articolo Cucina
Conoscere la cucina etnica freccegiovedì 26 settembre 2013 


I cultori della buona cucina amano degustare piatti tradizionali provenienti da terre lontane, dove gli ingredienti hanno odori e sapori diversi dai nostri e dove, la cucina internazionale diventa motivo di grande attenzione. La cucina è una componente fondamentale della cultura di un paese, poiché, anche il lato gastronomico, con le sue ricette popolari, li cibi e le spezie profumate e colorata, rappresenta uno spaccato floklorico curioso e variegato della cultura di un popolo.

Conoscere un paese implica, anche, avere coscienza dei suoi riti, delle sue feste popolari, e delle sue consuetudini anche a tavola . Si può iniziare a scoprire li sapori delle altre cucine, entrando nel primo ristorante etnico della nostra città, altrimenti, i più bravi, possono cimentarsi con alcune ricette di piatti etnici, sperimentando nuovi abbinamenti e nuovi accostamenti di gusto, profumi e sapori.

Algeria
I piatti di questa cucina tipicamente araba sono il "cuscus", il "meswi" e vari ragù di carne e pesce chiamati "tajines". Sono molti i nomi dati a questo piatto dal sapore intenso e speziato, appartenente, anticamente, alle popolazioni berbere e oggi diventato piatto nazionale di alcuni paesi come Marocco, Algeria, Tunisia e Libia. Possiamo così trovare il "kseksou", il cuscus detto anche "couscous" oppure "maftoul", così chiamato in Palestina, ma in comune, questi cibi,hanno l'ospitalità che si fonde con la storia e i riti religiosi.

Cina
La filosofia cinese tratta l'alimentazione con molta attenzione, perché è importante che essa preservi la salute, animo e felicità dell'individuo. Le verdure sono servite quasi crude; la carne è tagliata in piccoli bocconcini per poterla meglio digerire e il pesce deve essere pescato e servito fresco.Le quattro zone culinarie della Cina, ognuna con le sue tradizioni, sono:
  • settentrionale o pechinese, con un uso principale di ravioli,tagliatelle e spaghetti e carni, quali agnello e manzo;
  • meridionale o cantonese, largo uso di riso e ortaggi;
  • orientale o Shangai, con la presenza di gustosi frutti di mare e di crostacei;
  • occidentale o Sichuan, con piatti particolarmente speziati con largo uso di pepe o peperoncino.

Egitto
La cucina egiziana rispecchia le caratteristiche tipiche del Mediterraneo. Importante il ruolo dell'aperitivo, l'"arak", un liquore d'anice freddo servito con stuzzichini tipici chiamati "le mezze" , la più tradizionale delle quali è "full madame", ovvero, piccole fave ricoperte da olio d'oliva, limone e cumino, la spezia più usata. Il pane, di forma rotonda, è riempito con insalate e sughetti, mentre prevale l'uso della carne di montone e di agnello. Il pesce, rigorosamente fresco e pescato lungo le città costiere, prende il nome di "samak". Solo nelle occasioni speciali si serve anche il dolce.

Grecia
Sin dall'antichità i Greci hanno imparato a organizzare banchetti, utilizzando diversi ingredienti quali, aromi, spezie, verdure, pesce, formaggi, miele, frutta secca, vino e diverse qualità di pane. Le "mezedes", olive bere, acciughe, formaggio "Feta", sottaceti e salumi, Dolmadhes, involtini di riso e carne, "Taramosalata", salsa a base di uova e pesce,e "Tzatziki", yogurt lavorato con cetriolo, aglio e olio, sono piatto tipici. le carni usate sono di agnello o porchetta cotte alla griglia o sotto forma di spiedini, mentre il pesce è fritto o alla griglia. Il timballo di melanzane e carne "Musaka", è senz'altro, il piatto più noto, insieme alla tipica insalata a base di Feta e olive. I dolci greci sono ricchi di frutta secca e miele, ma mai consumati a fine pasto. Per finire il caffè greco, ma attenzione alla polvere filtrata...tra i denti!
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Elisabetta  Mancini - vedi tutti gli articoli di Elisabetta  Mancini


   
Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Vedi anche

Il caglio vegetale nei formaggi - venerdì 20 dicembre 2013
Per caglio s'intende quella sostanza che serve per coagulare il latte nella produzione dei formaggi, però non tutti sono a conoscienza che esistono ben tre diversi tipi di caglio: animale, microbico e vegetale; il caglio animale è sicuramente ........

Pesce povero... ma bello - venerdì 25 ottobre 2013
Il pesce povero. Potassolo, Palamita, Boga, Musdea, Zerro, Soace… Alzi la mano chi è in grado di dire di prim’acchito di cosa stiamo parlando Di vini??!, azzarderà qualcuno… No, di pesce! Nei nostri mari si pescano ........

Biscotti della nonna: ricetta delle ciambelle all'anice - mercoledì 11 settembre 2013
Quando mia nonna cucinava le ciambelle all'anice, la casa si inondava di un profumo buonissimo, anche ad occhi chiusi si poteva indovinare cosa cuoceva nel forno. I profumi restano nella memoria come le immagini, le sensazioni, gli eventi vissuti, ........

Come preparare i deliziosi panini hawaiani - giovedì 12 settembre 2013
Vi siete mai chiesti che tipo di panini vengono preparati sulle spiagge hawaiane? Sicuramente si, e se quindi amate panini particolari, provenienti da mete esotiche, non perdete l’occasione di assaporarne uno veramente stravagante, ........

Burro, margarina e olio di oliva: le differenze - lunedì 2 dicembre 2013
Burro, margarina e olio di oliva sono alimenti molto noti dal punto di vista alimentare,alcuni in cucina fanno uso di tutti e tre, altri utilizzano solo due di questi altri soltanto uno;tra il burro, la margarina e l'olio di oliva vi sono enormi ........

 

Ricetta del giorno
Banane flambées
Fare tostare per dieci minuti le mandorle in forno caldo e quindi tritarle minutamente. Dopo aver sbucciato le banane, tagliarle a metà nel senso della ....


Articoli correlati

Mangiare il pane di segale - domenica 13 ottobre 2013
Mangiare il pane di segale rappresenta un alimentazione sana e equilibrata, soprattutto per chi non riesce al pane, il suo consumo si rivela veramente ottimo. Infatti è ottimo per inzupparlo nei sughi, per metterci su la marmellata ma anche da ........

Basta un poco di zucchero e...... !!!!!! - martedì 24 settembre 2013
Il miele è uno degli alimenti più semplici e allo stesso tempo più complessi che la natura ci possa offrire. Esso è il risultato di una perfetta sinergia tra le api e i fiori, le prime che ne raccolgono il nettare per trasformarlo nel prezioso ........

Il seitan: come prepararlo in casa - domenica 24 novembre 2013
Il seitan è un’ottima fonte di proteine, che è possibile preparare in casa e consumare, poi, come piatto a se stante, dal momento che rappresenta una vera a propria “carne vegetale”, oppure come accompagnamento per altri cibi. Poco noto nel nostro ........

Il gelato, buono o cattivo? - mercoledì 11 settembre 2013
Che il gelato sia più buono o cattivo è possibile stabilirlo solo conoscendolo bene. Certo, parlare di gelato a settembre, quando l’estate spara ormai le sue ultime cartucce e l’armadio è in attesa del ribaltamento stagionale, può sembrare paradossale. ........

Verdure pulite e sicure! - lunedì 16 settembre 2013
È chiaro che mangiare frutta e verdura fa bene, sempre se sono pulite. Cosí come lavarsi le mani evita mille infermità, il lavaggio di frutta e verdura compie lo stesso compito nel tuo organismo. Prima di arrivare alla tua tavola, la frutta e ........

Ricetta del giorno
Vellutata di barbabietole fredda
Lessare le barbabietole, dopo di che sbucciarle e metterle da parte. Lavare accuratamente il cetriolo, sbucciarlo e tagliarlo a dadino. Scottare i pomodori ....
Articoli redazionali

Il cioccolato diventa arte da Antica Cioccolateria napoletana - lunedì 11 novembre 2013

« Alla fine, Charlie Bucket aveva ottenuto una fabbrica di cioccolato. Ma Willy Wonka aveva ottenuto una cosa anche migliore: una famiglia. E una cosa era assolutamente certa: la vita non era mai stata più dolce. » : questa ........


 articolo Cucina
Conoscere la cucina etnica freccegiovedì 26 settembre 2013 

I cultori della buona cucina amano degustare piatti tradizionali provenienti da terre lontane, dove gli ingredienti hanno odori e sapori diversi dai nostri e dove, la cucina internazionale diventa motivo di grande attenzione. La cucina è una componente fondamentale della cultura di un paese, poiché, anche il lato gastronomico, con le sue ricette popolari, li cibi e le spezie profumate e colorata, rappresenta uno spaccato floklorico curioso e variegato della cultura di un popolo.

Conoscere un paese implica, anche, avere coscienza dei suoi riti, delle sue feste popolari, e delle sue consuetudini anche a tavola . Si può iniziare a scoprire li sapori delle altre cucine, entrando nel primo ristorante etnico della nostra città, altrimenti, i più bravi, possono cimentarsi con alcune ricette di piatti etnici, sperimentando nuovi abbinamenti e nuovi accostamenti di gusto, profumi e sapori.

Algeria
I piatti di questa cucina tipicamente araba sono il "cuscus", il "meswi" e vari ragù di carne e pesce chiamati "tajines". Sono molti i nomi dati a questo piatto dal sapore intenso e speziato, appartenente, anticamente, alle popolazioni berbere e oggi diventato piatto nazionale di alcuni paesi come Marocco, Algeria, Tunisia e Libia. Possiamo così trovare il "kseksou", il cuscus detto anche "couscous" oppure "maftoul", così chiamato in Palestina, ma in comune, questi cibi,hanno l'ospitalità che si fonde con la storia e i riti religiosi.

Cina
La filosofia cinese tratta l'alimentazione con molta attenzione, perché è importante che essa preservi la salute, animo e felicità dell'individuo. Le verdure sono servite quasi crude; la carne è tagliata in piccoli bocconcini per poterla meglio digerire e il pesce deve essere pescato e servito fresco.Le quattro zone culinarie della Cina, ognuna con le sue tradizioni, sono:
  • settentrionale o pechinese, con un uso principale di ravioli,tagliatelle e spaghetti e carni, quali agnello e manzo;
  • meridionale o cantonese, largo uso di riso e ortaggi;
  • orientale o Shangai, con la presenza di gustosi frutti di mare e di crostacei;
  • occidentale o Sichuan, con piatti particolarmente speziati con largo uso di pepe o peperoncino.

Egitto
La cucina egiziana rispecchia le caratteristiche tipiche del Mediterraneo. Importante il ruolo dell'aperitivo, l'"arak", un liquore d'anice freddo servito con stuzzichini tipici chiamati "le mezze" , la più tradizionale delle quali è "full madame", ovvero, piccole fave ricoperte da olio d'oliva, limone e cumino, la spezia più usata. Il pane, di forma rotonda, è riempito con insalate e sughetti, mentre prevale l'uso della carne di montone e di agnello. Il pesce, rigorosamente fresco e pescato lungo le città costiere, prende il nome di "samak". Solo nelle occasioni speciali si serve anche il dolce.

Grecia
Sin dall'antichità i Greci hanno imparato a organizzare banchetti, utilizzando diversi ingredienti quali, aromi, spezie, verdure, pesce, formaggi, miele, frutta secca, vino e diverse qualità di pane. Le "mezedes", olive bere, acciughe, formaggio "Feta", sottaceti e salumi, Dolmadhes, involtini di riso e carne, "Taramosalata", salsa a base di uova e pesce,e "Tzatziki", yogurt lavorato con cetriolo, aglio e olio, sono piatto tipici. le carni usate sono di agnello o porchetta cotte alla griglia o sotto forma di spiedini, mentre il pesce è fritto o alla griglia. Il timballo di melanzane e carne "Musaka", è senz'altro, il piatto più noto, insieme alla tipica insalata a base di Feta e olive. I dolci greci sono ricchi di frutta secca e miele, ma mai consumati a fine pasto. Per finire il caffè greco, ma attenzione alla polvere filtrata...tra i denti!
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Elisabetta  Mancini - vedi tutti gli articoli di Elisabetta  Mancini





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: