rampicanti da fiore Chicchera rampicante (Cobaea)
Chicchera rampicante (Cobaea)

Chicchera rampicante (Cobaea), genere di 18 specie di piante perenni, rampicanti, appartenenti alla famiglia delle Polemoniacee, originarie dell’America Centrale e Meridionale. Sono piante semirustiche che vengono coltivate come annuali nelle zone a clima invernale rigido, mentre nelle regioni a clima mite possono essere trattate come perenni e diventare suffruticose, con la base dei rami legnosa e il fogliame persistente. Sono adatte per pergolati, graticci, su cui crescono rapidamente, con rami lunghi anche più di 10 m, dapprima verticalmente e poi espandendosi alla sommità. Hanno foglie alterne che si formano direttamente sui rami, di color verde più o meno intenso, composte da foglioline e munite di cirri ramificati. I fiori sono a forma di campanella, con una corolla lunga e campanulata e un calice verde, appiattito; sono portati da lunghi peduncoli e compaiono a profusione durante l’estate; generalmente sono di colore violetto vivace, con lunghi stami pendenti, bianchi, a volte seguiti da frutti ovali.

Si pianta in maggio-giugno, in terreno da giardino ben drenato e profondo. Essendo una pianta semirustica, richiede una esposizione molto soleggiata e riparata dai venti freddi. Va annaffiata frequentemente, in particolar modo in estate e nei terreni che si asciugano rapidamente. Se il terreno è povero, si può saltuariamente distribuire un fertilizzante liquido, seguendo le indicazioni presenti sulla confezione del prodotto, tenendo però conto che un substrato molto ricco e fertile provoca un eccessivo sviluppo di fogliame a discapito della fioritura.

In un clima adatto, la Chicchera rampicante può resistere alla stagione invernale e vivere per molti anni, tuttavia la fioritura non migliora col tempo e quindi potrebbe essere vantaggioso coltivarla come annuale, dal momento che si tratta di una pianta di rapida crescita. È necessario predisporre in tempo utile i supporti a cui la pianta si attaccherà crescendo: un pergolato, una griglia, oppure anche dei semplici fili di ferro predisposti attorno ad una finestra o ad una porta. Si può anche coltivare in vaso: può quindi anche essere trattata come pianta d’appartamento, dove vivrà per 2-3 anni.

Potatura. Solo le piante che vengono coltivate come perenni devono essere potate per controllarne la crescita. La potatura si effettua in settembre-ottobre o in marzo.

Parassiti animali. È facile che la Chicchera possa essere attaccata dal Ragnetto rosso. La pianta colpita ingiallisce dopo breve tempo e può morire; si combatte con acaricidi specifici. Gli afidi causano gravi danni ai germogli giovani, favoriscono la diffusione delle virosi e lo sviluppo delle fumaggini. Si combattono con trattamenti a base di nicotina o, nei casi più gravi, di Malathion.

Cobaea scadens: pianta originaria del Messico che può raggiungere anche i 12 m di altezza, è la specie più diffusa. Si tratta di un rampicante molto vigoroso, munito di viticci ramificati, simili a quelli del pisello, che si formano all’estremità dei piccioli fogliari permettendo alla pianta di attaccarsi ai sostegni da sola. Ha foglie pennate, composte da tre paia di foglioline, munite di cirri ramificati. Da luglio fino ad ottobre si ricopre di numerosissimi fiori violetti, lunghi 5-6 cm, con corolla a forma di campana e calice piatto, di colore verde giallastro. Tra le varietà, Alba a fiori bianco-verdastro; Variegata con fogliame variegato di giallo.


riproduzione: per seme in marzo-aprile, sotto vetro, alla temperatura di 18° C. I semi vanno messi singolarmente in vasi riempiti con una miscela di terriccio, sabbia e torba in parti uguali. Le piantine vanno poi ripicchettate e lasciate irrobustire all’aperto, prima di essere messe definitivamente a dimora.
esposizione:
fioritura: da luglio ad ottobre




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Phygelius

Phygelius, genere di 2 specie di piante suffruticose, semirustiche, sempreverdi, adatte per le zone a clima mite; nelle regioni più fredde devono essere piantate in posizioni protette. Sono ottime per le bordure e sopportano ........

Puschkinia

Puschkinia, genere di 2 specie di piante bulbose, piccole, rustiche, originarie delle zone comprese fra Asia Minore e Afghanistan. La specie descritta si coltiva all'aperto, nei prati, nel giardino roccioso, nelle bordure ........

Nandina

Nandina, genere di una sola specie di piante arbustive, sempreverdi, semirustiche, appartenenti alla famiglia delle Berberidaceae, simili al bambù.
Si pianta fra marzo e maggio in terreno fertile, ben drenato, in posizioni ........

Scilla

Scilla, genere di 90-10 specie di piante bulbose appartenenti alla famiglia delle Liliaceae, facili da coltivare. Le specie descritte sono adatte per il giardino roccioso e per i prati, e si possono coltivare anche in vaso, ........

Campis - Bignonia

Campis (Bignonia), genere di 2 specie  di arbusti rampicanti a foglie decidue di cui una è rustica e l'altra è delicata e non può essere coltivata all'aperto in Italia settentrionale, salvo che nella Riviera Ligure ........

 

Ricetta del giorno
Arancini di riso alla siciliana
Fate lessare il riso in abbondante acqua salata, sgocciolatelo bene e ancora caldo mantecatelo con lo zafferano, il parmigiano grattugiato e due delle ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Lapageria

Lapageria, genere formato da una sola specie di arbusti rampicanti, sempreverdi, semirustici, che si coltivano all’aperto in posizioni riparate, al coperto dai venti freddi e ben esposte, o in serra.
Non sopportano i ........

Eschscholzia (Escolzia)

Eschscholzia (Escolzia), genere di 10 specie di piante annuali e perenni, con fiori molto appariscenti, simili a quelli del Papavero, che tendono a chiudersi quando la temperatura si abbassa e quando il cielo è coperto. ........

Camellia (Camelia)

Camellia (Camelia), genere di 80 specie di alberi e arbusti sempreverdi, generalmente rustici, da coltivarsi sia in serra che all’aperto. Crescono bene in posizione protetta e in terreni privi di calcare, tendenzialmente ........

Koelreuteria

La Koelreuteria è un albero che comprende 8 specie, ha foglie decidue, ed è originaria dell'Asia Minore. Ha foglie molto ornamentali e fiori stellati e, a torto, non è molto diffuso nei ........

Polygonatum (Sigillo di Salomone)

Polygonatum (Sigillo di Salomone), genere di 50 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, adatte per le bordure nelle zone ombreggiate e per la produzione di fiori da taglio. Le specie di maggior dimensioni, facili da ........


rampicanti da fiore Chicchera rampicante (Cobaea)
Chicchera rampicante (Cobaea)

Chicchera rampicante (Cobaea), genere di 18 specie di piante perenni, rampicanti, appartenenti alla famiglia delle Polemoniacee, originarie dell’America Centrale e Meridionale. Sono piante semirustiche che vengono coltivate come annuali nelle zone a clima invernale rigido, mentre nelle regioni a clima mite possono essere trattate come perenni e diventare suffruticose, con la base dei rami legnosa e il fogliame persistente. Sono adatte per pergolati, graticci, su cui crescono rapidamente, con rami lunghi anche più di 10 m, dapprima verticalmente e poi espandendosi alla sommità. Hanno foglie alterne che si formano direttamente sui rami, di color verde più o meno intenso, composte da foglioline e munite di cirri ramificati. I fiori sono a forma di campanella, con una corolla lunga e campanulata e un calice verde, appiattito; sono portati da lunghi peduncoli e compaiono a profusione durante l’estate; generalmente sono di colore violetto vivace, con lunghi stami pendenti, bianchi, a volte seguiti da frutti ovali.

Si pianta in maggio-giugno, in terreno da giardino ben drenato e profondo. Essendo una pianta semirustica, richiede una esposizione molto soleggiata e riparata dai venti freddi. Va annaffiata frequentemente, in particolar modo in estate e nei terreni che si asciugano rapidamente. Se il terreno è povero, si può saltuariamente distribuire un fertilizzante liquido, seguendo le indicazioni presenti sulla confezione del prodotto, tenendo però conto che un substrato molto ricco e fertile provoca un eccessivo sviluppo di fogliame a discapito della fioritura.

In un clima adatto, la Chicchera rampicante può resistere alla stagione invernale e vivere per molti anni, tuttavia la fioritura non migliora col tempo e quindi potrebbe essere vantaggioso coltivarla come annuale, dal momento che si tratta di una pianta di rapida crescita. È necessario predisporre in tempo utile i supporti a cui la pianta si attaccherà crescendo: un pergolato, una griglia, oppure anche dei semplici fili di ferro predisposti attorno ad una finestra o ad una porta. Si può anche coltivare in vaso: può quindi anche essere trattata come pianta d’appartamento, dove vivrà per 2-3 anni.

Potatura. Solo le piante che vengono coltivate come perenni devono essere potate per controllarne la crescita. La potatura si effettua in settembre-ottobre o in marzo.

Parassiti animali. È facile che la Chicchera possa essere attaccata dal Ragnetto rosso. La pianta colpita ingiallisce dopo breve tempo e può morire; si combatte con acaricidi specifici. Gli afidi causano gravi danni ai germogli giovani, favoriscono la diffusione delle virosi e lo sviluppo delle fumaggini. Si combattono con trattamenti a base di nicotina o, nei casi più gravi, di Malathion.

Cobaea scadens: pianta originaria del Messico che può raggiungere anche i 12 m di altezza, è la specie più diffusa. Si tratta di un rampicante molto vigoroso, munito di viticci ramificati, simili a quelli del pisello, che si formano all’estremità dei piccioli fogliari permettendo alla pianta di attaccarsi ai sostegni da sola. Ha foglie pennate, composte da tre paia di foglioline, munite di cirri ramificati. Da luglio fino ad ottobre si ricopre di numerosissimi fiori violetti, lunghi 5-6 cm, con corolla a forma di campana e calice piatto, di colore verde giallastro. Tra le varietà, Alba a fiori bianco-verdastro; Variegata con fogliame variegato di giallo.


riproduzione: per seme in marzo-aprile, sotto vetro, alla temperatura di 18° C. I semi vanno messi singolarmente in vasi riempiti con una miscela di terriccio, sabbia e torba in parti uguali. Le piantine vanno poi ripicchettate e lasciate irrobustire all’aperto, prima di essere messe definitivamente a dimora.
esposizione:
fioritura: da luglio ad ottobre



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su