articolo Cucina
La cannella, preziosa in cucina e amica della linea freccesabato 26 gennaio 2013 


La  cannella, una spezia preziosa in cucina e grande amica della linea perché contrasta la formazione di quegli antiestetici rotolini di grasso sulla pancia. Spezia che trova la sua naturale utilizzazione nella preparazione dei dolci, al posto dello zucchero raffinato che alcuni soggetti non riescono a metabolizzare correttamente con conseguente accumulo di grasso la dove da più fastidio.  E’ possibile quindi utilizzarla per la preparazione di dolci, di biscotti e di torte che non hanno nulla ad invidiare alle solite torte in cui è stato utilizzato lo zucchero come dolcificante.

La cannella, inoltre, sembra essere una vera amica dei diabetici perché ha un effetto positivo sull’insulina, o meglio, sulla sua sensibilizzazione, per cui faciliterebbe l’assorbimento degli zuccheri nel sangue a tutto vantaggio dei livelli di glicemia che si sa, nei diabetici, vanno tenuti costantemente sotto controllo.  Ma non solo,  perché a trarne vantaggio sono anche i livelli dei trigliceridi, oltre ad un più facile controllo del peso corporeo, questo grazie al fatto che l’azione  dell’ormone dell’insulina sulle varie cellule, contrasta la formazione del grasso addominale.

E ancora, la cannella è uno di quei prodotti naturali che hanno uno spiccato effetto antigas, si potrebbe dire, perché sono in grado, al pari del finocchio e del cumino, di contrastare la formazione di quei gas intestinali che sono  i maggiori responsabili  del gonfiore addominale, oltre che di un evidente stato di disagio conseguente alla necessità di liberarsi, in un modo o nell’altro, di questa  indesiderata presenza.
Ma vediamo un po’ più a vicino cos’è la cannella, visto che non sono in tanti coloro che la conoscono e la utilizzano. Si tratta di una spezia che si estrae  da due piante, la Cinnamomum zeylanicum originaria  dello Sri Lanka e la Cinnamomum vassia, di origine cinese. E’ disponibile in commercio sia in polvere che sotto forma di sottili cilindri o stecche di corteccia essiccata, chiamati cannelli.

Proprietà della Cannella
Le proprietà terapeutiche della cannella sono molteplici, è infatti uno di quei doni che la natura ci ha esso a disposizione e che vengono invece ignorati dalla maggior parte delle persone. E’ un antiossidante naturale, quindi contrasta i radicali liberi,  stimola e favorisce la circolazione sanguigna e contrasta efficacemente il colesterolo.  Ancora, ha proprietà  antibatteriche, antisettiche, stimolanti e anche digestive ed è quindi una vera amica su cui è possibile contare praticamente in tutte le occasioni.

La sua benefica azione per i soggetti portatori di diabete di tipo 2 è dovuta alla presenza di un particolare polifenolo la cui azione è simile a quella dell’insulina, cosa che del resto è stata dimostrata da recenti studi. Stimola le difese immunitarie, per cui è un eccellente coadiuvante nella lotta alle malattie da raffreddamento, e quindi  è ottima da utilizzare anche in caso di influenza. Delle sue proprietà antigas si è già detto, quindi non resta che darsi da fare per cercare di utilizzarla in cucina con maggior frequenza.

La cannella in cucina

Il sapore della cannella è decisamente particolare, caratteristico, perché è dolce e piccante allo steso tempo.  Può essere quindi utilizzata indifferentemente per la preparazione di biscotti, torte, frutta caramellata, creme in genere, ma anche per insaporire il gelato, cos’ come nella preparazione di salse o per insaporire carne e pesce, visto  il suo sapore ambivalente.
Può essere utilizzata anche nella preparazione di bevande, alcune delle quali non potranno che trovare giovamento  dalla presenza del suo aroma speziato come, ad esempio, vin brulè, sangria e vari tipi di punch.

Dovendo scegliere quale cannella da tenere in casa sarebbe meglio rivolgere la propria attenzione alla forma in bastoncini, rispetto a quella in polvere, perché mantiene più a lungo il suo aroma. Del resto, basta tagliuzzarla finemente oppure  immergerla  intera nella salsa durante la sua preparazione e toglierla una volta terminata la cottura. Provare per credere.


©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  


   
Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Vedi anche

Ricetta farro e ceci - martedì 22 ottobre 2013
Fanno una coppia perfetto il farro e i ceci, una coppia di cui i toscani hanno colto da tempo immemorabile le potenzialità. Il farro è forse il cereale più salutare in quanto è il meno calorico, ha inoltre pochissimi grassi, un basso indice glicemico ........

Una sana alimentazione e un po’ di attività fisica aiutano a restare giovani - sabato 20 aprile 2013

Per mantenersi in forma e restare giovani  è necessario mangiare bene e fare un po’ di sana attività fisica. Mangiare bene non significa mangiare abbondantemente, ma mangiare nella maniera corretta, alimentarsi e non abboffarsi, ........

Il berberè: cos’è e come si prepara - giovedì 20 febbraio 2014
Il berberè è una miscela particolarmente piccante, tipica della cucina eritrea e del Corno d’Africa più in generale, un’area geografica all’interno della quale questo rappresenta un elemento essenziale per la preparazione dello zighinì, servito ........

Consumare cibi di stagione fa bene alla salute ed al portafoglio - mercoledì 16 ottobre 2013
Consumare cibi di stagione sarebbe la cosa migliore solo che alzi la mano chi, al giorno d’oggi, sa quando è tempo di cavolfiori, peperoni, melanzane… oppure quando maturano le susine, le pere!?! I nostri nonni conoscevano i periodi di maturazione ........

Come risparmiare in cucina riutilizzando il pane secco - mercoledì 11 settembre 2013
Risparmiare partendo proprio dalla cucina? Ebbene sì, è possibile! Quante volte ci si ritrova col carrello pieno e il portafoglio vuoto? Per evitare che la spesa ci vuoti le tasche possiamo farci furbi. Pensiamo al pane! Quante volte ci si ........

 

Ricetta del giorno
Polpettine di fagioli
Lessare le patate, sbucciarle, schiacciarle con lo schiacciapatate e metterle da parte. Lessare nel frattempo i fagioli, tritare il porro, sgocciolare ....


Articoli correlati

Come cucinare degli antipasti freschi al baccalà - mercoledì 3 settembre 2014

Se si desidera realizzare un aperitivo leggero, fresco, ma allo stesso modo ricco di vitamine, la soluzione potrebbe essere rappresentata dal merluzzo affumicato, prelibatezza dei nostri mari e facile da cucinare non ché molto veloce. Se si ........

Passata di pomodoro fatta in casa - martedì 3 settembre 2013
Passata di pomodoro fatta in casa, la passata di pomodoro di una volta: pochi semplici passi per gustare il sapore dell'estate tutto l'anno. Certo questo non è il periodo dei pomodori, siamo ormai a fine stagione, ma con un pò di fortuna si possono ........

Tutti matti per la pizza! - lunedì 23 settembre 2013
La storia della pizza è lunga e complicata. Già nell'antichità esisteva una variante simile alla pizza, cioè delle focacce, più o meno appiattite, alle quali venivano aggiunti svariati tipi di condimenti. Questi pani di forma piatta provenivano ........

Il tartufo, delizia del palato e dannazione per la tasca - martedì 1 ottobre 2013
Il tartufo, nonostante sia stato accertato che non possegga alcun valore nutritivo, viene ampiamente apprezzato per il proprio aroma tanto da essere unanimemente definito uno degli ingredienti principe dell’arte culinaria. Babilonesi, greci e ........

Marmellate dicembrine: ogni mese ci preserva una conserva - domenica 1 dicembre 2013
Non tutti sanno che ogni mese dell’anno ha la sua conserva di frutta e di verdura. Bene, il mese di Dicembre si prospetta come il mese ideale per preparare delle deliziose conserve di carciofi e confetture di banane, ma prima vediamo insieme qualche ........

Ricetta del giorno
Caprese mozzarella e anguria
Fare bollire l'aceto balsamico e lo zucchero in un pentolino a fuoco medio fin quando non avrà assunto l'aspetto di uno sciroppo denso, simile al miele, ....
Articoli redazionali

La Contessa di “Camaldoli” - giovedì 13 marzo 2014

C’è un luogo magico in cui il tempo sembra fermarsi, in cui le papille gustative sembrano essere spinte  a degustare con maggior consapevolezza qualche specialità partenopea o a inebriarsi con vini pregiati, per via della posizione surreale ........


 articolo Cucina
La cannella, preziosa in cucina e amica della linea freccesabato 26 gennaio 2013 

La  cannella, una spezia preziosa in cucina e grande amica della linea perché contrasta la formazione di quegli antiestetici rotolini di grasso sulla pancia. Spezia che trova la sua naturale utilizzazione nella preparazione dei dolci, al posto dello zucchero raffinato che alcuni soggetti non riescono a metabolizzare correttamente con conseguente accumulo di grasso la dove da più fastidio.  E’ possibile quindi utilizzarla per la preparazione di dolci, di biscotti e di torte che non hanno nulla ad invidiare alle solite torte in cui è stato utilizzato lo zucchero come dolcificante.

La cannella, inoltre, sembra essere una vera amica dei diabetici perché ha un effetto positivo sull’insulina, o meglio, sulla sua sensibilizzazione, per cui faciliterebbe l’assorbimento degli zuccheri nel sangue a tutto vantaggio dei livelli di glicemia che si sa, nei diabetici, vanno tenuti costantemente sotto controllo.  Ma non solo,  perché a trarne vantaggio sono anche i livelli dei trigliceridi, oltre ad un più facile controllo del peso corporeo, questo grazie al fatto che l’azione  dell’ormone dell’insulina sulle varie cellule, contrasta la formazione del grasso addominale.

E ancora, la cannella è uno di quei prodotti naturali che hanno uno spiccato effetto antigas, si potrebbe dire, perché sono in grado, al pari del finocchio e del cumino, di contrastare la formazione di quei gas intestinali che sono  i maggiori responsabili  del gonfiore addominale, oltre che di un evidente stato di disagio conseguente alla necessità di liberarsi, in un modo o nell’altro, di questa  indesiderata presenza.
Ma vediamo un po’ più a vicino cos’è la cannella, visto che non sono in tanti coloro che la conoscono e la utilizzano. Si tratta di una spezia che si estrae  da due piante, la Cinnamomum zeylanicum originaria  dello Sri Lanka e la Cinnamomum vassia, di origine cinese. E’ disponibile in commercio sia in polvere che sotto forma di sottili cilindri o stecche di corteccia essiccata, chiamati cannelli.

Proprietà della Cannella
Le proprietà terapeutiche della cannella sono molteplici, è infatti uno di quei doni che la natura ci ha esso a disposizione e che vengono invece ignorati dalla maggior parte delle persone. E’ un antiossidante naturale, quindi contrasta i radicali liberi,  stimola e favorisce la circolazione sanguigna e contrasta efficacemente il colesterolo.  Ancora, ha proprietà  antibatteriche, antisettiche, stimolanti e anche digestive ed è quindi una vera amica su cui è possibile contare praticamente in tutte le occasioni.

La sua benefica azione per i soggetti portatori di diabete di tipo 2 è dovuta alla presenza di un particolare polifenolo la cui azione è simile a quella dell’insulina, cosa che del resto è stata dimostrata da recenti studi. Stimola le difese immunitarie, per cui è un eccellente coadiuvante nella lotta alle malattie da raffreddamento, e quindi  è ottima da utilizzare anche in caso di influenza. Delle sue proprietà antigas si è già detto, quindi non resta che darsi da fare per cercare di utilizzarla in cucina con maggior frequenza.

La cannella in cucina

Il sapore della cannella è decisamente particolare, caratteristico, perché è dolce e piccante allo steso tempo.  Può essere quindi utilizzata indifferentemente per la preparazione di biscotti, torte, frutta caramellata, creme in genere, ma anche per insaporire il gelato, cos’ come nella preparazione di salse o per insaporire carne e pesce, visto  il suo sapore ambivalente.
Può essere utilizzata anche nella preparazione di bevande, alcune delle quali non potranno che trovare giovamento  dalla presenza del suo aroma speziato come, ad esempio, vin brulè, sangria e vari tipi di punch.

Dovendo scegliere quale cannella da tenere in casa sarebbe meglio rivolgere la propria attenzione alla forma in bastoncini, rispetto a quella in polvere, perché mantiene più a lungo il suo aroma. Del resto, basta tagliuzzarla finemente oppure  immergerla  intera nella salsa durante la sua preparazione e toglierla una volta terminata la cottura. Provare per credere.


©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: