conifere sempreverdi e decidue Juniperus (Ginepro)
Juniperus (Ginepro)

Juniperus (Ginepro), genere di 60 specie di alberi e arbusti sempreverdi appartenenti alla famiglia delle Cupressaceae, molto diffusi nell’emisfero settentrionale. Alcune specie hanno portamento colonnare o irregolare, altre invece sono espanse e prostrate. Le foglie sono di 2 tipi diversi, aghiformi le giovanili, lineari o squamiformi quando adulte. Talvolta sia le foglie giovanili che le adulte sono presenti sui germogli contemporaneamente, ma nella maggior parte delle specie compare un solo tipo di foglia. I galbuli sono carnosi, ovoidali, globulari, a forma di bacche, neri o grigio-azzurri.
I ginepri sono piante rustiche, a crescita lenta, e crescono bene anche nei terreni secchi e alcalini. Gli alberi a portamento colonnare si utilizzano come esemplari isolati, mentre i tipi nani ed espansi sono indicati per coprire il terreno.
I ginepri crescono bene in qualsiasi tipo di terreno da giardino ben drenato, in posizioni soleggiate o a mezz’ombra. Le varietà dai colori particolari crescono meglio in pieno sole. Si piantano in aprile, usando piantine alte 60-80 cm. Le annaffiature non devono essere frequenti, circa ogni decina di giorni, lasciando che il terreno resti asciutto per almeno un paio di giorni prima di annaffiare nuovamente.
Come ogni pianta, anche il Ginepro necessita di essere alimentato, quindi concimato. Si possono utilizzare i concimi a lenta cessione, quelli in granuli, concimazione da ripetere ogni 4 mesi cerca, scegliendo tra quelli ricchi di Azoto. Se invece si utilizza un concime liquido per piante verdi da sciogliere in acqua, dimezzando la quantità riportata sulla confezione del prodotto, questo va somministrato ogni decina di giorni.

Parassiti animali: le Cocciniglie causano fumaggini e disseccamento dei rametti.

Juniperus (Ginepro) chinensis: pianta originaria della Cina, Mongolia e Giappone, alta 6 m e più e del diametro di 1.5 m. Si tratta di una pianta dalla chioma conica, più o meno ristretta, e fusto dalla corteccia marrone, fibrosa. Il fogliame, opaco, verde scuro, è formato da foglie adulte piccole, a margini chiari, molto addensate, e da foglie giovanili più grandi, appiattite, sottili, pungenti, con due striature azzurre, riunite in numero di 3 in verticilli. I fiori sono insignificanti. Sulle piante femminili si formano galbuli (piccole bacche) blu-nerastri larghi 1-2 cm. Tante le varietà tra cui si ricordano Aurea, a crescita lenta e a portamento colonnare, con fogliame giallo chiaro se coltivata in posizione esposta alla luce; Keteleerii, a chioma conica, con solo foglie adulte di colore vivace. Tra le varietà nane si ricordano Blaauw, alta fino a 1.2 m e del diametro di 75 cm, a portamento eretto dalle foglie grigio-azzurre; Globosa, alta 1.2 m e di pari diametro, con portamento eretto, dalle foglie verde chiaro; Japonica, alta 80 cm e del diametro di 1.2 m, arbusto a portamento espanso, con foglie giovanili, spinose, e con 2-3 bacche erette; Pfitzeriana Aurea, a portamento maggiormente espanso, alta 1.5 m e del diametro superiore ai 2.5 m, con foglie giallo-oro in estate e giallo-verdi in autunno e all’inizio dell’inverno; Stricta, alta 1.5 m e del diametro di 60 cm, a chioma conica con foglie giovanili grigio-azzurre.
Juniperus communis (Ginepro comune): pianta originaria dell’Europa, Italia, Asia e America settentrionale, alta 3-6 m e del diametro di 2.3 m. Si tratta di un arbusto o piccolo albero con foglie sempre ti tipo giovanile, grigio-verdi inferiormente, con una striscia bianca sulla pagina superiore. I galbuli (piccole bacche), tondeggianti, sono verdi per circa un anno per poi diventare blu o neri, coperti da una efflorescenza biancastra.
Juniperus (Ginepro) horizontalis: pianta originaria delle regioni orientali dell’America settentrionale, alta fino a 30 cm e del diametro di 1.5-2 m e più. Si tratta di una specie a portamento prostrato, con foglie adulte verde-azzurre, strettamente sovrapposte. I lunghi tami principali si adagiano sul terreno e spesso ricadono. Tra le varietà si ricordano Douglasii, cn foglie sottili verde-azzurre, che diventano color porpora carico in autunno; Glauca, a portamento prostrato, con foglie verde-azzurro scuro.
Juniperus (Ginepro) procumbens: pianta originaria del Giappone. Si tratta di una specie prostrata, espansa, di cui si coltiva la varietà Nana, che forma un tappeto di foglie adulte, grigio-verdi, aghiformi, strettamente sovrapposte.
Juniperus (Ginepro) recurva: pianta originaria dell’Himalaya, Birmania e Cina, alta 5-6 m e del diametro di 3 m. Si tratta di un piccolo arbusto espanso o piccolo albero conico, ad apice espanso e foglie adulte grigio-verdi. Le foglie vecchie sono brune e restano sui germogli per alcuni anni. I galbuli (piccole bacche), lunghi 1-1.5 cm, maturano nel giro di due anni e diventano color porpora-nerastro.
Juniperus (Ginepro) rigida: pianta originaria del Giappone, Corea e Manciuria, alta 5 m o più e del diametro di 2 m o più. Si tratta di un piccolo albero piramidale, i cui rami secondari sono penduli, rivestiti da foglie aghiformi, giallo-verdi. I galbuli (piccole bacche) sono neri, larghi 1-1.5 cm.
Juniperus (Ginepro) sabina: pianta originaria dell’Europa meridionale, Italia e Asia, alta 4-6 m e del diametro di 2.5 m. Si tratta di un arbusto o piccolo albero a portamento variabile. Di questa specie si coltiva la varietà Tamariscifolia, alta 75 cm e del diametro di 1.5 m, a portamento espanso, con branche orizzontali. Le foglie, prevalentemente giovanili, sono bianche sulla pagina superiore.
Juniperus (Ginepro) squamata: pianta originaria dell’Asia, alta 60 cm e del diametro di 2 m. Si tratta di una specia variabile, a portamento prostrato, di scarso valore ornamentale, da cui hanno avuto origine dive4rse varietà da giardino Tra queste si ricorda Mayeri, alta 1.5 m e del diametro di 2-2.5 m, dalle foglie azzurro intenso.
Juniperus (Ginepro) virginiana: pianta originaria dell’America settentrionale, alta 15-25 m e del diametro di 5-8 m. Si tratta di un albero a chioma conica, dalle foglie verdi, più o meno chiare, talvolta sfumate di avorio. Tra le vaietà si ricordano Glauca a foglie azzurre; Globosa alta 1 m e di pari diametro, arbusto tondeggiante che non richiede potatura; Skyrocket, alta 2.5-3 m e del diametro di 15 cm, a portamento colonnare.


riproduzione: in settembre-ottobre si estraggono i semi dai galbuli maturi e si seminano immediatamente in vasi riempiti con un composto da semi, in cassone freddo. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si rinvasano in contenitori da 10 cm, riempiti con una composta da vasi, e si interrano all’aperto, dove resteranno per circa un paio d’anni prima della loro messa a dimora definitiva.
Le varietà con foglie di colori particolari devono essere moltiplicate vegetativamente altrimenti per seme si otterrebbero piante dalle caratteristiche diverse. In settembre-ottobre, si prelevano dai rami talee lunghe una decina di centimetri, meglio con una porzione di ramo portante, e si piantano in cassone freddo, in una composta di sabbia e torba in parti uguali. Quando le talee avranno radicato, si rinvasano e andranno trattate come le piantine ottenute da seme.
esposizione:
fioritura:




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Pilea

Pilea, genere di 400 specie di piante perenni, sempreverdi, delicate, appartenenti alla famiglia delle Urticaceae. Alcune specie, con fogliame molto ornamentale, sono adatte alla coltivazione in appartamento o in serra.
Si ........

Tolmiea

Tolmiea, genere comprendente una sola specie perenne, sempreverde, rustica, appartenente alla famiglia delle Scrophulariaceae, che può essere coltivata in vaso o in piena terra. Ha la caratteristica di produrre piantine ........

Liriodendron (albero dei tulipani)

Liriodendron (albero dei tulipani), genere di 2 specie di alberi maestosi, rustici, a foglie decidue. Le foglie, lobate, hanno apice allargato, a margine troncato o con una incavatura poco profonda. I fiori, simili a quelli ........

Thalia

Thalia, genere di 11 specie di piante originarie delle regioni temperato-calde e subtropicali dell’America settentrionale e dell’Africa, appartenenti alla famiglia delle Marantaceae. Si tratta di piante erbacee, rizomatose,  ........

Echinops (Echinopo)

Echinops (Echinopo), genere di 100 specie di piante erbacee perenni e biennali, rustiche, dai capolini sferici color metallo lucido, che possono essere recisi e seccati per le decorazioni invernali. Le specie perenni hanno ........

 

Ricetta del giorno
Frittelle di banane
Amalgamate in una terrina gli ingredienti per la pastella, ovvero 125 gr di farina, 2 dl di acqua tiepida, 5 cucchiai d'olio, 1 uovo e 1 pizzico di sale, ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Helxine

Helxine, genere comprendente una sola specie perenne, strisciante, semirustica, adatta per coprire il terreno. Può essere coltivata anche in appartamento o in serra fredda.
Si coltiva in tutti i terreni da giardino, in ........

Aloe
Aloe: genere di 275 specie di piante perenni originarie del Sud-Africa, coltivate principalmente per le loro rosette di foglie succulente. A prima vista queste piante possono assomigliare alla Agavi, ma a ........

Argemone

Argemone, genere di 10 specie di piante erbacee annuali e perenni, appartenenti alla famiglia delle Papaveraceae. Le piante descritte sono rustiche e vengono coltivate come annuali nelle bordure. Sono piante vigorose, con ........

Coleus

Coleus, genere di 150 specie di piante perenni, sempreverdi. Delle 2 specie descritte Coleus blumei, pur essendo perenne, si coltiva all'aperto come annuale in bordure, aiuole o anche in contenitori, mentre Coleus Thyrsoideus ........

Cavolo (Broccolo)

Cavolo (Broccolo), piante erbacee appartenenti alla famiglia delle Crucifere, conosciute sin dall’antichità come piante dalle proprietà ........


conifere sempreverdi e decidue Juniperus (Ginepro)
Juniperus (Ginepro)

Juniperus (Ginepro), genere di 60 specie di alberi e arbusti sempreverdi appartenenti alla famiglia delle Cupressaceae, molto diffusi nell’emisfero settentrionale. Alcune specie hanno portamento colonnare o irregolare, altre invece sono espanse e prostrate. Le foglie sono di 2 tipi diversi, aghiformi le giovanili, lineari o squamiformi quando adulte. Talvolta sia le foglie giovanili che le adulte sono presenti sui germogli contemporaneamente, ma nella maggior parte delle specie compare un solo tipo di foglia. I galbuli sono carnosi, ovoidali, globulari, a forma di bacche, neri o grigio-azzurri.
I ginepri sono piante rustiche, a crescita lenta, e crescono bene anche nei terreni secchi e alcalini. Gli alberi a portamento colonnare si utilizzano come esemplari isolati, mentre i tipi nani ed espansi sono indicati per coprire il terreno.
I ginepri crescono bene in qualsiasi tipo di terreno da giardino ben drenato, in posizioni soleggiate o a mezz’ombra. Le varietà dai colori particolari crescono meglio in pieno sole. Si piantano in aprile, usando piantine alte 60-80 cm. Le annaffiature non devono essere frequenti, circa ogni decina di giorni, lasciando che il terreno resti asciutto per almeno un paio di giorni prima di annaffiare nuovamente.
Come ogni pianta, anche il Ginepro necessita di essere alimentato, quindi concimato. Si possono utilizzare i concimi a lenta cessione, quelli in granuli, concimazione da ripetere ogni 4 mesi cerca, scegliendo tra quelli ricchi di Azoto. Se invece si utilizza un concime liquido per piante verdi da sciogliere in acqua, dimezzando la quantità riportata sulla confezione del prodotto, questo va somministrato ogni decina di giorni.

Parassiti animali: le Cocciniglie causano fumaggini e disseccamento dei rametti.

Juniperus (Ginepro) chinensis: pianta originaria della Cina, Mongolia e Giappone, alta 6 m e più e del diametro di 1.5 m. Si tratta di una pianta dalla chioma conica, più o meno ristretta, e fusto dalla corteccia marrone, fibrosa. Il fogliame, opaco, verde scuro, è formato da foglie adulte piccole, a margini chiari, molto addensate, e da foglie giovanili più grandi, appiattite, sottili, pungenti, con due striature azzurre, riunite in numero di 3 in verticilli. I fiori sono insignificanti. Sulle piante femminili si formano galbuli (piccole bacche) blu-nerastri larghi 1-2 cm. Tante le varietà tra cui si ricordano Aurea, a crescita lenta e a portamento colonnare, con fogliame giallo chiaro se coltivata in posizione esposta alla luce; Keteleerii, a chioma conica, con solo foglie adulte di colore vivace. Tra le varietà nane si ricordano Blaauw, alta fino a 1.2 m e del diametro di 75 cm, a portamento eretto dalle foglie grigio-azzurre; Globosa, alta 1.2 m e di pari diametro, con portamento eretto, dalle foglie verde chiaro; Japonica, alta 80 cm e del diametro di 1.2 m, arbusto a portamento espanso, con foglie giovanili, spinose, e con 2-3 bacche erette; Pfitzeriana Aurea, a portamento maggiormente espanso, alta 1.5 m e del diametro superiore ai 2.5 m, con foglie giallo-oro in estate e giallo-verdi in autunno e all’inizio dell’inverno; Stricta, alta 1.5 m e del diametro di 60 cm, a chioma conica con foglie giovanili grigio-azzurre.
Juniperus communis (Ginepro comune): pianta originaria dell’Europa, Italia, Asia e America settentrionale, alta 3-6 m e del diametro di 2.3 m. Si tratta di un arbusto o piccolo albero con foglie sempre ti tipo giovanile, grigio-verdi inferiormente, con una striscia bianca sulla pagina superiore. I galbuli (piccole bacche), tondeggianti, sono verdi per circa un anno per poi diventare blu o neri, coperti da una efflorescenza biancastra.
Juniperus (Ginepro) horizontalis: pianta originaria delle regioni orientali dell’America settentrionale, alta fino a 30 cm e del diametro di 1.5-2 m e più. Si tratta di una specie a portamento prostrato, con foglie adulte verde-azzurre, strettamente sovrapposte. I lunghi tami principali si adagiano sul terreno e spesso ricadono. Tra le varietà si ricordano Douglasii, cn foglie sottili verde-azzurre, che diventano color porpora carico in autunno; Glauca, a portamento prostrato, con foglie verde-azzurro scuro.
Juniperus (Ginepro) procumbens: pianta originaria del Giappone. Si tratta di una specie prostrata, espansa, di cui si coltiva la varietà Nana, che forma un tappeto di foglie adulte, grigio-verdi, aghiformi, strettamente sovrapposte.
Juniperus (Ginepro) recurva: pianta originaria dell’Himalaya, Birmania e Cina, alta 5-6 m e del diametro di 3 m. Si tratta di un piccolo arbusto espanso o piccolo albero conico, ad apice espanso e foglie adulte grigio-verdi. Le foglie vecchie sono brune e restano sui germogli per alcuni anni. I galbuli (piccole bacche), lunghi 1-1.5 cm, maturano nel giro di due anni e diventano color porpora-nerastro.
Juniperus (Ginepro) rigida: pianta originaria del Giappone, Corea e Manciuria, alta 5 m o più e del diametro di 2 m o più. Si tratta di un piccolo albero piramidale, i cui rami secondari sono penduli, rivestiti da foglie aghiformi, giallo-verdi. I galbuli (piccole bacche) sono neri, larghi 1-1.5 cm.
Juniperus (Ginepro) sabina: pianta originaria dell’Europa meridionale, Italia e Asia, alta 4-6 m e del diametro di 2.5 m. Si tratta di un arbusto o piccolo albero a portamento variabile. Di questa specie si coltiva la varietà Tamariscifolia, alta 75 cm e del diametro di 1.5 m, a portamento espanso, con branche orizzontali. Le foglie, prevalentemente giovanili, sono bianche sulla pagina superiore.
Juniperus (Ginepro) squamata: pianta originaria dell’Asia, alta 60 cm e del diametro di 2 m. Si tratta di una specia variabile, a portamento prostrato, di scarso valore ornamentale, da cui hanno avuto origine dive4rse varietà da giardino Tra queste si ricorda Mayeri, alta 1.5 m e del diametro di 2-2.5 m, dalle foglie azzurro intenso.
Juniperus (Ginepro) virginiana: pianta originaria dell’America settentrionale, alta 15-25 m e del diametro di 5-8 m. Si tratta di un albero a chioma conica, dalle foglie verdi, più o meno chiare, talvolta sfumate di avorio. Tra le vaietà si ricordano Glauca a foglie azzurre; Globosa alta 1 m e di pari diametro, arbusto tondeggiante che non richiede potatura; Skyrocket, alta 2.5-3 m e del diametro di 15 cm, a portamento colonnare.


riproduzione: in settembre-ottobre si estraggono i semi dai galbuli maturi e si seminano immediatamente in vasi riempiti con un composto da semi, in cassone freddo. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si rinvasano in contenitori da 10 cm, riempiti con una composta da vasi, e si interrano all’aperto, dove resteranno per circa un paio d’anni prima della loro messa a dimora definitiva.
Le varietà con foglie di colori particolari devono essere moltiplicate vegetativamente altrimenti per seme si otterrebbero piante dalle caratteristiche diverse. In settembre-ottobre, si prelevano dai rami talee lunghe una decina di centimetri, meglio con una porzione di ramo portante, e si piantano in cassone freddo, in una composta di sabbia e torba in parti uguali. Quando le talee avranno radicato, si rinvasano e andranno trattate come le piantine ottenute da seme.

esposizione:
fioritura:



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su