orto orto Aneto
Aneto

Aneto, pianta aromatica, erbacea, rustica, annuale, appartenente alla famiglia delle Ombrellifere, originaria dell’Europa mediterranea. Ha foglie verde-azzurro fortemente frastagliate e fiori di ombrelle giallo vivo di 5-8 cm di diametro. I piccoli frutti piatti e ovali sono simili a semi. Tutte le parti della pianta presentano un sapore simile a quello del finocchio, ma vengono utilizzati soprattutto i semi, o meglio i frutti, per l’aromatizzazione di salse e sottaceti. I frutti vengono raccolti in autunno, quando sono completamente maturi. Vengono talvolta impiegati anche nelle industrie di profumi e di liquori. L’aneto viene anche considerato pianta medicinale per le sue proprietà stomatiche e diuretiche.

L’aneto è una pianta mediterranea che non presenta particolari problemi di coltivazione. Perché si sviluppi rigoglioso è consigliabile un terreno abbastanza ricco, oltre che ben drenato e con buona esposizione. La distanza tra le piante è di circa 30 cm. Sono di grande utilità regolari zappature e annaffiature in caso di siccità.

Raccolta e conservazione: le foglie, utilizzate per guarnire e aromatizzare diversi piatti, è bene consumarle fresche dal momento che non conservano a lungo le loro proprietà aromatiche una volta raccolte. I frutti, invece, se ben essiccati e conservati in contenitori a tenuta d‘aria, durano a lungo. Questi vanno raccolti alla fine dell’estate e vanno lasciati seccare su carta fino a quando le infruttescenze non si rompono facilmente, liberando i singoli frutti.


riproduzione: si semina direttamente a dimora a spaglio o a file a partire da fine marzo, si risemina di frequente in modo da avere sempre piante fresche durante tutta la stagione. Le piante sono pronte dopo 3 mesi e mezzo dalla semina.
esposizione:
fioritura: estate




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 




Asphodelus (Asfodelo)

Asphodelus (Asfodelo), genere di 12 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Liliaceae, diffuse nel bacino del mediterraneo e nell’Asia occidentale. Crescono bene anche nei luoghi aridi ........

Parthenocissus (vite del Canada)

Parthenocissus, genere di 10 specie di piante rampicanti a foglie decidue, appartenenti alla famiglia delle Vitaceae, con foglie trilobate o divise in foglioline, viticci che terminano con uncini o ventose, e fiori riuniti ........

Perilla

Perilla, genere di 4-6 specie di piante erbacee annuali appartenenti alla famiglia delle Labiatae. La specie descritta ha fogliame molto ornamentale che, nel periodo estivo, contrasta con i colori vivaci dei fiori. Si può ........

Angelica

Angelica, pianta erbacea perenne, rustica, appartenente alla famiglia delle Ombrellifere, spontanea in Europa e in Asia. L’Angelica si pianta in marzo-aprile in terreni ricchi di sostanza organica, umidi, e in posizione ........

 

Ricetta del giorno
Biscotti al limone
Lavorate il burro (tenendone da parte un cucchiaio che occorrerà in seguito) ammorbidito con lo zucchero e la buccia di limone grattuggiata; quando saranno ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Heliotropium (Eliotropio)

Helitropium (Eliotropio), genere di 250 specie di piante erbacee, annuali, e arbustive, delicate o semirustiche, appartenenti alla famiglia delle Boraginaceae. Si coltivano solo alcune specie arbustive, tra cui la più comune ........

Euchèra (Heuchera)
L' Euchèra (Heuchera), originaria dell'America e del Nord Europa comprende circa 60 specie di cui solo una viene coltivata normalmente ed è una pianta erbacea perenne, rizomatosa. le foglie, sempreverdi, ........

Codiaeum (Croton)

Codiaeum (Croton), genere di 15 specie di arbusti ornamentali sempreverdi. La specie descritta è la sola largamente coltivata ed è una pianta dalle foglie ornamentali da coltivarsi in appartamento ........

Achillèa (Achillea)
La Achillèa (Achillea) è una pianta  in parte originaria e spontanea nel nostro Paese, altre provengono dall'Asia settentrionale, America del Nord e regioni montuose dell'Europa continentale, ........

Festuca

Festuca, genere di 80 specie di graminacee ornamentali, perenni, rustiche. Le specie descritte crescono bene sulle scarpate, al sole; sono molto ornamentali se vengono piantate fra le ericacee o altri cespugli di altezza ........


orto orto Aneto
Aneto

Aneto, pianta aromatica, erbacea, rustica, annuale, appartenente alla famiglia delle Ombrellifere, originaria dell’Europa mediterranea. Ha foglie verde-azzurro fortemente frastagliate e fiori di ombrelle giallo vivo di 5-8 cm di diametro. I piccoli frutti piatti e ovali sono simili a semi. Tutte le parti della pianta presentano un sapore simile a quello del finocchio, ma vengono utilizzati soprattutto i semi, o meglio i frutti, per l’aromatizzazione di salse e sottaceti. I frutti vengono raccolti in autunno, quando sono completamente maturi. Vengono talvolta impiegati anche nelle industrie di profumi e di liquori. L’aneto viene anche considerato pianta medicinale per le sue proprietà stomatiche e diuretiche.

L’aneto è una pianta mediterranea che non presenta particolari problemi di coltivazione. Perché si sviluppi rigoglioso è consigliabile un terreno abbastanza ricco, oltre che ben drenato e con buona esposizione. La distanza tra le piante è di circa 30 cm. Sono di grande utilità regolari zappature e annaffiature in caso di siccità.

Raccolta e conservazione: le foglie, utilizzate per guarnire e aromatizzare diversi piatti, è bene consumarle fresche dal momento che non conservano a lungo le loro proprietà aromatiche una volta raccolte. I frutti, invece, se ben essiccati e conservati in contenitori a tenuta d‘aria, durano a lungo. Questi vanno raccolti alla fine dell’estate e vanno lasciati seccare su carta fino a quando le infruttescenze non si rompono facilmente, liberando i singoli frutti.


riproduzione: si semina direttamente a dimora a spaglio o a file a partire da fine marzo, si risemina di frequente in modo da avere sempre piante fresche durante tutta la stagione. Le piante sono pronte dopo 3 mesi e mezzo dalla semina.
esposizione:
fioritura: estate



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su