arbusti sempreverdi Piombŕggine (Plumbago)
Piombŕggine (Plumbago)

La Piombàggine (Plumbago) , originaria dell'Africa del Sud, Asia e Perù, comprende circa 10 specie ed è un arbusto o rampicante sempreverde, fiorifero, diffuso in tutti i continenti, fatta eccezione per l'Australia.
Le foglie sono oblunghe, spatulate o appuntite, liscie , di color verde pallido.
I fiori sono riuniti in infiorescenze a ombrella e le corolle sono formate da 5 petali e presentano calici pelosi; il colore è blu, violetto, rosa, porpora o bianco.
Si utilizza per roccaglie, muri, per bordura per le specie a portamento eretto e per la coltura in vaso.
La piantagione si esegue in ottobre o in febbraio-marzo, in normale terreno da giardino, fertile e di media compattezza, ben drenato, in posizione soleggiata. La Piombàggine si coltiva abbastanza facilmente, ma bisogna tener presente che teme il freddo e quindi, soprattutto nelle regioni settentrionali, è bene coltivarle in vaso che poi andrà messo al riparo durante l'inverno. Le annaffiature non devono mai essere troppo abbondanti ed è consigliabile, sia per le piante in piena terra che per quelle in vaso, di curare attentamente il drenaggio sistemando uno strato di ghisia sul fondo della buca d'impianto o del vaso, per evitare che l'eccessiva umidità possa danneggiare le radici. La pianta va potata energicamente alla fine dell'inverno o in autunno. Concimare regolarmente in autunno con concime minerale completo in granuli a lenta cessione e, da giugno a settembre, ogni 15 giorni con un concime minerale completo da sciogliere nell'acqua delle annaffiature.

Plumbago capensis: alta 2-4 metri, è specie rampicante che necessita di sostegni, ha foglie oblunghe verde chiaro e fiori tubolosi azzurro-cielo che sbocciano da aprile a ottobre.
Plumbago rosea: perenne, alta 0.8-1.2 m, ha portamento arbustivo, foglie oblungo ellittiche e fiori scarlatti riuniti in spighe lunghe 15-20 cm che sbocciano da giugno ad agosto.
Plumbago zeylanica: perenne, sarmentosa, con tralci lunghi anche 3 m, ha fiori bianchi che sbocciano da giugno ad agosto.
riproduzione: si esegue in autunno o primavera per talea o per divisione dei cespi nel tardo autunno.
esposizione:
fioritura: da giugno a ottobre a seconda della specie




Se ti č piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Alchemilla
La Alchemilla è una pianta erbacea perenne rustica, originaria dell'Europa, Italia, Asia settentrionale, Carpazi e Asia Minore che conta circa 250 specie. Quelle qui descritte hanno fogliame decisamente molto ........

Griselinia

Griselinia, genere di 6 specie di alberi o arbusti sempreverdi delicati, appartenenti alla famiglia delle Cornaceae. Le specie descritte sono adatte in particolar modo alla formazione di siepi nelle zone marittime a clima ........

Lamarckia

Lamarckia, genere comprendente una sola specie erbacea, annuale, diffusa allo stato spontaneo nei paesi del bacino del Mediterraneo. Puň essere utlizzata nelle bordure annuali e miste. Le infiorescenze possono essere seccate ........

Briza

Briza, genere di 20 specie di graminaceae rustiche, annuali e perenni. Sono coltivate per le pannocchie, molto ornamentali, formate da spighette perlacee o bruno-purpuree, pendenti; si possono impiegare nelle composizini ........


 

Ricetta del giorno
Arancini di riso alla siciliana
Fate lessare il riso in abbondante acqua salata, sgocciolatelo bene e ancora caldo mantecatelo con lo zafferano, il parmigiano grattugiato e due delle ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Phyteuma

Phyteuma, genere di 40 specie di piante erbacee perenni, rustiche, adatte per il giardino roccioso. Hanno infiorescenze dense, globose, formate da fiori tubolosi, minuscoli.
La specie Comosum si pianta all'aperto in marzo, ........

Kolkwitzia

Kolkwitzia, genere comprendente una sola specie arbustiva, a foglie decidue, rustica, con fiori molto ornamentali che sbocciano in estate.
Questi arbusti, la cui fioritura che avviene all'inizio dell'estate č particolarmente ........

Callirhoe

Callirhoe, genere di 10 specie di piante annuali e perenni, appartenenti alla famiglia delle Malvaceae. Quelle descritte sono adatte per il giardino roccioso, per le ripe e per le bordure e fioriscono per un lungo periodo. ........

Philodendron

Il Philodendron è una pianta sempreverde che annovera 275 specie, originaria dell'America meridionale, da serra o appartamento. Nella maggior parte dei casi sono piante rampicanti, vigorose, con radici aeree, ........

Olearia

Olearia, genere di 100 specie di arbusti fioriferi, sempreverdi, semirustici o delicati, appartenenti alla famiglia delle Compositae, adatti specialmente per i giardini posti in zone riparate a clima invernale non particolarmente ........


arbusti sempreverdi Piombŕggine (Plumbago)
Piombŕggine (Plumbago)

La Piombàggine (Plumbago) , originaria dell'Africa del Sud, Asia e Perù, comprende circa 10 specie ed è un arbusto o rampicante sempreverde, fiorifero, diffuso in tutti i continenti, fatta eccezione per l'Australia.
Le foglie sono oblunghe, spatulate o appuntite, liscie , di color verde pallido.
I fiori sono riuniti in infiorescenze a ombrella e le corolle sono formate da 5 petali e presentano calici pelosi; il colore è blu, violetto, rosa, porpora o bianco.
Si utilizza per roccaglie, muri, per bordura per le specie a portamento eretto e per la coltura in vaso.
La piantagione si esegue in ottobre o in febbraio-marzo, in normale terreno da giardino, fertile e di media compattezza, ben drenato, in posizione soleggiata. La Piombàggine si coltiva abbastanza facilmente, ma bisogna tener presente che teme il freddo e quindi, soprattutto nelle regioni settentrionali, è bene coltivarle in vaso che poi andrà messo al riparo durante l'inverno. Le annaffiature non devono mai essere troppo abbondanti ed è consigliabile, sia per le piante in piena terra che per quelle in vaso, di curare attentamente il drenaggio sistemando uno strato di ghisia sul fondo della buca d'impianto o del vaso, per evitare che l'eccessiva umidità possa danneggiare le radici. La pianta va potata energicamente alla fine dell'inverno o in autunno. Concimare regolarmente in autunno con concime minerale completo in granuli a lenta cessione e, da giugno a settembre, ogni 15 giorni con un concime minerale completo da sciogliere nell'acqua delle annaffiature.

Plumbago capensis: alta 2-4 metri, è specie rampicante che necessita di sostegni, ha foglie oblunghe verde chiaro e fiori tubolosi azzurro-cielo che sbocciano da aprile a ottobre.
Plumbago rosea: perenne, alta 0.8-1.2 m, ha portamento arbustivo, foglie oblungo ellittiche e fiori scarlatti riuniti in spighe lunghe 15-20 cm che sbocciano da giugno ad agosto.
Plumbago zeylanica: perenne, sarmentosa, con tralci lunghi anche 3 m, ha fiori bianchi che sbocciano da giugno ad agosto.

riproduzione: si esegue in autunno o primavera per talea o per divisione dei cespi nel tardo autunno.
esposizione:
fioritura: da giugno a ottobre a seconda della specie



Se ti č piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su