articolo Cucina
Burro, margarina e olio di oliva: le differenze freccelunedì 2 dicembre 2013 


Burro, margarina e olio di oliva sono alimenti molto noti dal punto di vista alimentare,alcuni in cucina fanno uso di tutti e tre, altri utilizzano solo due di questi altri soltanto uno;tra il burro, la margarina e l'olio di oliva vi sono enormi differenze, soprattutto per quanto riguarda il discorso salutistico. Iniziamo dalla margarina, solitamente per margarina s'intende quella tradizionale, ovvero quella idrogenata. La margarina idrogenata è composta da oli vegetali, solitamente di palma, i quali subiscono un processo chimico chiamato idrogenazione, il quale trasforma l'olio da sostanza liquida in sostanza solida, questa margarina è molto dannosa, in quanto contiene grassi detti trans di origine chimica, nocivi per la nostra salute.

La margarina non idrogenata invece non contiene questo tipo di grassi, in quanto l'olio vegetale in questo caso viene solidificato mediante un altro processo chiamato frazionamento, il quale non ricorre a sostanze chimiche, però tale procedimento estrae solo la parte satura dell'olio ed elimina quella insatura, ovvero quella benefica, perciò anche la margarina non idrogenata non è affatto salutare, poichè contiene grassi saturi, anche questi nocivi per la salute, come quelli idrogenati. Poi abbiamo il burro, anche il burro è composto da grassi saturi, di origine animale contrariamente a quelli presenti nella margarina non idrogenata, che sono vegetali, tuttavia il burro apporta qualche sostanza nutritiva come la vit D e il calcio, perciò è preferibile alla margarina, dato che quest'ultima non ha nessun valore nutritivo.

L'olio di oliva invece risulta essere,fra i tre, l'unico alimento veramente salutare, in quanto i grassi vegetali in esso presenti non sono nè saturi, nè tantomeno idrogenati, si tratta di grassi polinsaturi, i quali contrariamente a quelli saturi e a quelli idrogenati, non sono nocivi, anzi sono amici della salute. Infatti i grassi polinsaturi presenti nell'olio di oliva non innalzano il livello del colesterolo cattivo LDL e dei trigliceridi, quindi non favoriscono l'insorgenza di patologie gravi come arteriosclerosi, infarti e ictus. L'olio di oliva perciò è il condimento migliore dal punto di vista salutistico, tuttavia  chi non gradisce il suo sapore può optare per il burro, però questo va consumato con giudizio, dato che contiene grassi saturi, inoltre il burro va consumato a crudo, poichè cotto risulta indigesto e produce sostanze tossiche.

L'olio di oliva invece dato il suo elevato valore nutritivo, può essere consumato tranquillamente sia a crudo che cotto, è adatto, anzi raccomandato, infatti anche per la frittura, grazie ai suoi grassi polinsaturi riesce a combattere e a ridurre il colesterolo cattivo LDL e questo non è poco. L'olio di oliva è ricco di vit E e polifenoli, sostanze antiossidanti, inoltre contiene l'oleocantale, una sostanza che è un antinfiammatorio naturale. L'olio di oliva perciò può essere considerato un vero e proprio oro naturale, un dono prezioso che la natura ci offre.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

kety  Abate - vedi tutti gli articoli di kety  Abate


   
Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Vedi anche

Come preparare le polpettine al gorgonzola - domenica 15 settembre 2013
Le polpettine di patate al gorgonzola sono senza dubbio un cibo gustoso che può essere preparato da tutti, a basso costo e di sicuro successo. In questa guida aiuteremo quindi il letto a prepararle in modo da poter intrattenere i propri amici. ........

Marmellate dicembrine: ogni mese ci preserva una conserva - domenica 1 dicembre 2013
Non tutti sanno che ogni mese dell’anno ha la sua conserva di frutta e di verdura. Bene, il mese di Dicembre si prospetta come il mese ideale per preparare delle deliziose conserve di carciofi e confetture di banane, ma prima vediamo insieme qualche ........

Pancia gonfia? Ecco cosa mangiare per essere nuovamente in forma - martedì 16 aprile 2013

Pancia gonfia? Un problema con cui sono chiamati a fare i conti ogni giorno un gran numero di persone che oltre tutto non sanno come fare a liberarsi del  fastidio. Si, perché il fastidio è decisamente serio, visto che oltre ad un problema ........

Il cioccolato un amico della salute - sabato 27 aprile 2013

La salute e il cioccolato sono due facce della stessa medaglia, si potrebbe dire,  a condizione che  il cioccolato sia solo e rigorosamente fondente, cosa che non vale per il  cioccolato al latte, bianco o di qualsiasi altro ........

Le gallette di riso, un pericolo per la salute - sabato 8 giugno 2013

Le gallette di riso, o meglio tutti i cereali e i prodotti a base di riso, quindi il riso stesso, sono potenzialmente pericolosi per la salute. Il pericolo è rappresentato dall’arsenico che è presente in piccolissima parte, si tratta di microgrammi, ........

 

Ricetta del giorno
Torta di pere caramellate
Sbucciare le pere, tagliarle a metà e togliere il torsolo, quindi tagliarle a fette piuttosto spesse e bagnarle con il limone. Nel frattempo accendere ....


Articoli correlati

Tutto il buono delle conserve - venerdì 20 settembre 2013
Esiste un modo però che ci consente, di tanto in tanto, di godere anche in inverno degli odori e dei sapori tipici dell’estate. Si tratta delle famigerate conserve. Si può scegliere tra olio, sale, aceto, zucchero e spirito, tutti alimenti che ........

Pesce povero... ma bello - venerdì 25 ottobre 2013
Il pesce povero. Potassolo, Palamita, Boga, Musdea, Zerro, Soace… Alzi la mano chi è in grado di dire di prim’acchito di cosa stiamo parlando Di vini??!, azzarderà qualcuno… No, di pesce! Nei nostri mari si pescano ........

Cucina a bassa temperatura: la pazienza in cucina - venerdì 6 settembre 2013
Sono molte le tecniche culinarie che esistono oggi per preparare gli alimenti, sia in casa che al ristorante. Una delle più recenti è la cucina a bassa temperatura. Per un’alimentazione sana, la dieta non è sufficiente, in quanto è fondamentale ........

Alimentazione. Dimagrire mangiando bene - lunedì 14 gennaio 2013

L’alimentazione è una delle cose con cui bisogna fare i conti praticamente tutti i giorni, perché è una di quelle cose di cui non è possibile fare a meno. L’alimentazione, il mangiare tanto per intenderci, non è solo una questione di sopravvivenza, ........

Mangiare il pesce fa bene! - lunedì 23 settembre 2013
Esistono diversi tipi di pesce ed è diverso il loro grado di digeribilità: alcuni sono molti digeribili e adatti all'alimentazione di bambini e anziani(platessa, nasello, sogliola, trota), altri possono risultare meno digeribili(tonno, sgombro, ........

Ricetta del giorno
Casarecce con crema di porri e zucca
Lavare accuratamente i porri, eliminare buona parte dello stelo verde e tagliare poi a fette sottili. Se si vuole avere un sapore più intenso, affettare ....

 articolo Cucina
Burro, margarina e olio di oliva: le differenze freccelunedì 2 dicembre 2013 

Burro, margarina e olio di oliva sono alimenti molto noti dal punto di vista alimentare,alcuni in cucina fanno uso di tutti e tre, altri utilizzano solo due di questi altri soltanto uno;tra il burro, la margarina e l'olio di oliva vi sono enormi differenze, soprattutto per quanto riguarda il discorso salutistico. Iniziamo dalla margarina, solitamente per margarina s'intende quella tradizionale, ovvero quella idrogenata. La margarina idrogenata è composta da oli vegetali, solitamente di palma, i quali subiscono un processo chimico chiamato idrogenazione, il quale trasforma l'olio da sostanza liquida in sostanza solida, questa margarina è molto dannosa, in quanto contiene grassi detti trans di origine chimica, nocivi per la nostra salute.

La margarina non idrogenata invece non contiene questo tipo di grassi, in quanto l'olio vegetale in questo caso viene solidificato mediante un altro processo chiamato frazionamento, il quale non ricorre a sostanze chimiche, però tale procedimento estrae solo la parte satura dell'olio ed elimina quella insatura, ovvero quella benefica, perciò anche la margarina non idrogenata non è affatto salutare, poichè contiene grassi saturi, anche questi nocivi per la salute, come quelli idrogenati. Poi abbiamo il burro, anche il burro è composto da grassi saturi, di origine animale contrariamente a quelli presenti nella margarina non idrogenata, che sono vegetali, tuttavia il burro apporta qualche sostanza nutritiva come la vit D e il calcio, perciò è preferibile alla margarina, dato che quest'ultima non ha nessun valore nutritivo.

L'olio di oliva invece risulta essere,fra i tre, l'unico alimento veramente salutare, in quanto i grassi vegetali in esso presenti non sono nè saturi, nè tantomeno idrogenati, si tratta di grassi polinsaturi, i quali contrariamente a quelli saturi e a quelli idrogenati, non sono nocivi, anzi sono amici della salute. Infatti i grassi polinsaturi presenti nell'olio di oliva non innalzano il livello del colesterolo cattivo LDL e dei trigliceridi, quindi non favoriscono l'insorgenza di patologie gravi come arteriosclerosi, infarti e ictus. L'olio di oliva perciò è il condimento migliore dal punto di vista salutistico, tuttavia  chi non gradisce il suo sapore può optare per il burro, però questo va consumato con giudizio, dato che contiene grassi saturi, inoltre il burro va consumato a crudo, poichè cotto risulta indigesto e produce sostanze tossiche.

L'olio di oliva invece dato il suo elevato valore nutritivo, può essere consumato tranquillamente sia a crudo che cotto, è adatto, anzi raccomandato, infatti anche per la frittura, grazie ai suoi grassi polinsaturi riesce a combattere e a ridurre il colesterolo cattivo LDL e questo non è poco. L'olio di oliva è ricco di vit E e polifenoli, sostanze antiossidanti, inoltre contiene l'oleocantale, una sostanza che è un antinfiammatorio naturale. L'olio di oliva perciò può essere considerato un vero e proprio oro naturale, un dono prezioso che la natura ci offre.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

kety  Abate - vedi tutti gli articoli di kety  Abate





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: