piante da interni appartamento Acokanthera
Acokanthera

Acokanthera, genere comprendente numerose specie molto decorative da serra, appartenenti alla famiglia delle Apicinacee, originarie di diverse regioni dell’Africa, dove si sviluppano in frutici sempreverdi, a fiori bianchi e rosati; nelle nostre regioni viene coltivata come pianta da serra temperata. Ha tessuti vegetali altamente velenosi, tanto che la linfa lattiginosa veniva utilizzata per avvelenare le frecce.Si può considerare pianta da collezione, interessante per il suo fogliame, ma soprattutto per la sua fioritura profumata.
La pianta, coltivata in serra, necessita di un miscuglio di terriccio a reazione moderatamente acida, quindi composto per 2/3 di terra di brughiera e 1/3 di terriccio. Può venir coltivata all’aperto durante la bella stagione in luogo ben soleggiato, per esempio lungo un muro rivolto a mezzogiorno. In Sicilia la si coltiva regolarmente all’aperto tutto l’anno.
Durante la stagione invernale bisogna mantenere una temperatura di 10-15° C e diminuire le annaffiature per evitare rischi di marciume radicale. Man mano che avanza la stagione, si aumentano le somministrazioni d’acqua e si baderà s puntare i rami che si dovessero allungare in modo disordinato.

Acokanthera spectabilis: si tratta di una specie che raggiunge i 3 m di altezza nelle regioni d’origine, mentre in serra, coltivata in vaso, sfiora appena il metro. I fiori, bianchi e a forma di stella, simili a quelli del Gelsomino, compaiono in primavere a la fioritura si protrae per 3 settimane cui fa seguito la formazione di frutti simili ad una grossa oliva di colore cangiante con il progredire della maturazione, fino a diventare nero violacei.
Acokanthera venerata: simile alla precedente, ma dalle dimensioni più ridotte. Ha frutti, corteccia e linfa velenosi.


riproduzione: la talea è il metodo più utilizzato per la propagazione. Bisogna prelevare le talee in primavera dai giovani rami e sistemarle in un terriccio leggero, in serra o in cassone a letto caldo.
esposizione:
fioritura: primavera




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Lupìno (Lupinus)
Il Lupìno (Lupinus) è originario dell'America del Nord e Sud e del bacino del mediterraneo, comprende circa 300 specie ed è una erbacea perenne o annuale, talvolta arbustiva o semiarbustiva.

Phyllodoce

Phyllodoce, genere di 7 specie di piante suffruticose, sempreverdi, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Ericaceae, originarie delle zone montuose dell’emisfero settentrionale. Hanno foglie strette, verde scuro o chiaro, ........

Porro – Allium porrum

Porro, Allium porrum, pianta erbacea biennale, appartenente alla famiglia delle Gigliacee, ma coltivata come annuale, dal momento che se ne utilizzano la base del fusto e il bulbo che s’ingrossano alla fine del primo anno ........

Polemonium
Polemonium, genere di circa 50 specie di piante erbacee perenni, rustiche, facili da coltivare nelle bordure, nelle aiuole e in grandi gruppi nei prati. I fiori, campanulati, sono di colore variabile dall'azzurro ........

Pulmonaria
Pulmonaria, genere di 10 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, a crescita lenta, adatte per il giardino roccioso e per coprire il terreno nelle posizioni ombreggiate. In alcune specie le foglie sono macchiate ........

 

Ricetta del giorno
Frullato di mirtilli
Mettere in un frullatore i mirtilli, il latte di riso(va bene anche quello di mandorle), la mezza banana e frullare per qualche minuto, fin quando si ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Akebia

Akebia, genere di specie arbustive rampicanti, appartenenti alla famiglia delle Berberidacee, originarie dell’Asia orientale, con rami volubili, adatte per ricoprire muri e sostegni. Hanno una fioritura primaverile molto ........

Physostegia
La Physostegia è una pianta erbacea, rustica  perenne, originaria dell'America settentrionale, che comprende circa 15 specie e che ha fiori simili a quelli della Cocca di Leone, color rosa, malva ........

Crocosmia

La Crocosmia, originaria dell'Africa tropicale e meridionale, comprende 6 specie ed è una pianta bulbosa-tuberosa rustica e semirustica.
Le foglie sono ensiformi, a forma di spada, sono erette e di ........

Mentzelia

Mentzelia, genere di 70 specie di piante erbacee annuali, biennali e perenni, appartenenti alla famiglia delle Loasaceae. La specie descritta ha fiori molto appariscenti ed è adatta alla coltivazione nelle bordure annuali ........

Agapànto (Agapanthus)

L' Agapàant (Agapanthus), originaria del Capo di Buona Speranza e Africa australe, comprende una sola specie ed è una erbacea perenne, con radici tuberizzate, con fogliame molto fitto da cui si elevano lunghi e robusti ........


piante da interni appartamento Acokanthera
Acokanthera

Acokanthera, genere comprendente numerose specie molto decorative da serra, appartenenti alla famiglia delle Apicinacee, originarie di diverse regioni dell’Africa, dove si sviluppano in frutici sempreverdi, a fiori bianchi e rosati; nelle nostre regioni viene coltivata come pianta da serra temperata. Ha tessuti vegetali altamente velenosi, tanto che la linfa lattiginosa veniva utilizzata per avvelenare le frecce.Si può considerare pianta da collezione, interessante per il suo fogliame, ma soprattutto per la sua fioritura profumata.
La pianta, coltivata in serra, necessita di un miscuglio di terriccio a reazione moderatamente acida, quindi composto per 2/3 di terra di brughiera e 1/3 di terriccio. Può venir coltivata all’aperto durante la bella stagione in luogo ben soleggiato, per esempio lungo un muro rivolto a mezzogiorno. In Sicilia la si coltiva regolarmente all’aperto tutto l’anno.
Durante la stagione invernale bisogna mantenere una temperatura di 10-15° C e diminuire le annaffiature per evitare rischi di marciume radicale. Man mano che avanza la stagione, si aumentano le somministrazioni d’acqua e si baderà s puntare i rami che si dovessero allungare in modo disordinato.

Acokanthera spectabilis: si tratta di una specie che raggiunge i 3 m di altezza nelle regioni d’origine, mentre in serra, coltivata in vaso, sfiora appena il metro. I fiori, bianchi e a forma di stella, simili a quelli del Gelsomino, compaiono in primavere a la fioritura si protrae per 3 settimane cui fa seguito la formazione di frutti simili ad una grossa oliva di colore cangiante con il progredire della maturazione, fino a diventare nero violacei.
Acokanthera venerata: simile alla precedente, ma dalle dimensioni più ridotte. Ha frutti, corteccia e linfa velenosi.


riproduzione: la talea è il metodo più utilizzato per la propagazione. Bisogna prelevare le talee in primavera dai giovani rami e sistemarle in un terriccio leggero, in serra o in cassone a letto caldo.
esposizione:
fioritura: primavera



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su