piante grasse succulente Cephalocereus
 

Cephalocereus, genere di 48 specie di piante succulente, diffuse nelle zone dll'America comprese tra la Florida e il Brasile. La specie descritta adatta alla coltivazione in serra o in appartamento, tuttavia pu essere tenuta all'aperto nelle zone pi calde dell'Italia meridionale.
Si coltiva in vasi da 20-30 cm, rempiti con un miscuglio sciolto formato da 2 parti di composta da vasi e 1 parte di ghiaia fine o sabbia grossolana. Si rinvasa gni anno in marzo-aprile. Si annaffia abbondantemente durante la primavera e l'estate, lasciando asciugare la superficie della composta tra un'annaffiatura e l'altra, mentre in inverno la composta deve essere quasi completamente asciutta. La temperatura minima invernale deve essere di 5 C. Col passare del tempo i peli perdono la loro colorazione argentea, per cui meglio, nella tarda primavera, tagliare la porzione apicale della pianta e rinvasarla, dopo che la superficie del taglio si perfettamenmte asciugata, 4-5 giorni.

Cephalocereus senilis: pianta originaria del Messico, alta fino a 12 m e del diametro di 40-50 cm, allo stato spontaneo mentre in vaso l'altezza , negli esemplari giovani, di 0,5-1 m e il diametro di 15-20 cm. Si tratta di una pianta colonnare, non ramificata, con numerose costolature e sottili spine gialle. Da ogni areola si formano, oltre alle spine, 20-30 peli bianco-argentei, lunghi fino a 12 cm, che ricoprono interamente la pianta. La fioritura avviene solo negli esemplari molto sviluppati, alti almeno 6 m e avviene di notte nella zona a picale con fiori color rosa.

Riproduzione:
si semina in aprile, alla temperatura di 20 C, in un miscuglio formato da 1 parte di composta da semi e 1 parte di sabbia. Si pu moltiplicare anche per talea, prelevando i germogli che solitamente si formano dopo il taglio della zona apicale della pianta, si fanno essiccare per qualche giorno e si piantano in una composta sabbiosa.
Esposizione:
Fioritura: