arbusti sempreverdi Nandina
Nandina

Nandina, genere di una sola specie di piante arbustive, sempreverdi, semirustiche, appartenenti alla famiglia delle Berberidaceae, simili al bambù.
Si pianta fra marzo e maggio in terreno fertile, ben drenato, in posizioni soleggiate e riparate. Nelle zone a clima invernale rigido le foglie possono essere danneggiate dalla basse temperature, ma l’arbusto muore raramente.

Potatura: dopo la fioritura si tagliano i rami più vecchi e deboli.

Nandina domestica:
pianta originaria della Cina e Giappone, alta 1,2-1,8 m e del diametro di 60-90 cm. Si tratta di un arbusto dalle foglie bi o tripennate, macchiate di rosso da giovani, verde chiaro quando sono mature, che in autunno diventano color porpora. I fiori, bianchi, riuniti in pannocchie lunghe 15-40 cm, sbocciano in luglio e sono seguiti da frutti bianchi o scarlatti che maturano in agosto e restano sulla pianta per tutto il periodo invernale. Questo arbusto si coltiva in particolar modo per il fogliame molto ornamentale.


riproduzione: si semina in ottobre, in letto freddo o in serra. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano singolarmente in contenitori da 8 cm, riempiti con una composta da vasi. Nel settembre successivo si trapiantano in vivaio dove resteranno per 2-3 anni prima della loro definitiva messa a dimora in aprile.
In settembre si possono anche prelevare, dai germogli laterali, talee lunghe 8-10 cm, con una porzione del ramo portante, e si mettono a radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone freddo. Nell’aprile successivo, le talee radicate si trapiantano direttamente in vivaio, dove resteranno per altri 2-3 anni, prima della loro messa a dimora definitiva in aprile.
esposizione:
fioritura: luglio




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Olmo (Ulmus)

Olmo (Ulmus), genere di 45 specie di alberi rustici a foglie decidue, appartenenti alla famiglia delle Olmacee, originari delle regioni temperate dell’emisfero boreale. Per il loro bell’aspetto, la rapida crescita nelle ........

Echinacea

Echinacea, genere di 3 specie di piante erbacee perenni, rustiche. Le specie descritte sono adatte per le bordure soleggiate e per la produzione di fiori da recidere.
Si piantano in ottobre o in marzo in pieno sole, in ........

Gaultheria
Gaultheria, genere di 200 specie di piante arbustive, sempreverdi, fiorifere. Le specie descritte formano tappeti e sono adatte per la coltivazione nel giardino roccioso, in terreno torboso e privo di calcare e nelle ........

Plectranthus

Plectranthus, genere di 250 specie di piante erbacee, perenni, sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Labiatae. La specie descritta è adatta per la coltivazione in appartamento o in serra, anche se nel periodo estivo ........

Rheum

Rheum, genere di 50 specie di piante erbacee, perenni, rizomatose, comprendente anche il rabarbaro officinale, cioè utilizzato in farmacia, e quello cemmestibile. Le specie decritte hanno fogliame molto ornamentale.
Si ........

 

Ricetta del giorno
Risotto al pesto di rucola
Tagliate a fettine sottili lo scalogno e mettetelo nell'olio in una pentola. Fatelo rosolare a fiamma viva e, non appena diventa dorato, aggiungete il ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Camassia

Camassia, genere di 5-6 specie di piante bulbose. Il nome del genere deriva da un termine indiano-americano, col quale viene indicata una delle specie, impiegata a scopo alimentare dai pellerosse delle zone occidentali ........

Glycyrrhiza

Glycyrrhiza, genere di 18 specie di piante erbacee, perenni, diffuse nelle regioni temperate e subtropicali di tutti i continenti. La specie descritta, spontanea in Italia, coltivata per la produzione della liquirizia, può ........

Ciclamino (Cyclamen)
Il Ciclamino, originario del bacino del mediterraneo e dell'Europa meridionale, comprende circa 15 specie ed è una pianticella erbacea, a darice bulbosa, non più alta di 15 cm. E' una pianta  che cresce allo stato ........

Humulus

Humulus, genere di 4 specie di piante erbacee, rampicanti, originarie delle zone temperate dell'emisfero settentrionale. Le specie descritte sono particolarmente adatte per la coltivazione contro reti metalliche e graticci.
Si ........

Scilla

Scilla, genere di 90-10 specie di piante bulbose appartenenti alla famiglia delle Liliaceae, facili da coltivare. Le specie descritte sono adatte per il giardino roccioso e per i prati, e si possono coltivare anche in vaso, ........


arbusti sempreverdi Nandina
Nandina

Nandina, genere di una sola specie di piante arbustive, sempreverdi, semirustiche, appartenenti alla famiglia delle Berberidaceae, simili al bambù.
Si pianta fra marzo e maggio in terreno fertile, ben drenato, in posizioni soleggiate e riparate. Nelle zone a clima invernale rigido le foglie possono essere danneggiate dalla basse temperature, ma l’arbusto muore raramente.

Potatura: dopo la fioritura si tagliano i rami più vecchi e deboli.

Nandina domestica:
pianta originaria della Cina e Giappone, alta 1,2-1,8 m e del diametro di 60-90 cm. Si tratta di un arbusto dalle foglie bi o tripennate, macchiate di rosso da giovani, verde chiaro quando sono mature, che in autunno diventano color porpora. I fiori, bianchi, riuniti in pannocchie lunghe 15-40 cm, sbocciano in luglio e sono seguiti da frutti bianchi o scarlatti che maturano in agosto e restano sulla pianta per tutto il periodo invernale. Questo arbusto si coltiva in particolar modo per il fogliame molto ornamentale.


riproduzione: si semina in ottobre, in letto freddo o in serra. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano singolarmente in contenitori da 8 cm, riempiti con una composta da vasi. Nel settembre successivo si trapiantano in vivaio dove resteranno per 2-3 anni prima della loro definitiva messa a dimora in aprile.
In settembre si possono anche prelevare, dai germogli laterali, talee lunghe 8-10 cm, con una porzione del ramo portante, e si mettono a radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in cassone freddo. Nell’aprile successivo, le talee radicate si trapiantano direttamente in vivaio, dove resteranno per altri 2-3 anni, prima della loro messa a dimora definitiva in aprile.

esposizione:
fioritura: luglio



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su