acquatiche acquatiche Nelumbo (Fior di Loto)
Nelumbo (Fior di Loto)

Nelumbo (Fior di Loto), genere di 2 specie perenni, acquatiche, una delle quali, il Fior di Loto propriamente detto, è conosciuta sin dall’antichità. Ambedue hanno foglie peltate, a lamina tondeggiante, ondulata, leggermente depressa al centro,  dove si inserisce il picciolo, eretto, robusto. Le foglie sono verde-glauche, coperte da un rivestimento ceroso che respinge l’acqua. I fiori, che sbocciano in estate da boccioli ovali, di grandi dimensioni, appena compaiono sono globosi, e successivamente si aprono completamente e presentano numerosi stami che circondano il pistillo. Il diametro dei fiori può arrivare dai 15 ai 30 cm, secondo l’ambiente in cui la pianta viene coltivata. Le lamine fogliari, poste a 0,5-1 cm dal pelo dell’acqua, formano un vero e proprio tappeto di vegetazione, al di sopra del quale si formano i fiori, portati da lunghi fusti con ramificazioni. Ambedue le specie presentano rizoma allungato, con porzioni leggermente più spesse e più scure, che si comportano come organi perennanti e, nelle zone a clima freddo, possono essere raccolte e conservate in sabbia umida durante l’inverno.
I fior di Loto, pur essendo originari di zone a clima caldo, possono essere coltivati all’aperto in tutte le regioni, tuttavia nelle regioni a clima invernale molto freddo, è consigliabile in autunno raccogliere le porzioni perennanti dei rizomi e ripiantarle in primavera, dopo aver fatto trascorrere loro l’inverno in sabbia umida e al riparo, alla temperatura di 10° C. I rizomi si piantano in primavera, in terreno fertile, al quale sia stato aggiunto un buon quantitativo di letame maturo. Dove possibile, è consigliabile dopo aver piantato i rizomi, coprire il terreno con uno strato di acqua di pochi centimetri, aumentandolo progressivamente man mano che la pianta cresce.

Nelumbo (Fior di Loto) lutea: pianta originaria delle regioni meridionali degli Stati Uniti, profondità dell’acqua 0,2-2 m, altezza fuori dall’acqua 0,5-1 m. Si tratta di una pianta con foglie verde chiaro e fiori gialli, profumati, larghi 15-30 cm.
Nelumbo (Fior di Loto) nucifera: pianta originaria delle regioni subtropicali dell’Asia, profondità dell’acqua 0,2-2 m, altezza fuori dall’acqua 1-1,2 m. Si tratta di una pianta più rustica della precedente, per cui si è perfettamente naturalizzata anche al Nord, dotata di foglie larghe fino a 60-80 cm e fiori rosa-porpora, più chiari alla base, portati da fusti alti 1 m e più. In condizioni ambientali adatte è una pianta molto vigorosa. Ha dato origine a numerose varietà di differenti colori, altezza, grandezza e forma dei fiori.


riproduzione: in primavera si prelevano porzioni dei rizomi e si ripiantano immediatamente. Le parti utilizzate devono possedere almeno un germoglio.
esposizione:
fioritura: estate




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Myosotidium

Myosotidium, genere comprendente una sola specie erbacea, sempreverde, perenne, che si coltiva nelle zone a clima mite, umide e ben riparate.
Si pianta in settembre-ottobre, in tutti i terreni da giardino, in posizioni ........

Goumi del Giappone (Elaeagnus sdulis)

Goumi del Giappone (Elaeagnus sdulis), considerato da molti botanici una sottospecie di Elaeagnus multiflora, è un arbusto molto ornamentale, appartenente alla famiglia delle Elaeagnaceae, che produce frutti commestibili ........

Zauschneria

Zauschneria, genere di 4 specie di piante suffruticose, perenni, semirustiche che producono fiori tubulosi riuniti in racemi. La specie descritta è molto longeva ed è adatta per le bordure erbacee.
Si pianta in settembre ........

Helxine

Helxine, genere comprendente una sola specie perenne, strisciante, semirustica, adatta per coprire il terreno. Può essere coltivata anche in appartamento o in serra fredda.
Si coltiva in tutti i terreni da giardino, in ........

Dieffenbachia
La Dieffenbachia è una pianta perenne, sempreverde, coltivata per le sue foglie molto ornamentali e della quale se ne contano 30 specie. Si coltiva sia in serra che in appartamento, al caldo, mantenendo una ........

 

Ricetta del giorno
Lenticchie speziate all'indiana
Lavate le lenticchie e lasciatele scolare. Intanto in una padella mettete a rosolare la cipolla rossa, ben triturata, nell'olio e quando questa ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Festuca

Festuca, genere di 80 specie di graminacee ornamentali, perenni, rustiche. Le specie descritte crescono bene sulle scarpate, al sole; sono molto ornamentali se vengono piantate fra le ericacee o altri cespugli di altezza ........

Bignonia

Bignonia, genere comprendente una sola specie rampicante, delicata, appartenente alla famiglia delle Bignoniaceae, di origine sudamericana, che può crescere all’aperto nelle zone più calde del Centro e del Sud del Paese. ........

Lapageria

Lapageria, genere formato da una sola specie di arbusti rampicanti, sempreverdi, semirustici, che si coltivano all’aperto in posizioni riparate, al coperto dai venti freddi e ben esposte, o in serra.
Non sopportano i ........

Hedychium

Hedychium, genere di 50 specie di piante erbacee, perenni, rizomatose, con fusti robusti, che portano foglie guainanti, disposte parallelamente su 2 linee. I fiori, simili a qulli delle Orchidee, spesso profumati, sono riuniti ........

Camassia

Camassia, genere di 5-6 specie di piante bulbose. Il nome del genere deriva da un termine indiano-americano, col quale viene indicata una delle specie, impiegata a scopo alimentare dai pellerosse delle zone occidentali ........


acquatiche acquatiche Nelumbo (Fior di Loto)
Nelumbo (Fior di Loto)

Nelumbo (Fior di Loto), genere di 2 specie perenni, acquatiche, una delle quali, il Fior di Loto propriamente detto, è conosciuta sin dall’antichità. Ambedue hanno foglie peltate, a lamina tondeggiante, ondulata, leggermente depressa al centro,  dove si inserisce il picciolo, eretto, robusto. Le foglie sono verde-glauche, coperte da un rivestimento ceroso che respinge l’acqua. I fiori, che sbocciano in estate da boccioli ovali, di grandi dimensioni, appena compaiono sono globosi, e successivamente si aprono completamente e presentano numerosi stami che circondano il pistillo. Il diametro dei fiori può arrivare dai 15 ai 30 cm, secondo l’ambiente in cui la pianta viene coltivata. Le lamine fogliari, poste a 0,5-1 cm dal pelo dell’acqua, formano un vero e proprio tappeto di vegetazione, al di sopra del quale si formano i fiori, portati da lunghi fusti con ramificazioni. Ambedue le specie presentano rizoma allungato, con porzioni leggermente più spesse e più scure, che si comportano come organi perennanti e, nelle zone a clima freddo, possono essere raccolte e conservate in sabbia umida durante l’inverno.
I fior di Loto, pur essendo originari di zone a clima caldo, possono essere coltivati all’aperto in tutte le regioni, tuttavia nelle regioni a clima invernale molto freddo, è consigliabile in autunno raccogliere le porzioni perennanti dei rizomi e ripiantarle in primavera, dopo aver fatto trascorrere loro l’inverno in sabbia umida e al riparo, alla temperatura di 10° C. I rizomi si piantano in primavera, in terreno fertile, al quale sia stato aggiunto un buon quantitativo di letame maturo. Dove possibile, è consigliabile dopo aver piantato i rizomi, coprire il terreno con uno strato di acqua di pochi centimetri, aumentandolo progressivamente man mano che la pianta cresce.

Nelumbo (Fior di Loto) lutea: pianta originaria delle regioni meridionali degli Stati Uniti, profondità dell’acqua 0,2-2 m, altezza fuori dall’acqua 0,5-1 m. Si tratta di una pianta con foglie verde chiaro e fiori gialli, profumati, larghi 15-30 cm.
Nelumbo (Fior di Loto) nucifera: pianta originaria delle regioni subtropicali dell’Asia, profondità dell’acqua 0,2-2 m, altezza fuori dall’acqua 1-1,2 m. Si tratta di una pianta più rustica della precedente, per cui si è perfettamente naturalizzata anche al Nord, dotata di foglie larghe fino a 60-80 cm e fiori rosa-porpora, più chiari alla base, portati da fusti alti 1 m e più. In condizioni ambientali adatte è una pianta molto vigorosa. Ha dato origine a numerose varietà di differenti colori, altezza, grandezza e forma dei fiori.


riproduzione: in primavera si prelevano porzioni dei rizomi e si ripiantano immediatamente. Le parti utilizzate devono possedere almeno un germoglio.
esposizione:
fioritura: estate



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su