articolo Cucina
Gli aromi che fanno la differenza! freccemartedì 24 settembre 2013 


Nel convento di Rupertsberg, in Germania, la monaca Hildegarde von Bingen (1099-1179) descrive circa 200 piante medicinali di uso corrente, quali, il cumino, il finocchio, la menta il rosmarino, la salvia, la ruta. Sono tante, poco conosciute e quindi scarsamente utilizzate, mentre invece se presenti in tavola, farebbero scoprire un universo si sapori entusiasmante. Oltre all'alloro e all'origano, elenchiamo le proprietà nutritive di:
  • Il Rosmarino:è un arbusto perenne spontaneo, appartenente alla famiglia delle Lambiate e originario d'Europa, Asia e Africa, anche se , ormai, si trova praticamente , dovunque. In cucina è molto usato per aromatizzare varie pietanze: il fiore viene usato per aromatizzare le insalate, mentre le foglie, vengono aggiunte a molte pietanze, quali arrosti, intingoli, piatti a base di patate, come le torte rustiche. Si usa nei paté, con l'agnello, il manzo, il coniglio, l'anatra e l'oca; ottimo, persino, su pane e focacce. I rametti di rosmarino, inoltre, vengono usati per aromatizzare olio e aceto.
  • La Salvia: è originaria dell' Europa meridionale, ed è presente in tutte le regioni d'Italia, coltivata e a volte inselvatichita. E' una pianta perenne alta fino a 70 cm. E' molto facile da coltivare, rustica, vive bene se esposta al sole. Le foglie possono essere raccolte tutto l'anno ed è anche possibile essiccarle in luogo ombroso e ventilato. Le foglie di salvia sono usate molto in cucina per aromatizzare i cibi e facilitarne la digestione. Vengono comunemente impiegate per condire pasta e gnocchi al burro, sughi, carni arrosto e in umido,pesci, legumi, olii e aceti aromatici. Le foglie, se belle grandi, possono essere fritte in pastella. Possiedono alcune proprietà terapeutiche digestive, espettoranti, tonico-stimolanti e antisettiche. Per un uso esterno, è usata come antinfiammatorio per il cavo orale.
  • Il Timo: è un arbusto sempreverde grazioso, spesso impiegato a scopo decorativo; si adatta alla realizzazione di splendidi tappeti erbosi fitti, colorati ed emananti un inebriante profumo di limone, cumino, pino. In cucina solletica l'appetito e favorisce la digestione dei grassi. Le foglie si usano con le carni e il pollame, ma insaporiscono anche i piatti a base di pesce. Ha proprietà antisettiche e per questo è ritenuto un battericida naturale e ha potere cicatrizzante su piccole ferite o affezioni della pelle, dopo essere stato frullato e trasformato in poltiglia.
  • La Maggiorana: è un'erba aromatica appartenente alla specie Origanum, è originaria dell'Asia centro meridionale e dell'Europa, può crescere spontaneamente, favorita da climi caldi. Le foglie sono la parte commestibile , usate sia fresche sia secche. La semina va effettuata a primavera, la Maggiorana ama il sole e il riparo dal vento, i terreni secchi e ben drenati e può essere coltivata in vaso, adattandosi perfettamente alla vita d'appartamento.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Elisabetta  Mancini - vedi tutti gli articoli di Elisabetta  Mancini


   
Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Vedi anche

Pesce povero... ma bello - venerdì 25 ottobre 2013
Il pesce povero. Potassolo, Palamita, Boga, Musdea, Zerro, Soace… Alzi la mano chi è in grado di dire di prim’acchito di cosa stiamo parlando Di vini??!, azzarderà qualcuno… No, di pesce! Nei nostri mari si pescano ........

Il computer e la cucina - giovedì 5 settembre 2013
Un confronto tra il PC e la nostra cucina, tra il serio e il faceto… Il disco rigido. Immaginate il frigorifero, i cassetti e gli sportelli di cucina. Si tratta di ambiti in cui memorizzare i vostri pranzi, gli avanzi, il latte, le carni, gli ........

Menù etnico - i cibi di Atlantide – parte 1 - giovedì 29 agosto 2013
Sembra incredibile come questi Menù Etnici siano finiti nelle mie mani; in realtà avevo sempre considerato molto improbabile l'esistenza di testimonianze Atlantidee: credevo fosse tutta roba da fumetti! Ma adesso sono qui e sono pronto a renderli ........

Formaggi light e formaggi tradizionali - martedì 24 dicembre 2013
In commercio troviamo vari tipi di formaggio, che si differenziano tra loro per il diverso contenuto di sostanze grasse in essi presente, infatti da questo punto di vista i formaggi possono essere suddivisi in tre categorie: formaggi grassi, ........

Verdure pulite e sicure! - lunedì 16 settembre 2013
È chiaro che mangiare frutta e verdura fa bene, sempre se sono pulite. Cosí come lavarsi le mani evita mille infermità, il lavaggio di frutta e verdura compie lo stesso compito nel tuo organismo. Prima di arrivare alla tua tavola, la frutta e ........

 

Ricetta del giorno
Torta sabbiata
Imburrare abbondantemente il foglio di alluminio, spolverizzarlo con un po’ di farina e foderare la tortiera. Mettere il restante burro, che deve essere ....


Articoli correlati

Come e perché utilizzare la zucca gialla - martedì 29 ottobre 2013
Esistono diverse tipologie di zucche, e non tutte sono commestibili, infatti alcune tipologie vengono utilizzate per l'alimentazione del bestiame, altre si prestano ad essere intagliate per fare belle decorazioni. Tale ortaggio particolarmente ........

Mangiare il pane di segale - domenica 13 ottobre 2013
Mangiare il pane di segale rappresenta un alimentazione sana e equilibrata, soprattutto per chi non riesce al pane, il suo consumo si rivela veramente ottimo. Infatti è ottimo per inzupparlo nei sughi, per metterci su la marmellata ma anche da ........

Gli aromi che fanno la differenza! - martedì 24 settembre 2013
Nel convento di Rupertsberg, in Germania, la monaca Hildegarde von Bingen (1099-1179) descrive circa 200 piante medicinali di uso corrente, quali, il cumino, il finocchio, la menta il rosmarino, la salvia, la ruta. Sono tante, poco conosciute ........

Il miele: anche un ottimo antibiotico naturale - venerdì 8 novembre 2013
Il miele è un alimento prodotto dal lavoro intenso delle api. La base di partenza per la produzione del miele è il nettare che le api estraggono dai fiori e il miele è un alimento prezioso e noto sin dall'antichità per le sue proprietà benefiche, ........

Come reimpiegare il pane secco - lunedì 4 novembre 2013
Il pane se non si mangia fresco diventa stantio e dopo pochi giorni ammuffisce e molti sono quindi soliti buttarlo tra i rifiuti. Pensando che gran parte della popolazione mondiale muore di fame e soprattutto che il pane costa e di questi tempi ........

Ricetta del giorno
Casarecce con crema di porri e zucca
Lavare accuratamente i porri, eliminare buona parte dello stelo verde e tagliare poi a fette sottili. Se si vuole avere un sapore più intenso, affettare ....
Articoli redazionali

Il cioccolato diventa arte da Antica Cioccolateria napoletana - lunedì 11 novembre 2013

« Alla fine, Charlie Bucket aveva ottenuto una fabbrica di cioccolato. Ma Willy Wonka aveva ottenuto una cosa anche migliore: una famiglia. E una cosa era assolutamente certa: la vita non era mai stata più dolce. » : questa ........


 articolo Cucina
Gli aromi che fanno la differenza! freccemartedì 24 settembre 2013 

Nel convento di Rupertsberg, in Germania, la monaca Hildegarde von Bingen (1099-1179) descrive circa 200 piante medicinali di uso corrente, quali, il cumino, il finocchio, la menta il rosmarino, la salvia, la ruta. Sono tante, poco conosciute e quindi scarsamente utilizzate, mentre invece se presenti in tavola, farebbero scoprire un universo si sapori entusiasmante. Oltre all'alloro e all'origano, elenchiamo le proprietà nutritive di:
  • Il Rosmarino:è un arbusto perenne spontaneo, appartenente alla famiglia delle Lambiate e originario d'Europa, Asia e Africa, anche se , ormai, si trova praticamente , dovunque. In cucina è molto usato per aromatizzare varie pietanze: il fiore viene usato per aromatizzare le insalate, mentre le foglie, vengono aggiunte a molte pietanze, quali arrosti, intingoli, piatti a base di patate, come le torte rustiche. Si usa nei paté, con l'agnello, il manzo, il coniglio, l'anatra e l'oca; ottimo, persino, su pane e focacce. I rametti di rosmarino, inoltre, vengono usati per aromatizzare olio e aceto.
  • La Salvia: è originaria dell' Europa meridionale, ed è presente in tutte le regioni d'Italia, coltivata e a volte inselvatichita. E' una pianta perenne alta fino a 70 cm. E' molto facile da coltivare, rustica, vive bene se esposta al sole. Le foglie possono essere raccolte tutto l'anno ed è anche possibile essiccarle in luogo ombroso e ventilato. Le foglie di salvia sono usate molto in cucina per aromatizzare i cibi e facilitarne la digestione. Vengono comunemente impiegate per condire pasta e gnocchi al burro, sughi, carni arrosto e in umido,pesci, legumi, olii e aceti aromatici. Le foglie, se belle grandi, possono essere fritte in pastella. Possiedono alcune proprietà terapeutiche digestive, espettoranti, tonico-stimolanti e antisettiche. Per un uso esterno, è usata come antinfiammatorio per il cavo orale.
  • Il Timo: è un arbusto sempreverde grazioso, spesso impiegato a scopo decorativo; si adatta alla realizzazione di splendidi tappeti erbosi fitti, colorati ed emananti un inebriante profumo di limone, cumino, pino. In cucina solletica l'appetito e favorisce la digestione dei grassi. Le foglie si usano con le carni e il pollame, ma insaporiscono anche i piatti a base di pesce. Ha proprietà antisettiche e per questo è ritenuto un battericida naturale e ha potere cicatrizzante su piccole ferite o affezioni della pelle, dopo essere stato frullato e trasformato in poltiglia.
  • La Maggiorana: è un'erba aromatica appartenente alla specie Origanum, è originaria dell'Asia centro meridionale e dell'Europa, può crescere spontaneamente, favorita da climi caldi. Le foglie sono la parte commestibile , usate sia fresche sia secche. La semina va effettuata a primavera, la Maggiorana ama il sole e il riparo dal vento, i terreni secchi e ben drenati e può essere coltivata in vaso, adattandosi perfettamente alla vita d'appartamento.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Elisabetta  Mancini - vedi tutti gli articoli di Elisabetta  Mancini





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: