arbusti sempreverdi Olearia
Olearia

Olearia, genere di 100 specie di arbusti fioriferi, sempreverdi, semirustici o delicati, appartenenti alla famiglia delle Compositae, adatti specialmente per i giardini posti in zone riparate a clima invernale non particolarmente rigido.
Si pianta in maggio, marzo o ottobre, in terreno ben drenato e in posizioni soleggiate e riparate. Generalmente tutte le specie sopportano abbastanza bene i venti marini.

Potatura:
in aprile si tagliano i rami secchi.

Olearia gunniana:
pianta originaria dell’Isola di Tasmania (Australia), alta 1,5-3 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta semirustica, con foglie obovato-oblunghe, grigio-verdi, bianche sulla pagina inferiore. I capolini, simili a quelli delle margherite, bianchi, con disco giallo, larghi 2-3 cm, riuniti in pannocchie terminali, compatte, lunghe fino a 30 cm, sbocciano da maggio a luglio.
Olearia haastii: pianta originaria della Nuova Zelanda, alta 1-2,5 m e del diametro di 2,5-3 m. Si tratta di una pianta rustica, con foglie ovate, coriacee, lucide, bianco-grigiastre sulla pagina inferiore. I capolini, simili a quelli delle margherite, bianchi, con disco giallo, larghi 1-2 cm, sbocciano numerosi in luglio-agosto.
Olearia ilicifolia: pianta originaria della Nuova Zelanda, alta 2,5-3 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta rustica dalle foglie coriacee, simili a quelle dell’Agrifoglio, con denti spinosi ma a lamina più stretta, lucide, bianco-grigiastre sulla pagina inferiore. I capolini, piccoli, simili a quelli delle margherite, bianchi con disco giallo, profumati, riuniti in corimbi larghi 5-10 cm sbocciano in giugno.
Olearia macrodonta: pianta originaria della Nuova Zelanda, alta 2,5-4 m e del diametro di 2-3 m. Si tratta di un arbusto rustico, resistente ai venti marini, con foglie ovato-lanceolate, profondamente dentate ai margini, biancastre sulla pagina inferiore. I capolini, piccoli, simili a quelli delle margherite, bianchi con disco giallo, riuniti in corimbi larghi fino a 15 cm, sbocciano in giugno-luglio.
Olearia x scilloniensis: pianta di origine orticola, alta 1,5-2,5 m e di pari diametro. Si tratta di un ibrido dalle foglie chiare e dai capolini simili a quelli delle margherite, bianchi con disco giallo, riuniti in pannocchie molto dense, che sbocciano da maggio a luglio.
Olearia semidentata: pianta originaria delle isole Chatham (Nuova Zelanda), alta 2-3 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto delicato, adatto per le zone a clima mite, con foglie lanceolate, grigio-verdi, bianche e lanose sulla pagina inferiore. I capolini, solitari, simili a quelli delle margherite, larghi fino a 5 cm, con fiori del raggio lilla e disco porpora, sbocciano in giugno-luglio.


riproduzione: in luglio-agosto si prelevano dai rami talee di legno semimaturo, lunghe 10 cm, e si mettono a radicare in un terriccio sabbioso, in cassone freddo. Le talee radicate si invasano singolarmente in contenitori da 8 cm, riempiti con una composta da vasi, e si coltivano in cassone. In maggio si trapiantano in vivaio e si mettono poi a dimora in ottobre o nella primavera successiva.
Si possono moltiplicare anche per seme, seminando in letto caldo, in primavera. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in vivaio e si mettono poi a dimora dopo un anno.
esposizione:
fioritura: tra maggio e luglio a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 




Humulus

Humulus, genere di 4 specie di piante erbacee, rampicanti, originarie delle zone temperate dell'emisfero settentrionale. Le specie descritte sono particolarmente adatte per la coltivazione contro reti metalliche e graticci.
Si ........

Larix (Larice)

Larix (Larice), genere di 12 specie di conifere decidue appartenenti alla famiglia delle Pinaceae, originarie delle zone temperate dell’emisfero settentrionale. Sono alberi molto ornamentali, con chioma rada, piramidale, ........

Malus (Melo da fiore)

Malus (Melo da fiore), genere di 35 specie di alberi o arbusti rustici, a foglie decidue, appartenente alla famiglia delle Rosaceae, con fiori e frutti molto ornamentali, comprendente anche la specie che ha dato origine ........

Nepeta (Erba gattaia)
Nepeta (Erba gattaia), genere di 250 specie di piante erbacee, perenni ed annuali. Le specie perenni descritte sono rustiche e adatte per il giardino roccioso e per le bordure. Hanno fiori piccoli, tubulosi. Bisogna ........

 

Ricetta del giorno
Casarecce con crema di porri e zucca
Lavare accuratamente i porri, eliminare buona parte dello stelo verde e tagliare poi a fette sottili. Se si vuole avere un sapore più intenso, affettare ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Aloe
Aloe: genere di 275 specie di piante perenni originarie del Sud-Africa, coltivate principalmente per le loro rosette di foglie succulente. A prima vista queste piante possono assomigliare alla Agavi, ma a ........

Caltha

Caltha, genere di 20 specie di piante erbacee, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Ranuncolaceae, adatte per la coltivazione nei terreni paludosi o nelle acque poco profonde, ai margini degli stagni. La maggior parte ........


Philadelphus (Filadelfo)
Philadelphus (Filadelfo), genere di 75 specie di arbusti fioriferi rustici, a foglie decidue, denominati spesso, nel linguaggio comune, siringhe. Hanno foglie ovate, con nervature marcate, e producono molti fiori ........

Angelica

Angelica, pianta erbacea perenne, rustica, appartenente alla famiglia delle Ombrellifere, spontanea in Europa e in Asia. L’Angelica si pianta in marzo-aprile in terreni ricchi di sostanza organica, umidi, e in posizione ........


arbusti sempreverdi Olearia
Olearia

Olearia, genere di 100 specie di arbusti fioriferi, sempreverdi, semirustici o delicati, appartenenti alla famiglia delle Compositae, adatti specialmente per i giardini posti in zone riparate a clima invernale non particolarmente rigido.
Si pianta in maggio, marzo o ottobre, in terreno ben drenato e in posizioni soleggiate e riparate. Generalmente tutte le specie sopportano abbastanza bene i venti marini.

Potatura:
in aprile si tagliano i rami secchi.

Olearia gunniana:
pianta originaria dell’Isola di Tasmania (Australia), alta 1,5-3 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta semirustica, con foglie obovato-oblunghe, grigio-verdi, bianche sulla pagina inferiore. I capolini, simili a quelli delle margherite, bianchi, con disco giallo, larghi 2-3 cm, riuniti in pannocchie terminali, compatte, lunghe fino a 30 cm, sbocciano da maggio a luglio.
Olearia haastii: pianta originaria della Nuova Zelanda, alta 1-2,5 m e del diametro di 2,5-3 m. Si tratta di una pianta rustica, con foglie ovate, coriacee, lucide, bianco-grigiastre sulla pagina inferiore. I capolini, simili a quelli delle margherite, bianchi, con disco giallo, larghi 1-2 cm, sbocciano numerosi in luglio-agosto.
Olearia ilicifolia: pianta originaria della Nuova Zelanda, alta 2,5-3 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta rustica dalle foglie coriacee, simili a quelle dell’Agrifoglio, con denti spinosi ma a lamina più stretta, lucide, bianco-grigiastre sulla pagina inferiore. I capolini, piccoli, simili a quelli delle margherite, bianchi con disco giallo, profumati, riuniti in corimbi larghi 5-10 cm sbocciano in giugno.
Olearia macrodonta: pianta originaria della Nuova Zelanda, alta 2,5-4 m e del diametro di 2-3 m. Si tratta di un arbusto rustico, resistente ai venti marini, con foglie ovato-lanceolate, profondamente dentate ai margini, biancastre sulla pagina inferiore. I capolini, piccoli, simili a quelli delle margherite, bianchi con disco giallo, riuniti in corimbi larghi fino a 15 cm, sbocciano in giugno-luglio.
Olearia x scilloniensis: pianta di origine orticola, alta 1,5-2,5 m e di pari diametro. Si tratta di un ibrido dalle foglie chiare e dai capolini simili a quelli delle margherite, bianchi con disco giallo, riuniti in pannocchie molto dense, che sbocciano da maggio a luglio.
Olearia semidentata: pianta originaria delle isole Chatham (Nuova Zelanda), alta 2-3 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto delicato, adatto per le zone a clima mite, con foglie lanceolate, grigio-verdi, bianche e lanose sulla pagina inferiore. I capolini, solitari, simili a quelli delle margherite, larghi fino a 5 cm, con fiori del raggio lilla e disco porpora, sbocciano in giugno-luglio.


riproduzione: in luglio-agosto si prelevano dai rami talee di legno semimaturo, lunghe 10 cm, e si mettono a radicare in un terriccio sabbioso, in cassone freddo. Le talee radicate si invasano singolarmente in contenitori da 8 cm, riempiti con una composta da vasi, e si coltivano in cassone. In maggio si trapiantano in vivaio e si mettono poi a dimora in ottobre o nella primavera successiva.
Si possono moltiplicare anche per seme, seminando in letto caldo, in primavera. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in vivaio e si mettono poi a dimora dopo un anno.

esposizione:
fioritura: tra maggio e luglio a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su