arbusti a foglia caduca Hippophae
Hippophae

Hippophae, genere di 3 specie di cespugli rustici, a foglie decidue, appartenenti alla famiglia delle Elaeagnaceae, coltivati soprattutto per le loro bacche molto ornamentali.
Si coltiva facilmente in qualsiasi terreno da giardino ben drenato. Cresce bene nelle zone vicino al mare ed è adatto alla formazione di siepi frangivento lungo i litorali. Si pianta da ottobre a febbraio, al sole o a mezz’ombra, in gruppi comprendenti esemplari di entrambi i sessi. Una  pianta maschile può impollinare più piante femminili.  Se si desidera formare delle siepi, le piante vanno messe a dimora alla distanza di 40-60 cm, mentre per formare barriere la distanza tra pianta e piare cespugliosa.

Potatura: non è necessaria una potatura regolare, tuttavia in luglio-agosto si tagliano i rami disordinati. Le siepi vanno potate in agosto.

Hippophae dhamnoides (olivello spinoso): pianta originaria dell’Europa, Italia e zone temperate dell’Asia, alta 2,5-3 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto folto dai rami spinosi, coperti da peli squamosi, e foglie lineari-lanceolate grigio-argentee. I fiori maschili e femminili, gialli, insignificanti, sbocciano in aprile su individui separati, visto che si tratta di piante dioiche. Se si coltivano vicine piante maschili e femminili, queste ultime producono moltissime bacche rotonde, piccole, color arancione vivo, che ricoprono i rami durante l’autunno e l’inverno.


riproduzione: si semina generalmente in ottobre, in contenitori riempiti con una composta da semi, in cassone freddo. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in cassette e, successivamente, si trapiantano in vivaio, dove resteranno fino all’autunno successivo, prima di metterle definitivamente a dimora.
esposizione:
fioritura: aprile




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Garrya

Garrya, genere di 18 specie di piante arbustive sempreverdi, rustiche o delicate. La specie descritta, dioica, si coltiva per le infiorescenze ad amento, pendule, molto ornamentali. Le piante maschili sono più decorative ........

Gunnera
Gunnera, genere di 50 specie di piante erbacee, perenni, delicate o semirustiche, che comprende specie nane e piante di notevoli dimensioni. Formano grandi cespi e sono adatte per essere coltivate vicino ai laghetti ........

Argemone

Argemone, genere di 10 specie di piante erbacee annuali e perenni, appartenenti alla famiglia delle Papaveraceae. Le piante descritte sono rustiche e vengono coltivate come annuali nelle bordure. Sono piante vigorose, con ........

Morisia

Morisia, genere comprendente una sola specie di pianta erbacea, perenne, che può essere coltivata nelle fioriere e nel giardino roccioso. Fiorisce praticamente per tutta l'estate.
Si pianta in settembre-ottobre in terreno ........

Vinca (Pervinca)
La Vinca (Pervinca), genere di 7 specie di piante erbacee suffruticose, perenni, di dimensioni ridotte. La Vinca rosea è più delicata e generalmente coltivata come annuale, pur essendo anch'essa ........

 

Ricetta del giorno
Spaghetti al pesto di rucola e pistacchi
Mettere a bollire l’acqua per la pasta, e una volta raggiunto il bollore, salarla e tuffarvi gli spaghetti, quindi rimettere il coperchio alla pentola ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Ionopsidium

Ionopsidium, genere comprendente una sola specie di pianta erbacea annuale, rustica, di dimensioni limitate, adatta per i giardini rocciosi e i lastricati fioriti.
Si tratta di una pianta facile da coltivare se piantata ........

Disanthus

Disanthus, comprende una sola specie arbustiva, rustica, a foglie decidue, originaria del Giappone. Si coltiva soprattutto per il fogliame che in autunno assume colori spettacolari.
Questo arbusto non tollera i terreni ........

Wulfenia

Wulfenia, genere di 3 specie di piante erbacee, perenni, rizomatose, rustiche, con fiori tubulosi, molto ornamentali. Le specie descritte sono adatte per il giardino roccioso e nelle zone a clima invernale freddo e umido, ........

Browallia

Browallia, genere di 6 specie di piante annuali, semirustiche, appartenenti alla famiglia delle Solanacee, originarie dell’America Meridionale. Hanno fiori numerosi simili a quelli delle viole e foglie spesso molto decorative ........

Dryas (Driade)

Dryas (Driade), genere di 2 specie di piante suffruticose, sempreverdi, rustiche, a portamento prostrato. La specie descritta è adatta alla coltivazione nei giardino rocciosi e alpini.
Si mettono a dimora da settembre ........


arbusti a foglia caduca Hippophae
Hippophae

Hippophae, genere di 3 specie di cespugli rustici, a foglie decidue, appartenenti alla famiglia delle Elaeagnaceae, coltivati soprattutto per le loro bacche molto ornamentali.
Si coltiva facilmente in qualsiasi terreno da giardino ben drenato. Cresce bene nelle zone vicino al mare ed è adatto alla formazione di siepi frangivento lungo i litorali. Si pianta da ottobre a febbraio, al sole o a mezz’ombra, in gruppi comprendenti esemplari di entrambi i sessi. Una  pianta maschile può impollinare più piante femminili.  Se si desidera formare delle siepi, le piante vanno messe a dimora alla distanza di 40-60 cm, mentre per formare barriere la distanza tra pianta e piare cespugliosa.

Potatura: non è necessaria una potatura regolare, tuttavia in luglio-agosto si tagliano i rami disordinati. Le siepi vanno potate in agosto.

Hippophae dhamnoides (olivello spinoso): pianta originaria dell’Europa, Italia e zone temperate dell’Asia, alta 2,5-3 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto folto dai rami spinosi, coperti da peli squamosi, e foglie lineari-lanceolate grigio-argentee. I fiori maschili e femminili, gialli, insignificanti, sbocciano in aprile su individui separati, visto che si tratta di piante dioiche. Se si coltivano vicine piante maschili e femminili, queste ultime producono moltissime bacche rotonde, piccole, color arancione vivo, che ricoprono i rami durante l’autunno e l’inverno.


riproduzione: si semina generalmente in ottobre, in contenitori riempiti con una composta da semi, in cassone freddo. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in cassette e, successivamente, si trapiantano in vivaio, dove resteranno fino all’autunno successivo, prima di metterle definitivamente a dimora.
esposizione:
fioritura: aprile



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su