articolo Cucina
Cucina a bassa temperatura: la pazienza in cucina freccevenerdì 6 settembre 2013 


Sono molte le tecniche culinarie che esistono oggi per preparare gli alimenti, sia in casa che al ristorante. Una delle più recenti è la cucina a bassa temperatura. Per un’alimentazione sana, la dieta non è sufficiente, in quanto è fondamentale il modo in cui si cuociono gli alimenti. Un nuovo studio rivela che cucinare ad alte temperature, come quando si frigge, crea composti chimici che portano alla patologia. La cucina a bassa temperatura è una tecnica culinaria che si sta estendendo negli ultimi anni nel mondo, mediante la quale si impiegano fonti di calore di bassa intensità con l’intenzione di cucinare gli alimenti in periodi più prolungati possibile.

In questo modo si guadagnano sapori più vivi, gusti più soavi e incredibili combinazioni tra i diversi ingredienti. La cucina a bassa temperatura richiede, ovviamente, lunghi tempi di cottura, anche fino a dieci ore.
I vantaggi fondamentali di questo metodo sono:
  1. Si evita la perdita di liquidi e la disidratazione dei prodotti.
  2. Alimenti con un sapore più forte.
  3. Glii aromi si mantengono di più.
  4. La bassa temperatura aiuta a digerire meglio gli alimenti.
Hervé This, famoso chimico, che ha studiato per più di 10 anni il processo di cottura a bassa temperatura, dice: "I vantaggi di cottura a bassa temperatura sono essenzialmente economici e gastronomici. La miscela di acqua e di proteine nelle fibre muscolari di carne e pesce si comporta come l’albume. Più la carne è cotta a fuoco vivo, più diventa dura. Da qui l'interesse per il gusto, ottenuto con una cottura a bassa temperatura".
La cottura a bassa temperatura va dai 65 °C agli 80°C, per questo consuma meno energia (la cottura tradizionale richiede molta più potenza.)

Questa modalità è economica anche nel tempo, perché non è necessario stare accanto al forno per paura di carbonizzare il pranzo! In più: il forno è pulito, non c'è bisogno di passare un'ora a pulire con prodotti per la pulizia costosi e spesso tossici.
Alcune raccomandazioni per la cottura a bassa temperatura
  1. Impostare il riscaldamento del forno in posizione "sopra e sotto", la convezione non è raccomandata.
  2. Non coprire le vivande durante la cottura.
  3. Evitare di aprire la porta del forno durante la cottura.
Con questo modo di cottura, si perde pochissima materia alimentare. È possibile utilizzare forni con temperatura regolabile, oppure munirsi di un termometro da cucina e fuoco molto lento. In ogni modo si tratta di una tecnica innovativa, che darà un tocco di distinzione a ogni ricetta che noi ci proponiamo di fare.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Luca  Rubin - vedi tutti gli articoli di Luca  Rubin


   
Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Vedi anche

Primavera alle porte: gli alimenti rivitalizzanti - domenica 16 marzo 2014
La primavera è ormai alle porte ed è, quindi, tempo di raccogliere le nostre energie e di prepararci ad affrontare il cambio di stagione. Un valido aiuto ci arriva dalle nostre amiche api e dai loro prodotti: miele, polline e pappa reale. Sono ........

Conoscere l'olio - mercoledì 25 settembre 2013
L'ulivo è originario del Mediterraneo, le tracce più antiche sono state trovate in Israele e risalgono al V millennio a.C.. La coltivazione e la produzione vennero messe a punto dai Greci e poi dai Romani. La raccolta delle olive mediante "brucatura" ........

Come cucinare le olive con le arance - lunedì 23 settembre 2013
Avere una pianta di ulivo nel vostro giardino è senza dubbio una cosa utilissima, in quanto se trattata con cura in autunno porterà frutto, e questo frutto è rappresentato da splendide olive che possono essere utilizzate sia per fare l'olio che ........

Il miele: anche un ottimo antibiotico naturale - venerdì 8 novembre 2013
Il miele è un alimento prodotto dal lavoro intenso delle api. La base di partenza per la produzione del miele è il nettare che le api estraggono dai fiori e il miele è un alimento prezioso e noto sin dall'antichità per le sue proprietà benefiche, ........

Lo zenzero: brucia i grassi e preserva la salute - giovedì 29 maggio 2014
Lo zenzero (Zingiber officinale Roscoe) è una spezia ricavata da una pianta di origine orientale, più precisamente asiatica, arrivata nel nostro Continente in epoca romana e, sin da allora, usata per le molteplici proprietà delle sue radici, utilizzate ........

 

Ricetta del giorno
Frittelle di banane
Amalgamate in una terrina gli ingredienti per la pastella, ovvero 125 gr di farina, 2 dl di acqua tiepida, 5 cucchiai d'olio, 1 uovo e 1 pizzico di sale, ....


Articoli correlati

Una sana alimentazione e un po’ di attività fisica aiutano a restare giovani - sabato 20 aprile 2013

Per mantenersi in forma e restare giovani  è necessario mangiare bene e fare un po’ di sana attività fisica. Mangiare bene non significa mangiare abbondantemente, ma mangiare nella maniera corretta, alimentarsi e non abboffarsi, ........

Cucina a bassa temperatura: la pazienza in cucina - venerdì 6 settembre 2013
Sono molte le tecniche culinarie che esistono oggi per preparare gli alimenti, sia in casa che al ristorante. Una delle più recenti è la cucina a bassa temperatura. Per un’alimentazione sana, la dieta non è sufficiente, in quanto è fondamentale ........

Mangiare il pesce fa bene! - lunedì 23 settembre 2013
Esistono diversi tipi di pesce ed è diverso il loro grado di digeribilità: alcuni sono molti digeribili e adatti all'alimentazione di bambini e anziani(platessa, nasello, sogliola, trota), altri possono risultare meno digeribili(tonno, sgombro, ........

Cosa si deve mangiare per bruciare i grassi - giovedì 25 aprile 2013

Bruciare i grassi, per molti una necessità più che un desiderio, solo che il più delle volte si sceglie la strada sbagliata, perché ci si affida a diete estreme che, pur dando di risultati in molti casi, possono tuttavia rappresentare un pericolo ........

I burger vegetali: un'alternativa alla carne - lunedì 11 novembre 2013
I burger vegetali sono un' ottima alternativa al consumo di carne, infatti nell'ambito della dieta vegetariana e vegana, rappresentano uno degli alimenti più innovativi e gustosi. I burger vegetali oltre ad essere molto buoni, sono anche molto ........

Ricetta del giorno
Spaghetti al pesto di rucola e pistacchi
Mettere a bollire l’acqua per la pasta, e una volta raggiunto il bollore, salarla e tuffarvi gli spaghetti, quindi rimettere il coperchio alla pentola ....

 articolo Cucina
Cucina a bassa temperatura: la pazienza in cucina freccevenerdì 6 settembre 2013 

Sono molte le tecniche culinarie che esistono oggi per preparare gli alimenti, sia in casa che al ristorante. Una delle più recenti è la cucina a bassa temperatura. Per un’alimentazione sana, la dieta non è sufficiente, in quanto è fondamentale il modo in cui si cuociono gli alimenti. Un nuovo studio rivela che cucinare ad alte temperature, come quando si frigge, crea composti chimici che portano alla patologia. La cucina a bassa temperatura è una tecnica culinaria che si sta estendendo negli ultimi anni nel mondo, mediante la quale si impiegano fonti di calore di bassa intensità con l’intenzione di cucinare gli alimenti in periodi più prolungati possibile.

In questo modo si guadagnano sapori più vivi, gusti più soavi e incredibili combinazioni tra i diversi ingredienti. La cucina a bassa temperatura richiede, ovviamente, lunghi tempi di cottura, anche fino a dieci ore.
I vantaggi fondamentali di questo metodo sono:
  1. Si evita la perdita di liquidi e la disidratazione dei prodotti.
  2. Alimenti con un sapore più forte.
  3. Glii aromi si mantengono di più.
  4. La bassa temperatura aiuta a digerire meglio gli alimenti.
Hervé This, famoso chimico, che ha studiato per più di 10 anni il processo di cottura a bassa temperatura, dice: "I vantaggi di cottura a bassa temperatura sono essenzialmente economici e gastronomici. La miscela di acqua e di proteine nelle fibre muscolari di carne e pesce si comporta come l’albume. Più la carne è cotta a fuoco vivo, più diventa dura. Da qui l'interesse per il gusto, ottenuto con una cottura a bassa temperatura".
La cottura a bassa temperatura va dai 65 °C agli 80°C, per questo consuma meno energia (la cottura tradizionale richiede molta più potenza.)

Questa modalità è economica anche nel tempo, perché non è necessario stare accanto al forno per paura di carbonizzare il pranzo! In più: il forno è pulito, non c'è bisogno di passare un'ora a pulire con prodotti per la pulizia costosi e spesso tossici.
Alcune raccomandazioni per la cottura a bassa temperatura
  1. Impostare il riscaldamento del forno in posizione "sopra e sotto", la convezione non è raccomandata.
  2. Non coprire le vivande durante la cottura.
  3. Evitare di aprire la porta del forno durante la cottura.
Con questo modo di cottura, si perde pochissima materia alimentare. È possibile utilizzare forni con temperatura regolabile, oppure munirsi di un termometro da cucina e fuoco molto lento. In ogni modo si tratta di una tecnica innovativa, che darà un tocco di distinzione a ogni ricetta che noi ci proponiamo di fare.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Luca  Rubin - vedi tutti gli articoli di Luca  Rubin





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: