arbusti a foglia caduca Hippophae
Hippophae

Hippophae, genere di 3 specie di cespugli rustici, a foglie decidue, appartenenti alla famiglia delle Elaeagnaceae, coltivati soprattutto per le loro bacche molto ornamentali.
Si coltiva facilmente in qualsiasi terreno da giardino ben drenato. Cresce bene nelle zone vicino al mare ed è adatto alla formazione di siepi frangivento lungo i litorali. Si pianta da ottobre a febbraio, al sole o a mezz’ombra, in gruppi comprendenti esemplari di entrambi i sessi. Una  pianta maschile può impollinare più piante femminili.  Se si desidera formare delle siepi, le piante vanno messe a dimora alla distanza di 40-60 cm, mentre per formare barriere la distanza tra pianta e piare cespugliosa.

Potatura: non è necessaria una potatura regolare, tuttavia in luglio-agosto si tagliano i rami disordinati. Le siepi vanno potate in agosto.

Hippophae dhamnoides (olivello spinoso): pianta originaria dell’Europa, Italia e zone temperate dell’Asia, alta 2,5-3 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto folto dai rami spinosi, coperti da peli squamosi, e foglie lineari-lanceolate grigio-argentee. I fiori maschili e femminili, gialli, insignificanti, sbocciano in aprile su individui separati, visto che si tratta di piante dioiche. Se si coltivano vicine piante maschili e femminili, queste ultime producono moltissime bacche rotonde, piccole, color arancione vivo, che ricoprono i rami durante l’autunno e l’inverno.


riproduzione: si semina generalmente in ottobre, in contenitori riempiti con una composta da semi, in cassone freddo. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in cassette e, successivamente, si trapiantano in vivaio, dove resteranno fino all’autunno successivo, prima di metterle definitivamente a dimora.
esposizione:
fioritura: aprile




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Clethra
La Clethra, originaria delle regioni orientali degli Stati Uniti, Cina, Giappone e isola di Madera, comprende 120 specie ed è un arbusto o piccolo albero, a foglie decidue o sempreverde; la maggior parte ........

Eschscholzia (Escolzia)

Eschscholzia (Escolzia), genere di 10 specie di piante annuali e perenni, con fiori molto appariscenti, simili a quelli del Papavero, che tendono a chiudersi quando la temperatura si abbassa e quando il cielo è coperto. ........

Catananche

Catananche, genere di 5 specie di piante erbacee, perenni ed annuali, rustiche. La specie descritta è adatta per le bordure e per la produzione di fiori da recidere, anche da essiccare per utilizzarli poi per le decorazioni ........

Polemonium
Polemonium, genere di circa 50 specie di piante erbacee perenni, rustiche, facili da coltivare nelle bordure, nelle aiuole e in grandi gruppi nei prati. I fiori, campanulati, sono di colore variabile dall'azzurro ........

Acorus

Acorus, genere di 2 specie di piante erbacee, perenni, rizomatose, rustiche. Si coltivano nei terreni umidi, sulle rive dei riuscelli e degli stagni e nelle vasche poco profonde.
Crescono bene nei terreni molto umidi. ........

 

Ricetta del giorno
Insalata di patate e fagiolini
Tagliare le patate e pezzi, senza sbucciarle e farle cuocere a vapore, così come anche i fagiolini.
Nel frattempo preparare una salsina per condire ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Cyananthus

Cyananthus, genere di circa 30 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, adatte per il giardino roccioso. Hanno fiori imbutiformi, con 5 lobi tondeggianti od ovali rivolti verso l'esterno.
Si piantano in marzo-aprile, ........

Stachys
Stachys, genere di 300 specie di piante erbacee, perenni e annuali, rustiche e semirustiche, con fiori tubolosi, bilabiati all'estremità. Le specie perenni sono facili da coltivare nelle bordure e tutte abbastanza ........

Lavànda (Lavandula)
la Lavànda (Lavandula) , originaria del bacino del Mediterraneo, Isole Canarie e India, comprende circa 25 specie ed è un arbusto sempreverde, rustico.
Le foglie possono essere intere o composte, lineari, a margini ........

Crinodendron

Crinodendron, genere di 2 specie di alberi o arbusti sempreverdi, originari dell'America meridionale. La specie descritta può essere coltivata all'aperto nelle regioni a clima mite.
Questo arbusto o piccolo albero cresce ........

Campis - Bignonia

Campis (Bignonia), genere di 2 specie  di arbusti rampicanti a foglie decidue di cui una è rustica e l'altra è delicata e non può essere coltivata all'aperto in Italia settentrionale, salvo che nella Riviera Ligure ........


arbusti a foglia caduca Hippophae
Hippophae

Hippophae, genere di 3 specie di cespugli rustici, a foglie decidue, appartenenti alla famiglia delle Elaeagnaceae, coltivati soprattutto per le loro bacche molto ornamentali.
Si coltiva facilmente in qualsiasi terreno da giardino ben drenato. Cresce bene nelle zone vicino al mare ed è adatto alla formazione di siepi frangivento lungo i litorali. Si pianta da ottobre a febbraio, al sole o a mezz’ombra, in gruppi comprendenti esemplari di entrambi i sessi. Una  pianta maschile può impollinare più piante femminili.  Se si desidera formare delle siepi, le piante vanno messe a dimora alla distanza di 40-60 cm, mentre per formare barriere la distanza tra pianta e piare cespugliosa.

Potatura: non è necessaria una potatura regolare, tuttavia in luglio-agosto si tagliano i rami disordinati. Le siepi vanno potate in agosto.

Hippophae dhamnoides (olivello spinoso): pianta originaria dell’Europa, Italia e zone temperate dell’Asia, alta 2,5-3 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto folto dai rami spinosi, coperti da peli squamosi, e foglie lineari-lanceolate grigio-argentee. I fiori maschili e femminili, gialli, insignificanti, sbocciano in aprile su individui separati, visto che si tratta di piante dioiche. Se si coltivano vicine piante maschili e femminili, queste ultime producono moltissime bacche rotonde, piccole, color arancione vivo, che ricoprono i rami durante l’autunno e l’inverno.


riproduzione: si semina generalmente in ottobre, in contenitori riempiti con una composta da semi, in cassone freddo. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in cassette e, successivamente, si trapiantano in vivaio, dove resteranno fino all’autunno successivo, prima di metterle definitivamente a dimora.
esposizione:
fioritura: aprile



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su