erbacee bulbose Acidanthera
Acidanthera

Acidanthera, genere di 20 specie di piante bulbose molto decorative, appartenenti alla famiglie delle Iridacee, che assomigliano al gladiolo e all’Ixia. Sono originarie dei paesi tropicali dell’emisfero meridionale, in modo particolare del Sudafrica, sono semirustiche e delicate, e possono essere coltivate all’aperto solo nelle zone con clima temperato. Altrove vanno coltivate in serra, oppure all’arrivo della stagione autunnale bisogna togliere i bulbi dal terreno se coltivati all’aperto. Presenta uno stelo floreale lungo 50-60 cm, con 3-6 fiori a stella, gradevolmente profumati e adatti per essere recisi.
Crescono bene in quasi tutti i tipi di terreno purché ben drenato. In maggio si piantano i bulbi, in gruppi in una dozzina, a una profondità di 10 cm circa e in posizione soleggiata. Nelle zone a clima continentale si estirpano le piante prima dell’inizio delle gelate e si fanno seccare in un ambiente caldo e asciutto; in seguito si puliscono i bulbi dalle radici morte e si dividono quelli nuovi che si sono formati, i bulbilli, che andranno conservati ricoperti con un leggero strato di sabbia sempre in un locale asciutto e tiepido. Nelle zone a clima mite, invece, è possibile lasciare i bulbi interrati per anni.
In serra si piantano i bulbi in febbraio in vasi da 15 cm, riempiti con una miscela di torba, terriccio e sabbia in parti uguali, e ogni anno si rinvasano in febbraio-marzo. Le piante fioriranno a partire da luglio. Per ottenere una fioritura precoce in ottobre si piantano in vaso i bulbi in gruppi di 5-6 e in inverno si tengono al riparo in cassoni o serra fredda.

Parassiti animali: Le Acidanthera possono essere attaccate dalle Lumache e dai Tripidi. Le Lumache si nutrono con i germogli, le foglie e i fusti, lasciando sulle piante strisce di muco. Si combattono cospargendo il terreno di esche avvelenate. I Tripidi attaccano le foglie, i fiori e i bulbi, provocando deformazioni e la perdita della colo5razione nei fiori. Per prevenire la diffusione dei Tripidi è opportuno scegliere solo bulbi sani e, prima di piantarli, è necessario sterilizzarli in acqua a 45° C. Una volta tolti dal terreno, prima di metterli a riposo, i bulbi vanno disinfettati con un insetticida a base di lindano.
Parassiti vegetali: Le Acidanthera possono essere colpite dal Marciume molle e dal Marciume secco che attaccano i bulbi. Nel primo caso i bulbi vanno in putrefazione assumendo un colore scuro. Nel secondo caso si induriscono e si accartocciano.

Acidanthera bicolor: originaria dell’Abissinia, è la specie più diffusa e più rustica, in particolare la varietà Acidanthera Bicolor Murielae, detta gladiolo dell’Abissinia, alta 70-80 cm. Ha fiori a forma di stella, larghi 5 cm, profumati e di colore bianco con una macchia purpurea al centro. Compaiono da luglio ad settembre in numero di 5-7 per fusto. Le foglie sono lanceolate ed ensiformi.
Acidanthera equinoctalis: si tratta di una specie da serra fredda, alta circa mezzo metro, con steli che portano 6 fiori bianchi che sbocciano in novembre.
Acidanthera crispa: ha fiori bianco rosati. Sono particolarmente diffuse le varietà Grandiflora e Pectinata.


riproduzione: Moltiplicazione: quando le piante crescono in un terreno sufficientemente ricco, ogni bulbo produce ogni anno un altro bulbo che, piantato in marzo-aprile, produrrà una pianta in grado di fiorire nel giro di 2-3 anni.
esposizione:
fioritura: da luglio a settembre




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Inula

Inula, genere di 200 specie di piante erbacee perenni, rustiche, dai capolini molto appariscenti. Le specie descritte sono adatte per il giardino roccioso e le bordure.
Si piantano in autunno o in primavera in terreno ........

Eccremocarpus

Eccremocarpus, genere di 5 specie di piante rampicanti, sempreverdi, semirustiche adatte nelle regioni a clima mite a coprire pergolati e muri e per formare siepi.
Alla fine di maggio si piantano gruppi di 3 piantine ........

Carex

Carex: genere vastissimo, comprendente 1500-2000 specie appartenenti alla famiglia delle Cyperaceae, diffuse in tutti i continenti e in tutti gli ambienti. Dalle rive del mare alle zone montuose. Le specie descritte vengono ........

Arnebia

Arnebia, genere di 25 specie di piante erbacee perenni, annuali, rustiche o delicate, appartenenti alla famiglia delle Boraginaceae. Solitamente viene coltivata in giardino una sola specie, perenne, rustica, adatta al primo ........

Cuphea
La Cuphea, originaria del Messico, Perù e America centro-meridionale, comprende circa 250 specie ed è una erbacea perenne e annuale, suffruticosa, sempreverde che vegeta bene nelle regioni a clima mite, ........

 

Ricetta del giorno
Involtini di verza con riso integrale e seitan
Per preparare il riso.
Mettete l'olio e gli aromi in una pentola completamente in acciaio, che non presenti alcuna parte né in plastica, né in ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Tolmiea

Tolmiea, genere comprendente una sola specie perenne, sempreverde, rustica, appartenente alla famiglia delle Scrophulariaceae, che può essere coltivata in vaso o in piena terra. Ha la caratteristica di produrre piantine ........

Erythronium

Erythronium, genere di 25 specie di piante bulbose, rustiche. Le specie descritte hanno foglie lanceolate, spesso variegate o macchiate di grigio o marrone. I fiori, penduli, larghi 5-7 cm, con 6 tepali lanceolati, appuntiti, ........

Juncus (Giunco)

Juncus (Giunco), genere di 300 specie di piante acquatiche e da palude, appartenenti alla famiglia delle Juncaceae, al maggior parte delle quali priva di valore, ma le due specie descritte sono adatte per la coltivazione ........

Garrya

Garrya, genere di 18 specie di piante arbustive sempreverdi, rustiche o delicate. La specie descritta, dioica, si coltiva per le infiorescenze ad amento, pendule, molto ornamentali. Le piante maschili sono più decorative ........

Lamarckia

Lamarckia, genere comprendente una sola specie erbacea, annuale, diffusa allo stato spontaneo nei paesi del bacino del Mediterraneo. Può essere utlizzata nelle bordure annuali e miste. Le infiorescenze possono essere seccate ........


erbacee bulbose Acidanthera
Acidanthera

Acidanthera, genere di 20 specie di piante bulbose molto decorative, appartenenti alla famiglie delle Iridacee, che assomigliano al gladiolo e all’Ixia. Sono originarie dei paesi tropicali dell’emisfero meridionale, in modo particolare del Sudafrica, sono semirustiche e delicate, e possono essere coltivate all’aperto solo nelle zone con clima temperato. Altrove vanno coltivate in serra, oppure all’arrivo della stagione autunnale bisogna togliere i bulbi dal terreno se coltivati all’aperto. Presenta uno stelo floreale lungo 50-60 cm, con 3-6 fiori a stella, gradevolmente profumati e adatti per essere recisi.
Crescono bene in quasi tutti i tipi di terreno purché ben drenato. In maggio si piantano i bulbi, in gruppi in una dozzina, a una profondità di 10 cm circa e in posizione soleggiata. Nelle zone a clima continentale si estirpano le piante prima dell’inizio delle gelate e si fanno seccare in un ambiente caldo e asciutto; in seguito si puliscono i bulbi dalle radici morte e si dividono quelli nuovi che si sono formati, i bulbilli, che andranno conservati ricoperti con un leggero strato di sabbia sempre in un locale asciutto e tiepido. Nelle zone a clima mite, invece, è possibile lasciare i bulbi interrati per anni.
In serra si piantano i bulbi in febbraio in vasi da 15 cm, riempiti con una miscela di torba, terriccio e sabbia in parti uguali, e ogni anno si rinvasano in febbraio-marzo. Le piante fioriranno a partire da luglio. Per ottenere una fioritura precoce in ottobre si piantano in vaso i bulbi in gruppi di 5-6 e in inverno si tengono al riparo in cassoni o serra fredda.

Parassiti animali: Le Acidanthera possono essere attaccate dalle Lumache e dai Tripidi. Le Lumache si nutrono con i germogli, le foglie e i fusti, lasciando sulle piante strisce di muco. Si combattono cospargendo il terreno di esche avvelenate. I Tripidi attaccano le foglie, i fiori e i bulbi, provocando deformazioni e la perdita della colo5razione nei fiori. Per prevenire la diffusione dei Tripidi è opportuno scegliere solo bulbi sani e, prima di piantarli, è necessario sterilizzarli in acqua a 45° C. Una volta tolti dal terreno, prima di metterli a riposo, i bulbi vanno disinfettati con un insetticida a base di lindano.
Parassiti vegetali: Le Acidanthera possono essere colpite dal Marciume molle e dal Marciume secco che attaccano i bulbi. Nel primo caso i bulbi vanno in putrefazione assumendo un colore scuro. Nel secondo caso si induriscono e si accartocciano.

Acidanthera bicolor: originaria dell’Abissinia, è la specie più diffusa e più rustica, in particolare la varietà Acidanthera Bicolor Murielae, detta gladiolo dell’Abissinia, alta 70-80 cm. Ha fiori a forma di stella, larghi 5 cm, profumati e di colore bianco con una macchia purpurea al centro. Compaiono da luglio ad settembre in numero di 5-7 per fusto. Le foglie sono lanceolate ed ensiformi.
Acidanthera equinoctalis: si tratta di una specie da serra fredda, alta circa mezzo metro, con steli che portano 6 fiori bianchi che sbocciano in novembre.
Acidanthera crispa: ha fiori bianco rosati. Sono particolarmente diffuse le varietà Grandiflora e Pectinata.


riproduzione: Moltiplicazione: quando le piante crescono in un terreno sufficientemente ricco, ogni bulbo produce ogni anno un altro bulbo che, piantato in marzo-aprile, produrrà una pianta in grado di fiorire nel giro di 2-3 anni.
esposizione:
fioritura: da luglio a settembre



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su