapore dell'estate tutto l'anno. Certo questo non è il periodo dei pomodori, siamo ormai a fine stagione, ma con un pò di fortuna si possono ........

Ricetta del giorno
Spaghettini con zucchine e pomodorini
Portare ad ebollizione in una pentola 3,5 litri d’acqua, salare con sale grosso, e lessare gli spaghettini per 8 minuti.
Nel frattempo, lavare ....
Articoli redazionali

La Contessa di “Camaldoli” - giovedì 13 marzo 2014

C’è un luogo magico in cui il tempo sembra fermarsi, in cui le papille gustative sembrano essere spinte  a degustare con maggior consapevolezza qualche specialità partenopea o a inebriarsi con vini pregiati, per via della posizione surreale ........


 articolo Cucina
Un classico della cucina cinese: il gelato fritto. Ricetta e curiosità. freccedomenica 13 ottobre 2013 

Forse come me siete amanti della cucina cinese. Io ne vado matta e quando non la mangio per settimane mi viene una voglia incredibile di involtini, ravioli, spaghetti di riso o pollo alle mandorle... ma la cucina cinese non è solo questo: c'è anche il dessert. Oggi vi parlerò di uno dei dolci più amati di questa tradizione gastronomica: il gelato fritto. Al ristorante spesso si arriva talmente sazi al dolce che si rischia di perdersi il delicato piacere di questa leccornia. D'altronde la cucina cinese di solito non si ricorda per i suoi dolci.

Questo perché ne ha molto pochi e perché in molti preferiscono l'agrodolce e i fantastici accostamenti salati. Il gelato fritto, però, non ha eguali ed è da ricordare. Allora, se a ristorante non riusciamo proprio a farci stare più nulla in pancia… perché non prepararlo a casa? Come tutti i dolci, può essere servito dopo un pasto ma anche come spuntino. Spesso in Occidente ci si è chiesti se fosse veramente cinese: forse perché si è convinti che il gelato sia un' invenzione nostrana o forse proprio per la scarsità di dolci di cui parlavamo poco fa. Dubbi a parte, non si può non esser certi del senso di straniamento che si prova quando lo si assaggia per la prima volta.

Sembra di essere avvolti da un'atmosfera magica e a chiunque viene da chiedersi: come può il gelato non sciogliersi all'interno di una pastella fritta rovente? Il contrasto caldo-freddo, duro-morbido è una delle stranezze più eclatanti della cucina orientale. Vediamo di svelare la magia allora. Quella che vi propongo non è la ricetta tradizionale ( che richiederebbe diverse ore di riposo delle palline in frigo ma anche della pastella in cui le palline di gelato andranno ad immergersi). Vi presento una modalità un po’ più veloce e per la quale servono ingredienti che tutti noi possiamo trovare già in casa. Ci serviranno:
  • gelato ( del gusto che preferiamo, quello classico è alla crema);
  • un uovo,
  • 180 grammi di farina,
  • acqua frizzante ( quanto basta),
  • vaniglia,
  • olio per friggere,
  • pane bianco morbido e basso da tramezzini.
Prendiamo il gelato, della consistenza giusta perché possa essere modellato senza che si sciolga. Modelliamolo finché non avremo delle palline di circa 5 cm di diametro ( o meno, dipende da quanto vogliamo farle grosse). Poi, una volta preparate, le mettiamo in freezer. Il risultato che vogliamo ottenere è quello di una consistenza molto dura. Prepariamo del pane da tramezzini molto morbido e lo stendiamo con il matterello. Prepariamo un quadrato di pane. Avvolgiamo il gelato nel pane e lo schiacciamo bene lavorandolo intorno alla pallina di gelato. Avvolgiamo il nostro gelato avvolto nel pane, nella pellicola. Riponiamo ancora una volta questa pallina nel freezer un’altra volta.

Prepariamo la pastella con farina e acqua gasata. Giriamo bene il composto. Nel frattempo avremo scaldato l’olio per friggere in una pentola. Riprendiamo le palline di gelato e pane fredde, togliamo la pellicola, le passiamo in pastella e le passiamo nell'olio. Possiamo usare anche una friggitrice, l'importante è che il livello dell'olio sia abbastanza alto da ricoprire tutte le palline. Girarle finché non avranno raggiunto un colorito dorato. Et voilà, il dolce è servito.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Irene  De Luca - vedi tutti gli articoli di Irene  De Luca





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: