articolo Cucina
Burro, margarina e olio di oliva: le differenze freccelunedì 2 dicembre 2013 


Burro, margarina e olio di oliva sono alimenti molto noti dal punto di vista alimentare,alcuni in cucina fanno uso di tutti e tre, altri utilizzano solo due di questi altri soltanto uno;tra il burro, la margarina e l'olio di oliva vi sono enormi differenze, soprattutto per quanto riguarda il discorso salutistico. Iniziamo dalla margarina, solitamente per margarina s'intende quella tradizionale, ovvero quella idrogenata. La margarina idrogenata è composta da oli vegetali, solitamente di palma, i quali subiscono un processo chimico chiamato idrogenazione, il quale trasforma l'olio da sostanza liquida in sostanza solida, questa margarina è molto dannosa, in quanto contiene grassi detti trans di origine chimica, nocivi per la nostra salute.

La margarina non idrogenata invece non contiene questo tipo di grassi, in quanto l'olio vegetale in questo caso viene solidificato mediante un altro processo chiamato frazionamento, il quale non ricorre a sostanze chimiche, però tale procedimento estrae solo la parte satura dell'olio ed elimina quella insatura, ovvero quella benefica, perciò anche la margarina non idrogenata non è affatto salutare, poichè contiene grassi saturi, anche questi nocivi per la salute, come quelli idrogenati. Poi abbiamo il burro, anche il burro è composto da grassi saturi, di origine animale contrariamente a quelli presenti nella margarina non idrogenata, che sono vegetali, tuttavia il burro apporta qualche sostanza nutritiva come la vit D e il calcio, perciò è preferibile alla margarina, dato che quest'ultima non ha nessun valore nutritivo.

L'olio di oliva invece risulta essere,fra i tre, l'unico alimento veramente salutare, in quanto i grassi vegetali in esso presenti non sono nè saturi, nè tantomeno idrogenati, si tratta di grassi polinsaturi, i quali contrariamente a quelli saturi e a quelli idrogenati, non sono nocivi, anzi sono amici della salute. Infatti i grassi polinsaturi presenti nell'olio di oliva non innalzano il livello del colesterolo cattivo LDL e dei trigliceridi, quindi non favoriscono l'insorgenza di patologie gravi come arteriosclerosi, infarti e ictus. L'olio di oliva perciò è il condimento migliore dal punto di vista salutistico, tuttavia  chi non gradisce il suo sapore può optare per il burro, però questo va consumato con giudizio, dato che contiene grassi saturi, inoltre il burro va consumato a crudo, poichè cotto risulta indigesto e produce sostanze tossiche.

L'olio di oliva invece dato il suo elevato valore nutritivo, può essere consumato tranquillamente sia a crudo che cotto, è adatto, anzi raccomandato, infatti anche per la frittura, grazie ai suoi grassi polinsaturi riesce a combattere e a ridurre il colesterolo cattivo LDL e questo non è poco. L'olio di oliva è ricco di vit E e polifenoli, sostanze antiossidanti, inoltre contiene l'oleocantale, una sostanza che è un antinfiammatorio naturale. L'olio di oliva perciò può essere considerato un vero e proprio oro naturale, un dono prezioso che la natura ci offre.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

kety  Abate - vedi tutti gli articoli di kety  Abate


   
Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Vedi anche

Le gallette di riso, un pericolo per la salute - sabato 8 giugno 2013

Le gallette di riso, o meglio tutti i cereali e i prodotti a base di riso, quindi il riso stesso, sono potenzialmente pericolosi per la salute. Il pericolo è rappresentato dall’arsenico che è presente in piccolissima parte, si tratta di microgrammi, ........

Come preparare i deliziosi panini hawaiani - giovedì 12 settembre 2013
Vi siete mai chiesti che tipo di panini vengono preparati sulle spiagge hawaiane? Sicuramente si, e se quindi amate panini particolari, provenienti da mete esotiche, non perdete l’occasione di assaporarne uno veramente stravagante, ........

Come cucinare un ragù di salsiccia - mercoledì 3 settembre 2014
Il ragù di salsiccia, conosciuto anche come ragù alla bolognese è la salsa di pomodoro più indicata per condire le pappardelle, le fettuccine o la pasta al forno. Il suo segreto, cioè ciò che ........

Cucina a bassa temperatura: la pazienza in cucina - venerdì 6 settembre 2013
Sono molte le tecniche culinarie che esistono oggi per preparare gli alimenti, sia in casa che al ristorante. Una delle più recenti è la cucina a bassa temperatura. Per un’alimentazione sana, la dieta non è sufficiente, in quanto è fondamentale ........

Cosa si deve mangiare per bruciare i grassi - giovedì 25 aprile 2013

Bruciare i grassi, per molti una necessità più che un desiderio, solo che il più delle volte si sceglie la strada sbagliata, perché ci si affida a diete estreme che, pur dando di risultati in molti casi, possono tuttavia rappresentare un pericolo ........

 

Ricetta del giorno
Frullato di mirtilli
Mettere in un frullatore i mirtilli, il latte di riso(va bene anche quello di mandorle), la mezza banana e frullare per qualche minuto, fin quando si ....


Articoli correlati

Una corretta dieta vegetariana - lunedì 11 novembre 2013
Una corretta dieta vegetariana deve garantire all’organismo, attraverso l’assunzione quotidiana di frutta e verdure di stagione, un apporto equilibrato di vitamine e fibre, che rinforzano e depurano il nostro organismo allo stesso tempo, nonché ........

Cucina a bassa temperatura: la pazienza in cucina - venerdì 6 settembre 2013
Sono molte le tecniche culinarie che esistono oggi per preparare gli alimenti, sia in casa che al ristorante. Una delle più recenti è la cucina a bassa temperatura. Per un’alimentazione sana, la dieta non è sufficiente, in quanto è fondamentale ........

Menù Etnico – i cibi di Atlantide – parte 3 - lunedì 2 settembre 2013
Tsike mi disse che la parte successiva era per lui la più piacevole; il primo vero e proprio cibo di Atlantide. Quando me lo comunicò mi era già venuto un certo languorino, quindi veder preparare questi tortini di mais, carne e verdure, fu una ........

Cosa si deve mangiare per bruciare i grassi - giovedì 25 aprile 2013

Bruciare i grassi, per molti una necessità più che un desiderio, solo che il più delle volte si sceglie la strada sbagliata, perché ci si affida a diete estreme che, pur dando di risultati in molti casi, possono tuttavia rappresentare un pericolo ........

La magia delle noci - venerdì 6 dicembre 2013
Le noci sono un frutto molto salutare, in quanto contengono molte sostanze benefiche per il nostro organismo che agiscono sia internamente, che esternamente in modo positivo; le noci sono state oggetto di studio e si è scoperto che esse contengono ........

Ricetta del giorno
Biscotti al limone
Lavorate il burro (tenendone da parte un cucchiaio che occorrerà in seguito) ammorbidito con lo zucchero e la buccia di limone grattuggiata; quando saranno ....

 articolo Cucina
Burro, margarina e olio di oliva: le differenze freccelunedì 2 dicembre 2013 

Burro, margarina e olio di oliva sono alimenti molto noti dal punto di vista alimentare,alcuni in cucina fanno uso di tutti e tre, altri utilizzano solo due di questi altri soltanto uno;tra il burro, la margarina e l'olio di oliva vi sono enormi differenze, soprattutto per quanto riguarda il discorso salutistico. Iniziamo dalla margarina, solitamente per margarina s'intende quella tradizionale, ovvero quella idrogenata. La margarina idrogenata è composta da oli vegetali, solitamente di palma, i quali subiscono un processo chimico chiamato idrogenazione, il quale trasforma l'olio da sostanza liquida in sostanza solida, questa margarina è molto dannosa, in quanto contiene grassi detti trans di origine chimica, nocivi per la nostra salute.

La margarina non idrogenata invece non contiene questo tipo di grassi, in quanto l'olio vegetale in questo caso viene solidificato mediante un altro processo chiamato frazionamento, il quale non ricorre a sostanze chimiche, però tale procedimento estrae solo la parte satura dell'olio ed elimina quella insatura, ovvero quella benefica, perciò anche la margarina non idrogenata non è affatto salutare, poichè contiene grassi saturi, anche questi nocivi per la salute, come quelli idrogenati. Poi abbiamo il burro, anche il burro è composto da grassi saturi, di origine animale contrariamente a quelli presenti nella margarina non idrogenata, che sono vegetali, tuttavia il burro apporta qualche sostanza nutritiva come la vit D e il calcio, perciò è preferibile alla margarina, dato che quest'ultima non ha nessun valore nutritivo.

L'olio di oliva invece risulta essere,fra i tre, l'unico alimento veramente salutare, in quanto i grassi vegetali in esso presenti non sono nè saturi, nè tantomeno idrogenati, si tratta di grassi polinsaturi, i quali contrariamente a quelli saturi e a quelli idrogenati, non sono nocivi, anzi sono amici della salute. Infatti i grassi polinsaturi presenti nell'olio di oliva non innalzano il livello del colesterolo cattivo LDL e dei trigliceridi, quindi non favoriscono l'insorgenza di patologie gravi come arteriosclerosi, infarti e ictus. L'olio di oliva perciò è il condimento migliore dal punto di vista salutistico, tuttavia  chi non gradisce il suo sapore può optare per il burro, però questo va consumato con giudizio, dato che contiene grassi saturi, inoltre il burro va consumato a crudo, poichè cotto risulta indigesto e produce sostanze tossiche.

L'olio di oliva invece dato il suo elevato valore nutritivo, può essere consumato tranquillamente sia a crudo che cotto, è adatto, anzi raccomandato, infatti anche per la frittura, grazie ai suoi grassi polinsaturi riesce a combattere e a ridurre il colesterolo cattivo LDL e questo non è poco. L'olio di oliva è ricco di vit E e polifenoli, sostanze antiossidanti, inoltre contiene l'oleocantale, una sostanza che è un antinfiammatorio naturale. L'olio di oliva perciò può essere considerato un vero e proprio oro naturale, un dono prezioso che la natura ci offre.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

kety  Abate - vedi tutti gli articoli di kety  Abate





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: