articolo Cucina
Grassi idrogenati: cosa sono e come evitarli freccegiovedì 28 novembre 2013 


I grassi idrogenati sono dei grassi assolutamente nocivi per la nostra salute, in quanto frutto di una manipolazione chimica chiamata appunto idrogenazione; in pratica si prende un olio vegetale, solitamente economico, e lo si sottopone a tale processo trasformandolo dallo stato liquido allo stato solido, creando così i grassi idrogenati, molto utilizzati dalle industrie alimentari per la preparazione di prodotti confezionati a lunga conservazione. I grassi idrogenati sono perciò dei grassi non naturali, ma frutto di un procedimento chimico, quindi pericolosi per la nostra salute ed essendo molto econimici, li ritroviamo un pò dappertutto, cioè in molti alimenti che consumiamo quotidianamente, la funzione di questi grassi consiste nel rendere gli alimenti più morbidi e gustosi.

I grassi idrogenati inoltre sempre grazie al fatto di essere economici vengono utilizzati anche nei fast food, per fare le fritture, gli hamburger ecc. I grassi idrogenati a lungo andare provocano dei seri danni al nostro organismo, in quanto aumentano il colesterolo cattivo LDL e i trigliceridi, provocando l'insorgenza di gravi patologie quali l'arteriosclerosi, ictus e infarti. Non è assolutamente facile riconoscere i grassi idrogenati, perchè si nascondono in alimenti a volte insospettabili. L'esempio di grassi idrogenati più comune è la margarina, la quale da olio vegetale liquido, solitamente di palma, viene trasformato in una materia solida simile al burro, però a differenza di quest'ultimo, la margarina non è naturale, ma è di origine chimica, il burro invece è naturale al 100%.

I grassi idrogenati li ritroviamo un pò dappertutto, soprattutto nei dolci industriali, quali biscotti, merendine snack, creme al cioccolato, gelati, perciò leggere sempre bene le etichette prima di fare acquisti. Ma non solo, i grassi idrogenati sono presenti anche nelle patatine fritte, hamburger, hot dog, insomma in tutto ciò che troviamo nei fast food. I grassi idrogenati sono presenti anche nei dadi da brodo, patatine in busta, pizze e focacce confezionate, insomma in tutto ciò che è industriale e confezionato. I grassi idrogenati non solo sono nocivi e provocano malattie, ma sono anche privi di valore nutrizionale, cioè non apportano nessuna sostanza benefica al nostro organismo, perciò sono soltanto dannosi e di conseguenza è opportuno eliminarli dalla nostra alimentazione, o almeno ridurne drasticamente il consumo.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

kety  Abate - vedi tutti gli articoli di kety  Abate


   
Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Vedi anche

Come cucinare un ragù di salsiccia - mercoledì 3 settembre 2014
Il ragù di salsiccia, conosciuto anche come ragù alla bolognese è la salsa di pomodoro più indicata per condire le pappardelle, le fettuccine o la pasta al forno. Il suo segreto, cioè ciò che ........

Come cucinare velocemente, sano e con gusto - domenica 1 settembre 2013
Non serve essere un grande chef per sapere come cucinare velocemente, sano e con gusto nel poco tempo che spesso ci rimane tra lavoro e tempo libero. Bastano poche buone, facili regole da seguire, senza stravolgere la nostra vita quotidiana ma ........

Conoscere la cucina etnica - giovedì 26 settembre 2013
I cultori della buona cucina amano degustare piatti tradizionali provenienti da terre lontane, dove gli ingredienti hanno odori e sapori diversi dai nostri e dove, la cucina internazionale diventa motivo di grande attenzione. La cucina è una componente ........

Il computer e la cucina - giovedì 5 settembre 2013
Un confronto tra il PC e la nostra cucina, tra il serio e il faceto… Il disco rigido. Immaginate il frigorifero, i cassetti e gli sportelli di cucina. Si tratta di ambiti in cui memorizzare i vostri pranzi, gli avanzi, il latte, le carni, gli ........

Lo zenzero: brucia i grassi e preserva la salute - giovedì 29 maggio 2014
Lo zenzero (Zingiber officinale Roscoe) è una spezia ricavata da una pianta di origine orientale, più precisamente asiatica, arrivata nel nostro Continente in epoca romana e, sin da allora, usata per le molteplici proprietà delle sue radici, utilizzate ........

 

Ricetta del giorno
Torta sabbiata
Imburrare abbondantemente il foglio di alluminio, spolverizzarlo con un po’ di farina e foderare la tortiera. Mettere il restante burro, che deve essere ....


Articoli correlati

Gli alimenti ricchi di sali minerali - sabato 7 giugno 2014
La dieta, quando equilibrata, consente di assumere il giusto quantitativo di sali minerali, che sono essenziali per tutelare la nostra salute. Cibi ed alimenti ne contengono, infatti, una buona percentuale, basta solo ricordare che nella cottura ........

Come cucinare i funghi porcini: deliziose ricette - mercoledì 3 settembre 2014
La raccolta e la preparazione dei funghi porcini vede nell'Autunno il suo mese ideale, perché il clima mite e non troppo afoso e le piogge che si susseguono fanno proliferare nel sottobosco i funghi che sono così pronti per essere colti ed hanno ........

Come reimpiegare il pane secco - lunedì 4 novembre 2013
Il pane se non si mangia fresco diventa stantio e dopo pochi giorni ammuffisce e molti sono quindi soliti buttarlo tra i rifiuti. Pensando che gran parte della popolazione mondiale muore di fame e soprattutto che il pane costa e di questi tempi ........

Mangiare il pane di segale - domenica 13 ottobre 2013
Mangiare il pane di segale rappresenta un alimentazione sana e equilibrata, soprattutto per chi non riesce al pane, il suo consumo si rivela veramente ottimo. Infatti è ottimo per inzupparlo nei sughi, per metterci su la marmellata ma anche da ........

Il lievito madre - venerdì 27 settembre 2013
Il lievito madre è il lievito naturale per eccellenza. Sicuramente ne avrete sentito parlare data la sua recente riscoperta in ambito culinario. Riuscire a prepararlo in casa vi permetterà di realizzare prodotti da forno dolci o salati di ogni ........

Ricetta del giorno
Arrosto al latte
Passate il pezzo di carne nella farina, in modo da spolverizzarlo leggermente, poi adagiatelo in una casseruola in 40 grammi di burro caldo e fatelo rosolare ....
Articoli redazionali

Il cioccolato diventa arte da Antica Cioccolateria napoletana - lunedì 11 novembre 2013

« Alla fine, Charlie Bucket aveva ottenuto una fabbrica di cioccolato. Ma Willy Wonka aveva ottenuto una cosa anche migliore: una famiglia. E una cosa era assolutamente certa: la vita non era mai stata più dolce. » : questa ........


 articolo Cucina
Grassi idrogenati: cosa sono e come evitarli freccegiovedì 28 novembre 2013 

I grassi idrogenati sono dei grassi assolutamente nocivi per la nostra salute, in quanto frutto di una manipolazione chimica chiamata appunto idrogenazione; in pratica si prende un olio vegetale, solitamente economico, e lo si sottopone a tale processo trasformandolo dallo stato liquido allo stato solido, creando così i grassi idrogenati, molto utilizzati dalle industrie alimentari per la preparazione di prodotti confezionati a lunga conservazione. I grassi idrogenati sono perciò dei grassi non naturali, ma frutto di un procedimento chimico, quindi pericolosi per la nostra salute ed essendo molto econimici, li ritroviamo un pò dappertutto, cioè in molti alimenti che consumiamo quotidianamente, la funzione di questi grassi consiste nel rendere gli alimenti più morbidi e gustosi.

I grassi idrogenati inoltre sempre grazie al fatto di essere economici vengono utilizzati anche nei fast food, per fare le fritture, gli hamburger ecc. I grassi idrogenati a lungo andare provocano dei seri danni al nostro organismo, in quanto aumentano il colesterolo cattivo LDL e i trigliceridi, provocando l'insorgenza di gravi patologie quali l'arteriosclerosi, ictus e infarti. Non è assolutamente facile riconoscere i grassi idrogenati, perchè si nascondono in alimenti a volte insospettabili. L'esempio di grassi idrogenati più comune è la margarina, la quale da olio vegetale liquido, solitamente di palma, viene trasformato in una materia solida simile al burro, però a differenza di quest'ultimo, la margarina non è naturale, ma è di origine chimica, il burro invece è naturale al 100%.

I grassi idrogenati li ritroviamo un pò dappertutto, soprattutto nei dolci industriali, quali biscotti, merendine snack, creme al cioccolato, gelati, perciò leggere sempre bene le etichette prima di fare acquisti. Ma non solo, i grassi idrogenati sono presenti anche nelle patatine fritte, hamburger, hot dog, insomma in tutto ciò che troviamo nei fast food. I grassi idrogenati sono presenti anche nei dadi da brodo, patatine in busta, pizze e focacce confezionate, insomma in tutto ciò che è industriale e confezionato. I grassi idrogenati non solo sono nocivi e provocano malattie, ma sono anche privi di valore nutrizionale, cioè non apportano nessuna sostanza benefica al nostro organismo, perciò sono soltanto dannosi e di conseguenza è opportuno eliminarli dalla nostra alimentazione, o almeno ridurne drasticamente il consumo.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

kety  Abate - vedi tutti gli articoli di kety  Abate





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: