conifere sempreverdi e decidue Libocedrus
Libocedrus

Libocedrus, genere di conifere sempreverdi appartenenti alla famiglia delle Cupressaceae, molto ornamentali, adatte per essere coltivate come esemplari isolati.
Crescono bene nei terreni fertili, umidi ma ben drenati, in posizioni soleggiate e riparate. Per alcuni anni può anche crescere in terreni poco profondi o pesanti, in posizioni esposte, ma con il passare degli anni, la chioma diventa rada, ricoperta solo da pochi ciuffi di foglie. Si pianta in ottobre-novembre o in marzo-aprile, utilizzando esemplari giovani di 60 cm di altezza.

Potatura: se l’apice del fusto si ramifica, è necessario eliminare tutti i rametti lasciando soltanto il più vigoroso.

Libocedrus decurrens: pianta originaria della California e Oregon, alta fino a 40 m e con la chioma del diametro di 3-8 m. Si tratta di una specie rustica con chioma conica e fogliame verde vivo e con la corteccia che presenta striature longitudinali  rosso-brune. Il trono è spesso nascosto dalle branche globose e folte, rivolte verso l’alto e i rametti, folti, disposti a ventaglio, sono ricoperti da foglie squamiformi di color verde carico. I coni, ovoidali, stretti, lisci, lunghi 2,5 cm, gialli, sono riuniti in gruppi. Più diffusa della specie tipiche che viene coltivata raramente è la varietà Fastigata, a portamento colonnare, con rami perpendicolari al fusto.


riproduzione: si semina in ottobre in contenitori riempiti con una composta da semi, in cassone o serra fredda. Nell’aprile successivo, le piantine si trapiantano in vivaio, disposte in file, dove resteranno per altri 2-3 anni prima di metterle definitivamente a dimora.
La varietà Fastigata, se moltiplicata per seme, produce piante con caratteristiche variabili, per cui da luglio a settembre, si prelevano talee apicali lunghe 8 cm e si mettono a radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali. Le talee radicate vanno trapiantate in vivaio non prima dell’aprile dell’anno successivo, e si coltivano per almeno 1 anno rima di metterle definitivamente a dimora.
esposizione:
fioritura: assente




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Drosanthemum

Drosanthemum, genere di 36 specie di piante succulente, originarie del Sud-Africa, appartenenti al grande gruppo dei Mesembryanthemum. Le specie descritte sono adatte per la coltivazione in serra e in appartamento, tuttavia, ........

Lamarckia

Lamarckia, genere comprendente una sola specie erbacea, annuale, diffusa allo stato spontaneo nei paesi del bacino del Mediterraneo. Può essere utlizzata nelle bordure annuali e miste. Le infiorescenze possono essere seccate ........

Schisandra

Schisandra, genere di 25 specie rampicanti appartenenti alla famiglia delle Schisandraceae, fioriferi, legnosi, a foglie sempreverdi o decidue, delicati o rustici. Le specie rustiche descritte sono a foglie decidue. Possono ........

Sambucus (Sambuco)

Sambucus (Sambuco), genere di 40 specie di arbusti o piccoli alberi rustici appartenenti alla famiglia delle Caprifoliaceae, a foglie decidue, imparipennate, con foglioline di forma variabile, da ovate a lanceolate. I fiori, ........

Camellia (Camelia)

Camellia (Camelia), genere di 80 specie di alberi e arbusti sempreverdi, generalmente rustici, da coltivarsi sia in serra che all’aperto. Crescono bene in posizione protetta e in terreni privi di calcare, tendenzialmente ........

 

Ricetta del giorno
Banane flambées
Fare tostare per dieci minuti le mandorle in forno caldo e quindi tritarle minutamente. Dopo aver sbucciato le banane, tagliarle a metà nel senso della ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Gasteria

Gasteria, genere di 70 specie di piante perenni da serra, succulente, piccole, quasi prive di fusto. Si coltivano per le foglie, dure, lucide, variamente macchiate, molto ornamentali, generalmente disposte su 2 file. I fiori, ........

Jacaranda

Jacaranda, genere di 50 specie di arbusti o alberi appartenenti alla famiglia delle Bignoniaceae, diffusi allo stato spontaneo nell’America centrale e meridionale. La specie descritta, delicata, può  essere coltivata ........

Ipheion

Ipheion, genere di 20 specie di piante bulbose, rustiche, originarie del Messico e Cile meridionale. La specie descritta ha foglie graminiformi e fiori solitari a forma di stella, con 6 petali. Sia la specie tipica che le ........

Kerria
Kerria, genere comprendente una sola specie arbustiva, con foglie decidue, a fioritura primaverile, originaria della Cina. La varietà a fiore doppio è più coltivata della specie tipica.
Le ........

Kaki, Cachi, Diospyros kaki

Kaki, Caco, Diospyros kaki, albero da frutto originario della Cina e del Giappone, appartenente alla famiglia delle Ebenacee, alto 5-10 m, caratterizzato da una chioma espansa, tondeggiante, larga circa 5 m. Il tronco, eretto, ........


conifere sempreverdi e decidue Libocedrus
Libocedrus

Libocedrus, genere di conifere sempreverdi appartenenti alla famiglia delle Cupressaceae, molto ornamentali, adatte per essere coltivate come esemplari isolati.
Crescono bene nei terreni fertili, umidi ma ben drenati, in posizioni soleggiate e riparate. Per alcuni anni può anche crescere in terreni poco profondi o pesanti, in posizioni esposte, ma con il passare degli anni, la chioma diventa rada, ricoperta solo da pochi ciuffi di foglie. Si pianta in ottobre-novembre o in marzo-aprile, utilizzando esemplari giovani di 60 cm di altezza.

Potatura: se l’apice del fusto si ramifica, è necessario eliminare tutti i rametti lasciando soltanto il più vigoroso.

Libocedrus decurrens: pianta originaria della California e Oregon, alta fino a 40 m e con la chioma del diametro di 3-8 m. Si tratta di una specie rustica con chioma conica e fogliame verde vivo e con la corteccia che presenta striature longitudinali  rosso-brune. Il trono è spesso nascosto dalle branche globose e folte, rivolte verso l’alto e i rametti, folti, disposti a ventaglio, sono ricoperti da foglie squamiformi di color verde carico. I coni, ovoidali, stretti, lisci, lunghi 2,5 cm, gialli, sono riuniti in gruppi. Più diffusa della specie tipiche che viene coltivata raramente è la varietà Fastigata, a portamento colonnare, con rami perpendicolari al fusto.


riproduzione: si semina in ottobre in contenitori riempiti con una composta da semi, in cassone o serra fredda. Nell’aprile successivo, le piantine si trapiantano in vivaio, disposte in file, dove resteranno per altri 2-3 anni prima di metterle definitivamente a dimora.
La varietà Fastigata, se moltiplicata per seme, produce piante con caratteristiche variabili, per cui da luglio a settembre, si prelevano talee apicali lunghe 8 cm e si mettono a radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali. Le talee radicate vanno trapiantate in vivaio non prima dell’aprile dell’anno successivo, e si coltivano per almeno 1 anno rima di metterle definitivamente a dimora.

esposizione:
fioritura: assente



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su