articolo Cucina
Come preparare le arepas freccegiovedì 12 settembre 2013 


Oggigiorno sempre più persone si appassionano ai cibi esotici, e prendono sempre più piede le focacce che vengono cucinate in America latina. Tra queste menzioneremo le arepas, di origine venezuelane, che sono entrate prepotentemente nelle nostre case come pietanza facile da preparare, nutriente e deliziosa, ideale per la merenda o per una cena con amici, magari mentre si guarda assieme un film o si vede una partita di calcio. Oltre a essere veramente molto gustose, le arepas sono facilissime da preparare, tanto che chiunque, anche se non ha grande dimestichezza in cucina, potrebbe prepararle.

Se non siete bravi nell’arte culinaria quindi non disperate, potrete ugualmente invitare i vostri amici per cena e preparargli delle ottime arepas. In questa guida aiuteremo infatti il lettore, perché probabilmente la lettrice sarà più avvezza all’uso di questi ingredienti, a preparare delle ottime arepas senza correre il rischio di avvelenare se stessi e i propri ospiti. Per la preparazione di queste pietanze occorrono pochissimi ingredienti, non affannatevi quindi con liste lunghissime e non temete di dover stare ore e ore al supermercato, perché gli ingredienti si contano sulle dita della mano e sono tutti a buon mercato.

In pratica in poco tempo e senza spendere troppo denaro preparerete una gustosa cena o un delizioso spuntino. Occorrente primario è la farina di mais, ne occorrono almeno due tazze, poi è utile prendere tre piccole brocche ricolme d’acqua, in modo da poterle utilizzare nell’impasto, e un cucchiaino di sale. Come vedete non si raggiungono neanche i 5 euro di spesa per questa pietanza. I minuti di lavorazione sono tra i 15 e i 20 minuti, dopo di che occorre far riposare l’impasto. Una volta che abbiamo sul tavolo da lavoro tutti gli ingredienti possiamo iniziare la lavorazione.

Prendiamo la farina di mais e mettiamola in una ciotola, o in alternativa, se abbiamo spazio, sul piano di lavoro, e aggiungiamo il nostro cucchiaino di sale. Iniziamo a mescolare la farina di mais con il sale aggiungendo di tanto in tanto l’acqua e lasciare che questa venga completamente assorbita dalla farina. L’impasto deve essere lavorato continuamente con le mani in modo da ottenere un composto morbido e compatto. Finita questa operazione, che richiederà al massimo 20 minuti, è bene ricoprire tutto con un canovaccio e lasciare riposare il tutto in un ambiente caldo ma asciutto per circa una trentina di minuti.

Passata la mezz’ora prendiamo un composto per fare delle palline e iniziamo a dare la forma alle nostre arepas, in modo da prepararle per la tavola. Con un matterello stendiamo ora le palline sul piano da lavoro, in modo da creare delle pizzette rotonde alte circa 3 millimetri e con un diametro di circa 8-10 centimetri. Una volta terminato prendiamo una piastra, riscaldiamola e cuociamoci le arepas. Se non si possiede la piastra si può utilizzare anche una padelle riscaldata. La cottura richiedere almeno una decina di minuti, durante i quali è bene che le arepas vengano di volta in volta girate in modo che non si attacchino alla padella o alla piastra. Dopo la cottura le nostre arepas saranno pronte e potremo deciderle di farcirle con dei salumi o di portarle semplicemente a tavola in sostituzione del pane.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Christian  Vannozzi - vedi tutti gli articoli di Christian  Vannozzi


   
Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Vedi anche

Tutto il buono delle conserve - venerdì 20 settembre 2013
Esiste un modo però che ci consente, di tanto in tanto, di godere anche in inverno degli odori e dei sapori tipici dell’estate. Si tratta delle famigerate conserve. Si può scegliere tra olio, sale, aceto, zucchero e spirito, tutti alimenti che ........

I datteri - sabato 14 dicembre 2013
I datteri sono i frutti della palma da dattero e sono originari del nord africa, dell'Arabia,del golfo Persico e del medio oriente in generale; i datteri rappresentano presso le popolazioni locali di queste zone una delle principali fonti di sostentamento, ........

Ricetta farro e ceci - martedì 22 ottobre 2013
Fanno una coppia perfetto il farro e i ceci, una coppia di cui i toscani hanno colto da tempo immemorabile le potenzialità. Il farro è forse il cereale più salutare in quanto è il meno calorico, ha inoltre pochissimi grassi, un basso indice glicemico ........

Pesce povero... ma bello - venerdì 25 ottobre 2013
Il pesce povero. Potassolo, Palamita, Boga, Musdea, Zerro, Soace… Alzi la mano chi è in grado di dire di prim’acchito di cosa stiamo parlando Di vini??!, azzarderà qualcuno… No, di pesce! Nei nostri mari si pescano ........

Come cucinare degli antipasti freschi al baccalà - mercoledì 3 settembre 2014

Se si desidera realizzare un aperitivo leggero, fresco, ma allo stesso modo ricco di vitamine, la soluzione potrebbe essere rappresentata dal merluzzo affumicato, prelibatezza dei nostri mari e facile da cucinare non ché molto veloce. Se si ........

 

Ricetta del giorno
Broccoli marinati
Immergere i broccoli in acqua salata in modo che possano assorbire bene l’acqua e quindi asciugarli bene.
Schiacciare 4 spicchi d'aglio con lo schiaccia ....


Articoli correlati

Fiori commestibili, quali sono e alcune ricette - mercoledì 30 luglio 2014

Fiori commestibili, chissà perché non sono pochi a pensare e ad essere incerti prima di mangiare le belle primule gialle o i fiori di nasturzio e, oltre a questi, molti altri fiori che sono del tutto commestibili. Eppure è possibile ravvivare ........

Sushi vegetariano o con pesce cotto. Un all you can cook a casa tua - domenica 29 settembre 2013
Da due anni a questa parte la città nella quale vivo si è del tutto modificata e si è riempita di ristoranti giapponesi "all you can eat". Il sushi, piatto forte della cucina nipponica, ha letteralmente stregato tutti coloro che amano il pesce, ........

Ricette alla rosa - lunedì 16 dicembre 2013
Ecco due ricette alla rosa deliziose e semplici. Marmellata di rose Ingredienti per sei vasetti da grammi 250: grammi 500 di petali di rosa del colore preferito, mezzo litro di acqua, grammi 500 di zucchero, due limoni, tre cucchiai di acqua ........

Come cucinare un ragù di salsiccia - mercoledì 3 settembre 2014
Il ragù di salsiccia, conosciuto anche come ragù alla bolognese è la salsa di pomodoro più indicata per condire le pappardelle, le fettuccine o la pasta al forno. Il suo segreto, cioè ciò che ........

Tutti matti per la pizza! - lunedì 23 settembre 2013
La storia della pizza è lunga e complicata. Già nell'antichità esisteva una variante simile alla pizza, cioè delle focacce, più o meno appiattite, alle quali venivano aggiunti svariati tipi di condimenti. Questi pani di forma piatta provenivano ........

Ricetta del giorno
Broccoli al vapore con speck e olive
Iniziare con il mettere a bollire due dita d’acqua nella pentola con l’inserto per la cottura a vapore quindi passare a dividere le cimette dei broccoli ....
Articoli redazionali

La Contessa di “Camaldoli” - giovedì 13 marzo 2014

C’è un luogo magico in cui il tempo sembra fermarsi, in cui le papille gustative sembrano essere spinte  a degustare con maggior consapevolezza qualche specialità partenopea o a inebriarsi con vini pregiati, per via della posizione surreale ........


 articolo Cucina
Come preparare le arepas freccegiovedì 12 settembre 2013 

Oggigiorno sempre più persone si appassionano ai cibi esotici, e prendono sempre più piede le focacce che vengono cucinate in America latina. Tra queste menzioneremo le arepas, di origine venezuelane, che sono entrate prepotentemente nelle nostre case come pietanza facile da preparare, nutriente e deliziosa, ideale per la merenda o per una cena con amici, magari mentre si guarda assieme un film o si vede una partita di calcio. Oltre a essere veramente molto gustose, le arepas sono facilissime da preparare, tanto che chiunque, anche se non ha grande dimestichezza in cucina, potrebbe prepararle.

Se non siete bravi nell’arte culinaria quindi non disperate, potrete ugualmente invitare i vostri amici per cena e preparargli delle ottime arepas. In questa guida aiuteremo infatti il lettore, perché probabilmente la lettrice sarà più avvezza all’uso di questi ingredienti, a preparare delle ottime arepas senza correre il rischio di avvelenare se stessi e i propri ospiti. Per la preparazione di queste pietanze occorrono pochissimi ingredienti, non affannatevi quindi con liste lunghissime e non temete di dover stare ore e ore al supermercato, perché gli ingredienti si contano sulle dita della mano e sono tutti a buon mercato.

In pratica in poco tempo e senza spendere troppo denaro preparerete una gustosa cena o un delizioso spuntino. Occorrente primario è la farina di mais, ne occorrono almeno due tazze, poi è utile prendere tre piccole brocche ricolme d’acqua, in modo da poterle utilizzare nell’impasto, e un cucchiaino di sale. Come vedete non si raggiungono neanche i 5 euro di spesa per questa pietanza. I minuti di lavorazione sono tra i 15 e i 20 minuti, dopo di che occorre far riposare l’impasto. Una volta che abbiamo sul tavolo da lavoro tutti gli ingredienti possiamo iniziare la lavorazione.

Prendiamo la farina di mais e mettiamola in una ciotola, o in alternativa, se abbiamo spazio, sul piano di lavoro, e aggiungiamo il nostro cucchiaino di sale. Iniziamo a mescolare la farina di mais con il sale aggiungendo di tanto in tanto l’acqua e lasciare che questa venga completamente assorbita dalla farina. L’impasto deve essere lavorato continuamente con le mani in modo da ottenere un composto morbido e compatto. Finita questa operazione, che richiederà al massimo 20 minuti, è bene ricoprire tutto con un canovaccio e lasciare riposare il tutto in un ambiente caldo ma asciutto per circa una trentina di minuti.

Passata la mezz’ora prendiamo un composto per fare delle palline e iniziamo a dare la forma alle nostre arepas, in modo da prepararle per la tavola. Con un matterello stendiamo ora le palline sul piano da lavoro, in modo da creare delle pizzette rotonde alte circa 3 millimetri e con un diametro di circa 8-10 centimetri. Una volta terminato prendiamo una piastra, riscaldiamola e cuociamoci le arepas. Se non si possiede la piastra si può utilizzare anche una padelle riscaldata. La cottura richiedere almeno una decina di minuti, durante i quali è bene che le arepas vengano di volta in volta girate in modo che non si attacchino alla padella o alla piastra. Dopo la cottura le nostre arepas saranno pronte e potremo deciderle di farcirle con dei salumi o di portarle semplicemente a tavola in sostituzione del pane.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Christian  Vannozzi - vedi tutti gli articoli di Christian  Vannozzi





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: