arbusti sempreverdi Pieris
Pieris

Pieris, genere di 10 specie di arbusti fioriferi sempreverdi, rustici, a portamento compatto, appartenenti alla famiglia delle Ericaceae, che vanno coltivati in terreno primo di calcare. In primavera producono fiori simili a quelli del mughetto.
Si piantano in ottobre o in marzo-aprile, in terreno umido, non calcareo, in posizioni parzialmente ombreggiate e riparate. Ogni anno, in aprile, si provvede ad una pacciamatura con terriccio di foglie o torba.

Potatura:
dopo la fioritura vanno asportate le infiorescenze appassite e si tagliano i rami disordinati.

Pieris floribunda:
pianta originaria delle regioni sud-orientali degli Stati Uniti, alta fino a 2 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta dalle foglie coriacee, verde scuro, oblungo-ellittiche e dai fiori bianchi, penduli, a forma di brocca, riuniti in pannocchie terminali erette, lunghe 8-10 cm, che sbocciano in marzo-aprile.
Pieris formosa: pianta originaria dello Yunnan (Cina meridionale), e Himalaya, alta 3-6 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta con foglie oblungo-lanceolate, rosso-rame da giovani, successivamente verdi e dai fiori bianchi, riuniti in pannocchie terminali pendule, lunghe 10-15 cm, che sbocciano in aprile-maggio. La varietà cinese Forrestii ha foglie che da giovani sono rosso vivo e rimangono colorate per maggior tempo rispetto a quelle della specie tipica e fiori bianchi, riuniti in pannocchie rade, che sbocciano in aprile-maggio.
Pieris japonica: pianta originaria del Giappone, alta 2-3 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta con foglie oblungo-ovate, rosso rame da giovani e successivamente verdi. I fiori, bianchi, riuniti in pannocchie terminali pendule, larghe 8-10 cm, sbocciano in marzo-aprile. La varietà Variegata è a crescita lenta e presenta foglie strette e a margini bianco-gialli.


riproduzione: in agosto si prelevano talee, lunghe 8-10 cm, dai rami semimaturi e si piantano in sabbia, in letto freddo. Le talee radicate si piantano singolarmente, in aprile-maggio, in contenitori da 8 cm riempiti con un miscuglio di terriccio di foglie, sabbia e torba in parti uguali e, successivamente, in ottobre si trapiantano in vivaio dove resteranno per 2-3 anni prima della loro definitiva messa a dimora.
In novembre o in marzo si può seminare in ciotole riempite con un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in letto freddo. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in vassoi e, successivamente, singolarmente in contenitori da 8 cm e si trattano poi come le talee.
Pieris formosa si può anche riprodurre per propaggine, in settembre. Queste andranno poi separate dalla pianta madre dopo circa 2 anni e si ripiantano direttamente a dimora.
esposizione:
fioritura: tra marzo e maggio a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Alisso (Alyssum)
L'Alisso, pianta annuale o perenne originaria dell'Europa, Asia e Africa,, comprende oltre 100 specie, di cui circa 15 spontanee nel nostro Paese.
le pianticelle, che come già detto possono essere ........

Mirabilis (Bella di notte)

Mirabilis (Bella di notte), genere di 60 specie di piante erbacee perenni e annuali. Le due specie perenni tuberose descritte si coltivano in genere come annuali nelle bordure e in vaso.
Queste piante si coltivano in ........

Myrtus (Mirto)

Myrtus (Mirto), genere di 100 specie di arbusti e, raramente, di piccoli alberi sempreverdi, delicati e semirustici, con foglie aromatiche. I fiori, solitari, appiattiti, bianchi, con 5 petali e stami, prominenti, sbocciano ........

Eschscholzia (Escolzia)

Eschscholzia (Escolzia), genere di 10 specie di piante annuali e perenni, con fiori molto appariscenti, simili a quelli del Papavero, che tendono a chiudersi quando la temperatura si abbassa e quando il cielo è coperto. ........

Echinops (Echinopo)

Echinops (Echinopo), genere di 100 specie di piante erbacee perenni e biennali, rustiche, dai capolini sferici color metallo lucido, che possono essere recisi e seccati per le decorazioni invernali. Le specie perenni hanno ........

 

Ricetta del giorno
Bavarese ai frutti di bosco
In un pentolino versate il latte, aggiungete l'agar agar e fate bollire. Lasciate, poi, sul fuoco per un paio di minuti, tenendo la fiamma bassa e mescolando ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Portulacaria

Portulacaria, genere comprendente 2 specie di piante arbustive a foglie succulente, appartenenti alla famiglia delle Portulacaceae, originarie del Sud-Africa. La specie descritta può essere coltivata all’aperto solo nelle ........

Cornus (Corniolo)

Cornus (corniolo), genere comprendente 40 specie di piante arbustive, erbacee e piccoli alberi, appartenenti alla famiglia delle Cornaceae, dalle foglie decidue. Le specie descritte sono tutte rustiche e sono per lo più ........

Liàtride (Liatris)
La Liàtride (Liatris), originaria dell'America del Nord, comprende circa 15 specie ed è una erbacea perenne a radice rizomatosa.
Le foglie color verde vivo sono sottili, lanceolate, simili ........

Amorpha

Amorpha, genere di 20 specie di piante suffruticose e di arbusti rustici, appartenenti alla famiglia delle Papilionaceae, diffusi allo stato spontaneo nell’America settentrionale. La specie descritta ha foglie e fiori molto ........

Larix (Larice)

Larix (Larice), genere di 12 specie di conifere decidue appartenenti alla famiglia delle Pinaceae, originarie delle zone temperate dell’emisfero settentrionale. Sono alberi molto ornamentali, con chioma rada, piramidale, ........


arbusti sempreverdi Pieris
Pieris

Pieris, genere di 10 specie di arbusti fioriferi sempreverdi, rustici, a portamento compatto, appartenenti alla famiglia delle Ericaceae, che vanno coltivati in terreno primo di calcare. In primavera producono fiori simili a quelli del mughetto.
Si piantano in ottobre o in marzo-aprile, in terreno umido, non calcareo, in posizioni parzialmente ombreggiate e riparate. Ogni anno, in aprile, si provvede ad una pacciamatura con terriccio di foglie o torba.

Potatura:
dopo la fioritura vanno asportate le infiorescenze appassite e si tagliano i rami disordinati.

Pieris floribunda:
pianta originaria delle regioni sud-orientali degli Stati Uniti, alta fino a 2 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta dalle foglie coriacee, verde scuro, oblungo-ellittiche e dai fiori bianchi, penduli, a forma di brocca, riuniti in pannocchie terminali erette, lunghe 8-10 cm, che sbocciano in marzo-aprile.
Pieris formosa: pianta originaria dello Yunnan (Cina meridionale), e Himalaya, alta 3-6 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta con foglie oblungo-lanceolate, rosso-rame da giovani, successivamente verdi e dai fiori bianchi, riuniti in pannocchie terminali pendule, lunghe 10-15 cm, che sbocciano in aprile-maggio. La varietà cinese Forrestii ha foglie che da giovani sono rosso vivo e rimangono colorate per maggior tempo rispetto a quelle della specie tipica e fiori bianchi, riuniti in pannocchie rade, che sbocciano in aprile-maggio.
Pieris japonica: pianta originaria del Giappone, alta 2-3 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta con foglie oblungo-ovate, rosso rame da giovani e successivamente verdi. I fiori, bianchi, riuniti in pannocchie terminali pendule, larghe 8-10 cm, sbocciano in marzo-aprile. La varietà Variegata è a crescita lenta e presenta foglie strette e a margini bianco-gialli.


riproduzione: in agosto si prelevano talee, lunghe 8-10 cm, dai rami semimaturi e si piantano in sabbia, in letto freddo. Le talee radicate si piantano singolarmente, in aprile-maggio, in contenitori da 8 cm riempiti con un miscuglio di terriccio di foglie, sabbia e torba in parti uguali e, successivamente, in ottobre si trapiantano in vivaio dove resteranno per 2-3 anni prima della loro definitiva messa a dimora.
In novembre o in marzo si può seminare in ciotole riempite con un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, in letto freddo. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in vassoi e, successivamente, singolarmente in contenitori da 8 cm e si trattano poi come le talee.
Pieris formosa si può anche riprodurre per propaggine, in settembre. Queste andranno poi separate dalla pianta madre dopo circa 2 anni e si ripiantano direttamente a dimora.

esposizione:
fioritura: tra marzo e maggio a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su