articolo Cucina
Alimentazione. Dimagrire mangiando bene freccelunedì 14 gennaio 2013 


L’alimentazione è una delle cose con cui bisogna fare i conti praticamente tutti i giorni, perché è una di quelle cose di cui non è possibile fare a meno. L’alimentazione, il mangiare tanto per intenderci, non è solo una questione di sopravvivenza, perché mangiare è anche gioia allegria, convivialità, un momento, o meglio, del tempo da trascorrere piacevolmente con gli amici. Il rischio è rappresentato dalla possibilità che ci si faccia prendere la mano e che quindi si cominci a perdere il controllo del giro vita, e allora ecco le affannose ricerche di una dieta che faccia al proprio caso, che consenta di rientrare rapidamente nel peso forma.

Un desiderio legittimo che tuttavia nasconde delle insidie in quanto una dieta inappropriata potrebbe creare dei problemi , soprattutto nel lungo periodo, problemi non percepibili nell’immediato e quindi ancor più pericolosi. Tra le tante diete quelle maggiormente seguite sono le diete iperproteiche, quelle che del resto nascondono le maggiori insidie, anche se poi sono quelle che in molti casi consentono di raggiungere l’obiettivo del controllo ponderale. Una dieta iperproteica, ovvero particolarmente sbilanciata a favore delle proteine essere causa di  insorgenza o peggioramento di iperuricemia, pressione alta e disturbi renali, tutte cose cui è decisamente meglio stare alla larga. Una dieta del genere inoltre è per lo più povera di antiossidanti, fondamentali per contrastare i radicali liberi,  vitamine e polifenoli.

Quale allora la strada da seguire? La risposta non è difficile in quanto basterebbe semplicemente adattare la solita dieta alimentare, quella di tutti i giorni, alle necessità contingenti, avendo cura di eliminare tutti quegli alimenti che notoriamente sono ipercalorici o particolarmente ricchi di grassi.
Quindi per prima cosa è bene evitare di eliminare dalla dieta alcune categorie di alimenti, come propongono certe diete estreme, perché  la varietà e la completezza della dieta sono fondamentali per la buona salute. Il trucco sta nel ridurre le quantità di pasta e pane e limitare dolci e grassi.

La verdura deve avere un posto di rilievo in tavola perché è un alimento  a bassa densità calorica ed è oltre tutto particolarmente saziante. Alcuni nutrizionisti consigliano di iniziare il pasto con un bel piatto di insalata proprio per aumentare l’effetto saziante, ma senza arrivare a sconvolgere le abitudini fino a questo punto, basterebbe rispettare la regola del cinque, ovvero cinque porzioni tra frutta e verdura  nell’arco della giornata.

Per raggiungere riuscire nell’impresa  che a prima vista potrebbe sembrare impossibile, basta iniziare mangiando una porzione di frutta sin dalla prima colazione, che non va mai saltata, per poi consumare frutta anche nello spuntino di mezza mattinata, quindi una porzione di insalata a pranzo, frutta a merenda e infine  una ulteriore porzione di frutta e/o verdura a cena. Quindi niente di particolarmente complicato. La sola raccomandazione da seguire è quella di variare con la verdura, in particolare giocando sui colori, quindi il giallo, il rosso e il viola, oltre naturalmente alla verdura a foglia verde.

Questa ritmo, rappresentato dalla colazione del mattino, spuntino, pranzo, merenda e cena, andrebbe mantenuto costante perché consente di normalizzare la produzione di insulina, ormone molto importante per un buon funzionamento del metabolismo. Anche se si mangia molta frutta a verdura che contengono molta acqua, è importante lo stesso bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, importante per ottimizzare il ricambio idrico delle cellule e l’eliminazione delle tossine.

Infine, ma non ultimo per importanza, il movimento. Non è richiesta una attività fisica particolare, tuttavia è necessario camminare per almeno 30 minuti a giorno, in quanto serve per bruciare i grassi di riserva, normalizzare la funzione intestinale, migliorare la ventilazione, migliorare la pompa cardiaca, contrastare e ridurre il colesterolo, allontanare il rischio di alcune neoplasie, in definitiva una vera e propria iniezione di buona salute.


©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  


   
Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Vedi anche

Il peso ideale e i metodi per calcolarlo - giovedì 25 aprile 2013

Calcolare il peso ideale non è difficile, dal momento che esistono diversi metodi studiati per tale esigenza, tuttavia le variabili in gioco sono talmente tante che i risultati possono anche essere sostanzialmente differenti.  Infatti, ........

I burger vegetali: un'alternativa alla carne - lunedì 11 novembre 2013
I burger vegetali sono un' ottima alternativa al consumo di carne, infatti nell'ambito della dieta vegetariana e vegana, rappresentano uno degli alimenti più innovativi e gustosi. I burger vegetali oltre ad essere molto buoni, sono anche molto ........

Pesce povero... ma bello - venerdì 25 ottobre 2013
Il pesce povero. Potassolo, Palamita, Boga, Musdea, Zerro, Soace… Alzi la mano chi è in grado di dire di prim’acchito di cosa stiamo parlando Di vini??!, azzarderà qualcuno… No, di pesce! Nei nostri mari si pescano ........

Come preparare le arepas - giovedì 12 settembre 2013
Oggigiorno sempre più persone si appassionano ai cibi esotici, e prendono sempre più piede le focacce che vengono cucinate in America latina. Tra queste menzioneremo le arepas, di origine venezuelane, che sono entrate prepotentemente nelle nostre ........

Come preparare i deliziosi panini hawaiani - giovedì 12 settembre 2013
Vi siete mai chiesti che tipo di panini vengono preparati sulle spiagge hawaiane? Sicuramente si, e se quindi amate panini particolari, provenienti da mete esotiche, non perdete l’occasione di assaporarne uno veramente stravagante, ........

 

Ricetta del giorno
Orecchiette con ricotta
FAre bollire in una pentola di generose dimensioni 3 litri d’acqua e salarla con il sale grosso. Buttare la pasta, avendo cura di mescolare subito con ....


Articoli correlati

Tutto il buono delle conserve - venerdì 20 settembre 2013
Esiste un modo però che ci consente, di tanto in tanto, di godere anche in inverno degli odori e dei sapori tipici dell’estate. Si tratta delle famigerate conserve. Si può scegliere tra olio, sale, aceto, zucchero e spirito, tutti alimenti che ........

Ricetta farro e ceci - martedì 22 ottobre 2013
Fanno una coppia perfetto il farro e i ceci, una coppia di cui i toscani hanno colto da tempo immemorabile le potenzialità. Il farro è forse il cereale più salutare in quanto è il meno calorico, ha inoltre pochissimi grassi, un basso indice glicemico ........

Zucchero di canna e zucchero bianco: le differenze - giovedì 12 dicembre 2013
La differenza fondamentale tra lo zucchero di canna e quello bianco raffinato, consiste nel fatto che, mentre quello di canna, come dice la parola stessa viene estratto dalla canna da zucchero, quello bianco invece deriva dalla lavorazione della ........

La magia delle noci - venerdì 6 dicembre 2013
Le noci sono un frutto molto salutare, in quanto contengono molte sostanze benefiche per il nostro organismo che agiscono sia internamente, che esternamente in modo positivo; le noci sono state oggetto di studio e si è scoperto che esse contengono ........

Panna vegetale e panna tradizionale: le differenze - martedì 17 dicembre 2013

La panna vegetale, come la margarina, è uno dei tanti alimenti vegetali che sono stati creati come alternativa ai grassi di origine animale, perciò molti avranno sicuramente pensato che i grassi di origine vegetale siano migliori di quelli ........

Ricetta del giorno
Crostata di ananas
Impastate il burro con 60 gr di zucchero, l'uovo, un pizzico di sale e la farina; formate una palla di pasta che lascerete riposare, in una terrina ricoperta ....

 articolo Cucina
Alimentazione. Dimagrire mangiando bene freccelunedì 14 gennaio 2013 

L’alimentazione è una delle cose con cui bisogna fare i conti praticamente tutti i giorni, perché è una di quelle cose di cui non è possibile fare a meno. L’alimentazione, il mangiare tanto per intenderci, non è solo una questione di sopravvivenza, perché mangiare è anche gioia allegria, convivialità, un momento, o meglio, del tempo da trascorrere piacevolmente con gli amici. Il rischio è rappresentato dalla possibilità che ci si faccia prendere la mano e che quindi si cominci a perdere il controllo del giro vita, e allora ecco le affannose ricerche di una dieta che faccia al proprio caso, che consenta di rientrare rapidamente nel peso forma.

Un desiderio legittimo che tuttavia nasconde delle insidie in quanto una dieta inappropriata potrebbe creare dei problemi , soprattutto nel lungo periodo, problemi non percepibili nell’immediato e quindi ancor più pericolosi. Tra le tante diete quelle maggiormente seguite sono le diete iperproteiche, quelle che del resto nascondono le maggiori insidie, anche se poi sono quelle che in molti casi consentono di raggiungere l’obiettivo del controllo ponderale. Una dieta iperproteica, ovvero particolarmente sbilanciata a favore delle proteine essere causa di  insorgenza o peggioramento di iperuricemia, pressione alta e disturbi renali, tutte cose cui è decisamente meglio stare alla larga. Una dieta del genere inoltre è per lo più povera di antiossidanti, fondamentali per contrastare i radicali liberi,  vitamine e polifenoli.

Quale allora la strada da seguire? La risposta non è difficile in quanto basterebbe semplicemente adattare la solita dieta alimentare, quella di tutti i giorni, alle necessità contingenti, avendo cura di eliminare tutti quegli alimenti che notoriamente sono ipercalorici o particolarmente ricchi di grassi.
Quindi per prima cosa è bene evitare di eliminare dalla dieta alcune categorie di alimenti, come propongono certe diete estreme, perché  la varietà e la completezza della dieta sono fondamentali per la buona salute. Il trucco sta nel ridurre le quantità di pasta e pane e limitare dolci e grassi.

La verdura deve avere un posto di rilievo in tavola perché è un alimento  a bassa densità calorica ed è oltre tutto particolarmente saziante. Alcuni nutrizionisti consigliano di iniziare il pasto con un bel piatto di insalata proprio per aumentare l’effetto saziante, ma senza arrivare a sconvolgere le abitudini fino a questo punto, basterebbe rispettare la regola del cinque, ovvero cinque porzioni tra frutta e verdura  nell’arco della giornata.

Per raggiungere riuscire nell’impresa  che a prima vista potrebbe sembrare impossibile, basta iniziare mangiando una porzione di frutta sin dalla prima colazione, che non va mai saltata, per poi consumare frutta anche nello spuntino di mezza mattinata, quindi una porzione di insalata a pranzo, frutta a merenda e infine  una ulteriore porzione di frutta e/o verdura a cena. Quindi niente di particolarmente complicato. La sola raccomandazione da seguire è quella di variare con la verdura, in particolare giocando sui colori, quindi il giallo, il rosso e il viola, oltre naturalmente alla verdura a foglia verde.

Questa ritmo, rappresentato dalla colazione del mattino, spuntino, pranzo, merenda e cena, andrebbe mantenuto costante perché consente di normalizzare la produzione di insulina, ormone molto importante per un buon funzionamento del metabolismo. Anche se si mangia molta frutta a verdura che contengono molta acqua, è importante lo stesso bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, importante per ottimizzare il ricambio idrico delle cellule e l’eliminazione delle tossine.

Infine, ma non ultimo per importanza, il movimento. Non è richiesta una attività fisica particolare, tuttavia è necessario camminare per almeno 30 minuti a giorno, in quanto serve per bruciare i grassi di riserva, normalizzare la funzione intestinale, migliorare la ventilazione, migliorare la pompa cardiaca, contrastare e ridurre il colesterolo, allontanare il rischio di alcune neoplasie, in definitiva una vera e propria iniezione di buona salute.


©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: