erbacee bulbose Scilla
Scilla

Scilla, genere di 90-10 specie di piante bulbose appartenenti alla famiglia delle Liliaceae, facili da coltivare. Le specie descritte sono adatte per il giardino roccioso e per i prati, e si possono coltivare anche in vaso, in appartamento. Hanno foglie nastriformi, spesso lucide, e fiori azzurri.
Si coltivano in terreno umido ma ben drenato. I bulbi si piantano alla profondità di 5-8 cm, al sole o a mezz’ombra, alla fine dell’estate o in autunno e si lasciano indisturbati per alcuni anni.

Parassiti animali: le Anguillule dei Bulbi e dei Tuberi possono infestare i tessuti dei bulbi, favorendo la formazione di marciumi.
Parassiti vegetali: la Ruggine si presenta con la comparsa di macchie gialle, che poi si coprono di pustole pulverulenti brune.

Scilla bifolia: pianta originaria dell’Europa meridionale, Italia e Asia Minore, alta 10-20 cm, distanza tra le piante 7-8 cm. Si tratta di una pianta con 2-3 foglie lineari-lanceolate, che spuntano dal terreno nel tardo inverno o all’inizio della primavera, al cui centro, in marzo,  sbocciano i fiori, a forma di stella, azzurro intenso, talvolta rosa o bianchi, riuniti in racemi. Le foglie si sviluppano completamente dopo la fioritura.
Scilla hispanica: pianta originaria dell’Europa sud-occidentale e Italia, alta 30 cm, distanza tra le piante 10-15 cm. Si tratta di una pianta on foglie lineari-lanceolate e fiori azzurri, raramente rosa o bianchi,  tondeggianti o campanulati, pendenti, riuniti in racemi radi, che sbocciano in marzo-aprile.
Scilla monophylla: pianta originaria di Marocco, Spagna e Portogallo, alta 20-30 cm, distanza tra le piante 10-15 cm. Si tratta di una pianta dai fiori campanulati, azzurro vivo, lunghi 1-2 cm, riuniti in numero fino a 20 in racemi radi, che sbocciano in aprile-maggio.
Scilla nonscripta: pianta originaria dell’Europa e Italia, alta 30 cm, distanza tra le piante 10-15 cm. Si tratta di una pianta con foglie lineari-lanceolate, dapprima erette e poi ripiegate verso il basso, e con fiori azzurri, bianchi o rosa, campanulati, pendenti, riuniti in racemi unilaterali arcuati, che sbocciano in marzo-aprile.
Scilla peruviana: pianta originaria dell’Algeria e Italia, alta 20-30 cm, distanza tra le piante 15-20 cm. Si tratta di una pianta dalle foglie lanceolate, leggermente carnose, e dai fiori lilla o azzurri, lungamente peduncolati, riuniti in larghe infiorescenze coniche, che sbocciano in aprile-maggio.
Scilla sibirica: pianta originaria delle regioni centro-meridionali della Russia, alta fino a 15 cm, distanza tra le piante 10 cm.  Si tratta di una pianta il cui bulbo produce 3-4 fusti, ciascuno dei quali porta 2-5 fiori campanulati, azzurro vivo, lunghi 1-2 cm, che sbocciano in febbraio-marzo. Tra le varietà si ricordano Alba a fiori bianchi; Spring Beauty con fiori più scuri di quelli della specie tipica.
Scilla tubergeniana:  pianta originaria dell’Iran, alta 10-+20 cm, distanza tra le piante 10 cm. Si tratta di una pianta molto simile alla Sibirica, ma con fiori più chiari, striati, che sbocciano in febbraio-marzo.


riproduzione: si semina in setate, appena i semi sono maturi, in terrine riempite con una composta da semi, in cassone freddo o in serra. Alla fine del secondo anno si trapiantano le piantine in vivaio, in estate-autunno, durante il periodo di riposo della pianta. La fioritura avviene 3-5 anni dopo la semina.
Si possono riprodurre anche dai bulbilli, che comunque le Scille producono in numero limitato. Quando le piante diventano molto dense, si tolgono i bulbi dal terreno, si staccano i bulbilli laterali e si ripiantano. I nuovi bulbi produrranno fiori dopo 1-2 anni.
esposizione:
fioritura: tra febbraio e maggio a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Inga

Inga, genere di 200 specie di alberi e arbusti delicati, diffusi allo stato spontaneo nelle regioni tropicali e subtropicali dell'America centrale e meridionale. Le specie descritte possono essere coltivate all'aperto solo ........


Galega

La Galega , originaria dei Balcani, Asia Minore, Italia e Caucaso, comprende 6 specie ed è una erbacie perenne rustica, molto vigorosa e compatta.
Le foglie sono imparipennate, brevemente picciolate, ........

Agrifòglio (Ilex)
L' Agrifòglio (Ilex) originario dell'America meridionale e altre zone temperate ad esclusione dell'Africa e Australia, spontaneo in Europa, comprende circa 295 specie ed è un arbusto o alberello a rami ........

Elsholtzia

Elsholtzia, genere di 35 specie di piante erbacee e suffruticose, appartenenti alla famiglia delle Labiateae, originarie dell’Asia, dell’Europa orientale e dell’Abissinia. Le specie descritte fioriscono nella tarda estate ........

 

Ricetta del giorno
Risotto alle castagne
Fare soffriggere lo scalogno tritato con un filo d’olio in una padella antiaderente. Sminuzzare le castagne finemente e metterle da parte.
Aggiungere ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Trollius (Botton d'oro - Luparia)
Trollius (Botton d'oro - Luparia): genere di 25 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, con fiori globosi, grandi, di colore variabile dal giallo all'arancio. Le foglie sono di color verde più o meno scuro, ........

Desmodium

Desmodium, genere di 450 specie di piante erbacee, perenni, suffruticose e arbustive, diffuse nelle regioni temperate, temperato-calde, tropicali e subtropicali asiatiche e americane. La specie descritta è rustica in tutta ........

Carpinus (Carpino)

Carpinus (Carpino), genere di 35 specie di alberi a foglie decidue, distribuiti nell'emisfero settentrionale. Possono essere utilizzati sia come esemplari isolati sia per formare siepi e, per tale impiego, è particolarmente ........

Sambucus (Sambuco)

Sambucus (Sambuco), genere di 40 specie di arbusti o piccoli alberi rustici appartenenti alla famiglia delle Caprifoliaceae, a foglie decidue, imparipennate, con foglioline di forma variabile, da ovate a lanceolate. I fiori, ........

Ancùsa (Anchusa)
L' Ancùsa (Anchusa) , originaria dell'Europa, Africa e Asia occidentale, comprende circa 60 specie delle quali 8 spontanee in Italia ed è una pianta erbacea perenne o annuale, rustica, alta dai 30 cm ........


erbacee bulbose Scilla
Scilla

Scilla, genere di 90-10 specie di piante bulbose appartenenti alla famiglia delle Liliaceae, facili da coltivare. Le specie descritte sono adatte per il giardino roccioso e per i prati, e si possono coltivare anche in vaso, in appartamento. Hanno foglie nastriformi, spesso lucide, e fiori azzurri.
Si coltivano in terreno umido ma ben drenato. I bulbi si piantano alla profondità di 5-8 cm, al sole o a mezz’ombra, alla fine dell’estate o in autunno e si lasciano indisturbati per alcuni anni.

Parassiti animali: le Anguillule dei Bulbi e dei Tuberi possono infestare i tessuti dei bulbi, favorendo la formazione di marciumi.
Parassiti vegetali: la Ruggine si presenta con la comparsa di macchie gialle, che poi si coprono di pustole pulverulenti brune.

Scilla bifolia: pianta originaria dell’Europa meridionale, Italia e Asia Minore, alta 10-20 cm, distanza tra le piante 7-8 cm. Si tratta di una pianta con 2-3 foglie lineari-lanceolate, che spuntano dal terreno nel tardo inverno o all’inizio della primavera, al cui centro, in marzo,  sbocciano i fiori, a forma di stella, azzurro intenso, talvolta rosa o bianchi, riuniti in racemi. Le foglie si sviluppano completamente dopo la fioritura.
Scilla hispanica: pianta originaria dell’Europa sud-occidentale e Italia, alta 30 cm, distanza tra le piante 10-15 cm. Si tratta di una pianta on foglie lineari-lanceolate e fiori azzurri, raramente rosa o bianchi,  tondeggianti o campanulati, pendenti, riuniti in racemi radi, che sbocciano in marzo-aprile.
Scilla monophylla: pianta originaria di Marocco, Spagna e Portogallo, alta 20-30 cm, distanza tra le piante 10-15 cm. Si tratta di una pianta dai fiori campanulati, azzurro vivo, lunghi 1-2 cm, riuniti in numero fino a 20 in racemi radi, che sbocciano in aprile-maggio.
Scilla nonscripta: pianta originaria dell’Europa e Italia, alta 30 cm, distanza tra le piante 10-15 cm. Si tratta di una pianta con foglie lineari-lanceolate, dapprima erette e poi ripiegate verso il basso, e con fiori azzurri, bianchi o rosa, campanulati, pendenti, riuniti in racemi unilaterali arcuati, che sbocciano in marzo-aprile.
Scilla peruviana: pianta originaria dell’Algeria e Italia, alta 20-30 cm, distanza tra le piante 15-20 cm. Si tratta di una pianta dalle foglie lanceolate, leggermente carnose, e dai fiori lilla o azzurri, lungamente peduncolati, riuniti in larghe infiorescenze coniche, che sbocciano in aprile-maggio.
Scilla sibirica: pianta originaria delle regioni centro-meridionali della Russia, alta fino a 15 cm, distanza tra le piante 10 cm.  Si tratta di una pianta il cui bulbo produce 3-4 fusti, ciascuno dei quali porta 2-5 fiori campanulati, azzurro vivo, lunghi 1-2 cm, che sbocciano in febbraio-marzo. Tra le varietà si ricordano Alba a fiori bianchi; Spring Beauty con fiori più scuri di quelli della specie tipica.
Scilla tubergeniana:  pianta originaria dell’Iran, alta 10-+20 cm, distanza tra le piante 10 cm. Si tratta di una pianta molto simile alla Sibirica, ma con fiori più chiari, striati, che sbocciano in febbraio-marzo.


riproduzione: si semina in setate, appena i semi sono maturi, in terrine riempite con una composta da semi, in cassone freddo o in serra. Alla fine del secondo anno si trapiantano le piantine in vivaio, in estate-autunno, durante il periodo di riposo della pianta. La fioritura avviene 3-5 anni dopo la semina.
Si possono riprodurre anche dai bulbilli, che comunque le Scille producono in numero limitato. Quando le piante diventano molto dense, si tolgono i bulbi dal terreno, si staccano i bulbilli laterali e si ripiantano. I nuovi bulbi produrranno fiori dopo 1-2 anni.

esposizione:
fioritura: tra febbraio e maggio a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su