articolo Cucina
Basta un poco di zucchero e...... !!!!!! freccemartedì 24 settembre 2013 


Il miele è uno degli alimenti più semplici e allo stesso tempo più complessi che la natura ci possa offrire. Esso è il risultato di una perfetta sinergia tra le api e i fiori, le prime che ne raccolgono il nettare per trasformarlo nel prezioso miele e le piante il cui nettare attira i vari insetti impollinatori allo scopo di assicurare la fecondazione dei fiori. Una perfezione della natura, che l'uomo, nella sua storia, ha conosciuto già ottomila anni fa, come raffigura una pittura rupestre, scoperta nel 1921, in una grotta nei pressi di Valencia, "il cacciatore di miele".

Nei millenni e nei secoli successivi, passando per tutte le più grandi civiltà, dagli Egizi ai Sumeri, dai Greci ai Romani, le sue peculiarità di rarità, raffinatezza, unite all'alto valore alimentare, hanno fatto sì che fosse associato alle differenti divinità, attribuendogli significati prodigiosi, simbolici e medicamentosi, assumendo un posto di privilegio, in un crescendo, fino al periodo medievale. Progressivamente, nei secoli seguenti, venne in concorrenza con differenti agenti dolcificanti, tra cui lo zucchero; ma ci sono popoli che, nella loro storia, non hanno mai dissociato il miele dalla loro cultura: permette loro di vivere tra le montagne dell' Himalaya o nelle savane del Camerun.

Inoltre, i cacciatori di miele, fanno della loro perizia e maestria, fonte di alimentazione per la famiglia: prodotto di baratto per altri beni, il miele è l'elemento che la natura offre per la loro sopravvivenza. Elenchiamo alcune tra le numerose tipologie di miele prodotte in Italia e le relative caratteristiche organolettiche:
  • Acacia: gusto morbido e leggero, colore chiaro, ricco di sali e di ferro. Ha proprietà ricostituenti, cura le vie digestive e il mal di gola; 
  • Arancio: delicatamente aromatico, colore molto chiaro, ricco di vitamina B12 rilassante, utile contro l'insonnia, regolatore intestinale, disinfettante delle vie urinarie; 
  • Castagno: gusto amarognolo, colore ambrato scuro, ricco di ferro, ottimo ricostituente, antianemico, antinfluenzale, espettorante; 
  • Girasole: di sapore delicatamente dolce, colore chiaro, è ricco di polline, ricostituente, antinevralgico, utile nelle malattie da raffreddamento, febbrifugo; 
  • Lavanda: sapore delicato, colore leggermente ambrato. Ha qualità antisettiche, analgesiche, battericide, utile per tosse, asma, influenza, laringite. E' tonico, diuretico e antireumatico; 
  • Mandorla: profumo intenso, colore chiaro, utile ricostituente e regolatore intestinale; 
  • Eucalipto: sapore deciso, particolare, colore ambrato, ha proprietà balsamiche, utile nelle malattie da raffreddamento. 
Conoscere le proprietà terapeutiche e nutrizionali del miele può aiutare a prevenire malattie e a curarle con rimedi naturali.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Elisabetta  Mancini - vedi tutti gli articoli di Elisabetta  Mancini


   
Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Vedi anche

Come risparmiare in cucina riutilizzando il pane secco - mercoledì 11 settembre 2013
Risparmiare partendo proprio dalla cucina? Ebbene sì, è possibile! Quante volte ci si ritrova col carrello pieno e il portafoglio vuoto? Per evitare che la spesa ci vuoti le tasche possiamo farci furbi. Pensiamo al pane! Quante volte ci si ........

Il berberè: cos’è e come si prepara - giovedì 20 febbraio 2014
Il berberè è una miscela particolarmente piccante, tipica della cucina eritrea e del Corno d’Africa più in generale, un’area geografica all’interno della quale questo rappresenta un elemento essenziale per la preparazione dello zighinì, servito ........

Carne di tacchino: proprietà e ricetta - martedì 17 settembre 2013
Le proprietà della carne di tacchino sono molteplici e, soprattutto, non hanno rovesci della medaglia. Com’è risaputo il tacchino appartiene al gruppo delle carni bianche, di cui le linee guida del Ministero della Salute promuovono un consumo ........

Conoscere l'olio - mercoledì 25 settembre 2013
L'ulivo è originario del Mediterraneo, le tracce più antiche sono state trovate in Israele e risalgono al V millennio a.C.. La coltivazione e la produzione vennero messe a punto dai Greci e poi dai Romani. La raccolta delle olive mediante "brucatura" ........

I burger vegetali: un'alternativa alla carne - lunedì 11 novembre 2013
I burger vegetali sono un' ottima alternativa al consumo di carne, infatti nell'ambito della dieta vegetariana e vegana, rappresentano uno degli alimenti più innovativi e gustosi. I burger vegetali oltre ad essere molto buoni, sono anche molto ........

 

Ricetta del giorno
Panna cotta guarnita al cioccolato
Per prima cosa mettere a bagno in acqua fredda i fogli di colla di pesce per farli ammorbidire. Nel frattempo mettere in un pentolino la panna, lo stecco ....


Articoli correlati

Mangiare il pane di segale - domenica 13 ottobre 2013
Mangiare il pane di segale rappresenta un alimentazione sana e equilibrata, soprattutto per chi non riesce al pane, il suo consumo si rivela veramente ottimo. Infatti è ottimo per inzupparlo nei sughi, per metterci su la marmellata ma anche da ........

Verdure pulite e sicure! - lunedì 16 settembre 2013
È chiaro che mangiare frutta e verdura fa bene, sempre se sono pulite. Cosí come lavarsi le mani evita mille infermità, il lavaggio di frutta e verdura compie lo stesso compito nel tuo organismo. Prima di arrivare alla tua tavola, la frutta e ........

Grassi idrogenati: cosa sono e come evitarli - giovedì 28 novembre 2013
I grassi idrogenati sono dei grassi assolutamente nocivi per la nostra salute, in quanto frutto di una manipolazione chimica chiamata appunto idrogenazione; in pratica si prende un olio vegetale, solitamente economico, e lo si sottopone a tale ........

Leggi bene l'etichetta!.....è light! - venerdì 27 settembre 2013
Gli alimenti "light" sono prodotti alimentari che contengono meno calorie rispetto agli equivalenti tradizionali, poiché viene ridotto il contenuto di grassi, zuccheri, alcol e colesterolo. Per mantenere inalterate le proprietà organolettiche ........

Il berberè: cos’è e come si prepara - giovedì 20 febbraio 2014
Il berberè è una miscela particolarmente piccante, tipica della cucina eritrea e del Corno d’Africa più in generale, un’area geografica all’interno della quale questo rappresenta un elemento essenziale per la preparazione dello zighinì, servito ........

Ricetta del giorno
Asparagi alla milanese
Raschiare i gambi degli asparagi della pellicola esterna, pareggiare le estremità, in modo che risultino tutti della stessa lunghezza, lavarli, legarli ....
Articoli redazionali

Il cioccolato diventa arte da Antica Cioccolateria napoletana - lunedì 11 novembre 2013

« Alla fine, Charlie Bucket aveva ottenuto una fabbrica di cioccolato. Ma Willy Wonka aveva ottenuto una cosa anche migliore: una famiglia. E una cosa era assolutamente certa: la vita non era mai stata più dolce. » : questa ........


 articolo Cucina
Basta un poco di zucchero e...... !!!!!! freccemartedì 24 settembre 2013 

Il miele è uno degli alimenti più semplici e allo stesso tempo più complessi che la natura ci possa offrire. Esso è il risultato di una perfetta sinergia tra le api e i fiori, le prime che ne raccolgono il nettare per trasformarlo nel prezioso miele e le piante il cui nettare attira i vari insetti impollinatori allo scopo di assicurare la fecondazione dei fiori. Una perfezione della natura, che l'uomo, nella sua storia, ha conosciuto già ottomila anni fa, come raffigura una pittura rupestre, scoperta nel 1921, in una grotta nei pressi di Valencia, "il cacciatore di miele".

Nei millenni e nei secoli successivi, passando per tutte le più grandi civiltà, dagli Egizi ai Sumeri, dai Greci ai Romani, le sue peculiarità di rarità, raffinatezza, unite all'alto valore alimentare, hanno fatto sì che fosse associato alle differenti divinità, attribuendogli significati prodigiosi, simbolici e medicamentosi, assumendo un posto di privilegio, in un crescendo, fino al periodo medievale. Progressivamente, nei secoli seguenti, venne in concorrenza con differenti agenti dolcificanti, tra cui lo zucchero; ma ci sono popoli che, nella loro storia, non hanno mai dissociato il miele dalla loro cultura: permette loro di vivere tra le montagne dell' Himalaya o nelle savane del Camerun.

Inoltre, i cacciatori di miele, fanno della loro perizia e maestria, fonte di alimentazione per la famiglia: prodotto di baratto per altri beni, il miele è l'elemento che la natura offre per la loro sopravvivenza. Elenchiamo alcune tra le numerose tipologie di miele prodotte in Italia e le relative caratteristiche organolettiche:
  • Acacia: gusto morbido e leggero, colore chiaro, ricco di sali e di ferro. Ha proprietà ricostituenti, cura le vie digestive e il mal di gola; 
  • Arancio: delicatamente aromatico, colore molto chiaro, ricco di vitamina B12 rilassante, utile contro l'insonnia, regolatore intestinale, disinfettante delle vie urinarie; 
  • Castagno: gusto amarognolo, colore ambrato scuro, ricco di ferro, ottimo ricostituente, antianemico, antinfluenzale, espettorante; 
  • Girasole: di sapore delicatamente dolce, colore chiaro, è ricco di polline, ricostituente, antinevralgico, utile nelle malattie da raffreddamento, febbrifugo; 
  • Lavanda: sapore delicato, colore leggermente ambrato. Ha qualità antisettiche, analgesiche, battericide, utile per tosse, asma, influenza, laringite. E' tonico, diuretico e antireumatico; 
  • Mandorla: profumo intenso, colore chiaro, utile ricostituente e regolatore intestinale; 
  • Eucalipto: sapore deciso, particolare, colore ambrato, ha proprietà balsamiche, utile nelle malattie da raffreddamento. 
Conoscere le proprietà terapeutiche e nutrizionali del miele può aiutare a prevenire malattie e a curarle con rimedi naturali.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Elisabetta  Mancini - vedi tutti gli articoli di Elisabetta  Mancini





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: