erbacee bulbose Scilla
Scilla

Scilla, genere di 90-10 specie di piante bulbose appartenenti alla famiglia delle Liliaceae, facili da coltivare. Le specie descritte sono adatte per il giardino roccioso e per i prati, e si possono coltivare anche in vaso, in appartamento. Hanno foglie nastriformi, spesso lucide, e fiori azzurri.
Si coltivano in terreno umido ma ben drenato. I bulbi si piantano alla profondità di 5-8 cm, al sole o a mezz’ombra, alla fine dell’estate o in autunno e si lasciano indisturbati per alcuni anni.

Parassiti animali: le Anguillule dei Bulbi e dei Tuberi possono infestare i tessuti dei bulbi, favorendo la formazione di marciumi.
Parassiti vegetali: la Ruggine si presenta con la comparsa di macchie gialle, che poi si coprono di pustole pulverulenti brune.

Scilla bifolia: pianta originaria dell’Europa meridionale, Italia e Asia Minore, alta 10-20 cm, distanza tra le piante 7-8 cm. Si tratta di una pianta con 2-3 foglie lineari-lanceolate, che spuntano dal terreno nel tardo inverno o all’inizio della primavera, al cui centro, in marzo,  sbocciano i fiori, a forma di stella, azzurro intenso, talvolta rosa o bianchi, riuniti in racemi. Le foglie si sviluppano completamente dopo la fioritura.
Scilla hispanica: pianta originaria dell’Europa sud-occidentale e Italia, alta 30 cm, distanza tra le piante 10-15 cm. Si tratta di una pianta on foglie lineari-lanceolate e fiori azzurri, raramente rosa o bianchi,  tondeggianti o campanulati, pendenti, riuniti in racemi radi, che sbocciano in marzo-aprile.
Scilla monophylla: pianta originaria di Marocco, Spagna e Portogallo, alta 20-30 cm, distanza tra le piante 10-15 cm. Si tratta di una pianta dai fiori campanulati, azzurro vivo, lunghi 1-2 cm, riuniti in numero fino a 20 in racemi radi, che sbocciano in aprile-maggio.
Scilla nonscripta: pianta originaria dell’Europa e Italia, alta 30 cm, distanza tra le piante 10-15 cm. Si tratta di una pianta con foglie lineari-lanceolate, dapprima erette e poi ripiegate verso il basso, e con fiori azzurri, bianchi o rosa, campanulati, pendenti, riuniti in racemi unilaterali arcuati, che sbocciano in marzo-aprile.
Scilla peruviana: pianta originaria dell’Algeria e Italia, alta 20-30 cm, distanza tra le piante 15-20 cm. Si tratta di una pianta dalle foglie lanceolate, leggermente carnose, e dai fiori lilla o azzurri, lungamente peduncolati, riuniti in larghe infiorescenze coniche, che sbocciano in aprile-maggio.
Scilla sibirica: pianta originaria delle regioni centro-meridionali della Russia, alta fino a 15 cm, distanza tra le piante 10 cm.  Si tratta di una pianta il cui bulbo produce 3-4 fusti, ciascuno dei quali porta 2-5 fiori campanulati, azzurro vivo, lunghi 1-2 cm, che sbocciano in febbraio-marzo. Tra le varietà si ricordano Alba a fiori bianchi; Spring Beauty con fiori più scuri di quelli della specie tipica.
Scilla tubergeniana:  pianta originaria dell’Iran, alta 10-+20 cm, distanza tra le piante 10 cm. Si tratta di una pianta molto simile alla Sibirica, ma con fiori più chiari, striati, che sbocciano in febbraio-marzo.


riproduzione: si semina in setate, appena i semi sono maturi, in terrine riempite con una composta da semi, in cassone freddo o in serra. Alla fine del secondo anno si trapiantano le piantine in vivaio, in estate-autunno, durante il periodo di riposo della pianta. La fioritura avviene 3-5 anni dopo la semina.
Si possono riprodurre anche dai bulbilli, che comunque le Scille producono in numero limitato. Quando le piante diventano molto dense, si tolgono i bulbi dal terreno, si staccano i bulbilli laterali e si ripiantano. I nuovi bulbi produrranno fiori dopo 1-2 anni.
esposizione:
fioritura: tra febbraio e maggio a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Heracleum

Heracleum, genere di 70 specie di piante erbacee, perenni e biennali, rustiche. La specie descritta è grande, poco elegante, adatta ad essere coltivata nelle vicinanze di grandi stagni.
Si piantano fra ottobre e marzo, ........

Felicia
La Felicia, originaria del Sud Africa, comprende 60 specie ed è una erbacea perenne o annuale, sempreverde, semirustica e forma dei bassi cespi alti una quarantina di cm. ha foglie piccole, verdi e fiori simili a ........

Schizophragma

Schizophragma, genere di 8 specie di piante rampicanti, decidue, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Hydrangeaceae. Le specie descritte crescono rapidamente e si possono coltivare vicino ad un muro, su pergolati o ........

Pungitòpo (Ruscus)
Il Pungitòpo (Ruscus) , originario dell'Europa, madera, Caucaso e Persia, comprende 4 specie ed è un piccolo arbusto a fogliame persistente.
Le foglie sono ridotte a piccole squame, quelle comunemente ........

Cobaea

Cobaea, genere di 18 specie di piante perenni, rampicanti, semirustiche. La specie descritta è coltivata come annuale nelle zone in cui l'inverno è freddo, mentre può essere coltivata come perenne nelle zone a clima mite. ........

 

Ricetta del giorno
Spaghettini con zucchine e pomodorini
Portare ad ebollizione in una pentola 3,5 litri d’acqua, salare con sale grosso, e lessare gli spaghettini per 8 minuti.
Nel frattempo, lavare ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Bòcca di leòne (Antirrhinum)

La Bòcca di leòne (Antirrhinum) , originaria dell'Europa Meridionale e Nord Africa, comprende circa 40 specie di cui solo poche vengono comunemente coltivate, ed è una pianta erbacea rustica perenne, o annuale, ........

Chicchera rampicante (Cobaea)

Chicchera rampicante (Cobaea), genere di 18 specie di piante perenni, rampicanti, appartenenti alla famiglia delle Polemoniacee, originarie dell’America Centrale e Meridionale. Sono piante semirustiche che vengono coltivate ........

Crepis

Crepis, genere di 200 piante erbacee, annuali, biennali e perenni, rustiche. Le specie descritte sono adatte per il giardino roccioso o per il primo piano delle bordure.
Crescono bene in tutti i terreni ben drenati, inclusi ........

Jasminum (Gelsomino)

Jasminum (Gelsomino), genere di 300 specie di piante rampicanti e arbustive, a foglie sempreverdi e decidue, rustiche o delicate, appartenenti alla famiglia delle Oleaceae. Sono adatte per coprire il terreno nei giardini ........

Grevillea
La Grevillea, genere di 90 specie di arbusti e alberelli sempreverdi, è originaria della Nuova Guinea della Nuova Caledonia. Le foglie sono alterne, aghiformi, intere o frastagliate, a seconda della specie.


erbacee bulbose Scilla
Scilla

Scilla, genere di 90-10 specie di piante bulbose appartenenti alla famiglia delle Liliaceae, facili da coltivare. Le specie descritte sono adatte per il giardino roccioso e per i prati, e si possono coltivare anche in vaso, in appartamento. Hanno foglie nastriformi, spesso lucide, e fiori azzurri.
Si coltivano in terreno umido ma ben drenato. I bulbi si piantano alla profondità di 5-8 cm, al sole o a mezz’ombra, alla fine dell’estate o in autunno e si lasciano indisturbati per alcuni anni.

Parassiti animali: le Anguillule dei Bulbi e dei Tuberi possono infestare i tessuti dei bulbi, favorendo la formazione di marciumi.
Parassiti vegetali: la Ruggine si presenta con la comparsa di macchie gialle, che poi si coprono di pustole pulverulenti brune.

Scilla bifolia: pianta originaria dell’Europa meridionale, Italia e Asia Minore, alta 10-20 cm, distanza tra le piante 7-8 cm. Si tratta di una pianta con 2-3 foglie lineari-lanceolate, che spuntano dal terreno nel tardo inverno o all’inizio della primavera, al cui centro, in marzo,  sbocciano i fiori, a forma di stella, azzurro intenso, talvolta rosa o bianchi, riuniti in racemi. Le foglie si sviluppano completamente dopo la fioritura.
Scilla hispanica: pianta originaria dell’Europa sud-occidentale e Italia, alta 30 cm, distanza tra le piante 10-15 cm. Si tratta di una pianta on foglie lineari-lanceolate e fiori azzurri, raramente rosa o bianchi,  tondeggianti o campanulati, pendenti, riuniti in racemi radi, che sbocciano in marzo-aprile.
Scilla monophylla: pianta originaria di Marocco, Spagna e Portogallo, alta 20-30 cm, distanza tra le piante 10-15 cm. Si tratta di una pianta dai fiori campanulati, azzurro vivo, lunghi 1-2 cm, riuniti in numero fino a 20 in racemi radi, che sbocciano in aprile-maggio.
Scilla nonscripta: pianta originaria dell’Europa e Italia, alta 30 cm, distanza tra le piante 10-15 cm. Si tratta di una pianta con foglie lineari-lanceolate, dapprima erette e poi ripiegate verso il basso, e con fiori azzurri, bianchi o rosa, campanulati, pendenti, riuniti in racemi unilaterali arcuati, che sbocciano in marzo-aprile.
Scilla peruviana: pianta originaria dell’Algeria e Italia, alta 20-30 cm, distanza tra le piante 15-20 cm. Si tratta di una pianta dalle foglie lanceolate, leggermente carnose, e dai fiori lilla o azzurri, lungamente peduncolati, riuniti in larghe infiorescenze coniche, che sbocciano in aprile-maggio.
Scilla sibirica: pianta originaria delle regioni centro-meridionali della Russia, alta fino a 15 cm, distanza tra le piante 10 cm.  Si tratta di una pianta il cui bulbo produce 3-4 fusti, ciascuno dei quali porta 2-5 fiori campanulati, azzurro vivo, lunghi 1-2 cm, che sbocciano in febbraio-marzo. Tra le varietà si ricordano Alba a fiori bianchi; Spring Beauty con fiori più scuri di quelli della specie tipica.
Scilla tubergeniana:  pianta originaria dell’Iran, alta 10-+20 cm, distanza tra le piante 10 cm. Si tratta di una pianta molto simile alla Sibirica, ma con fiori più chiari, striati, che sbocciano in febbraio-marzo.


riproduzione: si semina in setate, appena i semi sono maturi, in terrine riempite con una composta da semi, in cassone freddo o in serra. Alla fine del secondo anno si trapiantano le piantine in vivaio, in estate-autunno, durante il periodo di riposo della pianta. La fioritura avviene 3-5 anni dopo la semina.
Si possono riprodurre anche dai bulbilli, che comunque le Scille producono in numero limitato. Quando le piante diventano molto dense, si tolgono i bulbi dal terreno, si staccano i bulbilli laterali e si ripiantano. I nuovi bulbi produrranno fiori dopo 1-2 anni.

esposizione:
fioritura: tra febbraio e maggio a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su