articolo Cucina
Il miele: anche un ottimo antibiotico naturale freccevenerdì 8 novembre 2013 


Il miele è un alimento prodotto dal lavoro intenso delle api. La base di partenza per la produzione del miele è il nettare che le api estraggono dai fiori e il miele è un alimento prezioso e noto sin dall'antichità per le sue proprietà benefiche, i greci lo consideravano il cibo degli degli dei, in quanto ritenuto sinonimo di longevità, dal momento che è fonte di energia. Il miele è composto da zuccheri semplici: fruttosio e glucosio, vitamine, sali minerali e sostanze antibatteriche, che ne fanno un vero e proprio antibiotico naturale.

Il miele produce nell'organiscmo vari effetti benefici, perciò è un toccasana per la nostra salute. Esso innazitutto ha un'azione decongestionante e calmante della tosse, inoltre è ottimo per curare il mal di gola, grazie alle sue proprietà antibatteriche, per aumentare il suo effetto si può preparare un infuso a base di cannella e limone, anch'essi dotati di virtù antibatteriche, con aggiunta di miele. Esistono vari tipi di miele. Esiste il miele multifiori, il cui nettare è estratto non da una sola tipologia di fiore, ma da svariati tipi di fiori, diversi l'uno dall'altro. Poi abbiamo il miele di tiglio, ottimo per combattere l'insonnia e l'eccitazione nervosa, tanto è vero che si consiglia di sciogliere due cucchiai di miele di tiglio in una tazza d'acqua calda per sfruttare meglio le sue proprietà rilassanti.

Questo tipo di miele ha un colore che varia dall'ambra, quando è allo stato liquido, fino al beige,  quando si è cristallizzato, il miele di tiglio viene consumato con il parmigiano e il pecorino. Esiste poi il miele di timo e di eucalipto, utili in caso di infezioni respiratorie e in caso di tosse, esso è ottimo nel latte caldo, in quanto dotato di virtù emolienti e mucolitiche, il colore di questi due tipi id miele è l'ambrato. Poi abbiamo il miele di agrumi,  di un colore molto chiaro, che deriva dal nettare dei fiori dell'arancio, del limone e del bergamotto, per questo motivo ha un profumo che evoca i fiori d'arancio, esso è dotato di proprietà antispasmodiche e sedatiche, solitamente viene consumato a tavola con il caciocavallo.

Abbiamo il miele d'acacia, che è in assoluto il più dolce, in quanto contiene un'elevata percentuale di zuccheri, maggiore rispetto agli altri tipi di miele, ed  è adatto per preparare confetture e dolci. Poi abbiamo il miele di rosmarino adatto per le insufficienze epatiche e infine il miele di castagno, un vero ricostituente, molto apprezzato se aggiunto allo yogurth per la preparzione di dolci a base di creme e di panna. In generale il miele, contenendo piccole quantità di sostanze amare, riesce a favorire la digestione, in quanto aumenta la secrezione dei succhi gastrici e nel contempo ha un'azione protettiva nei confronti della mucosa gastrica e duodenale, perciò in presenza di ulcere, favorisce la loro cicatrizzazione.

Il miele indubbiamente è da preferire al saccarosio, ovvero al comune zucchero, in quanto a parità di peso è meno calorico e poi, contrariamente a questo, contiene vitamine e minerali che stimolano le nostre difese immunitarie, utili per la prevenzione dei malanni da raffreddamento. Nonostante la concentrazione di glucosio e di fruttosio sia minore rispetto allo zucchero, il miele non è molto adatto ai diabetici e a chi segue un regime alimentare a basso contenuto calorico, in quanto  alza la glicemia e fa ingrassare, quindi va consumato nelle giuste dosi. L'ideale è assumerlo al mattino a colazione, quando il nostro corpo ha un metabolismo più rapido e perciò ha bisogno di maggior energia.

Il miele non viene impiegato solo per scopi alimentari e terapeutici, quindi per uso interno, ma anche per uso esterno, nel campo cosmetico, esso infatti è un alleato della bellezza. Il miele viene impiegato per la creazione di creme, sia per il viso ,che per il corpo,ma anche per prodotti per la pulizia del viso, come il latte detergente. Insomma il miele è un prezioso dono che la natura ci offre, grazie al lavoro instancabile delle api.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

kety  Abate - vedi tutti gli articoli di kety  Abate


   
Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Vedi anche

Tutti matti per la pizza! - lunedì 23 settembre 2013
La storia della pizza è lunga e complicata. Già nell'antichità esisteva una variante simile alla pizza, cioè delle focacce, più o meno appiattite, alle quali venivano aggiunti svariati tipi di condimenti. Questi pani di forma piatta provenivano ........

I vegetariani vivono più a lungo dei carnivori - domenica 30 giugno 2013

I vegetariani vivono più a lungo di coloro che mangiano anche la carne.  È quanto emerge dai risultati di una ricerca della Loma Linda University in California che ha osservato per un certo periodo di tempo, circa sei anni, oltre ........

L'olio di cocco: pregi e difetti - mercoledì 4 dicembre 2013
L'olio di cocco è un olio vegetale che viene estratto dalla polpa essicata della noce di cocco, detta anche copra, l'olio di cocco per anni è stato sottovalutato per il suo elevato tenore di grassi saturi, esattamente come il burro, infatti l'olio ........

Panna vegetale e panna tradizionale: le differenze - martedì 17 dicembre 2013

La panna vegetale, come la margarina, è uno dei tanti alimenti vegetali che sono stati creati come alternativa ai grassi di origine animale, perciò molti avranno sicuramente pensato che i grassi di origine vegetale siano migliori di quelli ........

Alimentazione. Dimagrire mangiando bene - lunedì 14 gennaio 2013

L’alimentazione è una delle cose con cui bisogna fare i conti praticamente tutti i giorni, perché è una di quelle cose di cui non è possibile fare a meno. L’alimentazione, il mangiare tanto per intenderci, non è solo una questione di sopravvivenza, ........

 

Ricetta del giorno
Banane flambées
Fare tostare per dieci minuti le mandorle in forno caldo e quindi tritarle minutamente. Dopo aver sbucciato le banane, tagliarle a metà nel senso della ....


Articoli correlati

Gli aromi che fanno la differenza! - martedì 24 settembre 2013
Nel convento di Rupertsberg, in Germania, la monaca Hildegarde von Bingen (1099-1179) descrive circa 200 piante medicinali di uso corrente, quali, il cumino, il finocchio, la menta il rosmarino, la salvia, la ruta. Sono tante, poco conosciute ........

Lo zenzero: brucia i grassi e preserva la salute - giovedì 29 maggio 2014
Lo zenzero (Zingiber officinale Roscoe) è una spezia ricavata da una pianta di origine orientale, più precisamente asiatica, arrivata nel nostro Continente in epoca romana e, sin da allora, usata per le molteplici proprietà delle sue radici, utilizzate ........

Il lievito madre - venerdì 27 settembre 2013
Il lievito madre è il lievito naturale per eccellenza. Sicuramente ne avrete sentito parlare data la sua recente riscoperta in ambito culinario. Riuscire a prepararlo in casa vi permetterà di realizzare prodotti da forno dolci o salati di ogni ........

Conoscere la cucina etnica - giovedì 26 settembre 2013
I cultori della buona cucina amano degustare piatti tradizionali provenienti da terre lontane, dove gli ingredienti hanno odori e sapori diversi dai nostri e dove, la cucina internazionale diventa motivo di grande attenzione. La cucina è una componente ........

Primavera alle porte: gli alimenti rivitalizzanti - domenica 16 marzo 2014
La primavera è ormai alle porte ed è, quindi, tempo di raccogliere le nostre energie e di prepararci ad affrontare il cambio di stagione. Un valido aiuto ci arriva dalle nostre amiche api e dai loro prodotti: miele, polline e pappa reale. Sono ........

Ricetta del giorno
Involtini di verza con riso integrale e seitan
Per preparare il riso.
Mettete l'olio e gli aromi in una pentola completamente in acciaio, che non presenti alcuna parte né in plastica, né in ....
Articoli redazionali

Il cioccolato diventa arte da Antica Cioccolateria napoletana - lunedì 11 novembre 2013

« Alla fine, Charlie Bucket aveva ottenuto una fabbrica di cioccolato. Ma Willy Wonka aveva ottenuto una cosa anche migliore: una famiglia. E una cosa era assolutamente certa: la vita non era mai stata più dolce. » : questa ........


 articolo Cucina
Il miele: anche un ottimo antibiotico naturale freccevenerdì 8 novembre 2013 

Il miele è un alimento prodotto dal lavoro intenso delle api. La base di partenza per la produzione del miele è il nettare che le api estraggono dai fiori e il miele è un alimento prezioso e noto sin dall'antichità per le sue proprietà benefiche, i greci lo consideravano il cibo degli degli dei, in quanto ritenuto sinonimo di longevità, dal momento che è fonte di energia. Il miele è composto da zuccheri semplici: fruttosio e glucosio, vitamine, sali minerali e sostanze antibatteriche, che ne fanno un vero e proprio antibiotico naturale.

Il miele produce nell'organiscmo vari effetti benefici, perciò è un toccasana per la nostra salute. Esso innazitutto ha un'azione decongestionante e calmante della tosse, inoltre è ottimo per curare il mal di gola, grazie alle sue proprietà antibatteriche, per aumentare il suo effetto si può preparare un infuso a base di cannella e limone, anch'essi dotati di virtù antibatteriche, con aggiunta di miele. Esistono vari tipi di miele. Esiste il miele multifiori, il cui nettare è estratto non da una sola tipologia di fiore, ma da svariati tipi di fiori, diversi l'uno dall'altro. Poi abbiamo il miele di tiglio, ottimo per combattere l'insonnia e l'eccitazione nervosa, tanto è vero che si consiglia di sciogliere due cucchiai di miele di tiglio in una tazza d'acqua calda per sfruttare meglio le sue proprietà rilassanti.

Questo tipo di miele ha un colore che varia dall'ambra, quando è allo stato liquido, fino al beige,  quando si è cristallizzato, il miele di tiglio viene consumato con il parmigiano e il pecorino. Esiste poi il miele di timo e di eucalipto, utili in caso di infezioni respiratorie e in caso di tosse, esso è ottimo nel latte caldo, in quanto dotato di virtù emolienti e mucolitiche, il colore di questi due tipi id miele è l'ambrato. Poi abbiamo il miele di agrumi,  di un colore molto chiaro, che deriva dal nettare dei fiori dell'arancio, del limone e del bergamotto, per questo motivo ha un profumo che evoca i fiori d'arancio, esso è dotato di proprietà antispasmodiche e sedatiche, solitamente viene consumato a tavola con il caciocavallo.

Abbiamo il miele d'acacia, che è in assoluto il più dolce, in quanto contiene un'elevata percentuale di zuccheri, maggiore rispetto agli altri tipi di miele, ed  è adatto per preparare confetture e dolci. Poi abbiamo il miele di rosmarino adatto per le insufficienze epatiche e infine il miele di castagno, un vero ricostituente, molto apprezzato se aggiunto allo yogurth per la preparzione di dolci a base di creme e di panna. In generale il miele, contenendo piccole quantità di sostanze amare, riesce a favorire la digestione, in quanto aumenta la secrezione dei succhi gastrici e nel contempo ha un'azione protettiva nei confronti della mucosa gastrica e duodenale, perciò in presenza di ulcere, favorisce la loro cicatrizzazione.

Il miele indubbiamente è da preferire al saccarosio, ovvero al comune zucchero, in quanto a parità di peso è meno calorico e poi, contrariamente a questo, contiene vitamine e minerali che stimolano le nostre difese immunitarie, utili per la prevenzione dei malanni da raffreddamento. Nonostante la concentrazione di glucosio e di fruttosio sia minore rispetto allo zucchero, il miele non è molto adatto ai diabetici e a chi segue un regime alimentare a basso contenuto calorico, in quanto  alza la glicemia e fa ingrassare, quindi va consumato nelle giuste dosi. L'ideale è assumerlo al mattino a colazione, quando il nostro corpo ha un metabolismo più rapido e perciò ha bisogno di maggior energia.

Il miele non viene impiegato solo per scopi alimentari e terapeutici, quindi per uso interno, ma anche per uso esterno, nel campo cosmetico, esso infatti è un alleato della bellezza. Il miele viene impiegato per la creazione di creme, sia per il viso ,che per il corpo,ma anche per prodotti per la pulizia del viso, come il latte detergente. Insomma il miele è un prezioso dono che la natura ci offre, grazie al lavoro instancabile delle api.
©  RIPRODUZIONE RISERVATA

kety  Abate - vedi tutti gli articoli di kety  Abate





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: