piante da interni appartamento Allamanda
Allamanda

Allamanda, genere di 15 specie di piante arbustive e rampicanti sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Apocinacee, originarie delle zone tropicali dell’America. Si tratta di piante estremamente delicate, da coltivare in serra o appartamento, purché in atmosfera con un costante grado di umidità. Le Allamanda hanno grandi ed appariscenti fiori a imbuto, che le rendono particolarmente decorative ed eleganti, in particolar modo le specie rampicanti. Le piante necessitano di molto spazio per svilupparsi.

Le Allamanda si coltivano in vasi riempiti con un miscuglio di terriccio, terra di brughiera e terriccio di foglie a una temperatura minima di 13° C. Necessitano di molta acqua in estate, ma in inverno le annaffiature vanno ridotte al minimo. È possibile aggiungere della sabbia alla miscela di terra dei vasi per garantire un buon drenaggio, perché l’Allamanda soffre molto i ristagni idrici. Le piante vanno concimate ogni 10 giorni da maggio a settembre, e dopo la fioritura si riduce sia l’apporto d’acqua che il fertilizzante. Le specie rampicanti devono essere sostenute da fili metallici, mentre le arbustive necessitano di sostegni. Ogni anno si procede alla rinvasatura, in aprile, aumentando progressivamente il diametro del vaso, dato che l’apparato radicale e molto robusto e si sviluppa velocemente.

Potatura: per le specie rampicanti, si procede alla cimatura dei rami principali quando hanno raggiunto l’altezza desiderata. Le specie arbustive devono essere tagliate frequentemente, cimando i germogli alla lunghezza di 20-30 cm. In entrambe le specie in febbraio si accorciano i rami di un anno lasciando 1-2 nodi del vecchio legno.

Allamanda cathartica: pianta rampicante originaria dell’America meridionale, alta 3,5 m. Ha foglie lanceolate e fiori imbutiformi di colore giallo, più o meno intenso, a seconda delle varietà, che compaiono da giugno a settembre, e possono anche essere coltivate come arbusti. Tra le varietà si ricordano Grandiflora, con fiori giallo chiari; Hendersonii, dai fiori giallo arancio.
Allamanda neriifolia: si tratta di una specie arbustiva alta 1,5 m, dalle foglie lanceolate e fiori gialli, tubulosi, che sbocciano da giugno ad agosto.
Allamanda violacea: si tratta di una specie arbustiva dai fiori rosso-violacei.


riproduzione: per talea, che poi rappresenta il metodo dai migliori risultati. In aprile-maggio si prelevano talee di 7-8 cm dai rami laterali non fioriferi e si mettono a radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali alla temperatura di 21-24° C. Le talee radicate si rinvasano direttamente nel vaso di destinazione.
esposizione:
fioritura: da giugno a settembre a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Ortensia (Hydrangea)

L' Ortensia (Hydrangea) è un arbusto a cespuglio o rampicante  originario della Cina, Giappone, America ed ha foglie caduche di solito ovali più o meno allungate, con margini dentati di ........

Adiantum

Adiantum, genere comprendente circa 200 specie di felci, appartenenti alla famiglia delle Adiantacee, di cui la maggioranza sono originarie delle zone calde dell’America. Hanno un fogliame leggero e molto decorativo. Alcune ........

Podophyllum

Podophyllum, genere di 10 specie di erbacee perenni, rustiche, rizomatose, appartenenti alla famiglia delle Podophyllaceae. La  specie descritta è adatta alla coltivazione in terreni umidi e ricchi di sostanze organiche.
Si ........

Hippophae

Hippophae, genere di 3 specie di cespugli rustici, a foglie decidue, appartenenti alla famiglia delle Elaeagnaceae, coltivati soprattutto per le loro bacche molto ornamentali.
Si coltiva facilmente in qualsiasi terreno ........

Helenium (Elenio)
Helenium (Elenio): genere di 40 specie di piante erbacee, annuali e perenni, ristiche, a fioritura molto abbondante. Producono capolini molto durevoli, con disco globoso, prominente. Data la loro altezza e il fatto ........

 

Ricetta del giorno
Vellutata di barbabietole fredda
Lessare le barbabietole, dopo di che sbucciarle e metterle da parte. Lavare accuratamente il cetriolo, sbucciarlo e tagliarlo a dadino. Scottare i pomodori ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Erythrina (Albero corallo)

Erythrina (Albero corallo), genere di 100 specie di piante appartenenti alla famiglia delle Papilionaceae, erbacee, perenni e di alberi e arbusti a foglie decidue, delicati. Le specie descritte possono essere coltivate all’aperto ........

Cardiocrinum

Cardiocrinum, genere di 3 specie di piante perenni, bulbose, rustiche, affini al genere Lilium dal quale si differenziano per il fatto che i bulbi si esauriscono dopo la fioritura e le piante muoiono. Altra differenza è ........

Tagete (Tagetes)
Il Tagete (Tagetes) è un'erbacea annuale, talvolta perenne originaria dell'Americhe e comprende circa 30 specie.
Le foglie, pennate o suddivise in liobi, talvolta lenceolate, di color verde scuro, emanano ........

Pulsatilla

Pulsatilla, genere di 30 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, affini agli anemoni, adatte per il giardino roccioso; una volta attecchite, vivono a lungo. Le foglie profondamente divise e generalmente pelose, in autunno ........

Aràlia (Aralia)
L' Aràlia (Aralia), originaria dell'America del Nord, Australia, Asia, Giappone e kashmir, comprende circa 20 specie ed è una pianta arbustiva, a volte erbacea o nache arborea, talvolta con fusto spinoso. ........


piante da interni appartamento Allamanda
Allamanda

Allamanda, genere di 15 specie di piante arbustive e rampicanti sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Apocinacee, originarie delle zone tropicali dell’America. Si tratta di piante estremamente delicate, da coltivare in serra o appartamento, purché in atmosfera con un costante grado di umidità. Le Allamanda hanno grandi ed appariscenti fiori a imbuto, che le rendono particolarmente decorative ed eleganti, in particolar modo le specie rampicanti. Le piante necessitano di molto spazio per svilupparsi.

Le Allamanda si coltivano in vasi riempiti con un miscuglio di terriccio, terra di brughiera e terriccio di foglie a una temperatura minima di 13° C. Necessitano di molta acqua in estate, ma in inverno le annaffiature vanno ridotte al minimo. È possibile aggiungere della sabbia alla miscela di terra dei vasi per garantire un buon drenaggio, perché l’Allamanda soffre molto i ristagni idrici. Le piante vanno concimate ogni 10 giorni da maggio a settembre, e dopo la fioritura si riduce sia l’apporto d’acqua che il fertilizzante. Le specie rampicanti devono essere sostenute da fili metallici, mentre le arbustive necessitano di sostegni. Ogni anno si procede alla rinvasatura, in aprile, aumentando progressivamente il diametro del vaso, dato che l’apparato radicale e molto robusto e si sviluppa velocemente.

Potatura: per le specie rampicanti, si procede alla cimatura dei rami principali quando hanno raggiunto l’altezza desiderata. Le specie arbustive devono essere tagliate frequentemente, cimando i germogli alla lunghezza di 20-30 cm. In entrambe le specie in febbraio si accorciano i rami di un anno lasciando 1-2 nodi del vecchio legno.

Allamanda cathartica: pianta rampicante originaria dell’America meridionale, alta 3,5 m. Ha foglie lanceolate e fiori imbutiformi di colore giallo, più o meno intenso, a seconda delle varietà, che compaiono da giugno a settembre, e possono anche essere coltivate come arbusti. Tra le varietà si ricordano Grandiflora, con fiori giallo chiari; Hendersonii, dai fiori giallo arancio.
Allamanda neriifolia: si tratta di una specie arbustiva alta 1,5 m, dalle foglie lanceolate e fiori gialli, tubulosi, che sbocciano da giugno ad agosto.
Allamanda violacea: si tratta di una specie arbustiva dai fiori rosso-violacei.


riproduzione: per talea, che poi rappresenta il metodo dai migliori risultati. In aprile-maggio si prelevano talee di 7-8 cm dai rami laterali non fioriferi e si mettono a radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali alla temperatura di 21-24° C. Le talee radicate si rinvasano direttamente nel vaso di destinazione.
esposizione:
fioritura: da giugno a settembre a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su