piante da interni appartamento Ardisia
Ardisia

Ardisia, genere di 400 specie di alberi o arbusti sempreverdi appartenenti alla famiglia delle Myrsinaceae. Sono piante molto ornamentali, in particolar modo per le  loro bacche rosse brillanti, che durano dall’autunno a giugno dell’anno successivo. Una sola specie è coltivata in serra ed è adatta anche come pianta da appartamento.
Si coltivano in vasi di 12-15 cm, riempiti con una composta da vasi. Richiedono una temperatura invernale minima di 7° C. In estate si annaffiano abbondantemente e durante l’inverno si mantiene la composta appena umida. Settimanalmente si somministra un concime liquido, da aprile e fin quando le bacche diventano colorate. Se coltivata in serra, in estate va ombreggiata leggermente. Si rinvasano in aprile per 1-2 anni di seguito, poi degenero per cui è necessario sostituirle. Le piante vecchie si tagliano alla base e si invasano quando i nuovi germogli sono di circa 7-8 cm di lunghezza.

Potatura: le piante eccessivamente alte e deboli vanno potate radicalmente in febbraio. Si tagliano a 7-10 cm dalla base e, quando la superficie di taglio non emette più linfa, si stimola la pianta a formare nuovi germogli ricominciando con le annaffiature e mantenendo la pianta alla temperatura di almeno 10° C. Successivamente, fra le nuove ramificazioni si lasciano solo alcune delle più vigorose, mentre le altre vanno eliminate.

Ardisia crispa: pianta originaria delle Indie Orientali e Cina, alta 60-90 cm e del diametro di 30-45 cm. Si tratta di un arbusto a portamento eretto, con foglie alterne, verde scuro, lucide, lunghe fino a 10 cm, oblungo-lanceolate, a margini ondulati. I fiori, bianco-crema  sfumati di rosso, del diametro di 1,5 cm, sono a forma di stella riuniti in pannocchie ascellari e sbocciano in giugno, e sono seguiti da bacche rotonde di color rosso-corallo, che possono persistere sulla pianta fino alla successiva fioritura.


riproduzione: si semina in marzo, in terrine riempite con una composta da semi, alla temperatura di 18° C. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano singolarmente in vasi da 7-8 cm riempiti con una composta da vasi e, se necessario, si effettua una seconda rinvasatura.
È possibile anche la moltiplicazione per talea, prelevando porzioni lunghe 7-8 cm dai germogli laterali, da maggio ad agosto. Le talee vanno interrate in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali alla temperatura di 16-18° C. Le talee radicate andranno poi trattate come le piante ottenute da seme.
esposizione:
fioritura: Giugno




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Campanula

Campanula, genere di 300 specie di pianta erbacee annuali, biennali e perenni, appartenenti alla famiglia delle Campanulaceae, nella maggior parte rustiche. Le specie descritte sono per lo più perenni, alcune sono biennali ........

Aneto

Aneto, pianta aromatica, erbacea, rustica, annuale, appartenente alla famiglia delle Ombrellifere, originaria dell’Europa mediterranea. Ha foglie verde-azzurro fortemente frastagliate e fiori di ombrelle giallo vivo di 5-8 ........

Globularia

Globularia, genere di 28 specie di piante erbacee e suffruticose, adatte per il primo piano delle bordure e per il giardino roccioso.
Si coltivano in terreno ben drenato, calcareo, al sole, dove prosperano perfettamente. ........

Cladanthus

Cladanthus, genere di 4 specie di piante erbacee, annuali. La specie descritta è adatta per le bordure. Sia i capolini, sia il fogliame sono profumati; da giugno fino ai primi geli autunnali sbocciano in continuazione una ........

Pieris

Pieris, genere di 10 specie di arbusti fioriferi sempreverdi, rustici, a portamento compatto, appartenenti alla famiglia delle Ericaceae, che vanno coltivati in terreno primo di calcare. In primavera producono fiori simili ........

 

Ricetta del giorno
Frittelle di banane
Amalgamate in una terrina gli ingredienti per la pastella, ovvero 125 gr di farina, 2 dl di acqua tiepida, 5 cucchiai d'olio, 1 uovo e 1 pizzico di sale, ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Corbezzolo (Arbutus)

Il Corbezzolo è'  un  arbusto o  alberello sempreverde e legnoso diffuso in tutta la fascia mediterranea, originario dell'Asia minore, Africa del nord, Europa occidentale, Canarie e America ........

Convòlvolo (Convolvolus)

Il Convòlvo (Convolvolus) è originario del bacino del Mediterraneo, comprende circa 200 specie ed è una pianta erbacea, rampicante annuale o perenne, talvolta semiarbustiva o cespugliosa.


Laburnum (Maggiociondolo)

Laburnum (Maggiociondolo), genere di 6 specie di alberi e arbusti rustici, a foglie decidue, che fioriscono in primavera. Si coltivano generalmente 2 specie e i loro ibridi, che hanno foglie trifogliate, con foglioline ovato-ellittiche, ........

Morina
Morina, genere di 17 specie di piante erbacee, perenni, rustiche. La specie descritta può essere coltivata nelle bordure.
Si pianta in settembre-ottobre o in marzo-aprile in terreno da giardino, profondo, ........


piante da interni appartamento Ardisia
Ardisia

Ardisia, genere di 400 specie di alberi o arbusti sempreverdi appartenenti alla famiglia delle Myrsinaceae. Sono piante molto ornamentali, in particolar modo per le  loro bacche rosse brillanti, che durano dall’autunno a giugno dell’anno successivo. Una sola specie è coltivata in serra ed è adatta anche come pianta da appartamento.
Si coltivano in vasi di 12-15 cm, riempiti con una composta da vasi. Richiedono una temperatura invernale minima di 7° C. In estate si annaffiano abbondantemente e durante l’inverno si mantiene la composta appena umida. Settimanalmente si somministra un concime liquido, da aprile e fin quando le bacche diventano colorate. Se coltivata in serra, in estate va ombreggiata leggermente. Si rinvasano in aprile per 1-2 anni di seguito, poi degenero per cui è necessario sostituirle. Le piante vecchie si tagliano alla base e si invasano quando i nuovi germogli sono di circa 7-8 cm di lunghezza.

Potatura: le piante eccessivamente alte e deboli vanno potate radicalmente in febbraio. Si tagliano a 7-10 cm dalla base e, quando la superficie di taglio non emette più linfa, si stimola la pianta a formare nuovi germogli ricominciando con le annaffiature e mantenendo la pianta alla temperatura di almeno 10° C. Successivamente, fra le nuove ramificazioni si lasciano solo alcune delle più vigorose, mentre le altre vanno eliminate.

Ardisia crispa: pianta originaria delle Indie Orientali e Cina, alta 60-90 cm e del diametro di 30-45 cm. Si tratta di un arbusto a portamento eretto, con foglie alterne, verde scuro, lucide, lunghe fino a 10 cm, oblungo-lanceolate, a margini ondulati. I fiori, bianco-crema  sfumati di rosso, del diametro di 1,5 cm, sono a forma di stella riuniti in pannocchie ascellari e sbocciano in giugno, e sono seguiti da bacche rotonde di color rosso-corallo, che possono persistere sulla pianta fino alla successiva fioritura.


riproduzione: si semina in marzo, in terrine riempite con una composta da semi, alla temperatura di 18° C. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano singolarmente in vasi da 7-8 cm riempiti con una composta da vasi e, se necessario, si effettua una seconda rinvasatura.
È possibile anche la moltiplicazione per talea, prelevando porzioni lunghe 7-8 cm dai germogli laterali, da maggio ad agosto. Le talee vanno interrate in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali alla temperatura di 16-18° C. Le talee radicate andranno poi trattate come le piante ottenute da seme.

esposizione:
fioritura: Giugno



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su