alberi a foglia caduca Albizza
Albizza

Albizza, genere di oltre 100 specie di alberi e arbusti ornamentali originari delle regioni temperate e tropicali dell’Asia e dell’America Centrale, appartenenti alla famiglia delle Mimosacee, dal fogliame leggero e dai fiori di colore bianco, rosa o giallo che sbocciano in estate. Sono piante poco rustiche e possono essere coltivate all’aperto solo nelle regioni a clima mite.

L’Albizza non richiede cure particolari, tuttavia essendo poco rustica è necessario riservarle esposizioni calde e soleggiate, anche se non troppo secche; può gelare durante i periodi più freddi. Predilige terreno acido, fertile e ben drenato. La messa a dimora si effettua da ottobre a marzo.

Potatura: non è indispensabile, tuttavia se si vogliono contenere le dimensioni della pianta è necessario spuntare i rami subito dopo la fioritura.

Albizza julibrissin: nota anche come Acacia Cinese o Julibrissin, originaria del Medio Oriente e dell’Africa subtropicale, alta 10 m e più. Si tratta della specie più coltivata nei nostri climi, essendo quella più resistente, produce in estate racemi di fiori rosa. 
Albizza lebbek: nota anche come ebano d’oriente, alta 30 m, ha infiorescenze simili a quelle della specie precedente, ma gialle.
Albizza lophantha: pianta originaria dell’Australia, alta 6 m. Non è specie rustica, per cui può essere coltivata solo al sud e nelle regioni più calde della penisola. I fiori sono riuniti in racemi giallastri di circa 6 cm di lunghezza.


riproduzione: Varia a seconda della specie. La moltiplicazione per seme è abbastanza semplice; le piantine germinate, una volta che avranno raggiunto una dimensione tale da poter essere maneggiate, vanno trapiantate in vasetti che andranno sistemati in serra per alcuni mesi, prima della definitiva messa a dimora all’aperto.
Si può anche moltiplicare par talea, prelevando rametti di circa 10 cm, muniti di una porzione di ramo portante, che andranno poi interrati in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali. La radicazione è lenta, ma non difficile.
esposizione:
fioritura: estate




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Malope

Malope, genere di 4 specie di piante erbacee annuali. La specie descritta è adatta per le bordure annuali e produce molti fiori che durano a lungo in acqua, dopo essere stati recisi.
Questa specie cresce particolarmente ........

Chlorophytum

Chlorophytum, genere di 215 specie di piante erbacee sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Liliaceae. La specie descritta è abbastanza facile da coltivare sia in serra che in appartamento e anche all’aperto nelle ........

Dicèntra (Dicentra)

La Dicèntra (Dicentra) , originaria dell'Asia occidentale, Himalaya e America del Nord, comprende circa 12 specie ed è una erbacea perenne rizomatosa alta da 15 a 80 cm.
Le foglie sono composte ........

Abèlia (Abelia)
L' Abèlia (Abelia) è originaria dell'Asia orientale, Messico, India e Australia, comprende una ventina di specie ed è un arbusto ornamentale, sempreverde, a forma di cespuglio che di solito non ........

Polianthes (Tuberosa)

Polianthes (Tuberosa), genere di 13 specie di piante perenni, bulbose, delicate, appartenenti alla famiglia delle Amaryllidaceae. La specie descritta è coltivata all’aperto nelle zone a clima mite, mentre nelle regioni più ........

 

Ricetta del giorno
Spaghetti aglio, olio, curcuma e pistacchi
Sgusciare i pistacchi, metterli sul tagliere e sminuzzarli con il coltello.
Intanto mettere a bollire l’acqua per la cottura della pasta. Una volta ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Grevillea
La Grevillea, genere di 90 specie di arbusti e alberelli sempreverdi, è originaria della Nuova Guinea della Nuova Caledonia. Le foglie sono alterne, aghiformi, intere o frastagliate, a seconda della specie.

Myrtus (Mirto)

Myrtus (Mirto), genere di 100 specie di arbusti e, raramente, di piccoli alberi sempreverdi, delicati e semirustici, con foglie aromatiche. I fiori, solitari, appiattiti, bianchi, con 5 petali e stami, prominenti, sbocciano ........

Centrànto (Centranthus)
Il Centrànto (Centranthus), originario del Sud Europa, bacino del Mediterraneo, Libano e Africa settentrionale, comprende circa 15 specie delle quali 4 spontaneee nel nostro Paese ed è un'erbacea perenne ........

Pleione

La Pleione , originaria del Tibet, Cina, Formosa, Nepal, India, comprende circa 10 specie ed è una orchidea terrestre o semiepifita, a foglie decidue, a fioritura abbondante e con pseudobulbilli che, allo ........

Drosanthemum

Drosanthemum, genere di 36 specie di piante succulente, originarie del Sud-Africa, appartenenti al grande gruppo dei Mesembryanthemum. Le specie descritte sono adatte per la coltivazione in serra e in appartamento, tuttavia, ........


alberi a foglia caduca Albizza
Albizza

Albizza, genere di oltre 100 specie di alberi e arbusti ornamentali originari delle regioni temperate e tropicali dell’Asia e dell’America Centrale, appartenenti alla famiglia delle Mimosacee, dal fogliame leggero e dai fiori di colore bianco, rosa o giallo che sbocciano in estate. Sono piante poco rustiche e possono essere coltivate all’aperto solo nelle regioni a clima mite.

L’Albizza non richiede cure particolari, tuttavia essendo poco rustica è necessario riservarle esposizioni calde e soleggiate, anche se non troppo secche; può gelare durante i periodi più freddi. Predilige terreno acido, fertile e ben drenato. La messa a dimora si effettua da ottobre a marzo.

Potatura: non è indispensabile, tuttavia se si vogliono contenere le dimensioni della pianta è necessario spuntare i rami subito dopo la fioritura.

Albizza julibrissin: nota anche come Acacia Cinese o Julibrissin, originaria del Medio Oriente e dell’Africa subtropicale, alta 10 m e più. Si tratta della specie più coltivata nei nostri climi, essendo quella più resistente, produce in estate racemi di fiori rosa. 
Albizza lebbek: nota anche come ebano d’oriente, alta 30 m, ha infiorescenze simili a quelle della specie precedente, ma gialle.
Albizza lophantha: pianta originaria dell’Australia, alta 6 m. Non è specie rustica, per cui può essere coltivata solo al sud e nelle regioni più calde della penisola. I fiori sono riuniti in racemi giallastri di circa 6 cm di lunghezza.


riproduzione: Varia a seconda della specie. La moltiplicazione per seme è abbastanza semplice; le piantine germinate, una volta che avranno raggiunto una dimensione tale da poter essere maneggiate, vanno trapiantate in vasetti che andranno sistemati in serra per alcuni mesi, prima della definitiva messa a dimora all’aperto.
Si può anche moltiplicare par talea, prelevando rametti di circa 10 cm, muniti di una porzione di ramo portante, che andranno poi interrati in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali. La radicazione è lenta, ma non difficile.

esposizione:
fioritura: estate



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su