erbacee annuali Elsholtzia
Elsholtzia

Elsholtzia, genere di 35 specie di piante erbacee e suffruticose, appartenenti alla famiglia delle Labiateae, originarie dell’Asia, dell’Europa orientale e dell’Abissinia. Le specie descritte fioriscono nella tarda estate o ad inizio autunno.
Si coltivano nei terreni fertili, in posizioni parzialmente ombreggiate. Si piantano in primavera.

Elsholtzia cristata: pianta originaria dell’Asia orientale, alta 30-45 c, e del diametro di 50-80 cm. Si tratta di una pianta erbacea, annuale, rustica, con fusti ascendenti e foglie opposte, ovato-oblunghe, dentate ai margini e con fiori piccoli, azzurri, riuniti in spicastri densi, unilaterali.
Elsholtzia polystachya: pianta originaria delle regioni occidentali della Cina e Himalaya, alta 1,5 m e di pari diametro. Si tratta di una specie suffruticosa, delicata, adatta alle regioni a clima mite, perché nelle regioni a clima invernale rigido difficilmente supera l’inverno. Le foglie sono oblungo-ellittiche o lanceolate e i fiori, piccoli, bianchi, sono riuniti in spicastri lunghi 10 cm.
Elsholtzia stauntonii: pianta originaria delle regioni settentrionali della Cina, alta fino a 1,5 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta suffruticosa, con rami giovani finemente pelosi e foglie ovato-oblunghe od oblunghe-lanceolate, acuminate, verde intenso sulla pagina superiore e più chiare e pelose sulla pagina inferiore, lunghe 8-12 cm. I fiori, lilla-porpora, sono riuniti in spicastri densi, lunghi 10-12 cm, posti all’estremità dei rami.


riproduzione: si seminano in aprile, direttamente a dimora. Oppure si possono seminare in marzo in terrine riempite con una composta da semi. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in vasi da 8-10 cm, riempiti con una composta da vasi e si mettono poi a dimora in maggio, trapiantando le piantine con le radici avvolte dal pane di terra.
Si possono anche moltiplicare per talea, prelevando in luglio talee semilegnose dai germogli laterali che vanno poi piantate in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone freddo. Le talee radicate si invasano in contenitori da 8-10 cm riempiti con una composta da vasi e si tengono al riparo dal gelo durante l’inverno, per poi metterle e dimora nella primavera successiva.
esposizione:
fioritura: fine estate, inizio autunno




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Hyacinthus (Giacinto)

Hyacinthus (Giacinto), pianta bulbosa coltivata comunemente in casa, in giardino e nei vivai e derivano tutte dalla specie bulbosa rustica Hyacinthus (Giacinto) orientalis. Altre 30 specie crescono spontaneamente nelle ........

Rheum

Rheum, genere di 50 specie di piante erbacee, perenni, rizomatose, comprendente anche il rabarbaro officinale, cioè utilizzato in farmacia, e quello cemmestibile. Le specie decritte hanno fogliame molto ornamentale.
Si ........

Fritillaria

La Fritillaria è una pianta bulbosa, rustica, spontanea nelle zone temperate dell'emisfero boreale quali Asia Minore, Asia centro-occidentale, Caucaso, Turchia, Europa settentrionale e perfino Siberia, e ........

Davidia

Davidia, genere conprendente una sola specie, arborea, rustica, a foglie decidue, originaria della Cina orietale, coltivata per il fogliame molto ornamentale e per le brattee floreali molto appariscenti. Le infiorescenze, ........

Cistus (Cisto)

Cistus (Cisto), genere di circa 20 specie di arbusti  sempreverdi, diffusi allo stato spontaneo nelle regioni mediterranee. Si tratta di piante molto ornamentali, con fiori semplici, simili a quelli delle rose selvatiche, ........

 

Ricetta del giorno
Insalata greca
Lavare accuratamente e poi tagliare il cetriolo e i pomodori maturi a pezzi grossi, che è poi il segreto di una buona insalata greca. Tagliare le due ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Silybum

Silybum, genere di 2 specie di piante erbacee, annuali o biennali, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Compositae. La specie descritta, adatta per le bordure, si coltiva in particolar modo per le foglie che sono molto ........

Ginkgo

Ginkgo, genere comprendente una sola specie arborea, a foglie decidue, a forma di ventaglio, simili nella forma alle foglioline del capelvenere. Affine, dal punto di vista botanico, alle conifere, è rustica, ma per svilupparsi ........

Inga

Inga, genere di 200 specie di alberi e arbusti delicati, diffusi allo stato spontaneo nelle regioni tropicali e subtropicali dell'America centrale e meridionale. Le specie descritte possono essere coltivate all'aperto solo ........

Aloe
Aloe: genere di 275 specie di piante perenni originarie del Sud-Africa, coltivate principalmente per le loro rosette di foglie succulente. A prima vista queste piante possono assomigliare alla Agavi, ma a ........

Freesia (Fresia)

Freesia, Fresia, genere di 20 specie di piante bulbose, appartenenti alla famiglia delle Iridaceae, profumate, largamente coltivata dai floricoltori per ottenere fiori da taglio. Derivano principalmente da due specie ........


erbacee annuali Elsholtzia
Elsholtzia

Elsholtzia, genere di 35 specie di piante erbacee e suffruticose, appartenenti alla famiglia delle Labiateae, originarie dell’Asia, dell’Europa orientale e dell’Abissinia. Le specie descritte fioriscono nella tarda estate o ad inizio autunno.
Si coltivano nei terreni fertili, in posizioni parzialmente ombreggiate. Si piantano in primavera.

Elsholtzia cristata: pianta originaria dell’Asia orientale, alta 30-45 c, e del diametro di 50-80 cm. Si tratta di una pianta erbacea, annuale, rustica, con fusti ascendenti e foglie opposte, ovato-oblunghe, dentate ai margini e con fiori piccoli, azzurri, riuniti in spicastri densi, unilaterali.
Elsholtzia polystachya: pianta originaria delle regioni occidentali della Cina e Himalaya, alta 1,5 m e di pari diametro. Si tratta di una specie suffruticosa, delicata, adatta alle regioni a clima mite, perché nelle regioni a clima invernale rigido difficilmente supera l’inverno. Le foglie sono oblungo-ellittiche o lanceolate e i fiori, piccoli, bianchi, sono riuniti in spicastri lunghi 10 cm.
Elsholtzia stauntonii: pianta originaria delle regioni settentrionali della Cina, alta fino a 1,5 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta suffruticosa, con rami giovani finemente pelosi e foglie ovato-oblunghe od oblunghe-lanceolate, acuminate, verde intenso sulla pagina superiore e più chiare e pelose sulla pagina inferiore, lunghe 8-12 cm. I fiori, lilla-porpora, sono riuniti in spicastri densi, lunghi 10-12 cm, posti all’estremità dei rami.


riproduzione: si seminano in aprile, direttamente a dimora. Oppure si possono seminare in marzo in terrine riempite con una composta da semi. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in vasi da 8-10 cm, riempiti con una composta da vasi e si mettono poi a dimora in maggio, trapiantando le piantine con le radici avvolte dal pane di terra.
Si possono anche moltiplicare per talea, prelevando in luglio talee semilegnose dai germogli laterali che vanno poi piantate in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone freddo. Le talee radicate si invasano in contenitori da 8-10 cm riempiti con una composta da vasi e si tengono al riparo dal gelo durante l’inverno, per poi metterle e dimora nella primavera successiva.

esposizione:
fioritura: fine estate, inizio autunno



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su