articolo Cucina
Mangiare il pane di segale freccedomenica 13 ottobre 2013 


Mangiare il pane di segale rappresenta un alimentazione sana e equilibrata, soprattutto per chi non riesce al pane, il suo consumo si rivela veramente ottimo. Infatti è ottimo per inzupparlo nei sughi, per metterci su la marmellata ma anche da solo non è niente male! Il pane di segale nasce dall’utilizzare nell’impasto la farina di segale oppure dall’unire questa farina con quella di grano tenero. Il pane di segale, si presenta di un colore piuttosto bruno e con una mollica più fitta ma con meno pori. Mangiare il pane di segale non è una novità di questi tempi in quanto era già realizzato migliaia di anni fa.

La sua produzione ed il suo consumo risalgono a ben 6000 anni fa. Oggi è la sua produzione e la sua consumazione è molto elevata nei paesi del Nord Europa, perché è resistente ai climi freddi. Infatti la segale è un cereale usato soprattutto in Scandinavia e in Germania per produrre il pane, che di solito è mangiato associandolo a salumi e a formaggi. La segale, germoglia a temperature basse e ben si adatta anche a terreni difficili e poveri, come lo sono la brughiera o la steppa. I maggiori produttori al mondo di segale sono: Russia, USA e Canada. Mangiare il pane di segale è un toccasana per il nostro organismo e ciò è emerso anche da uno studio pubblicato sulla rivista americana “Nutrition, Metabolism and Cardiovascular Disease”.

Da tale studio è emerso che il pane di segale ha un ridotto contenuto calorico ed è ideale per chi inizia una dieta o per chi vuole mantenersi in linea (60 Kcal in meno del pane tradizionale ogni 100 gr. di prodotto). Inoltre, il pane di segale è povero di carboidrati ma è ricco di fibre, quindi, non altera i livelli di glicemia e proprio perché ricco di fibre è utile a chi ha l’intestino pigro e soffre di stitichezza. Mangiare il pane di segale significa anche fare il pieno di molte vitamine come il potassio, la vitamina B, il magnesio, il calcio e il fosforo. Grazie a queste vitamine, il nostro organismo combatte la pressione alta, la depressione, la stanchezza e il colesterolo alto.

Il colesterolo è il nemico delle arterie e del cuore, infatti è il principale fattore di rischio per le malattie cardiovascolari. Già nell’arco di 2 settimane, chi consuma pane di segale arricchito di steroli vegetali (semi, noci ecc.), vedrà i livelli del colesterolo LDL o cattivo, ridursi notevolmente. In questo modo il pane di segale diventa un veicolo di bonifica molecolare, soprattutto se nell’impasto si aggiungono steroli vegetali come semi di finocchio, noci ed erbe raccolte sui monti. La farina integrale di segale contiene molta fibra idrosolubile i “pentosani”, che stimolano una corretta attività intestinale ed esercitano un’azione favorevole sul controllo dell’assorbimento del glucosio e del colesterolo.

Mangiare il pane di segale vuol dire anche contrastare i processi di invecchiamento dei vasi sanguigni (azione antisclerotica), prevenire l’ipertensione e sviluppare un’azione protettiva sul fegato. Tuttavia, il consumo di pane di segale è sconsigliato ai celiaci, in quanto contiene il glutine.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Valentina  Loconte - vedi tutti gli articoli di Valentina  Loconte


   
Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Vedi anche

Biscotti della nonna: ricetta delle ciambelle all'anice - mercoledì 11 settembre 2013
Quando mia nonna cucinava le ciambelle all'anice, la casa si inondava di un profumo buonissimo, anche ad occhi chiusi si poteva indovinare cosa cuoceva nel forno. I profumi restano nella memoria come le immagini, le sensazioni, gli eventi vissuti, ........

Le gallette di riso, un pericolo per la salute - sabato 8 giugno 2013

Le gallette di riso, o meglio tutti i cereali e i prodotti a base di riso, quindi il riso stesso, sono potenzialmente pericolosi per la salute. Il pericolo è rappresentato dall’arsenico che è presente in piccolissima parte, si tratta di microgrammi, ........

Mangiare il pane di segale - domenica 13 ottobre 2013
Mangiare il pane di segale rappresenta un alimentazione sana e equilibrata, soprattutto per chi non riesce al pane, il suo consumo si rivela veramente ottimo. Infatti è ottimo per inzupparlo nei sughi, per metterci su la marmellata ma anche da ........

La cannella, preziosa in cucina e amica della linea - sabato 26 gennaio 2013

La  cannella, una spezia preziosa in cucina e grande amica della linea perché contrasta la formazione di quegli antiestetici rotolini di grasso sulla pancia. Spezia che trova la sua naturale utilizzazione nella preparazione dei dolci, ........

Torta al cioccolato e bambini, un dolce ritorno - giovedì 26 settembre 2013
Settembre, torta e cioccolato. Inizia il grigio, il nuvoloso, il freddo ma soprattutto si torna al lavoro… e a scuola. Allora perché non cucinare insieme con i nostri piccoli qualcosa di buono iniziando il nuovo anno con un po’ di dolcezza? Magari ........

 

Ricetta del giorno
Mezze maniche al forno gratinate con mozzarella di bufala e zucchine
In una pentola ponete due cucchiai di olio extravergine d'oliva e e una cipolla rossa tagliata a fettine sottili, poi aggiungete i pomodori pelati e ....


Articoli correlati

Come e perché utilizzare la zucca gialla - martedì 29 ottobre 2013
Esistono diverse tipologie di zucche, e non tutte sono commestibili, infatti alcune tipologie vengono utilizzate per l'alimentazione del bestiame, altre si prestano ad essere intagliate per fare belle decorazioni. Tale ortaggio particolarmente ........

Il berberè: cos’è e come si prepara - giovedì 20 febbraio 2014
Il berberè è una miscela particolarmente piccante, tipica della cucina eritrea e del Corno d’Africa più in generale, un’area geografica all’interno della quale questo rappresenta un elemento essenziale per la preparazione dello zighinì, servito ........

Basta un poco di zucchero e...... !!!!!! - martedì 24 settembre 2013
Il miele è uno degli alimenti più semplici e allo stesso tempo più complessi che la natura ci possa offrire. Esso è il risultato di una perfetta sinergia tra le api e i fiori, le prime che ne raccolgono il nettare per trasformarlo nel prezioso ........

Gli alimenti ricchi di sali minerali - sabato 7 giugno 2014
La dieta, quando equilibrata, consente di assumere il giusto quantitativo di sali minerali, che sono essenziali per tutelare la nostra salute. Cibi ed alimenti ne contengono, infatti, una buona percentuale, basta solo ricordare che nella cottura ........

Leggi bene l'etichetta!.....è light! - venerdì 27 settembre 2013
Gli alimenti "light" sono prodotti alimentari che contengono meno calorie rispetto agli equivalenti tradizionali, poiché viene ridotto il contenuto di grassi, zuccheri, alcol e colesterolo. Per mantenere inalterate le proprietà organolettiche ........

Ricetta del giorno
Banane flambées
Fare tostare per dieci minuti le mandorle in forno caldo e quindi tritarle minutamente. Dopo aver sbucciato le banane, tagliarle a metà nel senso della ....
Articoli redazionali

Il cioccolato diventa arte da Antica Cioccolateria napoletana - lunedì 11 novembre 2013

« Alla fine, Charlie Bucket aveva ottenuto una fabbrica di cioccolato. Ma Willy Wonka aveva ottenuto una cosa anche migliore: una famiglia. E una cosa era assolutamente certa: la vita non era mai stata più dolce. » : questa ........


 articolo Cucina
Mangiare il pane di segale freccedomenica 13 ottobre 2013 

Mangiare il pane di segale rappresenta un alimentazione sana e equilibrata, soprattutto per chi non riesce al pane, il suo consumo si rivela veramente ottimo. Infatti è ottimo per inzupparlo nei sughi, per metterci su la marmellata ma anche da solo non è niente male! Il pane di segale nasce dall’utilizzare nell’impasto la farina di segale oppure dall’unire questa farina con quella di grano tenero. Il pane di segale, si presenta di un colore piuttosto bruno e con una mollica più fitta ma con meno pori. Mangiare il pane di segale non è una novità di questi tempi in quanto era già realizzato migliaia di anni fa.

La sua produzione ed il suo consumo risalgono a ben 6000 anni fa. Oggi è la sua produzione e la sua consumazione è molto elevata nei paesi del Nord Europa, perché è resistente ai climi freddi. Infatti la segale è un cereale usato soprattutto in Scandinavia e in Germania per produrre il pane, che di solito è mangiato associandolo a salumi e a formaggi. La segale, germoglia a temperature basse e ben si adatta anche a terreni difficili e poveri, come lo sono la brughiera o la steppa. I maggiori produttori al mondo di segale sono: Russia, USA e Canada. Mangiare il pane di segale è un toccasana per il nostro organismo e ciò è emerso anche da uno studio pubblicato sulla rivista americana “Nutrition, Metabolism and Cardiovascular Disease”.

Da tale studio è emerso che il pane di segale ha un ridotto contenuto calorico ed è ideale per chi inizia una dieta o per chi vuole mantenersi in linea (60 Kcal in meno del pane tradizionale ogni 100 gr. di prodotto). Inoltre, il pane di segale è povero di carboidrati ma è ricco di fibre, quindi, non altera i livelli di glicemia e proprio perché ricco di fibre è utile a chi ha l’intestino pigro e soffre di stitichezza. Mangiare il pane di segale significa anche fare il pieno di molte vitamine come il potassio, la vitamina B, il magnesio, il calcio e il fosforo. Grazie a queste vitamine, il nostro organismo combatte la pressione alta, la depressione, la stanchezza e il colesterolo alto.

Il colesterolo è il nemico delle arterie e del cuore, infatti è il principale fattore di rischio per le malattie cardiovascolari. Già nell’arco di 2 settimane, chi consuma pane di segale arricchito di steroli vegetali (semi, noci ecc.), vedrà i livelli del colesterolo LDL o cattivo, ridursi notevolmente. In questo modo il pane di segale diventa un veicolo di bonifica molecolare, soprattutto se nell’impasto si aggiungono steroli vegetali come semi di finocchio, noci ed erbe raccolte sui monti. La farina integrale di segale contiene molta fibra idrosolubile i “pentosani”, che stimolano una corretta attività intestinale ed esercitano un’azione favorevole sul controllo dell’assorbimento del glucosio e del colesterolo.

Mangiare il pane di segale vuol dire anche contrastare i processi di invecchiamento dei vasi sanguigni (azione antisclerotica), prevenire l’ipertensione e sviluppare un’azione protettiva sul fegato. Tuttavia, il consumo di pane di segale è sconsigliato ai celiaci, in quanto contiene il glutine.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Valentina  Loconte - vedi tutti gli articoli di Valentina  Loconte





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: