articolo Cucina
Come cucinare i funghi porcini: deliziose ricette freccemercoledì 3 settembre 2014 


La raccolta e la preparazione dei funghi porcini vede nell'Autunno il suo mese ideale, perché il clima mite e non troppo afoso e le piogge che si susseguono fanno proliferare nel sottobosco i funghi che sono così pronti per essere colti ed hanno un sapore che non può assolutamente essere eguagliato dai funghi coltivati in serra che possono essere comprati in qualsiasi periodo dell'anno al supermercato. Naturalmente occorre raccoglierli con una persona che li conosce per non rischiare di mangiare quelli nocivi per la nostra salute. In questa breve guida elencheremo alcuni modi per cucinare dei gustosissimi e freschi funghi porcini che diventeranno una vera e propria delizia per il palato.

I funghi porcini si possono preparare in vari modi anche se il più famoso è al tegame, che favorisce la cottura della loro forma tondeggiante. Altri modi in cui gustarli sono farli trifolati e direttamente al forno con un filo d'olio. I porcini sono una pietanza ideale per arricchire gli antipasti, i primi e i secondi. Per cucinare i porcini in tegame per 6 persone occorrono 1 kg di funghi porcini, olio, 3 acciughe, 1 spicchio d'aglio, 1 cucchiaio di passata, sale e pepe. La prima cosa da fare è  lavare bene i funghi, dopo di che occorre asciugarli per bene con la carta da cucina in modo che non siano troppo annacquati.

Una volta asciugati è bene tagliarli in fette spesse e mettere in tegame con un po d'olio. Non occorre assolutamente esagerare con l'olio altrimenti questo leverà il sapore del porcino e renderebbe il nostro piatto troppo grasso. Dopo i porcini si può aggiungere nel tegame uno spicchio d'aglio, un cucchiaino di pomodoro passato, sale e pepe nella quantità che più vi aggrada. Il tegame va poi coperto e alimentato da una fiamma vivace, non troppo alta ne troppo bassa. Prima di servire i funghi si può levare l'aglio.

Per fare i funghi porcini trifolati occorre invece, dopo averli lavati e asciugati, tagliarli a fettine sottili. Dopo di che si possono mettere in padella con un cucchiaino d'olio e due spicchi d'aglio. Prima di accendere la fiamma, che va messa anche in questo caso ad altezza vivace, si deve aggiungere sale e pepe. A metà della cottura si può aggiungere una noce di burro e una buona dose di prezzemolo tritato. Una volta spenta la fiamma si deve aggiungere del succo di limone, e il piatto è pronto.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Christian  Vannozzi - vedi tutti gli articoli di Christian  Vannozzi


   
Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Vedi anche

Come risparmiare in cucina riutilizzando il pane secco - mercoledì 11 settembre 2013
Risparmiare partendo proprio dalla cucina? Ebbene sì, è possibile! Quante volte ci si ritrova col carrello pieno e il portafoglio vuoto? Per evitare che la spesa ci vuoti le tasche possiamo farci furbi. Pensiamo al pane! Quante volte ci si ........

Una corretta dieta vegetariana - lunedì 11 novembre 2013
Una corretta dieta vegetariana deve garantire all’organismo, attraverso l’assunzione quotidiana di frutta e verdure di stagione, un apporto equilibrato di vitamine e fibre, che rinforzano e depurano il nostro organismo allo stesso tempo, nonché ........

Consumare cibi di stagione fa bene alla salute ed al portafoglio - mercoledì 16 ottobre 2013
Consumare cibi di stagione sarebbe la cosa migliore solo che alzi la mano chi, al giorno d’oggi, sa quando è tempo di cavolfiori, peperoni, melanzane… oppure quando maturano le susine, le pere!?! I nostri nonni conoscevano i periodi di maturazione ........

Come cucinare un ragù di salsiccia - mercoledì 3 settembre 2014
Il ragù di salsiccia, conosciuto anche come ragù alla bolognese è la salsa di pomodoro più indicata per condire le pappardelle, le fettuccine o la pasta al forno. Il suo segreto, cioè ciò che ........

La buona tavola, la prima regola del mangiare bene - lunedì 15 ottobre 2012

La buona tavola deve rispettare le regole del mangiare bene, sano ed equilibrato. Questo non vuol dire affatto che la buona tavola è solo quella salutista, quella delle diete, tanto per intenderci, ma è quella caratterizzata da una cucina sana, ........

 

Ricetta del giorno
Spaghettini con zucchine e pomodorini
Portare ad ebollizione in una pentola 3,5 litri d’acqua, salare con sale grosso, e lessare gli spaghettini per 8 minuti.
Nel frattempo, lavare ....


Articoli correlati

Lo zenzero: brucia i grassi e preserva la salute - giovedì 29 maggio 2014
Lo zenzero (Zingiber officinale Roscoe) è una spezia ricavata da una pianta di origine orientale, più precisamente asiatica, arrivata nel nostro Continente in epoca romana e, sin da allora, usata per le molteplici proprietà delle sue radici, utilizzate ........

Il seitan: come prepararlo in casa - domenica 24 novembre 2013
Il seitan è un’ottima fonte di proteine, che è possibile preparare in casa e consumare, poi, come piatto a se stante, dal momento che rappresenta una vera a propria “carne vegetale”, oppure come accompagnamento per altri cibi. Poco noto nel nostro ........

Il curry: benefici e proprietà - domenica 3 novembre 2013
Il curry è un alimento di origine indiana, con importanti proprietà curative e capace di donare specifici benefici al nostro organismo. E’ formato da una miscela di spezie, prima tostate e poi triturate, diverse a seconda della regione di provenienza, ........

Leggi bene l'etichetta!.....è light! - venerdì 27 settembre 2013
Gli alimenti "light" sono prodotti alimentari che contengono meno calorie rispetto agli equivalenti tradizionali, poiché viene ridotto il contenuto di grassi, zuccheri, alcol e colesterolo. Per mantenere inalterate le proprietà organolettiche ........

Come reimpiegare il pane secco - lunedì 4 novembre 2013
Il pane se non si mangia fresco diventa stantio e dopo pochi giorni ammuffisce e molti sono quindi soliti buttarlo tra i rifiuti. Pensando che gran parte della popolazione mondiale muore di fame e soprattutto che il pane costa e di questi tempi ........

Ricetta del giorno
Frittelle di banane
Amalgamate in una terrina gli ingredienti per la pastella, ovvero 125 gr di farina, 2 dl di acqua tiepida, 5 cucchiai d'olio, 1 uovo e 1 pizzico di sale, ....
Articoli redazionali

Il cioccolato diventa arte da Antica Cioccolateria napoletana - lunedì 11 novembre 2013

« Alla fine, Charlie Bucket aveva ottenuto una fabbrica di cioccolato. Ma Willy Wonka aveva ottenuto una cosa anche migliore: una famiglia. E una cosa era assolutamente certa: la vita non era mai stata più dolce. » : questa ........


 articolo Cucina
Come cucinare i funghi porcini: deliziose ricette freccemercoledì 3 settembre 2014 

La raccolta e la preparazione dei funghi porcini vede nell'Autunno il suo mese ideale, perché il clima mite e non troppo afoso e le piogge che si susseguono fanno proliferare nel sottobosco i funghi che sono così pronti per essere colti ed hanno un sapore che non può assolutamente essere eguagliato dai funghi coltivati in serra che possono essere comprati in qualsiasi periodo dell'anno al supermercato. Naturalmente occorre raccoglierli con una persona che li conosce per non rischiare di mangiare quelli nocivi per la nostra salute. In questa breve guida elencheremo alcuni modi per cucinare dei gustosissimi e freschi funghi porcini che diventeranno una vera e propria delizia per il palato.

I funghi porcini si possono preparare in vari modi anche se il più famoso è al tegame, che favorisce la cottura della loro forma tondeggiante. Altri modi in cui gustarli sono farli trifolati e direttamente al forno con un filo d'olio. I porcini sono una pietanza ideale per arricchire gli antipasti, i primi e i secondi. Per cucinare i porcini in tegame per 6 persone occorrono 1 kg di funghi porcini, olio, 3 acciughe, 1 spicchio d'aglio, 1 cucchiaio di passata, sale e pepe. La prima cosa da fare è  lavare bene i funghi, dopo di che occorre asciugarli per bene con la carta da cucina in modo che non siano troppo annacquati.

Una volta asciugati è bene tagliarli in fette spesse e mettere in tegame con un po d'olio. Non occorre assolutamente esagerare con l'olio altrimenti questo leverà il sapore del porcino e renderebbe il nostro piatto troppo grasso. Dopo i porcini si può aggiungere nel tegame uno spicchio d'aglio, un cucchiaino di pomodoro passato, sale e pepe nella quantità che più vi aggrada. Il tegame va poi coperto e alimentato da una fiamma vivace, non troppo alta ne troppo bassa. Prima di servire i funghi si può levare l'aglio.

Per fare i funghi porcini trifolati occorre invece, dopo averli lavati e asciugati, tagliarli a fettine sottili. Dopo di che si possono mettere in padella con un cucchiaino d'olio e due spicchi d'aglio. Prima di accendere la fiamma, che va messa anche in questo caso ad altezza vivace, si deve aggiungere sale e pepe. A metà della cottura si può aggiungere una noce di burro e una buona dose di prezzemolo tritato. Una volta spenta la fiamma si deve aggiungere del succo di limone, e il piatto è pronto.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Christian  Vannozzi - vedi tutti gli articoli di Christian  Vannozzi





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: