arbusti sempreverdi Lavānda (Lavandula)
Lavānda (Lavandula)

la Lavànda (Lavandula) , originaria del bacino del Mediterraneo, Isole Canarie e India, comprende circa 25 specie ed è un arbusto sempreverde, rustico.
Le foglie possono essere intere o composte, lineari, a margini lisci oppure dentellati profondamente, spesso coperte di peluria; il colore varia dal verde scuro al grigio-argento.
I fiori sono riuniti in spighe terminali e possono essere azzurri, viiola o lilla, intensamente profumati.
Si utilizza ber bordura, bordo misto, ciuffi isolati, decorazione di roccaglie, pendii e scarpate e per la coltura in cassette per la raccolta del fiore reciso.
Si pianta in primavera o autunno in terreno asciutto, argilloso, magro e ricco di calcio, in posizione soleggiata. La concimazione deve essere solo autunnale, a base di concime minerale completo in granuli da spargere al piede della pianta. Le annaffiature devono essere anch'esse molto contenute per evitare la formazione di marciume radicale. I fiori vanno racciolti di primo mattino, prima dell'apertura delle corolle. A fine fioritura si tagliano a livello del terreno tutti i fusti fioriferi. Alla fine dell'estate si cimano leggermente le piante, mentre in primavera si procede ad una potatura più energica per stimolare l'infoltimento della pianta e la crescita di nuovi rami sdalla base e per favorire anche una copiosa fioritura.

Lavandula latifolia: alta 30-60 cm, ha folgie allungate, quasi spatolate, grigio-argentee e fiori azzurro pallido, riuniti in spighe, che sbocciano in luglio-agosto.
Lavandula spica: alta 0.6-1.2 m, spontanea in Italia, ha foglie lineari grigio-argentee e fiori azzurro-grigio chiari, riuniti un spighe, che sbocciano da giugno a settembre.
Lavandula stoechas: alta 60-80 cm, ha foglie lineari grigio-verdi e fiori porpora scuro, riuniti in spighe, che sbocciano da aprile a luglio.
Lavandula vera: alta 60-80 cm, spontanea in Italia, ha foglie oblungo-lineari grigio-verdi e fiori azzurro-porpora, riuniti in spighe, che sbocciano da giugno a settembre.

riproduzione: si effettua per talea in agosto prelevando, dai germogli laterali non fioriferi, talee lunghe 8-10 cm e si mettono a radicare in contenitori con un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali. Le talee trascorreranno l'inverno in letto freddo e si metteranno poi a dimora in primavera. Si possono anche prelevare talee lunghe 15-20 cm in settembre, mettendole a radicare all'aperto direttamente a dimora.
esposizione:
fioritura: da giugno a settembre




Se ti č piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Achimenes

Achimenes, genere di 50 specie di piante originarie dell’America Centrale, coltivate nei nostri climi come piante da appartamento o da serra. Sono molto ornamentali grazie ai loro fiori a forma di calice, vivacemente colorati, ........

Iberis (Iberide)

Iberis (Iberide), genere di 30 specie di pianta annuali, rustiche e semirustiche e di piante suffruticose sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Cruciferae. Le specie annuali descritte sono adatte alle bordure ........

Cavolo (Broccolo)

Cavolo (Broccolo), piante erbacee appartenenti alla famiglia delle Crucifere, conosciute sin dall’antichitā come piante dalle proprietā ........

Piombāggine (Plumbago)
La Piombàggine (Plumbago) , originaria dell'Africa del Sud, Asia e Perù, comprende circa 10 specie ed è un arbusto o rampicante sempreverde, fiorifero, diffuso in tutti i continenti, fatta eccezione ........

Aithionema
L' Aethionema , originaria delle regioni Mediterranee, Libano, Turchia, Persia e Asia Minore, comprende circa 70 specie ed è una pianta erbacea perenne, rustica, a portamento espanso.
Le foglie sono ........

 

Ricetta del giorno
Spaghetti al pesto di rucola e pistacchi
Mettere a bollire l’acqua per la pasta, e una volta raggiunto il bollore, salarla e tuffarvi gli spaghetti, quindi rimettere il coperchio alla pentola ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Schizophragma

Schizophragma, genere di 8 specie di piante rampicanti, decidue, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Hydrangeaceae. Le specie descritte crescono rapidamente e si possono coltivare vicino ad un muro, su pergolati o ........

Veronica

Veronica, genere di 300 piante erbacee, annuali e perenni, rustiche e semirustiche, della famiglia delle Scrophulariaceae. Tra le specie descritte, perenni, rustiche, quelle a taglia bassa sono adatte per il giardino roccioso ........

Caltha

Caltha, genere di 20 specie di piante erbacee, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Ranuncolaceae, adatte per la coltivazione nei terreni paludosi o nelle acque poco profonde, ai margini degli stagni. La maggior parte ........

Aristolochia

Aristolochia, genere di 350 specie di piante erbacee o arbustive, perenni, sempreverdi o decidue, rustiche o delicate, appartenenti alla famiglia delle Aristolochiacee. Pianta rampicante, č molto adatta a ricoprire muri, ........



arbusti sempreverdi Lavānda (Lavandula)
Lavānda (Lavandula)

la Lavànda (Lavandula) , originaria del bacino del Mediterraneo, Isole Canarie e India, comprende circa 25 specie ed è un arbusto sempreverde, rustico.
Le foglie possono essere intere o composte, lineari, a margini lisci oppure dentellati profondamente, spesso coperte di peluria; il colore varia dal verde scuro al grigio-argento.
I fiori sono riuniti in spighe terminali e possono essere azzurri, viiola o lilla, intensamente profumati.
Si utilizza ber bordura, bordo misto, ciuffi isolati, decorazione di roccaglie, pendii e scarpate e per la coltura in cassette per la raccolta del fiore reciso.
Si pianta in primavera o autunno in terreno asciutto, argilloso, magro e ricco di calcio, in posizione soleggiata. La concimazione deve essere solo autunnale, a base di concime minerale completo in granuli da spargere al piede della pianta. Le annaffiature devono essere anch'esse molto contenute per evitare la formazione di marciume radicale. I fiori vanno racciolti di primo mattino, prima dell'apertura delle corolle. A fine fioritura si tagliano a livello del terreno tutti i fusti fioriferi. Alla fine dell'estate si cimano leggermente le piante, mentre in primavera si procede ad una potatura più energica per stimolare l'infoltimento della pianta e la crescita di nuovi rami sdalla base e per favorire anche una copiosa fioritura.

Lavandula latifolia: alta 30-60 cm, ha folgie allungate, quasi spatolate, grigio-argentee e fiori azzurro pallido, riuniti in spighe, che sbocciano in luglio-agosto.
Lavandula spica: alta 0.6-1.2 m, spontanea in Italia, ha foglie lineari grigio-argentee e fiori azzurro-grigio chiari, riuniti un spighe, che sbocciano da giugno a settembre.
Lavandula stoechas: alta 60-80 cm, ha foglie lineari grigio-verdi e fiori porpora scuro, riuniti in spighe, che sbocciano da aprile a luglio.
Lavandula vera: alta 60-80 cm, spontanea in Italia, ha foglie oblungo-lineari grigio-verdi e fiori azzurro-porpora, riuniti in spighe, che sbocciano da giugno a settembre.

riproduzione: si effettua per talea in agosto prelevando, dai germogli laterali non fioriferi, talee lunghe 8-10 cm e si mettono a radicare in contenitori con un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali. Le talee trascorreranno l'inverno in letto freddo e si metteranno poi a dimora in primavera. Si possono anche prelevare talee lunghe 15-20 cm in settembre, mettendole a radicare all'aperto direttamente a dimora.
esposizione:
fioritura: da giugno a settembre



Se ti č piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su